1. Situazione Venezuela

    di , il 6/6/2003 00:00

    Ciao a tutti, dovrei partire per il venezuela (assolutamente in libertà) il 17 giugno anno corrente, ero sicuro di prenotare il volo , fino a quando ho letto nel forum della situazione attuale del venezuela.Qualcuno puoi darmi qualche notizia in più!!!!

    Grazie

    Marco

  2. Mirko Parlaparla
    , 29/8/2005 00:00
    Ciao,
    sto per partire per l'isla margherita e intendo rimanerci 3 settimane..Che mi sai dire di quest'isola?Ovviamente andrò anche a Los Roques..Dove mi consigli di pernottare?
    é pericolosa o si può star tranquilli?Pieno di putas???
    Ragazze normali?
    Costi?
    Aspetto vostre notizie a presto..
    Ovviamento cerco compagni di viaggio..
    Alan
  3. Antonio Fiscella
    , 23/8/2005 00:00
    Ciao a tutti. Non sono mai stato in Venezuela ma da diversi anni mi accompagna una serie di incontri, coincidenze che mi attraggono verso questo paese. Ho deciso finalmente di andarci per Natale e capodanno prossimi. Non vi nascondo che la sensazione è quella che troverò la famosa anima gemella lì. Sono alla ricerca di informazioni su questo paese e su questo popolo. Magari incontrassi qui una venezuelana!! Se non sarà così, Venezuela aspettami! Sto arrivando!!
  4. Maurizioi Pizzasegale
    , 24/7/2005 00:00
    per andre circa isla margarida ciao dunque l isola non e molto grande...per quanto riguarda ci si mangia bene,carne e ovv pesce pero informati prima.locali ce ne sono, non molto belli incasinati e pieno de putas ovviamente.vai a fare un giro all hotel flamingo beach oltre al casino ce sempre un bel movimento de turistas....non so se mi spiego.in citta okkio agli abbordaggi molto peligrosi,se sei un pivellino,di individui che propongono di seguirli in posti molto brutti per acquisti no legals.capito no?per il resto e una gran rottura di p..... ciao hombre ps visita los roques ma solo una giornata o max 2.poi ti rompi.buen viaje
  5. Eva Contino
    , 11/7/2005 00:00
    noi partiamo il 31/8, visiteremo Los Llanos, Canaima e Los Roques e pernotteremo a Caracas 2 notti. Ad oggi il sito del Ministero degli Esteri non dà alcun avviso sul Venezuela quindi io parto tranquilla!
  6. Andrea 161
    , 30/6/2005 00:00
    Qualcuno mi può fornire alcune indicazioni sull' isla margarita?
    Oltre alla sue splendide spiaggie vi sono anche divertimenti e locali notturni?
    Grazie
  7. Luca 94
    , 4/5/2005 00:00
    ciao volevo dei consigli riguardanti los Roques (luoghi da visitare,escursioni,prezzi ecc )dato che tra una 15 di giorni ci dovrei andare............ grazie a tutti
  8. Vicente D'alessandro
    , 3/5/2005 00:00
    salve, mi chiamo vicente e sono molto legato al venezuela dato che mia madre è venezuelana e una buona parte dei parenti da parte di mio padre si siano trasferiti definitivamente in venezuela, durante gli anni delle grandi immigrazioni del dopo guerra.infatti il mio paese, marina di camerota, è pieno di persone nate in venezuela figli di italiani trasferitisi in venezuela, e poi ritornati in patria, o di famiglie intere che hanno deciso di trasferirsi definitivamente "nel paese dell'eterna primavera".trovo non vergognoso, ma allucinante di come la situazione venezuelana non venga mai aafrontata dai nostri tg, ma se ne parli solo ed unicamente quando c'è un problema di prezzo del petrolio. infatti il venezuela è il quinto produttore mondiale di petrolio al mondo, e membro importantissimo dell'OPEC.trovo allucinante sentire persone che parlono così bene dell'attuale presidente Hugo Chavez Frias. da molti di noi è considerato un pseudo-dittatore, dato che sta cercando in vari modi di attuare quello che i venezuelani chiamano ormai "la cubanizzazione del Venezuela".
    molti non sanno qual'è la vera situazione e ne vengono a conoscenza solo tramite mezzi filtrati. anch'io vidi in diretta la manifestazione contro Chavez dove la Milicia Nacional, incominciò a sparar lacrimoggeni ad altezza d'uomo, uccidendo due persone.il primo ministro il giorno dopo si giustificò accusando i manifestanti di esser violenti (una violenza dimostrata da armi molto pericolose direi: bandiere venezuelane, cartelloni di protesta, fischietti), e di voler quindi difendere la figura del presidente. si capisce che i manifestanti avrebbero potuto minacciare il presidente con le bandiere a suon di sventolate?boh?!
