1. Operazione Tapiro Salato...

    di , il 8/2/2002 00:00

    "Tapiro salato" è il nome dell'operazione della Guardia di finanza che ha portato all'arresto di Wanna Marchi, della figlia Stefania Nobile e di altri loro collaboratori (o complici, che dir si voglia). Come ricorderete, e come ricorda anche il nome dell'operazione, tutto è nato da un servizio di "Striscia la Notizia". In questo forum non vorrei tanto che si parlasse di madre e figlia o della credulità popolare (però naturalmente liberi di farlo), quanto del fatto che, non per la prima volta, un TG che non si prende troppo sul serio, rende agli italiani un servizio molto migliore dei telegiornali "ufficiali"

    Ciao

    Roberto

  2. Turista Anonimo
    , 27/2/2002 00:00
    Non vi sembra paradossale che a smascherare la banda Wanna Marchi e c. siano stati i cronisti di striscia?
    Questa magistratura italiana, o per essere più corretti, alcune Procure, pronte ad indagare su quante volte va al bagno questo o quel parlamentare, o a raccogliere confessioni d'alcova di bagascie d'alto bordo, imbastendo processi interminabili, possibile che non abbia mai fiutato i loschi affari della Marchi?
    Certamente, tutti presi da questi "grandi" impegni istituzionali, hanno necessariamente ignorato i "piccoli" problemi giudiziari. Ma quì casca l'asino! MA QUANTI SARANNO, ALLA FINE, I PICCOLI PROBLEMI TRASCURATI?? e se i "grandi" problemi si riveleranno alla fine un "blef", con assoluzioni in massa, come spesso succede negli appelli, la Giustizia Italiana come si giustificherà?
    Certamente ne uscirà con le ossa rotte!

    ...e la storia si ripete...
  3. Leo Caramia
    , 26/2/2002 00:00
    Si! Io nn denunciavo mica il Tg1 e nemmeno il Tg5
    volevo solo dire che cmq tutti e due si fanno la concorrenza e sono daccordo con te.
    Ma, il concetto che volevo espriimere è che nessun tg è meglio di un altro quindi perkè accusare solo il tg5?????
  4. Salvatore Sirico
    , 24/2/2002 00:00
    Sono d'accordo con chi fa rilevare che certe cose dovrebbero farle le autorità preposte,metto nel mezzo anche tutte le storiacce che hanno mostrato le "iene"(il ripetitore del Vaticano,i combattimenti dei cani.etc.).
    A questo punto viene da pensare che se non fosse stato x questo tipo di trasmissioni,noi poveri e ignari utenti e cittadini ,mai e poi mai avremmo saputo di simili vergogne.Perciò bravi i cronisti d'assalto, ma senza santificarli troppo,xchè come dice brutfort i veri problemi sono altri e probabilmente sono troppo scottanti e pericolosi anche per i nostri intrepidi inviati.....tengo famiglia, sai com'è.....
  5. Brutfort .
    , 21/2/2002 00:00
    Per Leo.
    Solo una piccola annotazione alla tua mail.
    Secondo me quello di cui tu parli non è un esempio di "partigianeria" politica, ma semplicemente un esempio di concorrenza sleale tra network, che comunque anche le reti Fininvest attuano.
    Semplicemente la Rai ha voluto censurare un successo ottenuto da un programma di un network concorrente. Ma del resto, hai notato a quanto "Striscia la notizia" si accanisce di più contro la Rai rispetto che con la Fininvest ? Anche questo è un caso di concorrenza sleale.
    Voglio infine ricordarti che parecchi anni fà, forse 7-8, "Striscia la notizia" cominciò un'incredibile politica di denigrazione della Telecom con servizi quotidiani che mettevano in risalto le pecche, le truffe, insomma tutte le magagne di quella azienda. Certamente tutte cose vere ed apprezzabile, però come mai appena conclusa questa ondata di attichi, il nuovo sponsor della trasmissione è divenuto "Omnitel" ?
  6. Leo Caramia
    , 20/2/2002 00:00
    Io penso che alle volte i telegiornali siano un po boicottati dalla politica.
    Voglio spezzare una lancia a favore di canale 5!
    Ho sentito dire da molte persone che il Tg5 è un telegiorale di parte!
    Bene! Potrei darvi ragioe, ma non mi venite a dire che il Tg1 non lo è!
    Avete visto come è stata tagliata l'intervista della signora che ha denunciato la truffa. Ogni citazione a Canale5 o a "Striscia la notizia" è stata CASUALMENTE secondo a lcuni cancellaa!

