1. Una spada di Damocle...

    di , il 20/2/2002 00:00

    20.02.2002 Sveglia alle 6,30, accendo la radio mezzo assonnato e sento la seguente notizia: Roma - arrestati 4 Marocchini e sequestrati 4Kg. Di Cianuro, forse preparavano un attentato all'Ambasciata americana...

    Il cronista ha omesso un particolare inquietante, che con 4 kg. Di Cianuro sarebbe stato possibile avvelenare tutti i cittadini di Roma messi assieme.

    Allora pongo a tutti voi una domanda: 1°) vi sembra giusto che costoro scatenino la loro guerra in casa nostra?

    2°) vi sembra giusto che gli americani continuino a sostenere Israele nel quotidiano carnaio della Palestina, fregandosene che noi stiamo a un tiro di schioppo da questo casino bibblico?

    Spero che questo Forum passi perchè ce n'è di carne da mettere al fuoco!

  2. De Giò
    , 2/3/2002 00:00
    X Floriugena...
    scusami, ma non ho risposto al tuo secondo quesito, ossia "la diversità". Affermi che è ineliminabile, io dico invece che tra "diversi si può convivere sotto magari una grande bandiera....

    CHI E' UN'AMERICANO
    E' un russo evaso dai lagers comunisti,
    E' un tedesco che odia i nazisti,
    E' un'irlandese cattolico scacciato dai protestanti,
    E' un mercante ebreo che girovaga in cerca di una patria,
    E' uno schiavo negro che viene dall'Africa,
    E' un mafioso siciliano che fugge dalla polizia,
    E' un povero vietnamita ripescato nel mar giallo,
    E' un affamato del 3° mondo,
    E'....

    A riciao
    Giò
  3. De Giò
    , 2/3/2002 00:00
    Ciao Cara Amica
    Scusami ma il tuo nome non riesco proprio a decifrarlo. Come prima cosa devo dirti, che se tu non avessi manifestato la tua età, ti avrei dato più anni di quelli che tieni. Quindi sei più matura dell'età anagrafica e questo è sicuramente un buon passpartout per affrontare la vita. Hai detto che per te non esiste la superiorità ed è giustissimo. Confucio ha affermato che non esistono le razze umane ma gruppi di uomini che parlano lingue diverse e hanno abitudini diverse...Ogni uomo di questo pianeta ha pertanto pari dignità, sia esso uno scienziato, uno stupido, un handicappato o una bella diciannovenne come te.
    Chi ha violato questo principio essenziale ha commesso un'offesa contro tutta l'umanità, indipendentemente da chi abbia discriminato.
    Ciao e complimenti a mamma e papà che hanno fatto un buon lavoro.
    Giò
  4. Floriana Esposito
    , 28/2/2002 00:00
    sera.non so se c'è ancora qualcuno che ascolta in questo forum,cmq io scrivo.volevo dire che coi miei "miseri" 19 anni non ho fatto altro che spremermi in seguito agli eventi recenti che persistono nel mondo per cercare di trovare una chiave di lettura del mondo stesso.
    e' senza dubbio una questione di cultura e diversità, di religione,sono cose su cui si basa l'identità di popolazioni intere, e la portata di tutto ciò mi spaventa e mi spinge ad una quasi neutralità,provo a spiegarvela.
    senza dubbio provo una grande rabbia quando mi sembra di percepire il pericolo che viene a disturbarmi in casa mia,altre volte penso invece che nella grandezza del mondo io non sono che un soffio, e non riesco a trovare una soluzione ai pensieri che mi affollano: punire o capire?la discriminazione è indubbiamente un fatto culturale.non esiste la superiorità,questa è una cosa di cui credo poter essere sicura.esiste solo la diversità,che fa una paura incredibile, e che antropologicamente è provata e irremovibile,non importa quanto siamo o saremo "civilizzati".
    scusate le parole sconnesse che ho scritto,ma sono l'espressione delle domande che ho in testa...adieu
  5. De Giò
    , 27/2/2002 00:00
    Per Kocis

