1. Kenia...che passione!

    di , il 19/9/2003 00:00

    Salve a tutti!

    Fra pochi mesi partiremo per una vacanza in Kenia e , durante il soggiorno di due settimane,una a Mombasa e l'altra a Malindi ,avremmo deciso di organizzare un safari.

    Cosa sapete dirmi su la compagnia "Air Safari"?

    Ritengo che sia molto comodo potersi spostare con l'aereo , dato che io soffro molto il mal d'auto...pensate sia molto caro? è meglio organizzarlo dall'italia o sapete darmi delle "dritte" per poterlo fare sul posto?

  2. Francesca Sorgente
    , 16/2/2005 00:00
    Ciao a tutti!
    Io il 28 partirò per il Kenya (e non vedo l'ora!), alloggerò a Manbrui.
    Volevo chiedere qualche info su clima, gente, mare e... soprattutto safari!!! Prezzi, durata, etc...
    Grazie mille.
    Francesca
  3. Franca Rovani
    , 3/2/2005 00:00
    Sono stata in Kenya nel 1987 in agosto per poco meno di 3 settimane. Il viaggio più duro della mia vita (e ne ho fatti tanti in tutte le parti del mondo), tutto in tenda e anche senza, campeggio libero ovunque, nella savana, nel deserto, sulle isole del lago Turkana e polvere, tanta polvere. Acqua dai pozzi, spesso sporca ma disinfettata per renderla potabile, trasportata in taniche, usata solo per bere e per far da mangiare, immondizia portata sulla jeep per giorni per non lasciare la benchè minima traccia del nostro passaggio (la si lasciava dove sarebbero passata a smaltirla). Lavarsi praticamente mai, solo in occasione di un temporale al lago Bogoria e nel lago Turkana stando attenta ai coccodrilli.
    MA E' STATO ANCHE IL VIAGGIO PIU' BELLO CHE ABBIA MAI FATTO. La migrazione delle zebre e degli gnu dal Masai Mara al Serengeti, migliaia e migliaia di animali. Il lago Bogoria dalla spiaggia rosa vista da lontano, ma formata in realta' da fenicotteri vista da vicino, il deserto del Chalbi, bianco, le oasi con le palme nel deserto con migliaia e migliaia di cammelli, le foreste equatoriali di montagna, coni vulcanici nei cui crateri si sono formati laghi meravigliosi. Il lago Turkana, immenso, quasi un mare, verde, blu con isolotti al centro. La pesca al pesce persico con gli El Molo, popolazione locale già allora ridotta a non più di 200 individui, che ci ha cucinato quanto pescato nella cenere sotto la sabbia (squisito) Tanti di quei paesaggi incredibili: foreste di conifere come in Svizzera, deserti con oasi da film, savana erbosa, savana arbustiva di acacie, foresta equatoriale, coltivazioni di agavi e poi tante popolazioni diverse, Masai, Samburu, El Molo, Kikuyu, Rendille e altre. E poi gli animali, cercati seguendone le tracce durante il giorno e durante la notte avvertiti per i loro versi. I tramonti infuocati nella savana con la classica giraffa o l'elefante stagliati contro un sole enorme.
    I litigi con i babbuini al campo. Sono passati diversi anni, come si noterà, ma tutto il viaggio vive nella mia mente, momento per momento anche ora. Perchè il Kenya non è assolutamente un paese turistico. Certo Malindi o la costa (che io non ho però visto) dicono che sia una succursale della riviera romagnola. Ma questo non è il Kenya o, almeno è la parte meno autentica di esso. Allora l'ho trovato il posto meno turistico che si potesse immaginare. Spero solo di tornare e ritrovare gli stessi luoghi visitati ancora intatti. Un consiglio: a chi va per la prima volta in Africa, non visiti subito il Kenya. Sarebbe come passare da un castello da fiaba (Kenya), trasferirsi poi in un lussuosissimo hotel (vedi Tanzania, Rwanda, Botswana, Zimbabwe, Congo) ad un hotel molto bello (Namibia, Senegal, Ghana, Togo, Benin) per poi finire in una stamberga (Sud Africa). Scusatemi, mi sono lasciata trasportare ma non ne potevo fare a meno.
  4. Franca Rovani
    , 3/2/2005 00:00
    Sono stata in Kenya nel 1987 in agosto per poco meno di 3 settimane. Il viaggio più duro della mia vita (e ne ho fatti tanti in tutte le parti del mondo), tutto in tenda e anche senza, campeggio libero ovunque, nella savana, nel deserto, sulle isole del lago Turkana e polvere, tanta polvere. Acqua dai pozzi, spesso sporca ma disinfettata per renderla potabile, trasportata in taniche, usata solo per bere e per far da mangiare, immondizia portata sulla jeep per giorni per non lasciare la benchè minima traccia del nostro passaggio (la si lasciava dove sarebbero passata a smaltirla). Lavarsi praticamente mai, solo in occasione di un temporale al lago Bogoria e nel lago Turkana stando attenta ai coccodrilli.
    MA E' STATO ANCHE IL VIAGGIO PIU' BELLO CHE ABBIA MAI FATTO. La migrazione delle zebre e degli gnu dal Masai Mara al Serengeti, migliaia e migliaia di animali. Il lago Bogoria dalla spiaggia rosa vista da lontano, ma formata in realta' da fenicotteri vista da vicino, il deserto del Chalbi, bianco, le oasi con le palme nel deserto con migliaia e migliaia di cammelli, le foreste equatoriali di montagna, coni vulcanici nei cui crateri si sono formati laghi meravigliosi. Il lago Turkana, immenso, quasi un mare, verde, blu con isolotti al centro. La pesca al pesce persico con gli El Molo, popolazione locale già allora ridotta a non più di 200 individui, che ci ha cucinato quanto pescato nella cenere sotto la sabbia (squisito) Tanti di quei paesaggi incredibili: foreste di conifere come in Svizzera, deserti con oasi da film, savana erbosa, savana arbustiva di acacie, foresta equatoriale, coltivazioni di agavi e poi tante popolazioni diverse, Masai, Samburu, El Molo, Kikuyu, Rendille e altre. E poi gli animali, cercati seguendone le tracce durante il giorno e durante la notte avvertiti per i loro versi. I tramonti infuocati nella savana con la classica giraffa o l'elefante stagliati contro un sole enorme.
    I litigi con i babbuini al campo. Sono passati diversi anni, come si noterà, ma tutto il viaggio vive nella mia mente, momento per momento anche ora. Perchè il Kenya non è assolutamente un paese turistico. Certo Malindi o la costa (che io non ho però visto) dicono che sia una succursale della riviera romagnola. Ma questo non è il Kenya o, almeno è la parte meno autentica di esso. Allora l'ho trovato il posto meno turistico che si potesse immaginare. Spero solo di tornare e ritrovare gli stessi luoghi visitati ancora intatti. Un consiglio: a chi va per la prima volta in Africa, non visiti subito il Kenya. Sarebbe come passare da un castello da fiaba (Kenya), trasferirsi poi in un lussuosissimo hotel (vedi Tanzania, Rwanda, Botswana, Zimbabwe, Congo) ad un hotel molto bello (Namibia, Senegal, Ghana, Togo, Benin) per poi finire in una stamberga (Sud Africa). Scusatemi, mi sono lasciata trasportare ma non ne potevo fare a meno.
  5. Turista Anonimo
    , 22/1/2005 00:00
    Spero che abbiate trovato qualcuno!!
    Nashipai
    Ps..ma il viaggio lo farete un'altra volta???
  6. Giulia Smaniotto
    , 3/1/2005 00:00
    ciao a tutti!
    cerco una coppia che sostituisca me e il mio fidanzato in un viaggio in kenia con partenza da milano il 20 gennaio prossimo (noi non possiamo più partire x motivi di lavoro). pacchetto tutto compreso extra lusso.
    ciao grazie
  7. Turista Anonimo
    , 13/10/2004 00:00
    la Chicca , x intenderci!!

