1. Argentina e Cile, le Ande, il Deserto Di Atacama, la Patagonia

    di , il 10/10/2016 12:47

    La guida per caso di Argentina e Cile, da nord a sud, è Guido (RubyLove), in particolare le zone Andine, la Patagonia, il nord ovest argentino e il deserto de Atacama in Cile

  2. Rubylove
    , 31/7/2017 01:12
    Non ci sono mai stato, io arrivo sempre in auto da Santiago
    e mi è sempre difficile inserire la penisola Valdes, alla fine è stata sempre
    tagliata per favorire itinerari più attinenti al mio stile di viaggio, inoltre
    arrivando più o meno sempre a fine dicembre le balene non ci sono più

    Se la domanda riguarda come organizzare le visite, non credo
    che ci siano problemi ad arrivare in auto sin dove iniziano le visite, l'auto
    da maggiore autonomia e io non avrei dubbi, la Patagonia in generale è
    tranquilla e non ci sono rischi di nessun tipo, le distanze da Puerto Madryn, Trelew e Puerto Piramides
    sono modeste, le strade quasi tutte sterrate ma accessibili a qualsiasi auto,
    (anche se non ci sono andato la zona l'ho studiata bene, ho mappe gps
    dettagliate)
    Auto sempre
    ciao
  3. ire86
    , 24/7/2017 18:51
    Ciao Guido,
    io e un'amica faremo un viaggio in Argentina dal 29 settembre al 15 ottobre. In particolare il 1 ottobre vorremmo fare l'escursione alla penisola di Valdes. Siamo un po' indecise se farla da sole in macchina (che comunque noleggiamo per proseguire il viaggio) piuttosto che affidarci ad un'agenzia. Tu cosa ci consigli? nel caso avresti qualche agenzia da consigliarci?
    Grazie
  4. Rubylove
    , 17/3/2017 10:26
    Ciao
    Se non siete mai stati da queste parti (NOA) un giro soft per Salina Grande
    è quello che passa per Purmamarca (Cierro de los siste colores) la strada che
    prosegue dopo Purmamarca è tutta asfaltata fino a San Pedro de Atacama in Cile,
    questa è una possibilità, se fate solo due giorni a Salta (magari alla fine)
    potreste andare nella zona del deserto de Atacama (bello ma parecchio
    frequentato)

    Altrimenti

    Giorno 1 Salta Tilcara - Huamahuaca (la Quebrada) Tutto asfalto 220 Km

    Giorno 2) Huamahuaca, Purmamarca, (cierro de Los Siete
    colores) Salinas Grandes, San Antonio de Los Cobres. Asfalto fino a Salinas Grandes poi sterrato a San Antonio, 240 km

    Giorno 3) San Antonio de Los Cobres - Tolar Grande (sterrato
    isolato ma passa qualcuno ogni tanto, 190 km)

    Giorno 4) Tolar Grande - San Antono de los Cobres

    Giorno 5) San Antonio de Los Cobres Salta (160 km parte sterrati ma per lo più asfalto)


    Tutto questo si può fare con più calma o più velocemente, cinque giorni consentono soste accettabili

    In alternativa a Tolar Grande si può proseguire verso sud per una zona più bella e ancora più selvaggia ma più distante da Salta (La Catamarca) in questo caso invece che fare il giro Purmamarca ecc..
    Da Salta Il giorno 1 si va direttamente a San Antonio, Tolar e da li si
    prosegue per Antofagasta de la sierra attraversando vari Salares

    Ci vorrebbe almeno una settimana per la Catamarca, inoltre dopo
    Tolar si è sempre più isolati e anche sulle le strade
    provinciali (si fa per dire) il traffico è quasi a zero

    Fino a salinas grandes asfalto quindi anche auto normale,
    dopo ci vuole almeno un pick up anche (4x2) ma meglio 4x4

    Sull'asfalto non ci sono problemi per il carburante, mentre
    su sterrato meglio almeno una tanica di scorta da 20 litri, carburante certo a
    San Antonio de Los Cobres, a Tolar grande non c'è rifornimento, a San
    Antonio c'è un solo distributore fare sempre il pieno

    Di "Laguna Grande" ce ne sono almeno una decina
    tra Cile e Argentina a quale ti riferisci?

