1. SAPORI D'ITALIA

    di , il 23/5/2002 00:00

    Visto che sta arrivando l'estate e tutti avremo più tempo da dedicare ai manicaretti (..forse..)che ne dite di scambiarci le ricette delle nostre regioni?

    Baci Barbara

  2. Barbara La mantia 1
    , 25/5/2002 00:00
    "PANELLE"

    (cucina siciliana)

    200gr. farina di ceci
    1 mazzetto di prezzemolo
    olio di semi

    Sciogliere la farina in 1\2 litro d'acqua salata fredda.Porre il recipiente sul fuoco e,mescolando sempre,far cuocere fino a rendere il composto compatto e solido.
    Aggiungere prezzemolo tritato e togliere dal fuoco.
    Stendere l'impasto su una superficie piana (un vassoio per esempio) crendo uno strato di circa 5 millimetri.Dopo aver lasciato freddare,tagliare con un coltello dei rettangoli di cm 4x8 formando appunto delle panelle.
    Friggere in olio di semi ben caldo e servire come antipasto oppure come ripieno di un buon panino al sesamo.
  3. Pepa G
    , 24/5/2002 00:00
    Nooo!
    Lo sapevo che ti trovavo qui!
    Lo-sa-pe-vo!
    IL profumo dei manicaretti che sciorini, vagola di forum in forum.
    Ti ho beccato zse scef!


    Pepa
  4. Paolo Motta 2
    , 24/5/2002 00:00
    i ditalini...u capì.
    vi do una ricetta, che non so da dove venga. l'ho fatta solo una volta. eccezionale ma ci vuole uno stomaco capiente e forte, allenato e foderato.
    teglia da forno, ricoprirla di burro, poi di uno strato di peperoni tagliati a fette piatte e grosse, dopo averli scaldti per 5 minuti in acqua bollente.
    ricopriti i peperoni con uno strato di hemmental a fettine sottilissime.
    altro strato di peperoni.
    altro strato di un pastone di gorgonzola, pangrattato, sale, pepe e capperi.
    altro strato di peperoni.
    strato finale di besciamella.
    mettete in forno al massimo finchè non sta per esplodere il tutto.
    sembra una porcheria, invece è buonissima. mangiare bollente.
    si accompagna con vini rossi toscani o piemontesi, fermi e gnucchi.
    i problemi vengono dopo.
    e sono cazzi amari!
    ciao paolo-milano
    sopra mettete
  5. Costanzo
    , 24/5/2002 00:00
    I cannolicchi sono una pasta, li chiamano pure "ditalini", ma mi pare un nome ambiguo.
    Altro nome è Occhi di lupo. Hai presente le penne? Sono lunghe come 1/4 di penna.
  6. Paolo Motta 2
    , 24/5/2002 00:00
    mi enttusiasma...ma cosa sono i cannolicchi????
    ciao paolo-milano
  7. Costanzo
    , 24/5/2002 00:00
    Non so se sia una ricetta regionale, me l'ha data una mia amica: è favolosa.
    CANNOLICCHI AL GORZONZOLA CON CIPOLLE
    Ingredienti:
    -cannolicchi
    -gorgonzola
    -cipolle
    -brodo
    -olio d'oliva
    -burro
    -sale e pepe.

    Preparazione:
    Sbucciare e affettare le cipolle. Porle in un tegame con olio e burro, e farle imbiondire. Aggiungere i cannolicchi. Far tostare un po', poi innaffire con un po' di vino bianco.
    Quando il vino sarà evaporato, aggiungere il brodo e lasciar cuocere. A metà cottura unire il gorgonzola preventivamente ridotto a purea. Servire caldo.
    E' da orgasmo!!!!
  8. Megane P. 1
    , 24/5/2002 00:00
    Pussa via! Diavolo tentatore del mio stomaco!!!
  9. Paolo Motta 2
    , 24/5/2002 00:00
    ti sto lentamente circondando!
    zse scef!
  10. Megane P. 1
    , 24/5/2002 00:00
    Oddio!!
    anche qui!
  11. Paolo Motta 2
    , 24/5/2002 00:00
    Costolette alla milanese

    Ingredienti per 4 persone:
    4 costolette di vitello con l'osso, possibilmente tagliate dal carrè.
    2 uova
    100 gr di burro
    pane grattugiato
    sale
    Questo piatto tipicamente milanese è considerato tra i più facili per esecuzione. Ebbene, non è affatto detto. Le costolette vanno private della pelle, dei piccoli nervi (che, cocendo, arricciano la carne e non la lasciano friggere in modo omogeneo) ed appiattite leggermente con il batticarne per far sì che la carne si sfibri. Ultimate queste importanti operazioni, sbattere in un piatto fondo le uova e immergervi le costolette, e poi rigirarle nel pangrattato.Mettere a soffriggere il burro in una padella larga e cuocere le costolette a fiamma moderata, facendole dorare da ambo le parti. Irrorare col burro di cottura,salare e guarnire con fettine di limone.

