1. Cucina italiana

    di , il 10/6/2006 18:05

    Ciao a tutti, visto che non si possono divulgare ricette tipiche italiane nel forum di cucina e qui sotto c'è quella orientale che ho già contaminato con una ricetta toscana, ho pensato che potremmo scambiarci ricette regionali. Com'è bello far l'amore de trieste in giù! diceva una mitica biondina e io dico invece com'è bello cucinare da Trieste in giù. Dopotutto si VIAGGIA anche in Italia.. Noi italiani!

  2. Roberta O.
    , 1/8/2006 22:30
    compra l'aragosta viva e mettila un'oretta nel surgelatore.
    Cosi' si addormenta e passera' dolcemente dal sonno alla morte nella tua pentola di acqua bollente senza un lamento.
    ciao
    Roberta
  3. Turista Anonimo
    , 7/7/2006 10:43
    info...non urlano...consiglio pratico...legatele altrimenti come le immergete nell'acqua bollente rischiate di bruciarvi.....
  4. Turista Anonimo
    , 7/7/2006 08:54
    penso che anche surgelata vada bene...magari il sapore non e' proprio lo stesso....sinceramente non ricordo di averla mai sentita urlare..intendiamoci,non che io mangi aragosta tutti i gg...anche qui e' carissima...mio padre la compra al mercato ittico..ma ti ripeto non l'ho mai sentita urlare...forse..erano quasi morte...non saprei..
  5. Ile
    , 6/7/2006 19:48
    macchè insensibile è che mi hanno detto che l'aragosta urla parecchio, credo che anche il mio compagno non riuscirebbe a farlo e qui a Firenze andare a mangiare l'aragosta è impossibile visto i prezzi, vabbè mi toccherà tornare in quel della Sardegna..ma surgelata non va bnen?
  6. Turista Anonimo
    , 6/7/2006 19:42
    CIBO LAICO....mi piace....ci sto anch'io e infatti frequentando anche l'altro tuo forum mi e' venuta l'idela del ristorante...poi io sono sempre pronta a partire...

    per l'uccisione del crostaceo...Ile lo fai fare a qualcun'altro...lo so e' triste..pero' qualcuno dovra' pur farlo.....oddio non vorrei passare per una insensibile.....
  7. Ile
    , 6/7/2006 19:35
    Barbara, ci sto! senti qua: 6 mesi l'anno fai conto da maggio a ottobre, su una spiaggia con specialità sarde e toscane su prenotazione. A ottobre si parte per le vacanze e ci si ritrova a maggio per la stagione..
    Gia mi vedo ilnome: CIBO LAICO eh! eh!
    Come sai non ho lavoro fisso, quindi son pronta a tutto!
    Quando ti ho chiesto se ce la faccio ad ucciderla , non ti chiedevo se secondo te muore ma se ci sono alternative al doverlo fare perchè io proprio non me la sento di ammazzare un animale così..
  8. Turista Anonimo
    , 6/7/2006 19:12
    ARAGOSTA ALLA CATALANA

    Lessare l'aragosta in acqua bollente...meglio che l'aragosta sia viva...Ile, fidati morira'....sciurella( poverina)..i tempi di cottura dipendono dalla grandezza dell'aragosta...dai 20 ai 30 minuti...dopo averla fatta raffreddare(alcuni consigliano nell'acqua di cottura ma noi la togliamo dall'acqua)..tagliarla a meta' in lungo..e poi in pezzi piu' piccoli....a questi pezzi dovranno essere aggiunti pomodori taglaiti e puliti( quelli pachino vanno benissimo e sono molto buoni) e le cipolle tagliate finemente...condire con olio d'oliva, succo di limone e sale...la variante potrebbe essere al posto del succo di limone l'aceto...a me piace con quest'ultimo...accompagnate con un vino bianco fresco....

