1. Viaggio nei paesi dell'est europeo

    di , il 10/8/2003 00:00

    Ciao tutti!

    Ho ciso di farmi un viaggio nei paesi dell'est tipo:bulgaria,romania,ungheria...posso avere le vostre dritte su dove andare,su cosa evitare...anche ristorantini di un certo tipo...grazie!!!

  2. Claudio Gotta
    , 19/5/2004 00:00
    Dovrei fare un reportage fotografico sugli edifici liberty di Sofia mi potete aiutare a trovarli?
    Saluti
  3. Annalisa Spizzica
    , 14/12/2003 00:00
    .
  4. Vito Anguzza
    , 22/10/2003 00:00
    SONO MOLTO INNAMORATO DELLA BULGARIA CHE NE PENSATE?
  5. Turista Anonimo
    , 28/8/2003 00:00
    Ciao,
    solo un consiglio.
    Visto che si tratta di paesi dove il modulo E111 non vale (è quello per l'assistenza sanitaria),
    io vi consiglio di fare un'assicurazione personale prima di partire.
  6. Silvia 25
    , 22/8/2003 00:00
    Ciao! io e Massimo stiamo organizzando questo giro (con la nostra macchinina - chissà se ce la farà!!):
    Vienna-Praga-Brno-Ungheria-Transilvania-MarNero
    Quali città vedere in UN e ROM non abbiamo ancora deciso.
    Inizialmente volevamo seguire tutto il Danubio, ma la tentazione di vedere la Transilvania e il Mar Nero è troppo forte!
    Partiamo il 30 agosto e torniamo il 18 settembre (circa).
    Non abbiamo tappe obbligate tranne quella di Vienna - dove saremo ospitati da amici - viaggio low level: niente prenotazioni.
    Di solito viaggiamo "a braccio", lasciandoci attrarre dalle bellezze locali, anche se prima ci prepariamo leggendo qualche guida.
    Per esempio c'è una Routard che parla di Ungheria-Romania. A dire la verità della Romania racconta parecchi aneddoti "negativi", come la gara della polizia locale a dare la multa più fantasiosa ai malcapitati turisti guidatori. Per non parlare della non-assistenza sanitaria...
    Brrr.... incrociamo le dita!!
    Vi raccontiamo al ritorno!! E se qualcuno vuole aggregarsi.... ci faccia sapere! :)
    ciao
    silvia
  7. Mauro C. 1
    , 18/8/2003 00:00
    Siamo in due, partiamo in moto verso il 15 di settembre da Cividale del Friuli, per, purtroppo, solo 7-10 giorni di "feria".
    Tappe: Cividale del Friuli, I, ovvio, Belgrado YU, Sofia BUL, Istambul TR, Igoumenitsa GR, ritorno in 'draghetto' per Venezia. Non so, in così poco tempo, quanto riusciremo a cogliere e gustare delle culture e dei luoghi visitati: comunque qualcosa in più che stando a casa....
    Se saremo ancora in tempo, avrai notizie fresche. Bon Voyage e un "MANDI" dal Friul!
  8. Turista Anonimo
    , 12/8/2003 00:00
    Ciao!
    Il tour dei paesi dell'Est è molto affascinante e culturale! Si tratta di paesi ancora poco turistici e ancora a prezzi molto buoni per noi Italiani.
    Io ci sono stata qualche anno fa, muovendomi in treno e pullman locali.
    Ho trovato in genere entrambi i mezzi piuttosto comodi e decisamente in orario.
    Ho dei ricordi molto piacevoli: i castelli bellissimi, l'ottima cucina, l'artigianato davvero bello!
    Sicuramente un viaggio affascinante, e se ami l'arte ti piacerà di certo!
    L'inglese non era allora (parlo di 6 anni fa) molto diffuso, ma i problemi di lingua sono stati superati senza troppa fatica: il rumeno è infatti molto simile all'italiano e lo si legge praticamente allo stesso modo, mentre in Ungheria ci siamo avvalsi di un piccolo vocabolario di tedesco (tedesco e russe le lingue più parlate).
    Non abbiamo purtroppo visitato la Bulgaria.

    In breve ecco un po' di info sulla ROMANIA:
    prima di tutto dai un'occhiata al sito http://www.romania.it/ e richiedi materiale informativo all'Ente del turismo rumeno, in Via Torino, 95 - 00184 ROMA

    Bucarest, la capitale, è piuttosto brutta. E' grande, caotica e piuttosto pericolosa dopo il tramonto. Da vedere:
    - l'immenso Palazzo del Popolo, costuito dal dittatore Ceausesco, e oggi in parte visitabile; è il secondo palazzo più grande del mondo dopo il pentagono.
    - l'arco di trionfo, identico all'omonimo francese: ricorda la Bucarest che non c'è più, quando la capitale a inizio secolo era chiamata la Piccola Parigi dell'Est
    - bulevardul margheru è la via dello shopping e dei locali
    - in centro: i resti del palazzo di Dracula e la chiesa di curtea veche
    - Muzeul Satului (Il Museo del Villaggio) è un museo all'aperto, che offre uno scorcio della vita rurale costituito da oltre 60 case nell'altrettanto interessante Parco di Herastrau.