    Vini consigliati:
    Aquileia Riesling Renano
    Chiaretto del Garda

    ***

    POLLO RIPIENO
    (PULASTER ARROST RIPIEN)


    DOSI: 4 persone
    DIFFICOLTA': media
    TEMPO DI PREPARAZIONE: 30 m
    TEMPO DI COTTURA: 1 h
    POSSIBILITA' USO MICROONDE: si
    POSSIBILITA' CONGELAZIONE: si


    INGREDIENTI:

    Pollo 1 kg già pulito
    Bologna 100 gr
    Prosciutto cotto 100 gr
    Mortadella di fegato 50 gr
    Salame cotto 50 gr
    Pane grattugiato 50 gr
    Parmigiano grattugiato 30 gr
    Burro 100 gr
    Uovo 1
    Patate 4 grosse
    Prezzemolo 30 gr
    Salvia 5 foglie
    Rosmarino 1 rametto
    Vino bianco secco 150 ml
    Sale q.b.
    Pepe q.b.

    PREPARAZIONE:

    1 Porre nel mixer:
    la mortadella di fegato, il prosciutto, il salame, la bologna,il parmigiano grattugiato,il pane grattugiato,il prezzemolo, l'uovo, un pizzico di sale e pepe (attenzione: i salumi sono già molto saporiti)
    2 Frullare tutto insieme per 2/3 minuti
    3 Riempire il pollo con il ripieno (spingere il ripieno attraverso il buco di pulitura)
    4 Accendere il forno sui 190°
    5 Pulire e tagliare le patate in 4 parti
    6 In una teglia sciogliere il burro sul fuoco, unire il pollo e le patate e lasciare rosolare 5 minuti girandolo spesso
    7 Togliere la teglia dal fuoco aggiungere il vino, 150 ml di acqua tiepida, la salvia, il rosmarino e aggiustare il sale e il pepe
    8 Porre in forno e lasciare cuocere per 1 ora irrorando di tanto in tanto con il condimento di cottura e girandolo 3/4 volte
    9 A cottura ultimata tagliare il pollo a pezzi mantenendo il ripieno intatto
    10 Porre nel centro di un piatto di portata il ripieno circondato dai pezzi di pollo e più esternamente dalle patate e irrorato dal sugo di cottura



    mmmmhh....il pulaster.....il pulaster......
    ciao paolo "zse scef"-milano
  12. Marco Barbieri
    , 24/5/2002 00:00
    Grazie! cucina.it lo conosco, ma volevo esperienze dirette...e concordo con Paolo, un bel piatto di tagliatelle leva il medico di torno. Copio e incollo per la moglie - Marco
  13. Daniela P.
    , 24/5/2002 00:00
    Oppure collegati a:
    www.cucinait.com
    il sito della rivista Cucina Italiana, digiti farro e ti compare un mare di ricette.

    Ciao,

    Daniela P.
  14. Paolo Motta 2
    , 24/5/2002 00:00
    INSALATA DI FARRO

    INGREDIENTI :400 g farro,3 zucchine,3 carote,200 g cipolline sott'aceto,200 g peperoni sott'aceto.

    Lessare il farro per circa 30 minuti,e lessare le carote e le zucchine,a cottura ultima far raffreddare il tutto e mescolare tutti gli ingredienti aggiungendo olio di oliva e sale.

    ***

    ZUPPA DI FARRO CON ZUCCHINE

    Ingredienti:
    300 gr. di farro, 2 zucchine, 8 fiori di zucca, 1/2 cipolla tritata, 2 spicchi d'aglio, 4 cucchiai di olio d'oliva, 1 lt. di brodo vegetale, 1 manciata di foglioline di menta, sale marino, pepe nero.

    Fate rosolare nell'olio l'aglio e la cipolla tritati finemente. Aggiungete i fiori di zucca tagliati in 4 parti e le zucchine tagliate a rondelle, aggiungete il farro e il brodo. Fate cuocere a fuoco lento per 1 ora.

    ***

    Crocchette di farro verde

    Tempo di preparazione: 20 minuti + 1 ora e mezza circa di cottura dei vari ingredienti. Si possono però preparare in grande quantità, perche' sono buonissime anche per il giorno dopo, riscaldate in forno.

    Ingredienti per 4 persone:

    Circa 150 g di farro verde lessato
    1 patata bollita
    2 cucchiai di sedano rapa grattugiato
    1 carota grattugiata
    1 cipolla piccola tritata finemente
    1 cucchiaino di maggiorana sminuzzata
    1 foglia di alloro
    1 cucchiaio di prezzemolo tritato
    Un pizzico di noce moscata
    Un po' di farina integrale
    Olio d'oliva
    Fate lessare il farro verde (circa un'ora in pentola normale, 20-30 min. in pentola a pressione) e mettetelo in una ciotola con la patata sbucciata, le altre verdure e gli aromi. Unite l'alloro sminuzzato, la noce moscata e un po di farina integrale fino a ottenere un composto della consistenza adatta per farne polpette.
    Ungete d'olio una pirofila, adagiatevi le polpette, passateci sopra un filo d'olio e mettetele in forno già caldo a temperatura media. Lasciate cuocere 15 minuti e poi voltate le polpette e rimettele in forno per altri 15 minuti.