    per non parlare del nino...secondo Chavez il nino sarebbe stato causato dagli americani con strane apparecchiature.
    la sua sete di onnipotenza e la presunzione di essere la reincarnazione di Simon Bolivar!un eroe!
    la nazionalizzazione delle industrie e una politica economica repressiva contro gli stessi industriali italiani che hanno fatto grande il venezuela. ma le cose da raccontare sono tante...
    la colpa di una simile presenza a miraflores è comunque opera degli stessi capitalisti. la forbice economica tra classe aggiate e poveri è davvero spaventosa...in venezuela c'è una immensa popolazione povera e una ridottissima classe di capitalisti industrali stra-ricchi; la borghesia è quasi assente. Chavez non ha fatto nient'altro che far leva sui poveri attraverso il populismo e promettedo cambiamenti radicalissimi, a discapito di chi per conquistare quello che ha ottenuto, ha dovuto sacrificare molto.il venezuela rimane un paese dalla bellezza impressionante, che potrebbe essere paragonato enissimamente al "paradiso terrestre".
  9. Corrado Bozzano
    , 30/4/2005 00:00
    Caro Aldo, purtroppo tutte le dittature compiono atti ignobili che ovviamente non possono essere ne' condivisi ne' scusati, quello che accade viene nascosto all'esterno dalle dittature e quindi da turista è più facile vedere le cose migliori ed io purtroppo ho visto solo quelle. Ma non è forse vero che prima andare a scuola era un privilegio dei soli ricchi ed ora possono farlo anche i poveri (principalmente i giovani di colore che vengono definiti dai ricchi 'scimmie'?)
    Stranamente quello che descrivi mi ricorda quel giorno a Genova in occasione del G8 dove successero le stesse cose, vennero pestati a sangue vecchi, donne e bambini, persino suore; calpestati i diritti umani, i lacrimogeni venivano sparati ad altezza uomo e persino da elicotteri sulla folla per lo più impazzita di paura e anche qui morì un ragazzo per un colpo di pistola di un carabiniere. Però il tuo discorso mi ha fatto riflettere, forse qualcosa in comune fra Chavez e Berlusconi c'è... speriamo solo di non arrivare ai desaparecidos.
    Corrado
  10. Corrado Bozzano
    , 28/4/2005 00:00
    Los Roques, 15 giorni indimenticabili in luoghi incantevoli ed indescrivibili... chi ama il mare non può, almeno una volta nella vita, recarsi in questo paradiso dove la natura è padrona assoluta. E' impossibile descrivere colori, odori e suoni di questo posto, andateci. Il nostro soggiorno è stato poi reso più piacevole dalla perfetta ospitalità di Paolo e Shyla, i proprietari della posada ALBACORA che con la loro simpatia, cordialità e disponibilità hanno reso ancora più difficile il nostro rientro a casa. Colgo l'occasione per ringraziarli pubblicamente ma non solo loro, la cuoca con i suoi cibi divini e le altre due ragazze, il simpatico Alvin che ci accompagnava tutte le mattine al mare e la guida Pedro che ci ha tolto tutti i problemi del trasferimento da Caracas...
    Un suggerimento per gli sposini in viaggio di nozze: queste isole incantevoli e romantiche dove ci si può trovare da soli in un'isoletta tutta a disposizione, solo il suono del mare, del vento e delle sule (uccelli simili ai nostri gabbiani), una posada (Albacora) pulitissima con tutti i confort possibili e solo tre belle camere per cui il servizio è pratcamente dedicato solo a te abbiamo, mia moglie ed io, festeggiato il 30 anno di matrimonio, qui abbiamo rivissuto le esperienze e le emozioni dei primi giorni di 30 anni fa...
    Corrado
  11. Corrado Bozzano
    , 28/4/2005 00:00
    Sono tornato ieri dal Venezuela ed ho avuto modo di rendermi conto personalmente della situazione, non certo rosea ma non drammatica. Le opinioni sentite, da ricchi e da poveri sono ovviamente molto diverse. Altrettanto ovvio è il fatto che la corruzione che ha imperversato per decenni sia difficile da debellare ma l'attenzione che Chaves ha per i ceti più poveri è certamente encomiabile ed è ovvio che dia molto fastidio ai ricchi che trattano i poveri come schiavi. Costruire scuole significa aumentare la cultura, porre attenzione alla salute non è cosa da poco, aumentare il tenore di vita non ne parliamo, i ricchi venezuelani non accettano volentieri questa situazione ed ovviamente ostacolano e criticano l'operato di Chaves con la paura che i poveri 'alzino la cresta' e non accettino più di essere sottomessi come mi è stato detto da uno di loro.