    Bucarest si gira comodamente in metrò e in taxi, molto economici.
    Nel sito: http://www.ciaobucarest.it/frasi.htm troverai un piccolo e comodissimo vocabolarietto!

    Da Bucarest puoi spostarti di 22 Km a nord e raggiungere il lago di Snagov.
    La zona e molto curata e turistica. Al centro del lago si trova il "Manastirea Snagov", raggiungibile in battello. Il monastero, fondato nel 1364, e noto soprattutto perché al suo interno si trova la tomba di Vlad Tepes (l'impalatore) intorno al quale e nata la leggenda di Dracula.
    Da qui puoi passare alla Transilvania vera e propria visitando alcune delle sue belle città medioevali: meritano una breve visita Sibiu, dalle belle casine colorate, e soprattutto Sighisoara, un vero gioiello architettonico, che ospita la casa natale di Dracula, oggi ristorante (è nella piazzetta centrale, di fronte alla torre dell'orologio)
    Non distante (circa 30/40 km.) c'è la splendida Brasov, cittadina dove vale la pena di pernottare. Da qui, in autobus, si raggiunge il celebre castello di Dracula a Bran, un villaggio molto pittoresco!
    Ma la Romania non è solo Dracula: ti consiglio una gita a Sinaia, detta la "perla dei Carpazi", un graziosissimo paese di montagna di circa 30.000 abitanti, dove si trovano due splendidi castelli: il più grande è il Castelul Peles (Muzeul Castelul Peles) che ha ben 160 stanze; l'altro castello è vicinissimo 8si va a piedi) e si chiama Pelisorul (70 stanze in stile rinascimentale tedesco.
    Da vedere nei dintroni anche il vicino "Manastirea Sinaia".
    Ancora più a nord, in Bucovina, ci sono magnifici monasteri. Ti consiglio di andare per la bellezza del luogo e degli affreschi!
    Visita assolutamente Voronet, detta la "Cappella Sistina dell'Est", costruita da Stefano il Grande nel 1488 con affreschi meravigliosi!
    dai colori vibranti furono aggiunti in un secondo tempo. I dipinti adattano l'arte classica Splendidi anche i monasteri di Sucevita, fatto come un fortno con torri i guardia ai quattro angoli, e Moldovita dai colori accesi e magnifici.
    Se hai tempo puoi visitare anche Arbore, con le sue belle scene della Genesi, e
    Humor, con gli affreschi che ricordano L'Assedio di Costantinopoli.
    Noi abbiamo trascorso qualche giorno di mare sulla bella costa del Mar Nero, precisamente a Costanza, l'antica Tomi dove il poeta Ovidio trascorse gli anni di esilio. Da vedere c'è un bel museo Museo di Storia Naturale e Archeologia, ma anche il Casino, L'Acquario, il Delfinario e il Planetario. Il mare è pulito e gli alberghi economici!
    Molto carina è anche Mamaia, celebre per la bella spiaggia lunga di oltre 8 km e una larghezza di 100 -200 mt.
    La cucina rumena: semplice e buona!
    Da provare:
    uno dei piatti nazionali romeni è la màmàligà, farina di mais simile alla polenta, accompagna le cipolle dorate in padella e uova affogate, il formaggio fresco, il pesce salato. I mititei sono salsiccette di carne di vitello aromatizzate e cotte alla griglia.
    Le sàrmàlute sono polpette di carne tritata avvolte in foglie di vite, fatte cuocere a lungo, unite con pomodori e bagnate con panna fresca.
    La ciorba è il piatto il più consumato in tutto il Paese, sono zuppe calde preparate con patate, fagiolina e fagioli, carne di pollo o di vitello, cavolo, ortica e altri legumi. Il crap la prozap è la carpa arrostita allo spiedo. La brànzà de burduf è formaggio di pecora avvolto in scorza di abete; buoni il cascaval (caciocavallo) e l'urda, prodotto con latte di pecora. Tra i dolci c'è la plàcinta, il millefoglie con marmellata di mele o con formaggio dolce e bianco. La più tradizionale bevanda alcolica è la zuica, acquavite che viene estratta dalle prugne.


    In breve ecco un po' di info sull'UNGHERIA:

    prima di tutto dai un'occhiata al sito http://www.turismoungherese.it/index.php e richiedi materiale informativo on line, oppure telefona all' Ufficio del Turismo Ungherese in Italia - Milano Tel: 02/48195434 - Roma 06/4744836.