    questo è un giro soft e abbastanza frequentato fino a
    Salinas Grande poi un po’ più impegnativo ma niente di complicato

    Non ho mai visto convogli, a meno che non si parta in
    gruppo, puoi vedere se trovi qualcuno a San Antonio a
    Salta o qui con il quale condividere quella parte di viaggio con due auto, spesso si incontrano persone strada facendo con lo stesso problema (la solitudine)

    se ti si rompe la macchina di sicuro il primo che passa si
    ferma e ti aiuta, funziona così da quelle parti, però il problema è "quando
    passa"
  5. Rocco Regazzoni
    , 16/3/2017 11:59
    Ciao Guido,



    ho letto i tuoi post (davvero interessanti) e mi sembra di
    capire che tu ormai il NOA lo conosca come le tue tasche!



    Ti scrivo perche sto organizzando un viaggio per dicembre
    2017 un viaggio in Argentina.



    Le date saranno indicativamente 17/12 - 08/01.



    Abbiamo deciso di visitare prima la zona delle Torri del
    Paine (5 gg per trekking w), due giorni a El Calafate (Perito Moreno e giornata
    in barca per vedere la laguna torre) e 3 giorni a El Chalten per trekking sul Fitz Roi (da definire).



    Dal 30/12 fino al 06/01 vogliamo noleggiare un 4x4 a Salta
    per fare la Puna de Atacama.



    Siamo una coppia (io 33 lei 31) in buona salute amanti dell’avventura, abituati a viaggiare in 4x4 con maggiolina e
    camper.



    Secondo te cosa mi conviene fare visto il poco tempo a
    disposizione? Penso che fare l’anello SALINAS GRANDE-TOLAR GRANDE- LAGUNA
    GRANDE e rientro, anche se abituato a guidare per lunghi tratti, sia troppo visto
    come hai descritto lo stato delle strade.



    Inoltre hai per caso
    contatti per organizzare carovane in loco? Non conoscendo il territorio non
    penso sia saggio avventurarsi da soli.. sbaglio?







    Grazie mille, in anticipo



    Magari ci andiamo insieme!!



    Rocco
  6. Rubylove
    , 25/2/2017 11:54
    Appena rientrato dal quinto viaggio da queste parti, il N.O.A (nord ovest argentino) e nel deserto de Atacama in Cile, visitate zone piuttosto remote, raggiungibili solo con auto 4x4 e magari non da soli, la parte più bella e selvaggia è quasi tutta nella regione della Catamarca in Argentina e nella zona di San Pedro de Atacama in Cile

    Le due zone sono confinanti, (collegate da passi sterrati che sfiorano i 5000 m) la differenza è il turismo, I dintorni di San Pedro de Atacama (parte Cilena) sono oramai sfruttatissimi da anni, si paga tutto, lagune, geisers, salares, tanta gente, alloggi e ristoranti piuttosto cari, tour di tutti i tipi e tanta offerta.

    Questo è dovuto alla facile raggiungibilità della zona, Aereo a Calama e poi 80 Km di asfalto, Bus, auto a noleggio, tour ecc.. ecc..

    Dalla Parte Argentina non c'è ancora stato uno sviluppo massivo del turismo (meno male) le distanze per raggiungere Antofagasta de la Sierra, un piccolo paese costellato di luoghi da vedere (forse più di San Pedro de Atacama) sono notevoli, 280 Km da sud (Belen) e 520 Km da nord (Salta) quasi tutti di ripio in pessime condizioni (terra e sassi)

    I tour con guida sono pochi ma è poca anche la gente che arriva da queste parti, la zona è circondata da Salares, lagune (con una quantità di fenicotteri mai vista dal lato cileno)

    Vigogne, Vulcani dal cono perfetto, il più grande Salar Argentino (Arizaro) Il più isolato e incastonato tra vette altissime (Antofalla) uno dei paesi più lontani da tutto (Tolar Grande) Il campo de Piedra Pomez, Un pezzetto di Sahara, la Cordillera de San Buenaventura, quote raggiungibili con auto 4x4: dai 3300 di Antofagasta de la Sierra ai 5000 m del valico per il volcan Peinado