    Ile , mettiamo su un ristorante?...:-))
  9. Ile
    , 6/7/2006 18:19
    ..mi.. mi fa impazzire la bottarga!
    e ora tocca me: polpo al pomodoro.
    io lo faccio così, ma i modi sono tanti.
    una cipolla fresca rossa, una carota, del sedano, prezzemolo, aglio, polpo ovviamente e pelati
    In una pentola a bordi alti parecchino mettete asoffriggere a fuoco bassissimo e con poco olio tutti gli odori tagliati a pezzettoni (il prezemolo no, lo si aggiunge alla fine), il tutto coperto. Dopo poco, e cioè quendo cominciate a sentire l'odore delle verdure, aggiungete il polpo e lasciatelo cuocere sempre a fuoco basso per 10/15 min. al che aggiungete i pelati spezzettati e salati, dopo un ora di fuoco basso- scusate se insisto ma altrimenti il polpo viene duro- servite con una spolverata di prezzemolo tritato con aglio.
    Barbara, ma l'aragosta alla catalana come si fa? ..e se non ce la facessi ad ucciderla in acqua bollente?
  10. Turista Anonimo
    , 6/7/2006 14:54
    Cara Ile,

    eccomi qui con un'altra ricetta da leccarsi baffi..:-)

    SPAGHETTI CON POLPA DI RICCI..

    comprate un vasetto di polpa di ricci o due, se siete in 4..eventualmente potete comprare i ricci e pulirli, ma la fatica e' tanta...fidatevi di una che ha passato una sera intera a pulirli..:-(

    in una padella fate soffriggere aglio olio e peperoncino...cuocete la pasta al dente e poi fatela saltare aggiungendo la polpa di ricci...una vera goduria per il palato...potete eventualmente aggiungere una spolverata di bottarga alla fine...
  11. Ile
    , 1/7/2006 18:50
    santocielo barbara! mi hai fatto venire una fame!
  12. Turista Anonimo
    , 1/7/2006 12:04
    Carissime, sfogliando un libro di cucina sarda ho trovato questa ricetta...

    ZUPPA DA ARAGOSTA
    (deve essere molto buona e molto cara)

    ingredienti:

    3 aragoste di grandezza media
    1.dl di olio extra vergone d'oliva
    1.cipolla tritata
    1.spicchio d'aglio
    foglioline di timo tritate
    una foglia d'alloro sminuzzata (da togliere)
    un ciuffetto d'origano
    un bicchiere di vino bianco secco
    250.gr di pomodori ( privati della pelle dei semi e della'cqua di vegetazione)
    fette di pane abbrustolite, taglaite a riquadri
    un mazzetto di prezzemolo tritato per lo spolvero finale
    sale e pepe

    Dopo aver lavato le aragoste sotto un getto di acqua corrente, asciugatele con un canovaccio.
    con un coltello affilato, tagliate le pinze vicino agli occhi, poi la coda (a fette larghe un cm)quindi spaccate la testa in due parti.
    In una pentola mettete a soffriggere nell'olio tutti i pezzi dell'aragosta , alzate la fiamma e rigirateli, perche' rosolino uniformemente;quasi alla fine, aggiungete il trito di verdure profumate, irrorate con il vino, mescolate piu' volte e fate asciugare.
    Ora potete aggiungere la polpa di pomodori taglaita a cubetti, regolate di sale e pepe, versate di 2 mestoli di acqua e portate a bollore.
    Abbassate la fiamma, mettete il coperchio e proseguite con la cottura ( per almeno una mezz'ora)controllando che non necessiti di acqua.
    Nelle ciotole monoporzione, preparate un letto di fettine di pane abbrustolite; sopra il quale collocate trance di aragosta e un mestolino di brodo.

    Spolverate con il prezzemolo tritao e portate in tavola la zuppa ancora fumante.
  13. Turista Anonimo
    , 29/6/2006 11:21
    la variate con le acciughe la mette la mia mamma...non so se poi sia usata altrove...anche il peperoncino...e il pecorino...vedrem cosa ne verra' fuori...:-))
  14. Ile
    , 28/6/2006 19:34
    mai messo acciughe nel pesto! non avevo proprio idea..anche io proverò deve essere buono!
  15. Turista Anonimo
    , 28/6/2006 18:54
    io in genere ci metto il galbanino( ma si potra' fare pubblicita')?!?..non copre i sapori...comunque anche un dolcesardo..ops, scusa non so se lo vendono anche in toscana...facciam cosi, un formaggio dolce...

    ti volevo chiedere una cosa sul pesto..ci metti anche le acciughe? io le ho sempre fatte con il pesto classico, ma dato che c'e' questa variante secondo te i sapori sarebbero coperti dalle acciughe?penso di si,ma credo che le provero' anche cosi..poi vi faro' sapere
  16. Ile
    , 28/6/2006 15:28
    x Robin: beatatte! scoprirai una meraviglia per la prima volta! yum!