1. Poliziotti inermi di fronte ai delinquenti

    di , il 23/9/2003 00:00

    Allo stadio di Avellino i poliziotti non hanno reagito di fronte alle botte dei tifosi. Probabilmente per paura di scatenare un altro G8 (il carabiniere che ha sparato contro Giuliani è stato per mesi indagato per omicidio). Secondo voi è giusto che la libertà delle forze dell'ordine sia limitata dall'opinione pubblica?

  2. Turista Anonimo
    , 6/10/2003 00:00
    be' dopo i fatti di sabato direi ancora di sparare con proiettili di gomma!!!
  3. Turista Anonimo
    , 29/9/2003 00:00
    ojhhhh vedi che a tutto c'è rimedio? quella dei pitbull mi sembra veramente una soluzione ecologica-riciclabile-sostenibile. almeno poveri animaletti fanno quello che per loro natura devono fare...sbranano!!!!!
  4. Turista Anonimo
    , 27/9/2003 00:00
    oppure le migliaia di pittbull che gli animalisti sostengono che verranno abbandonati perchè i padroni non li vogliono assicurare.....
  5. anna_mrcs
    , 25/9/2003 00:00
    Mettiamoci anche un bel branco di lupi in questo greggie.. così ci pensano loro a risolvere il problema!!!!
  6. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    Quello che più mi meraviglia è l' accostamento che mi torna in mente ogni qual volta vedo spostamenti di tifosi dalla stazione allo stadio e viceversa a fine partita e quegli uomini in divisa che li scortano come se fosse merce rara. Questi strani pastori e questo gregge che invece di belare ulula slogan che ti raccomando.
    Di solito dietro ad un gregge c'è un pastore.
    Forse dovrebbero usare i pastori allo stadio, ma penso che gli stessi si rifiuterebbero di transumare quella massa di pecoroni.
  7. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    Consiglio di leggere sull'inutile Gazzetta dello Sport, l'articolo/intervista al presidente del Napoli e gli articoli di occhiello nella stessa pagina.
    vi sono riportate le stesse identiche cose e supposizioni che avevo rscritto qui.
    i presidenti pagano le trasferte agli ultra, il presidente del Brescia addirittura dava un 10% sulle vendite dei biglietti, un altro doveva pagare biglietti e trasferte per migliaia di ultras...
    ...anzi perchè parlo al passato?
    pagano, danno, ri-pagano.
    il tutto, come è ben spiegato nell'articolo per paura e per le minacce che avvengono nei confronti delle Società (sotto forma di possibili disordini che comportano esborsi ecnomici e squalifiche, penalizzazioni o radiazioni) e talvolta minacce rivolte ai Presidenti ed ai loro familiari.

    olè.