    Completo isolamento, al ritorno da un giro nella zona, Antofagasta vi sembrerà New York.
    E' necessario un mezzo 4x4 autonomo, una discreta esperienza di navigazione con gps, acqua, carburante, cibo

    In alternativa ci sono guide con mezzi fuoristrada che possono accompagnarvi in sicurezza dappertutto, in questo caso meglio essere in 4 in modo da ridurre i costi (i mezzi sono Toyota piuttosto grandi)

    Catamarca, andateci prima che diventi una meta al pari di San pedro de Atacama, oramai un luna Park
  7. daniluca
    , 7/11/2016 12:35
    Grazie infinite, mi hai tolto tanti dubbi!
  8. Rubylove
    , 7/11/2016 12:15
    Il Salar de Aguas Calientes è a 4000 m, lascia stare

    Se apri google earth trovi tutto, la zona di San Pedro de Atacama e San Pedro de Atacama stessa con le sue lagune e i suoi Salar è a 2300 m, quindi fattibie, ti precludi le zone più alte compresi i geiser el Tatio però rimane comunque tanto da vedere

    sud e nord in 3 settimane li fai in aereo a meno che non fai una corsa

    Patagonia

    Zona Calafate Perito moreno e Torres del paine con voli a Puerto Natales o Calafate (ma se sei in cile di sicuro P. Natales) noleggiando auto sul posto (ci saranno anche tour ma non sò se ci sono servizi pubblici anche per l'argentina, penso di si)

    Norte Grande

    (Atacama) San Pedro e dintorni (ci sono parchi anche sul mare) Aereo a Calama da qui ci sono bus o noleggi o tour, ci sarebbe anche il parco avaroa in Bolivia e il salar de uyuni da San Pedro ma c'è il problema dell'altezza, superi i 4500 m.

    Attenzione ai prezzi sia dei voli interni cileni (forse esiste un carnet che si può fare da qui) che degli alberghi in certe zone possono essere alti in alta stagione, in Cile a Torre del Paine sono altissimi, ci sono pochi posti e sono cari, a meno che non andiate in campeggio è così

    Andate in patagonia e il prossimo viaggio con il Bimbo più grande lo fate a nord mettendoci dentro anche la Bolivia del sud

    ciao
  9. daniluca
    , 7/11/2016 10:11
    Te lo chiedo perché sulla Lonely planet ad es nn c'è scritto neppure a che altitudine è il salar de Aguas calientes
  10. daniluca
    , 7/11/2016 10:09
    Ciao Ruby,

    io sono molto simile a te nel senso che anche io adoro i deserti e l'approccio con la popolazione più "nativa" mi affascina particolarmente. Se facessi un piccolo mix tra nord e sud, cosa potrei vedere a nord? Grazie infinite!!!
  11. Rubylove
    , 7/11/2016 09:56
    Ciao, no, non ho detto che il nord è più bello, ho detto che per me lo è, ma c'è chi tra Patagonia e nord non avrebbe dubbi, sceglierebbe la Patagonia

    Si tratta di posti abbastanza diversi, a me piace più il deserto e le zone andine vere e proprie, a sud i mapuche o gli yamana sono stati sterminati e nonostante qualche faccia mezza india, troverai più argentini, chiari e scuri, creoli, Gallesi, Tedeschi, ecc.. ecc.. la Patagonia è terra di colonizzazione recente

    Al Nord nonostante sfruttamento e tentativi di sterminio, esiste ancora una grande cultura andina e sopratutto ai confini con perù e Bolivia troverai indios ancora tali, facce di rame che vivono a 5000 m tutta la vita, gente mite, bella e ospitale

    Solo il nome "Patagonia" evoca grandi imprese e miti, mentre il nord poco e nulla

    non per nulla chi fa il classico tour va in Patagonia, Ghiacciaio Perito Moreno, El Chalten (non sempre) Parco Torres de Paine, Ushuaia, Penisola Valdes e poi Le Cascate di Iguazu

    Ogni tanto qualcuno va anche nel nord ovest, di solito però è un'altro viaggio è quello del deserto de Atacama in Cile, ma dall'altra parte delle ande c'è il deserto argentino altrettanto bello e sconosciuto

    Sei mesi sono veramente pochi, non adrei oltre i 2500, queste altitudini massime puoi trovarle a sud (Patagonia) anche a nord ma semplicemente non superandoli, questo è un limite ma non un grande limite (c'è tanto comunque)

    ciao
  12. daniluca
    , 7/11/2016 09:30
    Ciao Ruby!!!






