1. Diritti gay

    di , il 5/8/2003 00:00

    Mi ha molto colpito il "messaggio" del cardinal Ratzinger (si scrive così?) ai politici cattolici di tutto il mondo a riguardo dei matrimoni gay.

    Messaggio positivo o ingerenza della chiesa?

    E per l'indulto chiesto dal papa in parlamento perchè nessuno a parlato di ingerenze?

  2. Turista Anonimo
    , 5/8/2003 00:00
    Giò forse se tu facessi (per estrema ipotesi!) tutto ciò non ti resterebbe nulla sulla coscienza perchè una coscienza tu non ce l'hai, e guarda che 1) non c'è nulla di cui vantartene, 2) in senso lato la coscienza è segno di principi e un uomo senza principi non vale niente.
  3. Turista Anonimo
    , 5/8/2003 00:00
    Mi ritengo un uomo fortunato....vivo in una nazione libera, da me c'è la democrazia, non perfetta ma perfettibile. I dittatori sono un ricordo lontano, posso professare qualsiasi fede senza correre il rischio di finire in prigione o morire per aver violato qualche comandamento, ho amici islamici, protestanti, testimoni di Geova (questa sera ne avrò due a cena), posso fare adulterio...se mi va.....senza avere sulla coscienza la vita di una donna che IN ALTRI TANTISSIMI POSTI di questo cazzo di pianeta rischierebbe di essere lapidata sulla pubblica piazza.
    E' vero, quando sono nato mi hanno battezzato con la forza....quell'acqua fredda sulla testa proprio non mi va ancora giù, da piccolo mi obbligavano ad andare in chiesa, Il Lunedi la mia maestra "piarella" mi chiedeva il colore della tunica del prete e se sbagliavo era la prova della mia "diserzione".
    Adesso sono grande e se in chiesa non ci vado o se al tramonto non rivolgo preghiere a chicchessia, non sono considerato un eretico e nessuno si scandalizza del mio comportamento.
    Insomma...sono fortunato, meno male che la mia cicogna si è fermata in Italia....
  4. Ariel ,
    , 5/8/2003 00:00
    Mi chiedo come sia possibile accettare passivamente il fatto che uno stato straniero, perdipiù assolutamente non democratico, possa INTIMARE (nel documento si parla infatti di "intimazione") gli esponenti di un parlamento nazionale legittimamente eletto in modo democratico a comportarsi in un modo o in un altro!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma come al solito la maggioranza tace e incassa senza proferire parola, anzi giustificando questo ennesimo atteggiamento arrogante, incivile e apertamente intollerante del Vaticano, che come al solito deve spiegare al mondo la morale sessuale che dovremmo seguire, quando è il clero stesso che vive nella misoginia, nella sessuofobia, nell'ipocrita castità e, sempre più spesso, purtroppo anche nella pedofilia.
    Da che pulpito viene la predica.....
  5. Marco Chiarolini
    , 5/8/2003 00:00
    Mi ha molto colpito il "messaggio" del cardinal Ratzinger (si scrive così?) ai politici cattolici di tutto il mondo a riguardo dei matrimoni gay.
    Messaggio positivo o ingerenza della chiesa?
    E per l'indulto chiesto dal papa in parlamento perchè nessuno a parlato di ingerenze?