1. Paura di volare

    di , il 16/9/2003 00:00

    Ciao a tutti... Sono nuova ma amo da anni Turisti per caso! Ho un GRAVISSIMO problema: la paura, anzi il panico di prendere l'aereo. A tal punto che almeno 2-3 volte a settimana sogno un aereo che precipita... A parte lo psicologo, chi sa consigliarmi un metodo efficace per poter salire su uno di quei bestioni e VIAGGIARE LONTANO????! Grazie, ciao a tutti, Panicata

  2. Stefano 12
    , 9/2/2004 00:00
    Ciao, vi capisco perfettamente quando parlate di perfida paura di lasciarsi portare da un'aereo... c'e' qualcuno che sappia se ci sono corsi di qualsiasi tipo per buttarsi ed affronatre tutto questo? grazieeeeeeeeeeeee
    stefano
  3. p@llott@
    , 10/10/2003 00:00
    CREPI IL LUPO! ciao ;)
  4. Serand
    , 8/10/2003 00:00
    Anch' io abito nella zona di Firenze e concordo con quello che ha detto Carlo. Purtroppo oggi in tanti soffrono di attacchi di panico e ci sono dei metodi per superare questo problema, che non devono essere sedute con lo psicologo o farmaci....Alcuni studiosi dicono che aver paura di volare esprime la paura che abbiamo del futuro perche' a noi ignoto, perche' cio' che abbiamo oggi ci rende insicuri. Ti posso assicurare che io prima avevo paura di volare ( non cosi' tanta da non farmi viaggiare, sono sempre riuscita a spiccare il volo ).Il mio morale non era dei migliiori per problemi personali...ti giuro che risolti questi la paura di volare e' svanita....non sto scherzando...forse sara' stata solo una coincidenza.
    Spero tu riesca a risolvere il problema perche' l' aereo e' il mezzo piu' sicuro al mondo....e viaggiare e' la cosa piu' bella che esista. In bocca al lupo!
  5. Turista Anonimo
    , 2/10/2003 00:00
    "Paura di volare" è il titolo di un famoso libro di E. Young che ho letto qualche anno fa. Solo che l'argomento del libro non era la fobia da volo ma quella da sesso e non per tutti, ma solo per alcune signore, diciamo predisposte. Ecco, forse la soluzione sarebbe proprio mettersi a leggere un bel romanzo già al decollo e continuare fino all'atterraggio, con breve pausa per un breckfast ed eventuale pipì.
  6. Turista Anonimo
    , 1/10/2003 00:00
    paola forse l'argomento aereo è collegato a qualcosaltro..e non sarebbe une perdite di tempo....
  7. Turista Anonimo
    , 1/10/2003 00:00
    Ciao Paola,
    guarda che non è necessario andare da un "libero professionista" e tirare fuori migliaia di euro.
    Non so dove abiti, ma nella mia zona (Firenze) all' ospedale di Careggi esiste un ottimo centro per la cura degli attacchi di panico, non si deve pagare niente (o meglio, per una sola volta il ticket di circa 20 euro), chiedi alla tua Asl.Comunque che io sappia per gli attacchi di panico non è necessario il neurologo, potrebbe essere sufficiente uno psicologo o al più uno psichiatra poichè in genere si cura con la psicoterapia
    Ciao
  8. p@llott@
    , 30/9/2003 00:00
    Ma se vado da uno psicologo, mi spulcia tutta la vita e prima di affrontare l'argomento "aereo" comincerà ad analizzare il mio rapporto con mia madre, con mio padre, con mio fratello, con gli amici, bla bla bla... e forse tra 4 anni parleremo dell'aereo!!! Una cosa lunga... BOH!
  9. Luigi S.
    , 27/9/2003 00:00
    Tutto chiaro!

    Ciao

    LUIGI
  10. Turista Anonimo
    , 27/9/2003 00:00
    per Luigi: se paola ammette ciò

    Fino ad ora, al solo pensiero dell'aereo, ho degli attacchi di ansia (mi sudano le mani, mi si contorce lo stomaco, sono tesissima), in realtà non so cosa sia un vero e proprio attacco di panico, se non è quello che ho provato...

    e di attacchi di panico si tratta c'è poco da spiegare e convincere. da che mi risulta per esperienze collegate a mie conoscenze, con gli attacchi di panico si invia il paziente diretto diretto dal neurologo. se poi attacchi di panico veri e prorpi non sono forse basta indagare con uno psic! adesso è chiaro? ciao ;P
  11. Luigi S.
    , 25/9/2003 00:00
    Annie... ma il tuo messaggio era rivolto a qualcuno??!!??!!
  12. Turista Anonimo
    , 25/9/2003 00:00
    da che mi risulta, gli attacchi di panico......psicologo!
  13. Luigi S.
    , 24/9/2003 00:00
    Se il problema, come dice France, può dipendere dalla psiche di Paola... i nostri consigli possono fare qualcosa io penso. Se non comincia da lì che può fare?!
  14. p@llott@
    , 23/9/2003 00:00
    France, finalmente uno che sento che mi ha capito! Le statistiche sono inutili di fronte ad un problema irrazionale! Fino ad ora, al solo pensiero dell'aereo, ho degli attacchi di ansia (mi sudano le mani, mi si contorce lo stomaco, sono tesissima), in realtà non so cosa sia un vero e proprio attacco di panico, se non è quello che ho provato... Ma perché alcune persone sono attratte dal vuoto, dagli aerei, come voi PILOTI?! Sono stata a vedere l'Air Show a Ostia... Santo cielo, ma bisogna essere dei pazzi furiosi per fare quelle acrobazie! Non vi capirò mai! Grazie per il sostegno, ciao ciao
  15. Turista Anonimo
    , 23/9/2003 00:00
    Ciao Paola,
    ti ho scritto la scorsa settimana, sono il pilota... vedo che tutti sono animati da ottimi propositi, però non capisco, sei assalita da quelli che vengono chiamati DAP (Disturbi da Attacchi di Panico) o da ansia? Se ti prendono i DAP, non credo che il discorso possa essere liquidato in due parole del tipo: "l'aereo è il mezzo più sicuro","se trovi la vacanza da sogno" etc...
    Molti hanno paura di volare, è ovvio poichè per l'uomo stare in aria non è per niente naturale, però già il fatto di dire che una cosa simile ti succede anche in auto perchè non hai il controllo della situazione dovrebbe far riflettere.Ho visto persone affette da "paura di volare" e la cosa non è così semplice come molti credono.
    Quindi ribadisco, il primo passo che devi fare è quello di capire di cosa si tratta: se di vero e proprio panico o della paura che molti possono avere.
    Io posso solo augurarti... in bocca al lupo e sperare di averti un giorno come passeggera.
    P.S. lascia perdere i corsi delle compagnie
  16. p@llott@
    , 23/9/2003 00:00
    AEREO DA TURISMO????
    Non so... Qui a Roma ci sono i voli sopra la città, certo tutto un altro panorama rispetto alla bellezza RILASSANTE del lago di Garda! Ciao