1. Naturismo

    di , il 1/4/2003 00:00

    Il naturismo è un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di sé stessi, degli altri e dell'ambiente.

    E' un ideale umanistico che prende spunto dal mondo classico greco e dai moderni precetti medici, psicologici ed ecologici, per avere un rapporto più corretto con sé stessi, con gli altri e con l'ambiente circostante.

    E' un movimento a carattere familiare, perché soprattutto per l'educazione dei giovani raccomanda la nudità in comune a partire dai nuclei famigliari e perché all'interno dei siti naturisti si promuove l'atmosfera familiare.

    E' un movimento sano, poiché porta al benessere fisico e psichico anche attraverso un'alimentazione e uno stile di vita equilibrati.

    E' un movimento educativo perché insegna al rispetto di sé stessi, degli altri, delle risorse naturali, e alla tolleranza verso le persone di ogni razza, età, sesso, forma.

  2. William Cen
    , 14/5/2003 00:00
    ...il naturismo non annullerà le differenze sociali,..non farà sentire più vicini alla natura..., ci saranno tante persone che lo fraintendono..., si potrà stare benissimo anche in costume....
    ..condivido tutto...
    ..ma guardate che stare in spiaggia e fare il bagno senza costume...
    è davvero il massimo..
    provare per credere (diceva una volta un tale)...
  3. William Cen
    , 14/5/2003 00:00
    ...il naturismo non annullerà le differenze sociali,..non farà sentire più vicini alla natura..., ci saranno tante persone che lo fraintendono..., si potrà stare benissimo anche in costume....
    ..condivido tutto...
    ..ma guardate che stare in spiaggia e fare il bagno senza costume...
    è davvero il massimo..
    provare per credere (diceva una volta un tale)...
  4. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    costume in juta 2 euro, pinne in legno 1,5 euro, occhialini da saldatore 3 euro, sdraio con i ceci gratis.
  5. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    lo sapevo che avrei lanciato na moda.....
  6. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    Tutti coperti da un saio, la nuova rivoluzione che annulla le differenze sociali, tutti emuli dei benedettini, ora et labora, e fra i buchetti del saio un po' di sole a scottarci le pudenda a mo' di carcerati.
  7. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    non era male in effetti la tua teoria però anzichè color juta io avrei proposto di juta proprio, effetto saio. Tutti uguali come i frati. Ruvidini forse.
  8. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    scu-sa andrew...e la mia ipotesi non la consideri? tzè.....venessian
  9. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    io non so se Francesco intendesse dire quello che ho capito io e cioè che il trovarsi nella stessa situazione, nudi senza nessun richiamo a quella che può essere la tua posizione sociale aiuti, almeno in quel contesto, a non dar peso alle differenze. Un pò come trovare un gran avvocato in campeggio tu e lui con la vostra tendina. Mah? Ora mi fate venire dei dubbi.....poi tutto torna come prima rimessi gli abiti e disfata la tenda. Magari però in quel frangente è così.
  10. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    Fosse davvero così ma Pascal diceva meno titoli non meno costumi. Mi pare che porsi degli obiettivi così alti con gesti così semplici sia fuori luogo perchè due sono le cose: o non esistono "differenze sociali" o, se esistono, vanno ben oltre l'abito che si indossa, sono un fatto culturale. Ed invece mettersi nudi non ci rende tutti uguali, nemmeno fisicamente, e questo non è certo un elemento negativo, almeno non sempre.E' questo che non mi piace nei teorici del naturismo che trasformano un fatto prettamente sensoriale in una esperienza sociologico-culturale.
  11. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    mi sento chiamata in causa dalle accuse di francesco, visto che una delle frasi era mia.
    caro francesco. se si apre un forum sulla barca a vela o sul naturismo mi sembrerebbe alquanto riduttivo e sciocco parlarne solo in positivo. francamente, se si apre un forum di discussione è per discuterne.
    ora, si parla di naturismo.
    io sono d'accordo nel dire che tutti hanno il diritto di vivere a modo loro. ed ü proprio per questo che tanta gente della stessa pasta di quella di cui ho parlato nel mio ultimo intervento mi sta particolarmente antipatica. semplicemente perchè ti impongono di passare al loro stile di vita, e non accettano che tu la pensi in altro modo. quella gente è venuta nel mio paese e ci ha cacciato dal posto dove abbiamo deciso di andare a fare il bagno per anni, solo perchè a noi non andava di metterci nudi. ogni giorno ci rimproveravano e ci mandavano a quel paese nel loro dialetto tedesco. ma a te sembra normale?
    a me no. soprattutto visto e considerato che siamo in un paese libero e che quella non era per nulla area recintata pro-naturisti.
    lì avevano il diritto di andarci tutti, nudi o vestiti.
    e loro sono arrivati ben dopo. un minimo di correttezza io lo chiedo ad ognuno. e loro eano molto maleducati. per non dire parolacce in forum... visto che a volte penso che oggi li insulterei. non per il naturismo, ma per il loro modo di fare.
    perchè imporre a qualcuno qualcosa in maniera tanto forzata?
    francamente li abbiamo mandati a quel paese con molta soddisfazione.
    ma ancora mi rode che ci abbiano costretti, per una faccenda di quieto vivere a lasciare il pozzo e ad andare a cercarci un altro posto dove fare il bagno in pace senza che nessuno venga a svegliarci o ad interrompere noi bimbi che giocavamo ed a rimproverarci in malo modo perchè avevamo il costume addosso.
  12. Turista Anonimo
    , 9/5/2003 00:00
    allora si potrebbe anche scegliere tutti lo stesso costumino discreto e disadorno color juta e si abbaterebebro le differenze sociali...sarebbe la stessa cosa? mah.......
    lo so sono una rompiballe enorme...ma devo da capì
  13. Turista Anonimo
    , 8/5/2003 00:00
    Le ultime righe di Francesco mi piacciono molto, sono convinto che il naturismo aiuta nell'annullamento delle "differenze" sociali. Non mi piacciono le citazioni ma Pascal diceva, più o meno, che il mondo sarà migliore quando esisteranno più persone e meno titoli.
  14. Turista Anonimo
    , 8/5/2003 00:00
    anche se ho detto che per me l'abito non fa il monaco, concordo sul super messaggio del ruolo soprattutto. Io ad esempio, può sembrare una cosa stupida ma per me non lo era, quando dovevo affrontare un professore particolarmente "duro" lo immaginavo seduto sul water.
  15. Francesco D.
    , 8/5/2003 00:00
    Costanzo ti ringrazio per la risposta, ora penso di aver capito il tipo di personagio cui ti riferivi, io li chiamo simpaticamente "i testimoni", ce ne sono in tutte le categorie, sicuramente anche tra i naturisti.