    Se poi qualcuno vuole paragonare Berlusconi a Chavez, indipendentemente dal credo politico, è presto fatto: Chavez punta tutto sulla scuola, la sanità e l'aumento dei redditi inoltre si trova tutta la stampa e i media avversi; Berlusconi demolisce la scuola, la sanità e fa diminuire il potere d'acquisto dei redditi oltre a possedere tutti i media ed una parte della stampa... fate voi.
    Corrado
  12. Turista Anonimo
    , 30/3/2005 00:00
    Da quando c'è Chavez un po' di ricchezza generata dal petrolio è spesa per istruire e curare i poveri e questo dà fastidio ai ricchi. Oggi, poco meno di un milione di bambini delle baraccopoli e dei villaggi più poveri hanno avuto un'educazione gratuita. 1 milione e 200 mila adulti analfabeti hanno imparato a leggere e a scrivere. Un'educazione superiore è stata resa accessibile a 250 mila bambini la cui condizione sociale li escludeva da questo privilegio nel vecchio regime. Tre nuovi campus universitari sono stati attivati nel 2003, mentre altri sei saranno completati entro il 2006.
    Per quanto riguarda l'assistenza sanitaria, 10 mila medici cubani, inviati per aiutare il paese, hanno modificato la situazione dei distretti più poveri dove sono stati costruiti 11 mila ambulatori, mentre il budget è stato triplicato.
    Si aggiunga a questo il sostegno finanziario fornito dalle piccole aziende, le nuove case costruite per i poveri, è stata varata la legge di riforma agraria che ha superato la resistenza, legale o violenta, dei latifondisti.Alla fine dell'anno scorso, sono stati distribuiti 2.262,467 ettari a 116.899 famiglie.
    Le ragioni della popolarità di Chavez sono evidenti. Nessun governo precedente ha considerato minimamente la situazione penosa dei poveri. E non si può fare a meno di notare che lo abbia fatto per una divisione tra i ricchi e i poveri, ma anche per una sul colore della pelle. I chavisti tendono alla pelle nera, e riflettono la loro origine nativa e schiava. Gli oppositori hanno la pelle chiara ed alcuni dei suoi più disgustosi rappresentanti definiscono Chavez «una scimmia nera». E questo è successo grazie alla totale ostilità dei media, tutti di proprietà privata: i due giornali quotidiani, l'Universal e El Nacional, così come i canali televisivi di Gustavo Cisneros e la Cnn non hanno cercato di dissimulare il loro totale appoggio all'opposizione. Ecco le differenze tra Chavez e Berlusconi....
  13. Turista Anonimo
    , 21/3/2005 00:00
    SONO PIENAMENTE D'ACCORDO CON BEPPE E AGGIUNGO PURE CHE NON SONO NEPPURE SICURO CHE TORNERAI PER RACOCNTARCELA...SPERO SOLO CHE LA TUA TESTIMONIANZA NON POSSA ISTIGARE ALTRE PERSONE AD ANDARE IN CARACAS E SOPRATTUTTO DA SOLE.
  14. Turista Anonimo
    , 21/3/2005 00:00
    Forse faresti meglio ad informarti un po' di più su Chavez.... e su Berlusconi....
  15. Alberto Verrengia
    , 19/3/2005 00:00
    Hola...
    il 24 marzo parto per il venezuela. Prima meta, Caracas, e risiederò nel quartiere de Las Mercedes. Questo luogo è il centro pulsante della vita sociale e del divertimento.
    Poi mi sposterò a Los Roques e un giretto tra la COlonia Tovar e dintorni.
    Ritorno il 6 aprile e podrò darvi notizie ancora + chiare.
    Cmq, Chavez a detta di tutti i venezuelani con cui ho parlato, è un paranoico dittatore.
    Meglio il nostro mitico SILVIO BERLUSCONIIIII!!
    Ciao
    Alberto
  16. Erika Collina
    , 18/3/2005 00:00
    Sono tornata da Los Roques da 10 giorni, meraviglioso. Dicono che è il posto più bello del momdo, e molto probabilmente lo è davvero!! Noi eravamo alla posada Natura Viva, ci siamo trovati direi bene, anche se le comodità che descrivono non ci sono poi quotidianamente es l'acqua calda. ( Ma la doccia si fa benissimo anche con quella fredda) che poi fredda non è. I posti che si visitano sono da rimanere senza parole, andavamo in giro per le spiagge e non riuscivamo a proferire parola. Se vi piace il mare andateci di corsa.