1. GIOCHIAMO A...

    di , il 17/2/2003 00:00

    "Giochiamo alla playstation?" dicono oggi i bambini (e non solo loro, ci giochiamo anche noi...).

    Ma "giochiamo a..." lo dicevo anch'io, era ed è una domanda che passa sulle labbra di qualsiasi bambino.

    Quali erano i giochi che facevate da piccoli?

    Quelli che vi piacevano di più?

    E quelli che non sopportavate?

    A me ne vengono in mente parecchi... Ma mi piacerebbe sentire anche i vostri ricordi...

  2. Turista Anonimo
    , 3/3/2003 00:00
    catassa su fly
  3. Turista Anonimo
    , 28/2/2003 00:00
    Paccamattò
  4. Turista Anonimo
    , 27/2/2003 00:00
    Il gioco che più mi entusiasmava era la "Varra", e non solo me ma piaceva a tutti i ragazzi, dal figlio del medico al figlio del pescatore. Era un nascondino......maschio, infatti erano escluse le femmine. Si giocava in due squadre, una che doveva difendere il castello, e l'altra che lo doveva attaccare. I difensori dovevano neutralizzare gli attaccanti "placcandoli" ma per dimostrare che ciò era realmente accaduto avevano il diritto di mordere l'avversario, lasciandogli i segni sulle carni, come un marchio, che spesso durava ben oltre l'intervallo del gioco. Era un gioco di derivazione araba che preparava i ragazzi alla guerra e all'agonismo, ereditato con una delle tante invasioni saracene, insieme alla matematica, allo zucchero (zucar), ai calessi (sharrabà), alla medicina...e poi dicono che io denigro i turchi...tsze...
  5. Turista Anonimo
    , 25/2/2003 00:00
    Giochi d'infanzia...
    Beh, ricordo il famigerato gioco della "spazzola": si ballava in coppie ed un povero single, con in mano una spazzola, doveva andare a rubare il partner a qualcuna/o, se nel frattempo la canzone finiva chi rimaneva con la spazzola in mano doveva fare una penitenza (tipo dare un bacio)
  6. Turista Anonimo
    , 22/2/2003 00:00
    ma che bel forum!
    la mia poca frequentazione di questi giorni faceva si che non l'avessi ancora scorto...

    ahhh. granzie lorenza. anche io a rubabandiera non vincevo mai. essendo pesantuccia come dici tu, mancavo di scatto.
    mi rifacevo col fegato. nel senso che ero quasi sempre l'unica femmina invitata dai maschi soprattutto quando c'era da mostrare coraggio: c'era una casa disabitata dove entravamo spesso. e mandavano sempre me in avanscoperta perchè a loro tremava il pincirollo...
    altro gioco? beh, ero sempre coi maschi perchè le femine erano noiose e facevano sempre a gara a chi fosse la migliore e la più carina. non ero brava a ballare e nemmeno a saltare all'elastico. allora mi buttavo nelle biglie, il calcio, nascondino, e quel giochetto col coltellino svizzero. pepa! ti ricordi che te l'avevo raccontato, vero? si prende il coltellino svizzero, si are la lama grande, si poggia la mano sinistra a terra con le dita allargate e si pianta il coltellino alla più grande velocità possibile in quest'ordine: spazio polliceindice - spazio indicemedio - spazio polliceindice - spazio medioanulare - spazio polliceindice - spazio anularemignolo - spazio polliceindice. vince chi fa più in fretta e non si taglia.
    oppure giocavamo alle invenzioni. ancora rido ricordando stefano che è riuscito a far bere a sua madre un sorso di un intruglio di liscive e saponi e robaccia colorata facendole credere che fosse succo d'albicocca....
    ma il gioco piû bello era sempre quello dell'esploratore. ci intrufolavamo in giardini privati o oltre le ramine della riserva wwf sul delta del fiume ed esploravamo... che meraviglia... e d'estate era un continuo costruirsi capanne in riva al fiume.
  7. Turista Anonimo
    , 21/2/2003 00:00
    Grazie, per la spiegazione, Pepa, ora ho un gioco in piu' al mio arco!
    Rubabandiera? Uuuhm, lo odiavo, gia' da bambina ero pesantuccia e poco scattante e finiva sempre che mi soffiavano il fazzoletto da sotto il naso: finche' non ho scoperto la tecnica dell'agguato. Ovvero: dare un certo vantaggio all'avversario, lasciargli prendere il fazzoletto e credere che ce l'ha fatta e, senza frenare, piombargli addosso a peso morto. Se volete questa versione del rubabandiera possiamo chiamarla "sogliola" visti gli effetti, eh eh eh...
  8. Turista Anonimo
    , 20/2/2003 00:00
    No Lorenza, a Sardina non ci si prendeva a pesciate in faccia (oddio, volendo poteva essere scelta come penitenza), adesso ti racconto:
    sardina era il contrario di nascondino e come dice Annie se lo fai in casa è una ciofeca se lo fai all'aperto è una figata.
    Supponiamo di essere in montagna d'estate (mi viene più facile per questione di ricordi), all'aperto, in mezzo a prati, stradine, vecchie chiesette, qualche casa, alberi (per dire un panorama che suggerisce anfratti e nascondigli).
    Tutti i bambini contano e uno si nasconde. Gli altri lo cercano, andando ovviamente in direzioni diverse (mica tutti in gregge, troppo facile...).
    Il primo che lo trova ha vinto, nel senso che la volta dopo si nasconderà lui. Però mica dice niente, sta zitto, nascosto con l'amico trovato. E così via, mammano che gli altri trovano il nascosto, stanno lì con lui. L'ultimo sfigato (e prima o poi toccava a tutti)che gira come un pirla e che non trova i nascosti ha perso e fa penitenza (atroci penitenze, lì andava un po' a gusti e fantasia...).
    Io mi divertivo come una matta e poi, come diceva qualcuno qualche pagina fa, era perfetto per infrattarsi (i primi infrattamenti innocenti...)

