1. Svizzera

    di , il 22/9/2015 16:40

    La guida per caso della Svizzera è Daniele :)

  2. DANIELE80
    , 25/11/2016 11:13
    Salve Emanuel,

    in generale le consiglio tutta l’area dell’AltStadt,
    la Spalentor , Petersplatz con l’Università, la Marktplatz con il mercato
    feriale e il Rathaus (Municipio). Una passeggiata lungo l’Augustinergasse; la
    Matinskirche e la piazza del Duomo (Münsterplatz) con il Duomo appunto.

    Poi il Kunstmuseum con la collezione più importante di tutta la Svizzera.

    Con il tram si raggiunge il 101 di Baselstrasse,
    dove sorge la sede della Fondazione Beyeler, uno dei capolavori di Renzo Piano

    Il Museo Tinguely. Indubbiamente il Taxi sul Reno (Rheinfähre)

    Per capodanno l’evento principale è sulla Münsterplatz

    http://www.bs.ch/it/Portrait/eventi/eventi/2016/silvester.html

    Un saluto,

    Daniele
  3. Emanuel84
    , 24/11/2016 12:47
    Ciao Daniele,

    dal 29 dicembre 2016 al 01 gennaio 2017 sarò, assieme alla mia fidanzata, a Basilea.
    Non conosciamo molto della città e visto che la nostra visita alla città durerà solo pochi giorni, vorremmo sapere quali luoghi e attrazioni è "obbligatorio" visistare a Basilea.


    Sai se ha capodanno organizzano qualche evento (es. concerti, fuochi d'artificio, ecc.) ?


    Grazie e buona giornata
  4. DANIELE80
    , 27/7/2016 16:20
    Ciao Simonetta,



    dunque Vallese francofono … così a pelle direi la Val d’Anniviers
    con Saint-Luc e Chandolin; oppure la regione di Sion con Val d’Herens, Saint-Martin
    e l’area termale di Val-d’Illiez.



    Ti consiglio anche un bel viaggio sul Mont-Blanc Express
    che parte da Martigny



    Ciao Daniele
  5. Essedue
    , 27/7/2016 13:44
    Ciao Daniele,
    nel mese di agosto vorrei trascorrere tre giorni nel Vallese.
    Ho cercato un po' di informazioni ma non riesco a decidermi dove andare di preciso! Ci sono tanti bei posti, ma in 3 giorni devo limitare un po' la zona!
    Le uniche certezze che ho sono che vorrei restare nella parte francofona del cantone e vorrei pernottare in qualche paesino caratteristico che si trovi ad almeno 1000 metri di altitudine e dal quale si possa partire per fare qualche escursione (non troppo impegnativa però!)
    Sapresti consigliarmi?
    Grazie in anticipo,
    Simonetta.
  6. DANIELE80
    , 23/7/2016 16:37
    Ciao Andrea,

    dal momento che da Roma è già una bella tirata (io abito a un'ora dal confine svizzero e quindi avevo calcolato sulle mie distanze) e dato che viaggerete con un bimbo piccolissimo vi consiglio di rimanere nella Svizzera italiana, entrando da Chiasso e usando come base la magnifica Lugano che offre spunti paesaggistici e culturali degni di nota. Lago, centro storico, località Paradiso, parco civico e alle spalle della cittadina una zona collinare dove poter passeggiare in tutta tranquillità, così come sul lunghissimo lungolago. Nei dintorni comunque troverete Locarno e Bellinzona, oltre che la Val Porlezza in zona già italiana. Insomma Lugano offre molte possibilità e credo che sia quella che più concili le vostre esigenze di riposo, tranquillità ben coniugato con paesaggi e cose da da vedere. Se volessi informazioni più specifiche sul Canton Ticino e dintorni (oltre a dettagli su Lugano) scrivimi pure ...
    Spero di averti aiutato almeno in parte ad indirizzare la scelta.


    Un saluto,
    Daniele
  7. Andrea Picchetto
    , 22/7/2016 15:36
    Caro Daniele,


    intanto vorrei ringraziarti caldamente per gli ottimi spunti che ci hai dato.


    Mi vorrei inoltre scusare per non averti dato abbastanza dati.


    Noi partiamo da Roma.
    Il tuo percorso mi sembra molto itinerante e noi avevamo idea di fare un viaggio più stanziale, con uno massimo due città dove soggiornare (purtroppo per noi trasportare il bambino è abbastanza complicato in quanto si stufa a fare viaggi lunghi) e preferivamo avere una base dalla quale muoverci in per alcune destinazioni in giornata per poi tornare all'albergo. Rimanderemo ai prossimi anni i viaggi di questo tipo.