    Wow che super
    risposta!! Grazie di cuore J


    Allora se non ho
    capito male:



    La nord del cile si
    concentrano le maggiori bellezze ma queste possono essere anche sopra i 2500
    metri, è corretto?

    La patagonia argentina
    è più bella a tuo gusto?





    X i mezzi ci devo
    pensare nel senso che anche io preferisco di gran lunga l’auto, ma prima devo
    capire il giro che devo fare e magari potrei abbinare un paio di voli interni
    all’auto, come abbiamo fatto in Australia.



    Noi saremmo 4: con un
    bimba di 3 anni e mezzo (che potrebbe andare anche sopra i 2500 m) ed uno di 6
    mesi, per il quale non sarebbe consigliato salire – almeno questa è la corrente
    prevalente e unica da quel che so in pediatria. Pertanto ora mi viene un dubbio
    atroce: se la parte più bella è a nord, ed a nord ci sono zone in cui non
    possiamo andare ha senso??
  13. Rubylove
    , 1/11/2016 15:45
    Tieni conto che sono abituato a viaggiare sempre in auto

    Io arrivo a Santiago ritiro l'auto e vado, quindi di voli interni, autobus, tour organizzati e trasferimenti so solo la teoria e anche poca

    A dicembre puoi andare sia in Patagonia che a Nord, in Patagonia puoi rimanere dentro quelle altitudini (solo alcuni passi argentina / cile li superano ma di poco) anche a nord puoi non superarle ma ti precluderesti le zone più belle, il deserto e la steppa d'altura, (la Puna) le lagune i salares e i geisers in quota

    In aereo si può fare un pezzetto di tutto, volendo anche Iguazu ma io non consiglerei mai di fare così

    Se hai scelto il Cile gia è un punto fisso, ok

    Per la Patagonia non puoi rinunciare al perito Moreno e al Fitz roy che sono in Argentina, oltretutto il parco nazionale Torres del Paine è raggiungibile solo passando per l'argentina da nord mentre da sud è raggiungibile da Punta arenas che però non è collegata via terra al nord del Cile perchè la carretera austral che scende da Puerto Montt a un certo punto finisce e si deve entrare in argentina e poi per proseguire verso sud dalla parte cilena (Parco nazionale Torres del Paine, Puerto Natales, Punta Arenas)

    I tre posti citati prima sono imperdibili per la Patagonia, sono abbastanza vicini e gli aeroporti sono quelli di El Calafate dalla parte argentina e puerto Natales dalla parte Cilena, gli spostamenti da un posto all'altro di solito si fanno o con un'auto a noleggio o con tour organizzati o (forse) con mezzi pubblici (vedi sopra)

    Le auto se prese in cile vanno riconsegnate in cile, altrettanto in argentina, ci vuole il permesso ma te lo fanno, per i tour non ne ho idea, posso dirti che ho visto degli autobus con turisti a bordo alla dogana quindi chi va al Calafate dopo i giri argentini di solito va poi dall'altra parte e viceversa

    La Patagonia in estate (d'inverno è uguale solo peggio)

    Patagonia Cilena = Spesso grigio (non sempre ma quasi) pioggia uggiosa, freddino, umido, tanto verde, tanta acqua, cascate, fiumi, fiordi, vulcani, laghi, lagune

    Patagona Argentina = Spesso sereno, (non sempre ma quasi) tanto vento (anche freddo) vegetazione stepposa (dove c'è) deserto, polvere, sassi.