    sai Nashipai?.. ormai l'italiano a furia di contrattare sul prezzo ne ha fatto una questione di onore, l'essere riuscito a strappare qualche euro o dollaro in meno, rispetto a tutti gli altri.
    L'ho fatto anche io, nei primi viaggi, poi pensandoci bene ho deciso che 5/10 dollari non mi fanno ne' piu' ricca ne' piu' povera, (soprattutto rapportati a quello che siamo disposti a spendere x viaggiare), ma x chi li prende puo' fare differenza!
    Non parlo dei prezzi super gonfiati dei safari, venduti in villaggio, ma in generale... tipo: oggetti in legno, parei, spezie, tele dipinte...
    Ah... l'anima del commercio
    jambo, Chicca
  8. Turista Anonimo
    , 6/10/2004 00:00
    Ehi gente !! Mi sta sembrando una lotta a chi ha pagato meno e chi di piu' !! Ormai le gite sono state fatte...e pagare un euro piu' o meno..che importa ?? Raccontate se vi sono piaciute..e basta!!! Giusto ??
    Nashipai
  9. Turista Anonimo
    , 6/10/2004 00:00
    Anche io ho pagato 170 per safari di due giorni però in lodge perchè non c'era più posto nel campo tendato + gita a malindi e rovine di gede + safari blu e sardegna 2
  10. Turista Anonimo
    , 6/10/2004 00:00
    Io ho pagato 170 per safari in campo tendato e Safari Blu. Oltre ad un giro in Malindi.
    Gianluca.
  11. Turista Anonimo
    , 6/10/2004 00:00
    170, quanto te
    Salutoni
  12. Turista Anonimo
    , 5/10/2004 00:00
    Ora capisco. Ma per il safari allo Tsavo quanto hai pagato ?
    Gianluca
  13. Turista Anonimo
    , 5/10/2004 00:00
    Per Gianluca:
    io sono stata a Watamu ad agosto e 220 euro è la cifra che hanno pagato delle persone che erano nel mio albergo per fare il safari di tre giorni (con annesse gite a malindi, safari blu etc) con i beach boys. Anche a me era stata proposta la stessa cifra ma poi ho fatto il safari di due giorni allo Tsavo.
    Perchè non riesci a crederlo?
  14. Turista Anonimo
    , 4/10/2004 00:00
    Scusa ma non ci posso credere.
    Gianluca
  15. Turista Anonimo
    , 4/10/2004 00:00
    Per Gianluca:
    forse non hai letto bene il messaggio di Massimo. Lui ha fatto un safari di 3 GIORNI allo Tsavo Est e ad Amboseli. Quindi 220 euro sono una cifra equa.
  16. Turista Anonimo
    , 4/10/2004 00:00
    Habari. Io sono stato a Malindi e il prezzo di 220 euro per il safari allo Tsavo e il Safari Blu con aragosta per me e' stato di 170 euro. Quindi non mi sembra che ti hanno fatto un prezzo da amico. E ti assicuro che tutto e' andato perfettamente.
    Saluti