    io proporrei una semplicissima risoluzione:
    proibire totalmente le trasferte dei tifosi.
    allo stadio San Siro ci vanno solo i tifosi di Inter e Milan, a quello di Napoli sono i Napoletani ad Ancona gli Anconetani e così via.
    i presidenti denunciano i capi ultras, che vengono affidati ai lavori socialmente INutili, quali lo spostamente ininterrotto di macigni o anche socialmente Utili, come la ripulitura dei letti di fiumi e torrenti, la raccolta degli escrementi dei cani.
  8. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    X Rambutan
    Aznar è un cognome vero ed è quello di mia nonna materna originaria delle Asturie, quindi non comprendo perchè dovresti inquietarti per il mio Nick. In merito alle mie valutazioni, sono di ordine generale e si riferiscono al concetto ormai radicato di violenza. Non mi azzardo ad etichettare di rosso o nero la violenza degli stadi, non ho dati certi e direi delle inesattezze, è pur vero che nell'ultimo cinquantennio, i movimenti di sinistra hanno sempre guardato alle forze di polizia come ad uno strumento repressivo ed oppressivo, ad uso e consumo dei governi "di regime" e non della collettività. Ed è a questo che mi riferivo per giustificare il perchè degli attacchi sistematici ai nostri tutori dell'ordine, commessi spesso con il tacito silenzio di molti esponenti delle forze di sinistra, indipendentemente se a sprangare i poliziotti sono rossi, neri o balordi comuni.
  9. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    io mi fido di quello che dice Paolo, devo dire che avevo già sentito cose simili al sostegno economico degli ultras. Ma sarà perchè questa possibilità è così lontana dalla realtà "calcistica" veneziana
    (dove al massimo ci si agita un pò per le ben note "ombrette") o per mia convinzione che m'ero messo in testa che il comportamento di alcuni allo stadio fosse dovuto a arretratezza culturale e disagio psicologico.Ero anche un pò incerto sull'arretratezza culturale perchè ho visto altoborghesi laureati letteralmente trasformarsi per il calcio quindi mi rimaneva solo il disagio: pensavo fosse una perdita di valori che ti porta a riconoscerti in qualcosa anche se distante anni luce da te, un giocatore miliardario e una bandiera, che in certi personaggi poteva sfociare in violenza repressa per giorni e che, con l'aiuto di simili e l'anonimato della massa, scoppiava la domenica. Devo dire che mi spaventa più la ipotesi o la realtà descritta da Paolo.
    Una nota tecnica da profano (considerate che l'ultimo stadio che ho frequentato era san siro per un milan torino.. pulici albertosi e graziani....) com'è che riescono ad entrare in uno stadio più o meno armati? Non ci sono controlli? è ridicolo pensare ad un metal detector come negli aeroporti?
  10. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    un leader sindacalista (forse UIL), l'ho confuso con Agnoletto. Chiedo venia.
  11. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    Chi è Angelini ?
  12. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    Permettetemi di dissentire.
    Il fenomeno Ultras e' al 90% svincolato da questioni economiche: i + sono "ragazzi" che si spesano tutto
    assolutamente da soli,
    che magari viaggiano per 20 ore in pullman solo per vedere una partita.
    Non sono assolutamente d'accordo sulla questione "i tifosi sono i loro e si pagassero il servizio d'ordine":
    non mi sembra che il servizio d'ordine di Piazza S. Giovanni
    per il concerto del 1° Maggio lo paghi Bertinotti di tasca sua,
    non mi sembra che la polizia che scorta le manifestazioni "pacifiche" dei no-global venga spesata da Angelini o chi per lui,
    non mi sembra che il costo per la vigilanza richiesta per qualsiasi evento pubblico che anche non
    sia d'interesse della totalità della popolazione Italiana venga sostenuto dalla "parte" o dalla società (nell'accezione + ampia)
    promotrice dell'evento stesso.
    Non so se potrà mai essere risolvibile il problema della violenza negli stadi (che chiarimoci, non è sistematica), so però che la causa è + probabilmente antropoligica e sociale, piuttosto che economica.
    La violenza della massa è un fenomeno di sempre e di ovunque, a Genova per il G8 come ad Avellino per il derby.
    Teniamo inoltre conto del fatto che spesso ad essere protagonisti di atti vandalici "di massa" sono persono sguarnite culturalmente, provenienti da realtà urbane degradate e fortemente disagiate.
    Contro la violenza la cultura e l'istruzione, magari.
    L'unica cosa che, a mio avviso, giustamente si deve pretendere dalle Società di calcio è quella di non alzare mai troppo i toni delle polemiche,
    mai schierarsi arrogantemente l'una contro l'altra, e sempre, sempre invitare i propri tifosi alla correttezza, correttezza che sempre deve esistere prima di tutto tra le Società stesse.
    Questo non risolverà il questione della violenza negli stadi (magari bastasse!), ma a mio avviso sarebbe un inizio migliore che non quello di demandare ad altri il problema della sicurerzza pubblica, cosa che lo Stato deve garantire, a Genova come ad Avellino.
    Ciao
  13. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    Vero Antonello, purtroppo siamo noi a pagare le spese di ordine pubblico, quando invece dovrebbe essere la società calcistica ad affrontare tutte le spese.
    Concordo pienamente con lo stalliere, anzichè sparare, che la vista del sangue non fa mai un bell'effetto, un bel lancio con gli idranti a pressione altissima, di liquami di stalla misti a vernice indelebile fluorescente, in modo che sti delinquenti siano ben visibili, non solo olfattamente, giorno e notte per diverse settimane.
    Antonello, pensi sia fattibile? A chi possiamo inoltrare questa richiesta?
  14. anna_mrcs
    , 25/9/2003 00:00
    Ho letto l'intervento di Antonello e devo dire che non avevo considerato il lato economico della cosa. Ora che mi ci fai pensare certo c he mi girano le scatole a dover pagare pure io queste spese inutili! Insomma.. per quel che mi riguarda potete anche chiudere tutti i tifosi dentro uno stadio e lasciare che si ammazzino... così magari gli altri si faranno furbi!
    Effettivamente sarebbe una soluzione... le società si accollano i costi delle forze dell'ordine, in fondo, i tifosi sono i loro!!!
  15. Turista Anonimo
    , 24/9/2003 00:00
    non postate messaggi anonimi
  16. Antonello 4
    , 24/9/2003 00:00
    Ho letto con molto interesse i vari punti di vista dei vari frequentatori del forum,in relazione agli incidenti di Avellino. Forse come un appartenente alle forze di Polizia da vari anni o diciamo da varie partite di pallone, posso esprimere anche io il mio pensiero.Non voglio fare assolutamente alcuna polemiche su botte date o ricevute,tanto e la solita minestra riscaldata. Intendevo porvi una domanda invece che forse pochi si pongono. Sapete il costo esorbitante di ogni incontro di calcio e arlo solo del calcio, che ogni domenica lo "Stato" deve sostenere,per l'Ordine pubblico?,vi siete mai chiesti a quanto ammontano le spese per far venire le forze dell'ordine da altre citta, il costo della diaria giornaliera,il carburante i pasti ecc. ecc. e vi informo che la paga di un poliziotto per quella domenica è mediamente di soli 20 euro, non tanto certo,ma calcolatela per migliaia tra poliziotti carabinieri Guardia di Finanza , e sapete chi paga tutto questo ?? NOI!!! lo paghiamo NOI e nessun altro,lopaghiamonoi cittadini italiani che magari del calcio non ci frega niente olo guardiamosoloalla televisone,magari prendendoci amichevolmente in giro con nostro amico che è venuto a vedere la partita alla televione . Ebbene sappiate che le società, non tirano fuori una lira ( loro già spendono milioni di euro per pagare i calciatori), eppure io , noi appartenenti alle Forze dell'Ordine, siamo convinti che se le spese per l'ordine pubblicofossero sostenute dalle società, il caso "Ultras" verrebbe a scomparire, poiche cesserebbero diversi privilegi. coperture e benevolenze a cui certi "Club" vengono ceduti. Scusate il mio dilungamento un saluto a tutti . Himo