1. Belgrado

    di , il 23/9/2014 15:52

    La guida per caso di Belgrado è Simone :)

  2. 19Simone80
    , 1/8/2016 11:46
    Sarò in ferie a Cipro dal 4 al 18 Agosto compresi senza potermi collegare ad internet, risponderò ai vostri quesiti al mio rientro.


    Buone vacanze!
  3. 19Simone80
    , 30/7/2015 10:03
    Posto un articolo pubblicato oggi sul sito del "Corriere della Sera" (di Francesco Battistini) riguardo la Capitale Serba.
    Sognando la Belgrado stile Dubai

    «Mi manda l’amico Tony Blair» Sognando la Belgrado stile Dubai
    Dahlan, ex delfino di Arafat, costruisce la città dei grattacieli. Con i soldi arabi
    Il Montenegro gli ha dato la cittadinanza, la Serbia passaporto e medaglia al merito.


    C’è il signor Dahlan? Un ufficio così, quando stava a Gaza non l’ha mai avuto: la vetrata con vista sulla Sava, i parquet art nouveau del vecchio Istituto di geofisica, gli stucchi neobarocchi, tre milioni d’euro in restauri... Mohammed Dahlan se la passava bene già da governatore della Striscia e da capo dei servizi segreti d’Arafat, ma non così bene. Adesso a Belgrado ha un suv blindato, 120 milioni di dollari in banca e una sorvegliatissima villa da 400 metri nel verde quartiere di Dedinje, vicino all’ambasciata palestinese, dove abitarono anche Tito e Milosevic. In ufficio, compare ogni tanto. Se non è in Serbia, è in Montenegro. Se non è in Montenegro, è ad Abu Dhabi. «Allora, oggi c’è o no?...». La segretaria, alta e minigonnata, ha studiato a Milano e parla italiano: «Spiacente, il signor Dahlan non riceve». Nel salone sul lungofiume c’è un plastico con la scritta «Belgrade Waterfront», schermi touch e brochure: «Però, se vuole, posso mostrarle il nostro progetto Belgrado sull’Acqua...».

    La Belgrado che verrà. Aspettando la Palestina che non verrà mai. Il paradiso dell’uomo che sogna di governare a Ramallah - casomai mollasse l’ottantenne Abu Mazen - è nell’al di qua dell’Europa. Una seconda vita a far affari con l’amico Aleksandar Vucic, il premier nazionalista serbo. A far società con l’amicissimo Milo Djukanovic, eterno lìder màximo montenegrino. C’era una volta il Dahlan che scappava da Gaza e dalle condanne per corruzione e perfino dall’accusa d’aver avvelenato Arafat? L’uomo forte sopravvissuto a carceri e intifade, che nell’Olp negoziava con gl’israeliani e intanto combatteva Hamas per conto della Cia? L’interlocutore di Mubarak e di Gheddafi, al quale Bill Clinton riconosce nelle sue memorie d’essere stato «il più lungimirante» dei capi palestinesi? A 53 anni l’ex padrone del Dahlanstan, come a quei tempi chiamavano la Striscia, è un esule che aspetta il suo momento nei Balcani e un abile faccendiere che attende alle sue fortune negli Emirati, dove s’è reinventato grand commis delle dinastie arabe.
    Dahlan progetta, gestisce, prevende. Con una speculazione edilizia nel centro di Belgrado, che l’ex sindaco newyorkese Rudolph Giuliani doveva venire di persona a sponsorizzare. Con un rendering che il premier Vucic va propagandando al suo popolo, «i nostri Champs-Élysées !». Due milioni di metri quadri, tre miliardi di dollari. Per spazzare via i graffitari e i localini stile berlinese della movida notturna tra Sava e Danubio, e da qui al 2034 tirare su grattacieli di duecento metri, ponti futuribili, seimila appartamenti, 24 palazzi d’uffici, sette ettari di parchi, una passeggiata panoramica, una nuova stazione ferroviaria, il più grande centro commerciale dei Balcani. La mediazione è palestinese, i soldi sono del Golfo, le proteste vengono dagli urbanisti che denunciano «la più grande costruzione illegale del mondo», altro che le colonie nei Territori, e si chiedono chi comprerà mai queste penthouse in un Paese dove non si guadagnano più di 400 euro al mese.

