1. PAURA SARS E VIAGGIO A BALI

    di , il 28/4/2003 00:00

    Salve, mi sposo ad agosto e vorremmo andare in Indonesia in viaggio facendo tappa a Bankok, Bali e Lombok. Anche se non è un paese a rischio SARS temiamo cmq il rischio di essere infettati, o peggio di portare la malattia in Italia.

    Qualche consiglio, vi prego.

  2. Fabio Glorioso
    , 20/7/2003 00:00
    La SARS non esiste, è un'invenzione delle aziende di promozione turistica italiane!!!!

    Ovviamente ho esagerato, andate tranquilli, il problema SARS è ormai risolto (vedi OMS) e in Indonesia non è praticamente mai esistito!

    Anch'io ero a Bali poche settimane prima dell'attento e ricordo bene il Sari Club! Un posto assai confusionario, come tutta Kuta. Anche se gli australiani stanno un po' rovinado la bella atmosfera balinese mi sembra comunque che le parole di Francesca siano da ergastolo, io non gioirei troppo per le disgrazie altrui.........queste cose, prima o poi, si pagano!!
    E poi di italiani cafoni, in giro per il mondo ce ne sono sempre troppi!!!!!!
  3. Luca Villa
    , 21/6/2003 00:00
    Il 01.07.03 partirò con la mia family per Bali Lombok e Gili, con le opportune precauzioni che si seguono soprattutto viaggiando con zaini e bambino, per quanto riguarda la Sars invito alla tranquillità, i mass media sono mezzi di informazione ma riescono creare ansie ingiustificate. Buone vacanze a tutti
  4. Manuela Fiorini 1
    , 20/6/2003 00:00
    Mi sono recata a Bali lo scorso febbraio, appena poche settimane prima che scoppiasse sui giornali il caso SARS.
    Sono andata là con un mio amico fotografo grazie ad un viaggio stampa, organizzato per rilanciare l'economia turistica dell'isola dopo l'attentato al Sari Club di Kuta.
    Nonostante l'isola riservi scenari veramente splendidi, in giro i turisti si contavano davvero sulla punta delle dita. I pochi che si potevano scorgere venivano riempiti da richieste di acquisto di artigianato locale e prodotti vari. Non potevi passeggiare a piedi che ti veniva chiesto se serviva un taxi. Ho toccato con mano quanto questa popolazione, povera ma dignitosa, abbia bisogno del turismo per sopravvivere. E questo ancora dopo sei mesi dall'attentato.
    Ecco, io credo che, a volte l'allarmismo di giornali e tv siano veramente in grado di influire negativamente sull'economia di una nazione. E' vero che una bomba ha ucciso 200 persone, ma perchè penalizzare Bali? Successe anche alla stazione di Bologna, anche lì morirono tanti innocenti.
    Forse che dovremo rinunciare a viaggiare e starcene chiusi in casa. Ecco, io penso che bisogna essere fatalisti e non èermettere che la follia di pochi ci privi della voglia di viaggiare e di scoprire realtà affascinanti.
    Per quello che riguarda la Sars, ho avuto conferma da una ragazza italiana che ho conosciuto e che vive a Bali ormai da 5 anni, che non è stato registrato nessun caso. Sono certa che, spesso, gli organi di informazione godano nel fare un certo allarmismo, con risultati devastanti per l'economia dei vari paesi.
  5. Gabriella Panzera 1
    , 13/6/2003 00:00
    sono totalmente d'accordo con ciò che ha scritto gianni, il caso sars è stato ingigantito ad hoc!
    se ti fa stare più tranquilla puoi visitare il sito dell'OMS (organizzazione mondiale sanità) www.who.int/csr/sars/en/ dove tengono costantemente monitorati i casi di sars nel mondo.
    fossi in te cmq non mi preoccuperei affatto (io in agosto andrò in malesia) anche perché a bali e lombok ci sono stata due anni fa e sono davvero bellissime!!!
    Buona vacanza.
    gabri
  6. Gianni Mezzadri
    , 4/6/2003 00:00
    Vorrei precisare una cosa: tanta paura per una malattia come la SARS è totalmente ingiustificata. Mi ricorda molto il caso della mucca pazza: panico, diffidenza e poi? Mi sembra che il totale delle vittime sia zero o uno. A parte probabilmente il caso cinese, il contagio della polmonite atipica è stato decisamente limitato, le notizie erano trasparenti, anzi hanno esagerato la gravità e le precauzioni sovrabbondanti. Inoltre passano solo alcune notizie, non quelle veramente importanti a capire la reale situazione. Ad Aprile sono stato in Canada (paese dichiarato a rischio) e ho avuto modo modo di notare che in Italia non è mai stato detto che nello stesso periodo in cui sono morte a Toronto 16 persone di SARS ne sono morte il doppio per influenza (sì - semplice influenza!!). Non è stato detto che erano tutti anziani. Non è stato detto che avevano altre patologie in atto. Non è stato detto che nessuno è stato contagiato per strada o senza accorgersene, tutti i casi sono riconducibili alla fonte. La paura della SARS è ingiustificata, a meno che non siate anziani, con altre malattie e a stretto contatto con persone già infettate! Andate pure a Bali, è molto più pericoloso girare per le nostre strade nei weekend!
  7. Massimo Curti
    , 31/5/2003 00:00
    sono convinto che non ci si debba preoccupare poichè l'isola di Bali si trova a ben 5000 kilometri dalle zone infette che sono state isolate(pechino ed hong kong)
    A New York nessuno vieta di andare eppure si trova molto vicino a Toronto dove si sono verificati 40 casi di sars con decesso, mentre dovremmo preoccuparci di casa nostra dove i casi di sars pur se non mortali sono stati 9.
    Per quanto riguarda gli attentati non penso che dopo 11 settembre nessun turista sia più andato a New York e comunque se hai qualche paura nessuno costringe nessuno, la vita è lunga.
  8. Camilla Bandera
    , 31/5/2003 00:00
    anche io e il mio ragazzo saremo a bali e lombok ad agosto
    veramente ... ci stiamo pensando... abbiamo il volo bloccato fino al 7 giugno, poi o si và o si resta.
    "meditiamo"
    ciao
  9. il mau
    , 21/5/2003 00:00
    "dopo l'attentato che ne ha ammazzati un bel po'......".
    e se tra gli australiani rozzi e ubriaconi c'era un turista italiano, per esempio tuo fratello o tua sorella o la tua migliore amica ?