    Riesci, dopo questi dati, a riadattare i tuoi consigli?


    Grazie ancora per la tua disponibilità.


    Andrea
  8. DANIELE80
    , 20/7/2016 09:21
    Ciao Andrea,

    piacere di conoscerti. Non ho ben capito da quale città
    partirete ma passando per Genova potrete entrare in terra elvetica sia da
    Chiasso che da Domodossola. I luoghi da
    non perdere sono infiniti, troppi. Tuttavia i miei preferiti, che ben si
    conciliano con un itinerario rilassante tra natura e tranquillità, sono
    concentrati nel cantone dei Grigioni e nella Svizzera Orientale. Quest’ultima
    potrebbe risultare un po’ distante, ma offre scenari impagabili. Vi consiglio
    in ogni caso l’ingresso da Chiasso, più facilmente raggiungibile anche se più
    trafficato. Fermatevi a Lugano, la zona di Paradiso, il centro storico, il
    lungolago e il parco civico. Proseguite poi verso Bellinzona per fare un salto
    ai castelli raggiungibili tranquillamente a piedi dal centro e in mezzo al
    verde (Castelgrande, Castello di Montebello); se volete potete fare una
    deviazione verso Locarno (Piazza Grande e lungolago). Da Bellinzona c’è l’autostrada
    A13 che attraverso il San Bernardino vi porta nel cuore dei Grigioni, a Chur
    (fermatevi lungo il percorso al villaggio di Splügen). Da Chur avrete un numero
    considerevole di gite e itinerari: Flims e il Caumasee a ovest, Bad Ragaz,
    Maienfeld, Vaduz (Liechtenstein) a nord, Arosa a sud est e a sud attraverso la
    Julierstraße e il Julierpass arrivate a Silvapiana e St. Moritz. La tratta
    sulla Julierstraße ve la consiglio in particolar modo e se potete sostate nei
    villaggi alpini di Lenzerheide e Parpan, due gioielli! E come enogastronomia
    avrete l’imbarazzo della scelta sui prodotti genuini locali. Da St. Moritz
    potrete rientrare in Italia lungo la Val Bregaglia che vi condurrà fino a
    Chiavenna e poi Colico e il lago di Como.

    Altri spunti interessanti, ad esempio entrando da
    Domodossola, sarebbero invece una deviazione a Zermatt (Gornergrat e monte
    Cervino), per poi proseguire verso Montreaux (imperdibile il castello di
    Chillon); percorrete la Route de la Gruyère (una manna enogastronomica… oltre
    che per il formaggio che prende il nome dalla Valle, La Gruyère appunto, c’è il
    bellissimo itinerario dolce legato al cioccolato svizzero Chailler, la fabbrica
    è a Broc vicino Bulle). In poco tempo sarete a Fribourg o Freiburg (città
    bilingue per eccellenza e ricca di spunti culturali). A quel punto poi Berna …

    Da Berna se vi avanzasse tempo proseguite verso est nell’ Emmental,
    la Valle dell’Emmental chiamata anche Ämmitau (Langnau im Emmental è carina) e
    Luzern con il lago. Altrimenti sempre da Bern scendete lungo il Thunersee
    passando per il Vallese.

    Spero di averti fornito alcuni spunti validi in grado di
    catturare la vostra attenzione.


    Ti ricordo che per percorrere le autostrade svizzere è
    obbligatoria la Vignette. Quella in vigore attualmente scadrà il 31-1-2017 e
    costa 40 franchi. Puoi acquistarla nelle stazioni di servizio vicino al confine,
    in alcuni uffici postali e anche online (credo che il costo qui sia 40 euro,
    con il cambio ci perdi qualche euro).

    Un grosso saluto,

    Daniele
  9. Andrea Picchetto
    , 19/7/2016 17:21
    Caro Daniele,


    siamo una coppia con bambino di 14 mesi.
    Vorremmo in un periodo che va dal 16/08 al 28/08 fare un viaggio in macchina in Svizzera.
    Non abbiamo alcuna idea di quali paesi visitare.
    Gli unici desiderata che abbiamo sono quello di riposarci ( o perlomeno tentare) in quanto è stato un anno particolarmente faticoso.
    Siamo amanti sia della natura, che della cultura (anche enogastronomica).
    Vorremmo spezzare il viaggio di andata, data la distanza ed il bambino piccolo, passando per genova.