    La Belgrado sull’Acqua è solo l’ultima cascata di denaro arabo. Dahlan bazzica la zona dalla fine degli anni ‘90: ci veniva ad addestrare i corpi speciali palestinesi. Ma secondo la stampa belgradese è stato molto aiutato da Tony Blair, inviato del Quartetto in Medio oriente e fra mille altre cose consulente del governo serbo. Lo stesso Tony Blair che sedici anni fa, quand’era premier, bombardava Belgrado. Di colpo, si sono spalancate le porte dei Balcani: il Montenegro ha concesso a Dahlan la cittadinanza nel 2012; la Serbia, il passaporto e una medaglia al merito nel 2013; tutt’e due, l’opportunità di portarvi gl’investimenti del principe ereditario d’Abu Dhabi, di cui l’ex rais di Gaza è ascoltatissimo consigliere. Affari pesanti. Assieme all’amico Mohammed Rashid, milionario palestinese associato ai potenti fratelli Djukanovic, Dahlan è entrato nella costruzione d’un resort vicino a Sveti Stefan, la perla dell’Adriatico montenegrino amata da Liz Taylor e dalla Loren. Sempre Dahlan ha contrattato i 200 milioni di dollari d’un sistema missilistico anticarro brevettato dalla Yugoimport (lo sapevate che Abu Dhabi, in rapporto alla popolazione, è il Paese più armato del mondo?), partecipando poi al business dei fertilizzanti agricoli, favorendo l’ingresso di Etihad in Air Serbia, lavorando ai terminal galleggianti per il gas al largo della Croazia e dell’Albania...

    Politico navigato, bravissimo a far passare i suoi buoni affari per buone cause: niente di meglio della Serbia cristiana ortodossa per contrastare le infiltrazioni dell’Islam salafita nei Balcani, per frenare l’egemonismo della Turchia in Bosnia, per bloccare gl’investimenti sloveni del Qatar. «L’Occidente è preoccupato - dice un analista belgradese, Vladimir Pekic - e la moderazione degli Emirati è vista come un argine a molte minacce, compresa quella russa». A Dahlan, queste cose interessano fino a un certo punto: i soldi gli servono per preparare il rientro. «Vivo bene - ha confidato a Newsweek -, ma il mio cuore rimane in Palestina. Se si votasse domani, ci tornerei subito». La charity amministrata dalla moglie gli sta dando popolarità in patria. E il denaro emiratino che fa piovere sulla Striscia, anche 5mila dollari a famiglia, infastidisce l’Anp: il suo nome è spuntato nell’inchiesta su una presunta tangente versata all’ex premier Salam Fayyad. «Abu Mazen mi odia perché so tante cose - dice Dahlan -, la gente di Gaza è vittima di Hamas, d’Israele e di Abu Mazen. Tutti parlano di quanto si soffre laggiù, ma nessuno fa nulla». Ci penserà l’emiro dei Balcani?

    Fonte: www.corriere.it
  4. 19Simone80
    , 17/3/2015 17:13
    Se volete visitare la Capitale Serba una ragazza mi ha segnalato l'Hedonist Hostel (www.hedonisthostelbelgrade.com) come soggiorno.

    L'ostello si trova nel centro della città, le aree comuni sono spaziose e accoglienti e sono decorate in stile tradizionale unico. E 'il tipo di posto dove è facile fare amicizia, sia con gli altri utenti e il personale.

    Il WIFI è gratuito (in camera e in tutto ostello). Le camere sono arredate di recente, tutte con aria condizionata / riscaldamento, con l'armadio / 2 spine / lampada da comodino per letto. Computer con connessione internet gratuita presso la reception. Asciugamani gratuiti e biancheria. Mappe gratuite e informazioni. Caffè gratuito e tutto il giorno il tè. Sicurezza 24h videosorveglianza. Servizio lavanderia. Affitto biciclette a disposizione e molto altro ancora ...