    Ma ti rendi conto delle cose che hai detto ? ti rendi conto che stiamo parlando di ragazzi e ragazze di vent'anni ?
  10. Turista Anonimo
    , 19/5/2003 00:00
    X Francesca

    Il tuo intervento mi pare a dir poco "riluttante".Ti sembra il caso???
    Non è che nella discoteca di Kuta son morti topi...ma persone!!!!
    Un conto è nn avere simpatia per qualcuno un conto è non portare rispetto per la gente che ci ha lasciato la vita!!!!
    Pensi di essere tanto meglio dei cafoni australiani????
    Se io ti dovessi giudicare per quello che hai scritto direi proprio di no!!
    Matteo
  11. Turista Anonimo
    , 12/5/2003 00:00
    Le tue parole, Francesca, sono un po' forti non trovi?...
    "dopo l'attentato che ne ha ammazzati un bel po' gli australiani dirottano bali e chi va puo' assaporare al meglio lo spirito isolano senza stupide discoteche e accento inglese da tutte le parti. bello no?"
    Si possono esprimere pareri anche in un modo un po' + "umano"....
    I miei erano a Bali poche settimane prima dell'attentato....

    Comunque ... proprio stamattina ho cercato info sull'Australia per i miei che ci vanno quest'estate e sul sito del Ministero degli Esteri Francese ho trovato una scheda riassuntiva dei paesi da non visitare tranne che per impegni urgenti di lavoro e c'era proprio l'Indonesia... non sarà per la sars ma probabilmente per gravi problemi politici... quindi..... vedi tu....
  12. Francesca Salvetti
    , 12/5/2003 00:00
    carissima,
    io da quattro mesi sto viaggiando nelle zone per cosi' dire infette. grazie a dio sto bene. comunque il rischio e' ovunque. anche negli stati uniti e in canada e ora anche in europa. in indonesia vivono centomilioni di persone sarebbe veramente sfortuna se proprio tu per il tuo viaggio di nozze dovessi beccarti la dannata malattia.
    comunque adesso e' il meglio andare in indonesia. si sa che da anni la tranquillita' di bali e' sconvolta dai turisti australiani. arroganti e cafoni. bali e' alla merce di quei gretti. dopo l'attentato che ne ha ammazzati un bel po' gli australiani dirottano bali e chi va puo' assaporare al meglio lo spirito isolano senza stupide discoteche e accento inglese da tutte le parti. bello no?
  13. Anna Capriulo
    , 28/4/2003 00:00
    Salve, mi sposo ad agosto e vorremmo andare in Indonesia in viaggio facendo tappa a Bankok, Bali e Lombok. Anche se non è un paese a rischio SARS temiamo cmq il rischio di essere infettati, o peggio di portare la malattia in Italia.
    Qualche consiglio, vi prego.