    Hai dei posti da consigliarci?
    Grazie mille,
    Andrea
  10. DANIELE80
    , 31/12/2015 17:05
    Ciao Pamela,
    scusa il ritardo nella risposta. Ovviamente non posso che consigliarti i luoghi da te menzionati, soprattutto se adori i paesaggi alpini lasciandoti il traffico e la frenesia alle spalle. Per Zermatt, abbarbicata ai piedi del Matterhorn, puoi servirti del treno che parte da Brig o Visp ogni 30 minuti. Il tempo di percorrenza è di circa un'ora. A Zermatt puoi prendere la fantastica ferrovia a cremagliera del Gornergrat e la funivia Kleines Matterhorn.
    Muerren è un villaggio pedonale che conosco ed è...paradisiaco! Puoi raggiungerlo sia da Lauterbrunnen sia da Wengen. Le opzioni sono due: o attraverso la funicolare da Wengen per Gruetschalp da cui poi un trenino imbocca la strada panoramica per Muerren, oppure in bus da Lauterbrunnen fino a Stechelberg da dove poi parte la funivia per Muerren.


    Qui trovi gli orari:
    http://www.quadri-orario.ch/it/benvenuti.html

    Basta inserire 'Murren' nella stringa e ti compariranno gli orari e i numeri delle linee che servono la località; la stessa cosa per i treni da e per Zermatt (naturalmente, con precisione svizzera, anche le relative coincidenze).


    Se ti servisse altro scrivimi!
    Buon anno e ... Gute Reise!


    Ciao Daniele
  11. Pippi&Bomby
    , 28/12/2015 23:22
    Ciao Daniele, grazie anzitutto per le tue precise indicazioni.
    Ho studiato un po' i diversi percorsi e volevo chiederti se secondo te i paesi di Titlis, Murren e Zermatt possono valere il giro, sempre contando che partiamo da Milano Linate.
    In caso affermativo, abbiamo visto che poiché alcuni posti non sono raggiungibili in auto (esempio per Murren) se potresti indicarci metodi e prezzi per arrivarci.
    Ci piaceva molto l'idea di vedere posti in cui la montagna e la neve la facessero da padrona con vedute spettacolari e magari anche qualche attività (esempio, slittino in due, cena in motoslitta o escursioni per principianti (non sappiamo purtroppo ne sciare ne andare in snowboard :( ) e nello stesso tempo qualche paesino caratteristico.
    Grazie della tua disponibilità,
    Pamela
  12. DANIELE80
    , 17/12/2015 13:07
    Ciao Pamela,



    piacere di conoscerti. In primis verifica che il noleggio non abbia costi
    aggiuntivi per la vignette autostradale Svizzera (non si sa mai). Atterrando a
    Linate potresti entrare in Svizzera da Chiasso, frontiera più vicina. Da lì
    sicuramente opterei per una sosta a Lugano (a soli 30 minuti dalla dogana). Ti
    consiglio di vedere il Parco Civico con il museo di Belle Arti, la passeggiata
    sul lungolago e il centro storico, in particolare via Nassa; nel caso fossi
    interessata, in località Montagnola, c’è un percorso tematico legato allo
    scrittore Hermann Hesse. Puoi lasciare l’auto in uno degli autosilo oppure nel
    parcheggio di Cassarate, appena dopo il parco civico. Da Lugano raggiungi
    Bellinzona dove indubbiamente fare un’escursione ai due castelli praticamente abbarbicati
    ai lati del centro cittadino: Castelgrande e il Castello di Montebello. Sia
    Lugano che Bellinzona le potrai agevolmente vedere in un giorno.



    Da Bellinzona ci saranno due direttrici possibili (tre se vorrai
    considerare un salto a Locarno). La prima è quella che attraverso il tunnel del
    Gottardo ti porta al lago dei Quattro Cantoni per poi proseguire fino a Zug e
    Zurigo (lascerei a parte Lucerna dal momento che l’hai già vista). La seconda che
    sale verso il Passo del San Bernardino toccando anche lo Spluga (Splügen),
    Thusis e Chur (Coira) entrando nel Cantone dei Grigioni (il mio preferito). Da
    Coira potrai sbizzarrirti sulle scelte:dopo la breve visita al piccolo
    capoluogo puoi fare un salto ai villaggi montani di Parpan e Lenzerheide
    (pittoreschi e spettacolari); in alternativa prendere il treno e andare ad
    Arosa (parte ogni ora ai minuti .08 da Coira). Lascia l’auto e vai in treno … fidati.
    E’ un tragitto ferroviario montano tra i più belli al mondo.

