1. Around the world

    di , il 6/5/2002 00:00

    Ma oggi è possibile affrontare un viaggio intorno al mondo?Quanto bisogna "dissanguarsi" per farlo?

  2. Andrea C. 1
    , 7/5/2002 00:00
    Difficilissimo organizzare il giro del mondo come in maniera molte dettagliata ha già detto Paolo ed oltretutto necessita spesso di grandi capacità inventive; una sorta di napoletanità. Basti pensare a quel ragazzo che cercava ospitalità (vitto ed alloggio)via Internet ricambiandola con la notorietà della citazione sul proprio sito personale che comprendeva una dettagliata descrizione della sua impresa!
    Curioso no?
    Andrea
  3. Paolo Motta 2
    , 7/5/2002 00:00
    è un mio sogno! partire per un paio di anni e fare il giro del globo.
    purtroppo, oltre al tempo, ci vogliono tanti danari!
    aereo:
    2 anni fa ho preso il biglietto round-the-world dela star alliance e l'ho pagato 2.300.000, ma consente solo 3 stop-over, per gli altri si pagano 100 $, e dura, se non sbaglio, 2 mesi.
    quindi...ciccia.
    cargo:
    prezzi alti. una notte mediamente costa tra le 80.000 e le 200.000, pasti compresi. tenendo conto che per arrivare a panama ci vuole più di 1 mese....
    mezzi alternativi:
    ho conosciuto un tipo, che ha fatto anche dele apparizioni a tele+, che per girare il mondo si fa sponsorizzare da case motociclistiche!
    ha fatto la traversata del deserto egiziano/libico con un motorino peugeot, ma più incredibile, ha fatto il raid lisbona - pechino in APECAR! pagato dalla piaggio, che gli ha dato anche tutta la strumentazione necessaria tipo satellitare, pezzi di ricambio...ma ormai è stato già fatto!
    barca:
    prima bisogna comprarla! e costano care, specie per fare le traversate oceaniche. poi si può fare diporto e portare i gonzi, come me, a fare un giretto sulle barriere coralline a 10.000 al minuto!
    bisogna comunque avere molti soldi.
    mezzi locali:
    i miei preferiti per girare, adoro autobus e treni, peccato che intere aree del pianeta siano chiuse al turismo e spesso l'aereo resta l'unica possibilità. il treno oltretutto non esiste praticamente in africa.
    anche in america la panamericana, con mio grande scoramento quando ci andai, non è completa. da panama alla colombia non c'è strada, tutta l'area del darien è foresta vergine! e ci fanno il camel trophy! quindo aereo.
    soluzioni alternative:
    negli anni ho potuto invidiare la cultura britannica, australiana ed israeliana, che porta una gran parte dei giovani di quei paesi a dedicare almeno un anno intero della loro vita a girare il mondo, con mezzi di fortuna e fermandosi a fare lavoretti quando ve ne è la necessità.
    ovvio che gli angofili sono aiutati tremendamene dalla loro lingua parlata ovunque, e gli israeliani dall'ospitalità che ricevono dalle comunità ebraiche sparse in tutto il mondo.
    ma credo che questa sia la soluzione giusta. bisogna però adattarsi a lavori sporchi e umili per poche lire.
    ciao paolo-milano
  4. Mario Gironi
    , 6/5/2002 00:00
    Ma oggi è possibile affrontare un viaggio intorno al mondo?Quanto bisogna "dissanguarsi" per farlo?