    Haug

    Giò.
  6. Salvatore Sirico
    , 27/2/2002 00:00
    makkettefrega kette,penza a' salute
  7. Turista Anonimo
    , 25/2/2002 00:00
    Nel precedente intervento mi è scappato un "gli" a posto di un "li". Ho deciso di rettificare immediatamente visto che una tizia, in un suo profondo messaggio, nel forum sul giro del mondo in furgone, mi ha collocato "in un piano troppo diverso", ossia inferiore, in sostanza mi ha definito un ignorante.
    Beata lei che sarà sicuramente una Laureata della Bocconi...
    Giò
  8. De Giò
    , 25/2/2002 00:00
    Da un eventuale embargo, hanno da perdere solo gli Israeliani. I Palestinesi da decenni vivono solo di elemosine, mascherate sottoforma di aiuti panarabi. Sono stati ridotti in questo modo dalle ben note vicende belliche, che gli hanno visti protagonisti, loro malgrado.
    Ieri in TV ho visto due bimbe palestinesi che cercavano disperatamente di recarsi alla loro scuola e venivano ogni volta respinte dai soldati con la stella di Davide. Erano linde e pulite e dai loro occhioni neri traspariva tanta dignità e fierezza. Purtroppo, in questa vicenda è innegabile che occorra l'intervento degli Americani. Se non altro perchè a creare il novello stato Ebraico in Palestina, sono stati loro e i loro fratelli Inglesi. Naturalmente si sono ben guardati dall'impiantarlo nel Nebraska, o nel Texas. Per quanto riguarda le botte, visto che a prenderle sono stati sempre i Palestinesi, basterebbe togliere i guantoni ad Israele...
    Giò
  9. Roberto G
    , 25/2/2002 00:00
    Avete mai visto come i buttafuori di una discoteca sedano una rissa? Si buttano in mezzo e pestano nel mucchio, senza badare a chi ha cominciato... Forse Israele e palestina si calmeranno solo quando un buttafuori comincerà a pestare nel mucchio, naturalmente non con le armi vere, ma con gli embarghi, le sanzioni e l'interruzione dei rapporti diplomatici con entrambi...
    Certo che Veltroni non fiata... I voti della comunità ebraica di Roma (e l'influenza politico-economica dei suoi componenti) sono fondamentali per un altro mandato da Sindaco...
  10. Brutfort .
    , 25/2/2002 00:00
    Caro Giò, temo che fino a quando le "indifese" società occidentali continueranno a sostenere incondizionatamente Israle (in modo esplicito, vedi Usa e UK, e in modo furbescamente meno esplicito, vedi Francia, Germania e Italia), difficilmente si verrà a capo della situazione.
    Ciao !
  11. De Giò
    , 25/2/2002 00:00
    Costanzo ha ribadito una cosa sacrosanta: il terrorismo Islamico è una minaccia reale e mortale per le indifese società occidentali. Dopo i Kamikaze giapponesi, mai si era assistito a qualcosa di simile. Adesso, i giovani arabi che si sono fatti saltare in aria, per ribadire il loro diritto ad una giustizia, non si contano più, nè si riesce a vedere la fine di questo infernale tunnel. A mio avviso una soluzione ci sarebbe per risolvere questo annoso problema: che Israele abbandoni subito i territori occupati, in maniera da avere arabi da una parte e israeliani dall'altra, poi un bel muro alto quanto le bibbliche mura di Gerico, e forse ci sarebbe un pò di tregua nel carnaio Palestinese.
    Giò
  12. Costanzo
    , 25/2/2002 00:00
    Alle domande che hai posto c'è da rispondere solamente con un grande NO, ma è più semplice dirlo che fare qualcosa per risolvere il problema. Come si fa ad evitare che questa gente faccia le loro guerre in casa nostra? Non si può. Qui gente di questo tipo ci vive e ci prospera. Come si fa ad impedire che un esaltato una mattina si faccia saltare per aria in mezzo a una piazza qualunque? E' veramente una spada di Damocle il terrorismo di matrice islamica, ma nessuno che conta ne vede il reale pericolo, e non si fa nulla per risolvere il problema. C'è chi si è risentito che i 4 marocchini siano stati arrestati, gridando all'intolleranza e dicendo che si sta creando un clima di sospetto contro i musulmani!!!
    Per quanto riguarda gli USA, non è neanche immaginabile che smettano di sostenere Israele. Ieri ho sentito la notizia che Hillary Clinton è andata in Israele e ha portato lì la sua solidarietà, dicendo che dovunque ci siano vittime del terrorismo, lì è Ground Zero, sicché Israele è Groud Zero, con buona pace di quei poveracci di Palestinesi che non sanno più come dire agli Israeliani di lasciarli vivere in pace. Il nuovo rabbino capo di Roma, Di Segni, ieri s'è insediato e ha dato anche lui piena solidarietà a Israele. C'era Veltroni in sinagoga, non credo che abbia fiatato, né sarebbe stato il caso di farlo in quella sede, ma neanche dopo ha speso una parola. Quindi piena solidarietà a chi risponde coi missili ai lanci di pietre. Che scenario entusiasmante!
  13. De Giò
    , 24/2/2002 00:00
    Scommetto che se avessi proposto un forum sull'omosessualità degli agnelli...quelli a quattro zampe,ci sarebbero stati già numerosi interventi. Invece, della tragedia degli amici Palestinesi, sembra che non glie ne freghi un tubo a nessuno. Capisco che molti si sentono impotenti e dicono che tanto, le nostre restano sterili parole. Io credo invece che sia importante parlare di queste tragedie, se non altro, per far comprendere a chi soffre, che noi non siamo insensibili a questa tragedia bibblica.
    giò
  14. Giò De nittis
    , 20/2/2002 00:00
    20.02.2002 Sveglia alle 6,30, accendo la radio mezzo assonnato e sento la seguente notizia: Roma - arrestati 4 Marocchini e sequestrati 4Kg. Di Cianuro, forse preparavano un attentato all'Ambasciata americana...
    Il cronista ha omesso un particolare inquietante, che con 4 kg. Di Cianuro sarebbe stato possibile avvelenare tutti i cittadini di Roma messi assieme.
    Allora pongo a tutti voi una domanda: 1°) vi sembra giusto che costoro scatenino la loro guerra in casa nostra?
    2°) vi sembra giusto che gli americani continuino a sostenere Israele nel quotidiano carnaio della Palestina, fregandosene che noi stiamo a un tiro di schioppo da questo casino bibblico?
    Spero che questo Forum passi perchè ce n'è di carne da mettere al fuoco!