    Entro 5 minuti a piedi vi troverete in una delle principali attrazioni di Belgrado. Hedonist Hostel si trova nel centro della città vecchia e si trova in una zona molto tranquilla e strada a senso unico.


    A pochi passi da luoghi di interesse:
    - Kalemegdan Parco / Fortress - 500m
    - Knez Mihailova Street (strada principale della città) - 450m
    - Piazza della Repubblica (piazza principale di Belgrado) - 650m
    - Gli studenti park / square - 150m
    - Via Strahinjica Bana, alias "Silicon Valley" (via hotspot café / bar) - 300m
    - Skadarlija, il quartiere bohemien con molti ristoranti serbi con musica tradizionale dal vivo - 550m
    - Loki, favorito barbecue posto tra i locali - 300m
    - "Question Mark" / "Znak pitanja" taverna (Kafana), la più antica Kafana Belgrado, fondata nel 1823 - 750
    - Molti musei e gallerie d'arte
    - Mercati, ristoranti, bar, bancomat, uffici di cambio eccellenti si trovano nelle vicinanze ...
  5. zeligpp
    , 24/2/2015 09:34
    Grazie mille Simone!!!!!!! Se avrò bisogno di altri consigli (sicuramente :-) ) ti "disturberò" ancora!!!!!!!


    Manolo
  6. 19Simone80
    , 23/2/2015 11:52
    Ciao Manolo, io ho soggiornato presso l'Hotel Vozarev, nel quartiere Vracar a circa 20 minuti a piedi dal centro di Belgrado. L’hotel è un categoria 3 stelle, ben tenuto ed arredo curato, le camere sono ampie e con terrazzo, il bagno è grande e include prodotti per la cura della persona. Nell’intera struttura vi è il Wi-fi gratuito ed inoltre l’albergo dispone di parcheggio gratuito per gli ospiti. Dispone di una piccola ma elegante sala dove viene servita una ottima colazione continentale. La zona in cui è situato l’albergo è tranquilla e lontana dal caos cittadino, il personale è molto cortese, disponibile e parla inglese.

    Se le camminate non fanno per te, è possibile raggiungere il Centro con i mezzi pubblici, la fermata è a poche centinaia di metri dalla struttura alberghiera.

    Se preferisci invece rimanere in zona Centro posso cercarti altre strutture alberghiere.

    Se ti servono altre info sulla città contattami senza problemi.

    Buona giornata.
    Simone
  7. zeligpp
    , 23/2/2015 11:44
    Buongiorno,

    mi chiamo Manolo e volevo chiederi se potevi consigliarmi un buon albergo di fascia media a Belgrado? Grazie anticipatamente!!!!





    Manolo
  8. 19Simone80
    , 3/2/2015 11:11
    Marzo a BELGRADO
    A Marzo perché non godersi qualche giorno di vacanza e scoprire questa meravigliosa città!

    Molti di noi appassionati viaggiatori, cercano spesso di andare nelle principali Capitali Europee, ma perché invece non scoprire anche qualche perla nascosta come BELGRADO?

    Ecco qualche esempio:
    Volo A/R da Milano MXP dal 06 al 09: €80
    Volo A/R da Milano MXP dal 08 al 11: €58
    Volo A/R da Milano MXP dal 13 al 16: €74
    Volo A/R da Milano MXP dal 20 al 23: €71

    Volo A/R da Roma FCO dal 13 al 16: €99
    Volo A/R da Roma FCO dal 18 al 22: €99
    Volo A/R da Roma FCO dal 28 al 30: €99
  9. 19Simone80
    , 28/12/2014 15:01
    Non sarò disponibile dal 29/12 al 02/01 compresi e non avrò la possibilità di connettermi.

    Auguro a tutti un felice anno nuovo.
    Simone
  10. Turisti Per Caso.it
    , 23/9/2014 15:54
    Nuovo spazio guida aperto!
  11. Turisti Per Caso.it
    , 23/9/2014 15:52
    La guida per caso di Belgrado è Simone :)
    Scoprite anche voi le bellezze della Capitale Serba.