1. Matrimonio sui colli bolognesi

    di , il 17/6/2015 10:19

    Cara Syusy, caro Patrizio, cari Turisti per Caso mi chiamo Serena, ho 25 anni e vi scrivo con il desiderio di essere arricchita da un vostro consiglio.

    Sono cresciuta nel modenese, in una casetta di provincia dove lo scorrere delle sere degli anni '90 era scandito dalle spiegazioni della mamma che provava e riusciva a far appassionare la sua bimba ai viaggi dei Turisti per Caso. Un'impiegata delle Poste cercava, con i mezzi disponibili, di aprire la mente di sua figlia al Mondo, nonostante la vacanza estiva che si poteva permettere aveva come unica e incontrastata protagonista la pensione di Cesenatico.

    A 19 anni ho iniziato a scegliere, a viaggiare e a scoprire terre vicine e lontane. Ho iniziato ad amare l'Africa. Ho iniziato l'università, che mi ha portato a Bologna, Madrid e Torino. E sì, a dir la verità, ho iniziato diplomaticamente a persuadere gli amici “fuori sede” a trascorrere i pomeriggi domenicali più grigi in compagnia delle repliche di Turisti per Caso rinvenibili su Internet. In fondo sono convinta che lo sguardo sensibile, accogliente e rispettoso attraverso cui mi avete fatto conoscere parti di Mondo abbia influenzato la mia personalità.

    Cresciuta da “modenese volgare”, anche io, tra i tanti, sei anni fa mi sono innamorata di Bologna e mi sono innamorata a Bologna. Per questo motivo l'anno prossimo mi sposo con Manuel, un ragazzo sudtirolese conosciuto nelle aule affrescate dell'università più antica del mondo occidentale. Il nostro matrimonio sarà celebrato con rito civile, senza sfarzi o pomposità. Vorremmo festeggiare in maniera intima con la ventina di persone a cui siamo maggiormente legati e vorremmo festeggiare sui colli bolognesi. Abbiamo quindi pensato di chiedervi un consiglio. Potete indicarci le zone dei colli più affascinanti dal punto di vista naturalistico? Conoscete qualche posto “buono e sostenibile” dove potremmo mangiare qualcosa?

    In attesa di risposte vi auguro buon viaggio!

    Serena

  2. lucky66
    , 17/6/2015 18:02
    Non ho consgli per te complimenti per il ritratto che hai fatto! L'amore per i viaggi nasce da piccoli, dalle immagini tv, dai documentari, dai racconti degli adulti.
  3. lucky66
    , 17/6/2015 18:01
    Non ho consgli per te complimenti per il ritratto che hai fatto! L'amore per i viaggi nasce da piccoli, dalle immagini tv, dai documentari, dai racconti degli adulti.
  4. serena-mente
    , 17/6/2015 10:19
    Cara
    Syusy, Caro Patrizio, Cari Turisti per Caso






    mi
    chiamo Serena, ho 25 anni e vi scrivo con il desiderio di essere
    arricchita da un vostro consiglio.







    Sono
    cresciuta nel modenese, in una casetta di provincia dove lo scorrere
    delle sere degli anni '90 era scandito dalle spiegazioni della mamma
    che provava e riusciva a far appassionare la sua bimba ai viaggi dei
    Turisti per Caso. Un'impiegata delle Poste cercava, con i mezzi
    disponibili, di aprire la mente di sua figlia al Mondo, nonostante la
    vacanza estiva che si poteva permettere aveva come unica e
    incontrastata protagonista la pensione di Cesenatico.



    A 19
    anni ho iniziato a scegliere, a viaggiare e a scoprire terre vicine e
    lontane. Ho iniziato ad amare l'Africa. Ho iniziato l'università,
    che mi ha portato a Bologna, Madrid e Torino. E sì, a dir la verità,
    ho iniziato diplomaticamente a persuadere gli amici “fuori sede”
    a trascorrere i pomeriggi domenicali più grigi in compagnia delle
    repliche di Turisti per Caso rinvenibili su Internet.



    In
    fondo sono convinta che lo sguardo sensibile, accogliente e
    rispettoso attraverso cui mi avete fatto conoscere parti di Mondo
    abbia influenzato la mia personalità.







    Cresciuta
    da “modenese volgare”, anche io, tra i tanti, sei anni fa mi sono
    innamorata di Bologna e mi sono innamorata a Bologna. Per questo
    motivo l'anno prossimo mi sposo con Manuel, un ragazzo sudtirolese
    conosciuto nelle aule affrescate dell'università più antica del
    mondo occidentale.



    Il
    nostro matrimonio sarà celebrato con rito civile, senza sfarzi o
    pomposità. Vorremmo festeggiare in maniera intima con la ventina di
    persone a cui siamo maggiormente legati e vorremmo festeggiare sui
    colli bolognesi. Abbiamo quindi pensato di chiedervi un consiglio.
    Potete indicarci le zone dei colli più affascinanti dal punto di
    vista naturalistico? Conoscete qualche posto “buono e sostenibile”
    dove potremmo mangiare qualcosa?







    In
    attesa di risposte vi auguro buon viaggio!


    Serena