    La capitale, Budapest, è bellissima! E' chiamata la "perla del Danubio", ed è una città affascinante e ricca di opere d'arte.
    Budapest è divisa dal fiume Danubio in due: Pest è la città antica, sulla collina, mentre Buda è moderna e trafficata, piena di negozi, hotel, ristoranti e locali notturni.
    Da vedere:
    -prima di tutto ti consiglio di andare in Piazza degli Eroi, l'enorme piazza che ospita il monumento del millennario, costruito nel 1896 per celebrare i mille anni trascorsi dall'insediamento dei magiari nella regione. Qui si affaccia il Museo di Belle Arti , uno dei più ricchi musei d'arte del mondo. La Pinacoteca contiene oltre 3000 dipinti di, solo per fare qualche nome, di El Greco, Velazquez, Goya, Tiziano, Tintoretto, Rembrandt, Brueghel il Vecchio, Monet, Renoir, Toulouse-Lautrec, Gauguin, Cezanne...
    - a Pest, in collina, troverai il Palazzo reale e la favolosa chiesa di Mattia, uno dei simboli della Budapest odierna, costruita a più riprese nei secoli XIII-XV, in stile gotico.
    - In collina si trova anche il Bastione dei Pescatori, costruito nel 1905, ottimo come belvedere dal quale fare belle foto panoramiche sulla città.
    - Piazza Vorosmarty è la piazza del Centro, dalla quale parte Vaci utca, la via dello shopping" e delle due caffetterie più frequentate del quartiere: la patinata Gerbeaud e l'Art Cafe, molto "in".
    - altro simbolo della capitale è il Ponte delle Catene, il primo ponte stabile sul Danubio, uno dei simboli della capitale ungherese, costruito tra 1839 e 1849.
    -Luoghi celebri da non perdere:
    1) Caffè New York inaugurato nel 1887, era il più famoso caffè di Budapest.
    2) pasticceria/caffè Gerbaud - dal nome del pasticcere svizzero Emile Gerbeaud che vi lavorò a partire dal 1883, ed inventò una delle migliori torte del mondo: la dobos torta, un tripudio di crema di cioccolato e caramello che ti consiglio di non perdere!
    3) ristorante Gundel, dal nome del più grande cuoco ungherese Gundel Karoly (1883-1956), il ristorante più classico della capitale, dove bisogna presentarsi in tiro, sennò nemmeno entri!
    4) i Bagni termali Gellert in stile liberty, sono i più eleganti della capitale: da provare il loro bagno termale.
    Da Budapest siamo partiti per una gita di un giorno con navigazione sul Danubio.
    I villaggi più famosi sulla riva destra del fiume sono: Domos, Esztergom, Szentendre, Visegrad; sulla riva sinistra invece ci sono Nagymaros, Vac, Vacratot, Veroce e Zebegeny.
    Nel corso della gita abbiamo visitato due famose cittadine molto turistiche e graziose:
    A Visegrad si può sostare per una visita alle rovine del Palazzo Reale e della cittadella.
    Szentendre è molto graziosa, con le viuzze, adornate da bei palazzi barocchi, che salgono verso la collina della chiesa parrocchiale cattolica.


    Abbiamo visitato inoltre le seguenti cittadine:

    Sopron, quasi al confine con l'Austria custodisce il più ricco insieme di monumenti storici di tutta l'Ungheria. Può essere considerato un museo a cielo aperto dove tutto è da ammirare e visitare: torri e case, chiese e sinagoghe, musei e gallerie, la cava, il teatro, il Belvedere, il Lago.
    Nella vicinanza si trova Fertod, dove sorge la "Versailles d'Ungheria", Palazzo Eszterhazy, il più grande e più bello edificio barocco del Paese, con ben 126 locali.
    Gyor è forse il centro più antico ed importante della regione, conosciuto già al tempo dei Romani con il nome di Arrabona. Ha un centro storico romantico ricco di palazzi barocchi e può essere usata come base di partenza per l'escursione all'abbazia di Pannonhalma: la più antica e più bella Arciabbazia benedettina dell'Ungheria, riconosciuta dall'Unesco come "Patrimonio dell'Umanità".
    Ungheria vuol anche dire Lago Balaton, detto "il Mare di Ungheria". Noi siamo stati nella zona più famosa del lago: la penisola di Tihany; il promontorio simbolo del Lago, celebre per la bella Chiesa barocca a due campanili.

    Per info sulla cucina ungherese vai alla pag. web: http://www.turismoungherese.it/cucina.php

    Questo è tutto quello che posso consigliarti.
    Mi spiace di non poterti essere utile per la Bulgaria!
    Un saluto e buon viaggio!
  9. Giusy Cenciarelli
    , 10/8/2003 00:00
    Ciao tutti!
    Ho ciso di farmi un viaggio nei paesi dell'est tipo:bulgaria,romania,ungheria...posso avere le vostre dritte su dove andare,su cosa evitare...anche ristorantini di un certo tipo...grazie!!!