    Guarda qui https://www.rhb.ch/it/tempo-libero-escursioni/scoprire-il-cantone-dei-grigioni/la-ferrovia-di-arosa.


    Oppure a pochi chilometri puoi raggiungere Maienfeld villaggio carino e non
    solo perché è conosciuto come il paese di Heidi. Da Chur potrai tornare in Italia
    o lungo il percorso dell’andata oppure deviando lungo lo JulierPass che ti
    porta in Engadina fino a Silvapiana (se vorrai potrai fare un rapido salto a
    Sankt Moritz) per poi raggiungere Chiavenna attraverso il passo Maloja e la
    bellissima Val Bregaglia.



    Spero di averti fornito qualche idea per la tua vacanza in terra elvetica.
    Se avessi bisogno di altre informazioni scrivimi pure.



    Ciao Daniele
  13. Pippi&Bomby
    , 16/12/2015 22:45
    Ciao Daniele,
    ho programmato un breve tour in Svizzera per capodanno.
    Arriverò a Linate alle 8.00 del 01/01/2016 e ripartirò dallo stesso aeroporto alle 21 del 03 gennaio.
    L'anno scorso ci sono stata nello stesso periodo ed ho visitato Berna, Montreaux, Lucerna e Gstadd. Quest'anno vorrei fare un altro piccolo giro (affitterò l'auto a Milano). Ti premetto che non ci vado per sciare...pertanto vorrei chiederti un consiglio, visti i giorni a disposizione, per visitare dei luoghi caratteristici visto che il paesaggio mi è piacuto molto.
    Grazie,
    Pamela
  14. DANIELE80
    , 27/9/2015 13:41
    Ciao Dany&Mary,


    un bellissimo itinerario, sfruttato al meglio. Se avrete tempo (con 2 notti a Berna il tempo dovrebbe avanzarvi) fate una piccola escursione al Thunersee e alla cittadina di Thun, la città vecchia, lo Schloss e la Obere Hauptgasse. L'Oberland Bernese ha risorse affascinanti. Friburgo è visitabile anche in mezza giornata e dista circa mezzora di S-Bahn da Berna.


    Per quanto riguarda la ferrovia più alta d'Europa, dal momento che esistono due percorsi da Interlaken Ost vi consiglio l'escursione come tragitto circolare, ovvero all'andata via Lauterbrunnen e Wengen, il ritorno via Grindelwald (o viceversa), in modo da sfruttare al meglio il tragitto. Occorrerà sempre cambiare a Grindelwald o Lauterbrunnen, oltre che a Kleine Scheidegg con la cremagliera che si inerpica sullo Jungfrau.

    Consultate bene il sito ufficiale http://www.jungfrau.ch/


    Fate attenzione agli orari: alcune corse cessano a partire dal 25 ottobre; in ogni caso le coincidenze sono sempre rapide e garantite.


    Per Bellinzona invece non perdetevi i castelli ovviamente.


    La Pilatusbahn è indimenticabile! Vi lascio il sito con gli orari


    http://www.pilatus.ch/de/bergbahnen/fahrplan/


    Sulla Svizzera potrebbe essere utile ricorrere, in base alle tratte, a qualche tipologia di carta sconto, altrimenti rischiate di spendere un patrimonio.


    Questo è il link con una panoramica tariffaria:


    https://www.ffs.ch/abbonamenti-e-biglietti.html


    Se con il cursore cliccate dalla pagina qui sopra sul link “Abbonamenti e Biglietti” vi verranno illustrate tutte le offerte.


    Buona giornata,


    Daniele
  15. dany-mary
    , 26/9/2015 21:12
    Ciao Daniele, sto organizzando - per la metà di ottobre - un tour (5 notti) in Svizzera. E' la prima volta che visito il paese e ho abbozzato questo programma di viaggio:

    - Lucerna (1 notte. Visita città e salita al Pilatus),

    - Berna (2 notti. Visita città, musei e dintorni: Friburgo, Murten),

    - Interlaken (1 notte, salita allo Jungfrau, meteo permettendo),

    - Bellinzona (1 notte, visita città e castelli Unesco).


    Hai consigli su altre cose interessanti
    che meritino una sosta? Per la salita allo Jungfrau da quale
    stazione consigli di partire: Grindelwald o Lauterbrunner? Grazie per ogni suggerimento.



    Dany&Mary
  16. DANIELE80
    , 23/9/2015 08:28
    Grazie infinite! :-)