    Purtroppo, a differenza, ad esempio, dei vegetariani, la cui scelta può essere percorsa prevalentemente nella sfera privata, i naturisti per poter praticare il naturismo hanno la necessità fisiologica di istituire delle aree non ristrettissime, per la costituzione delle quali è indispensabile che siano d'accordo anche i "non naturisti".

    Per questo i naturisti promuovono molto il naturismo e vogliono che se ne parli, non tanto per convincere i "non naturisti" a convertirsi, semmai a persuaderli dell'opportunità o almeno della "non dannosità" dell'esistenza di aree dedicate al naturismo.

    Per quanto riguarda poi cos'è il naturismo, vorrei sottolineare come la nudità, che sicuramente è la componente più visibile, non è la componente più importante; la nudità, per chi aspira a essere naturista, è solo una conseguenza del tentativo di non essere influenzati, nel rapporto con altre persone, dal loro stato sociale, dalla loro professione, eccetera, e poiché l'abbigliamento è nel bene e nel male un "supermessaggio" su chi siamo e cosa facciamo, può aiutare eliminarlo per riuscire a vedersi l'un l'altro come "persone" e non come impiegati/e, avvocati, dottori/esse, operai/ie, e così via.

    Ciao,

    Francesco
  16. Turista Anonimo
    , 7/5/2003 00:00
    Siamo d'accordo sul fatto che se qualcuno parla delle sue passioni e dei suoi interessi è bello ascoltarlo e può essere un arricchimento. Quando questo parlare, però, diventa un biasimare la persona che sta davanti e un trattar male l'interlocutore, a quel punto non ci sto più. E poi, non mi sono riferito all'argomento di questo forum: io sono qui proprio per conoscere il mondo naturista, parlavo di vegetariani, ex fumatori e affini e chiunque voglia imporre il prorio stile di vita. Tutto qua.
    Poi sì, in effetti possiamo essere diversi, a me se qualcuno impone il suo pensiero m'incavolo, tu riesci a non farlo, e questo può benissimo essere un punto a tuo favore.