    Motivi

    Lo spartiacque delle Ande fa si che l'umidità sia trattenuta dalla parte cilena, il vento viene trattenuto e sale verso le cime dove prende velocità e soffia tutto dalla parte argentina, verso est (verso l'atlantico)

    Il nord si può fare anche d'inverno, in Cile sul mare ad Arica ci sono 20 C° all'interno il freddo è proporzionale alla quota, a 4600 può fare parecchio freddo ma in quel periodo è secco e il cielo sempre terso, idem dalla parte Argentina e in Bolivia, freddo ma secco e cielo sereno (il miglior periodo per il salar de Uyuni)

    D'estate a volte è nuvoloso sia sul mare che sugli altipiani, può piovere sopratutto in Bolivia e Argentina, con frequenti inondazioni, mentre in cile sopratutto nel deserto di Atacama non piove quasi mai (una rarità avvenuta quest'anno con il deserto fiorito)

    Senza dubbio la zona del Norte Grande (Deserto de Atacama) è quella con la maggior concentrazione di bellezze naturalistiche, e intorno San pedro de Atacama dove ci sono salares, lagune, (fenicotteri) vulcani, geisers, il meglio del meglio, tutto nei colori marrone ocra del deserto, in buona parte di terra ma anche di sabbia, San Pedro è raggiungibile da Calama (Aereo da Santiago) con autobus locali (o auto a noleggio)

    Poi per La Patagonia Argentina c'è La Panisola Valdes, per la terra del Fuoco c'è Ushuaia che in questo caso salteresti (a meno che non fai tutto in aereo)

    Lungo l'autostrada (RN5) sia procedendo da Santiago verso nord che verso sud ci sono tanti posti belli da vedere e poco frequentati, tantissimi parchi nazionali, osservatori astronomci, miniere atttive e abbandonate, lagune salares e vulcani, fauna e flora non comune, Vigogne, Guanachi, armadilli, nandu (famiglia struzzi) leoni marini, elefanti marini, cormorani, condor, avvoltoi, volpi del deserto. Il Cile è stretto e con piccole e facili deviazioni hai un mondo che ti si apre davanti

    Gli autobus mi dicono siano comodi, quelli di grande distanza percorrono le due direttive sud e nord, sono veloci e offrono anche il servizi semi cama e cama (cama = letto) pasti ecc.. Mai presi ma lo so, però ho preso per tati anni quelli centroamericani

    Il limite degli autobus è che ti portano comodamente da città a città a volte se ti fai lasciare lungo la strada per raggiungere qualche posto di interesse non è detto che ci sia un autobus locale e se c'è non è detto che aspetta te, magari arrivi ed è appena passato e l'altro passa domani, oppure ti porta al paese più vicino al parco che vuoi visitare e poi o prendi un tour (se ci sono) o un taxi e se c'è aspetti l'autobus locale, insomma una grande perdita di tempo ed energie

    L'auto (anche un'auto normale) è il modo migliore per visitare qualunque paese a mio parere

    Se decidi per il nord, in auto in tre settimane riesci a partire da Santiago e fare tutte le località più belle che incontri strada facendo (prima decidi dove e come e poi ti dico) con il limite dell'altura (il passo de jama ti porta a Salta e dintorni in Argentina dove varrebbe la pena fare un giro ma arrivi a 4600 m di altezza) posso poi consigliarti tanti posti lungo la strada costiera o all'interno al di sotto di quelle quote

    Mentre per il sud arrivare in auto da Santiago a Torres de Paine si può fare ma devi andare un pò di corsa, questa è una vera avventura, l'ho fatta più volte e la rifarò a gennaio, da Santiago per Puerto Montt, Chiloè, Carretera Austral, Ruta 40 Argentina, fino a Ushuaia poi la Penisola Valdes, l'interno della Patagonia, Bariloche Payn Matru, Malargue, Mendoza, Valparaiso, Santiago (12000 km circa)

    il nord è bellissimo (per me complessivamente più bello del sud ma è solo un parere) lo raggiungi più facilmente da Santiago o da Calama e in tre settimane fai una vacanza indimenticabile

    Il limite per il nord è solo l'altitudine ma a meno che il bimbo non abbia problemi particolari, salire da 2500 a 4600 dopo un acclimatamento di almeno due tre giorni e ridiscendere subito dalla parte argentina a quote anche inferiori ai 2500 non credo che sia un problema (chiedi al medico) se si sta male basta scendere di corsa, in un'ora sei su e in un'ora sei giu (strada bellissima tutta asfaltata)