    E non mi si venga a dire che solo il Tg5 sia di parte.
    Chiedo troppo a volere un Tg che non sia di parte, e che non mi distorga almeno l'informazione che è rimasta l'unica cosa vera in tv?
  7. Matteo Azzani
    , 20/2/2002 00:00
    Non mi preoccuperei tanto del fatto che un telegiornale "non serio" offra un servizio migliore di uno "ufficiale", quanto del fatto che serva un telegiornale "non serio" batta sul tempo le forze dell'ordine che avrebbero fatto prestissimo a scoprire una cosa del genere (tenendo comunque conto che sicuramente Striscia non deve sottostare a certe regole ferree e certi cavilli che spesso impediscono alla polizia di svolgere un lavoro migliore).
    Matteo
  8. Rox Fox
    , 16/2/2002 00:00
    A me Striscia la Notizia è sempre piaciuta e devo dire che ha sempre fatto tutto ciò che spetterebbe fare alla ns Giustizia.
    Il caso Marchi...sicuramente è stato un altro bel colpaccio firmato Ricci e, sicuramente, se ne parlerà ancora per un po'...è giustissimo condannare chi specula sulla credulità, l'ignoranza e la debolezza di certa gente, però, come già successo anni fa sempre con la Marchi come protagonista, quando il tutto lascerà posto ad altro, certa gente riprenderà a credere a tutte le banalità che maghi e maghetti in tv proporranno! Morale della favola, la gente dovrebbe iniziare a capire che se esistesse davvero ql in grado di togliere "malocchi", "far ritornare la persona amata" e "predire il futuro", sarebbe da pagare a peso d'oro.
    Salùt,
    Rox
  9. Brutfort .
    , 14/2/2002 00:00
    Senz'altro un opera meritevole quella di "Striscia".
    Però adesso non vorrei che Ricci passasse per un paladino della giustizia !
    Sarei più lieto che si arrivasse al dunque su questioni più importanti, quali gli sprechi e gli sperperi delle nostre amministrazioni o su problemi che colpiscono cittadini del tutto ignari dei torti che subiscono.
    Voglio dire, se vicino a casa mia costruiscono un ospedale (o una qualsiasi altra struttura statale) gigantesco che è costato una cifra elevatissima che tutti noi cittadini abbiamo pagato, per non venire poi mai utilizzato, allora sì che mi piacerebbe che qualcuno finisse in galera per quello che ha commesso. Perchè questa è un'estorsione che la collettività subisce senza poter dire neanche "ma ...".
    Viceversa, chi và da Vanna Marchi a farsi spennare lo fà di sua iniziativa, non gliel'ha scritto il medico, e sinceramente non è che riesca a prendermi molto a cuore una situazione del genere.
    Insomma, va bene Vanna Marchi, ma ora Ricci se vuole
    davvero la stima del popolo deve passare a qualcosa di più concreto, se no la sua opera si ferma ad un livello di poco superiore allo "scoop".
    Ma non credo proprio che oggi Ricci abbia "voglia" di mettere il naso in questioni di questo tipo. Strano, fino ad un annetto fà sembrava molto più attivo in questo campo ...
    Ciao !
  10. Roberto G
    , 8/2/2002 00:00
    "Tapiro salato" è il nome dell'operazione della Guardia di finanza che ha portato all'arresto di Wanna Marchi, della figlia Stefania Nobile e di altri loro collaboratori (o complici, che dir si voglia). Come ricorderete, e come ricorda anche il nome dell'operazione, tutto è nato da un servizio di "Striscia la Notizia". In questo forum non vorrei tanto che si parlasse di madre e figlia o della credulità popolare (però naturalmente liberi di farlo), quanto del fatto che, non per la prima volta, un TG che non si prende troppo sul serio, rende agli italiani un servizio molto migliore dei telegiornali "ufficiali"
    Ciao
    Roberto