    ***

    Minestra di farro
    Ingredienti
    - 300 gr. di farro
    - 200 gr. di olio extravergine d'oliva
    - 1 osso di prosciutto
    - 1 pezzo magro di vitello
    - 2 grosse carote
    - 1 grossa cipolla
    - 2 gambi di sedano
    - 1 porro
    - qualche foglia di verza
    - 1 rapa bianca
    - 4 pomodori maturi
    - 1 foglia di lauro
    - rosmarino
    - salvia
    - origano
    - 1 chiodo di garofano Preparare un brodo con le verdure e le carni e lasciatelo bollire. Mettete in una pentola di terracotta il farro pulito e lavato, e l'acqua. Fate in modo che la quantità non superi la metà della pentola (cuocendo, il farro raddoppia di volume). Fate cuocere a fuoco moderato (la minestra deve sobbollire) aggiungendo volta a volta il brodo. Quando il farro è pronto (circa due ore) deve avere una consistenza semidensa (regolarsi quindi nelle ultime aggiunte di brodo). Aggiungete le verdure (che una volta cotte avrete levato dal brodo, perchè non si disfacciano) e l'osso di prosciutto. Aggiungete l'olio crudo. Il vitello vi servirà a parte come lesso.

    ciao paolo-milano....io non ne mangerei nemmeno una!
  15. Marco Barbieri
    , 24/5/2002 00:00
    Toc Toc, buongiorno, c'è nessuno oggi qui?
    Mi servirebbe un'informazione:
    CHI SA CUCINARE IL FARRO? e di conseguenza qualche ricetta? - meglio che non racconti il nostro esperimento, visto che anche il cane ha chiesto rifugio dai vicini.
    Grazie per l'aiuto
    Marco
  16. Marco Barbieri
    , 23/5/2002 00:00
    Dalla Romagna alla Val d'Aosta

    * Fonduta
    Ingredienti: per 4 persone
    gr. 400 di fontina della Valle d'Aosta
    uno spicchietto d'aglio
    latte
    fette di pane casereccio
    una noce di burro
    4 tuorli d'uovo
    fettine di pane tostato

    Preparazione:
    Togliete la crosta alla fontina, tagliatela a liste e poi a quadratini sottilissimi. Mettetela in una scodella con lo spicchio d'aglio, leggermente schiacciato, e copritela col latte freddo. Lasciatela riposare per un paio d'ore al fresco, non in frigorifero. Scolate la fontina dal latte e mettetela col burro in un casseruolino, con il burro possibilmente smussato. Cuocete a fuoco bassissimo: non deve bollire, per cui è meglio cuocerla a bagno-maria. Rimescolate in continuazione con un cucchiaio di legno.
    Appena la fontina comincerà a filare, aggiungete un tuorlo per volta, rimescolando velocemente. Quando il tutto sarà liscio e cremoso, versate la fonduta in quattro ciotole calde.
    Accompagnatela con fettine di pane tostato.
    In stagione si può servire con tartufi affettati sottilissimi.

    Variante: si può aggiungere anche un po’ di grappa

    Vino che consiglio: Blanc de Morgex et La Salle

    * Polenta Concia

    Ingredienti:
    400 g. di farina gialla
    400 g. di Fontina e Toma della Valle d'Aosta a dadini
    200 g. di burro
    Abbondante formaggio grana grattugiato al momento
    Sale e pepe nero
    Preparazione:
    Far bollire due litri d'acqua leggermente salata in un paiolo di rame o di ghisa; versarvi la farina gialla a pioggia e, sempre rimestando, aggiungere la fontina e la toma tagliate a dadini.
    Continuare a rimestare e a cuocere per 45 minuti; cospargere la polenta di formaggio grana grattugiato al momento e di pepe nero pestato nel mortaio.
    Mettere sul fuoco un tegamino, unire il burro e farlo sciogliere dolcemente; appena comincia a imbiondire versarlo sulla polenta.
    Servirla subito nel suo paiolo di cottura.

    Vino che consiglio: Torrette

    * Carbonada
    Ingredienti: per 4 persone
    gr. 800 di polpa di manzo
    farina bianca
    gr. 500 di cipolle
    gr. 50 di burro
    vino rosso
    sale - pepe
    noce moscata

    Preparazione:
    Affettate le cipolle.
    Tagliate a pezzettini la carne, infarinateli leggermente e rosolateli in una casseruola nel burro.
    Togliete la carne, mettete le cipolle e fatele appassire; rimettete la carne, salate, pepate e portate a cottura bagnando, di tanto in tanto, col vino.
    Prima di servire date una grattugiata di noce moscata.
    La carne deve assumere un colore molto scuro.

    Da mangiare con la polenta
    Vino che consiglio: Gamay

    Marco