    Si, poi c'era rialzo, strega comanda color e un due tre stella... ma nei miei ricordi di montagna trentina Sardina li batteva tutti.
  9. Turista Anonimo
    , 20/2/2003 00:00
    come sardina non lo consoco nemmeno io, magari ha altri nomi...a me piaceva molto il gioco del fazzoletto: uno fa la bandiera e tiene il fazzoletto in mano facendolo pendere, chiama un numero che corrisponde ai componenti delle due squadre e questi corrono a prendere il fazzoletto senza essere toccati dall'altro: c'erano le finte , le mosse puro agonismo. L ascena più divertente l'ho vista (ma ero già grandino) tra due ragazze che si preoccupavano più di non essere toccate dall'avversaria che di prendere il fazzoletto.. nuuumerri uno! scattano veloci verso la "bandiera" e si tirano una zuccata clamorosoa, un frontale con crollo e relativo svenimento.
  10. Turista Anonimo
    , 20/2/2003 00:00
    sììììì sardina sardina! ma era una ciofeca...in casa vedevi sta gente tutta mucchiata sotto la tenda.....se vedeva da km.... fuori casa era una figata..
  11. Arianna Alessi
    , 20/2/2003 00:00
    Sardina no, non lo conoscevo nemmeno e, mi sono ripromessa di proporla al gruppetto di mia figlia alla festa di sabato! appro sapete dirmi un'altro gioco di gruppo da fare in casa? tipo :attacca la coda all'asino?
  12. Turista Anonimo
    , 20/2/2003 00:00
    Pepa mi spiace ma non ho mai giocato a Sardina!.....
    adesso cerco nella mia memoria altri giochini che facevamo noi francesini.....
  13. Turista Anonimo
    , 20/2/2003 00:00
    Sardina? E che e'? vi pigliavate a pesci in faccia?
    Noi nella mia infanzia milanese ci dilettavamo principalmente con: rialzo (bravo Paolo), strega comanda color e lettera, Un-due-tre-stella, regina-reginella, elastico e "mangiare finto". Il gioco piu' proibito dalle mamme era "mangiare vero" perche' quando si doveva spartire si facevano certe litigate...
    A volte ci nascondevamo nelle cantine (proibitissimo!) e dalle griglie ci divertivamo a spaventare i passanti in una specie di "candid camera" anzitempo... poi sono arrivati i cartoni animati giapponesi, Pac-man e la Playstation: ma questa, come si suole dire, e' un'altra storia...
  14. Turista Anonimo
    , 19/2/2003 00:00
    va bene basta,Karin ha ragione, si torna serialtrimenti qui si rischia il licenziamento.Dai proviamo a tornare ai giochi, ma facciamo un passaggio morbido dal faceto al serio: visto che siamo in tema di pesce,
    l'avevo già chiesto.... ma giocavate a sardina?

    sono serissima: il contrario di nascondino. possibile che lo facevo solo io e ...forse paolo o matteo mi pare...
    eh?
    e voi?
    Sardina?
    no?
  15. Turista Anonimo
    , 19/2/2003 00:00
    smettetela!... sto ridendo da sola davanti al computer e la mia collega mi guarda, sospettosa!.....
    Andrea!.... bello il tuo lavoro.... davvero!.....
  16. Turista Anonimo
    , 19/2/2003 00:00
    insomma.....na chiavica....