    Siete due + un bimbo o due?
  14. daniluca
    , 1/11/2016 13:14
    Ciao Ruby,
    approfitto di questo secondo forum per avere una seconda opinione insieme a quella di Luca :)
    Che itinerario mi potresti suggerire x 3 settimane in cile? Escludendo l'isola di Pasqua che salteremo x ragioni di tempo e budget?
    Io vorrei stare fino a 2500 metri. Grazie mille!! Daniela
  15. Rubylove
    , 1/11/2016 12:58
    SUGGERIMENTI PER LE COMUNICAZIONI IN CILE E ARGENTINA

    In Argentina si comprano le SIM (tarjeta) nei negozi di generi alimentari, nelle tabaccherie e sopratutto nei chioschetti che vendono giornali, dolciumi e gelati, oppure nei negozi dei vari
    operatori

    Nei negozi dei gestori si può ricevere un aiuto per l'attivazione (se hanno voglia) nei chioschetti se si trova qualcuno che sa farlo, oltre a vendere la SIM, può fare anche la ricarica e attivare la promozione più adatta all'uso che se ne deve fare e al tempo a disposizione

    Le SIM prepagate si chiamano "Tarjeta prepago" costano poco (10 pesos lo scorso anno) e non serve il documento

    In Cile si trovano nei chioschetti, qualche negozio di generi vari o nelle farmacie (sono cileni!) si fa fatica a trovarle nei negozi degli operatori che mirano a fare solo abbonamenti, comunque anche in Cile la SIM "prepago" costa poco e non serve un documento

    In Cile consiglio ENTEL la compagnia nazionale che ha la maggior copertura

    In Argentina, MOVISTAR ha più copertura nelle zone rurali e remote, PERSONAL un pò e un pò e CLARO copre più le città

    spesso hanno anche promozioni con dei minuti per l'europa inclusi

    Quasi tutti gli ostelli,alloggi, campeggi e bar/ristoranti hanno WI FI se c'è la password si chiede "la clave" (password) magari dopo aver preso un caffe o un mate (se proprio vi piace)
  16. Rubylove
    , 19/10/2016 18:13
    Ciao, il fenomeno del mal de altura, (in spagnolo locale Apunamiento o Soroche in perù) è molto soggettivo, io a 67 anni non ne soffro e nell'ultimo viaggio siamo arrivati a 5005m , mentre è possibile che un giovane lo accusi più di me, se hai una situazione di salute normale e non hai sofferenze cardiche o pressione alta, non dovresti avere problemi, certo dipende da quello che intendi fare, per viaggiare, ok per fare passeggiate anche, (non subito) per trek impegnativi dipende e non sta a me valutare

    In ogni caso in quota ci si arriva lentamente di solito si va subito a 1500 che sotto le ande sarebbe la pianura, poi puoi salire a 3/3500 e poi ancora più su, se ne soffri te ne accorgi salendo, se stai male solo un pò, sopporti, se stai male tanto non hai scelta se non ridiscendere, c'è un farmaco che puoi portarti dietro si chiama Diamox (ma chiedi al tuo medico) oppurepuoi masticare le foglie di coca ma hanno un saporaccio, meglio El mate de coca (una tisana in bustine con foglie di coca) questa è legale e la trovi ovunque nelle zone andine, sono pacchetti con 10 bustine esattamente come quelle del te

    L'unica volta che ho accusato un pò l'altura è stato quando sono passato da 0 a 3700 m in due ore (dal mare al confine con la Bolivia). Nell'estremo nord del cile c'è una strada che da Arica, sul mare sale fino a Putre a 3700 m, in soli 150 Km, siamo stati un paio di giorni acciaccati ma niente di che, ti renderai conto se ne soffri solo andandoci

    Aereo, Per il Cile LATAM, compagnia ottima, buone offerte e volo semi diretto da MIlano con scalo a San Paolo, parti alla sera alle 8 e alle 11,30 del giorno successivo sei a Santiago

    per l'argentina credo che solo alitalia faccia il volo diretto, ma è sempre cara, quelli che spesso trovi a buoni prezzi sono con scalo in una citta europea Air europa, Iberia, Lufthansa, KLM, British, oppure la stessa LATAM con scalo in sud america

    ciao