1. PER LA SALVEZZA DELLE CASE PALESTINESI

    di , il 17/1/2002 00:00

    Ciao, alessandra una mia amica che vive in palestina lancia un appello che vorrei che anche voi accoglieste. GRAZIE.Ciao a tutti. C'e una nuova iniziativa sulla quale si sta lavorando. Stiamo mandando dei msg alla Caterpillar, colosso di macchinari da cantiere. Insieme agli F-16 e agli elicotteri Apache, ruspe escavatrici e bulldozer sono le armi piu' distruttive dell'arsenale israeliano. E' con questi che finora sono stati sradicati oltre 385.000 ulivi e demolite centinaia di case palestinesi. Benche' la Caterpillar abbia gia' rifiutato di sospendere i rapporti con Israele perche' non puo' basare le vendite sulle intenzioni e poiche' Israele non compare sulla lista dei paesi "terroristi" contatti commerciali con i quali comporterebbero sanzioni, - lista redatta dagli USA in base alle risoluzioni Onu (!!!) - si sta cercando almeno di avere una condanna contro l'uso illegale che Israele fa dei macchinari CAT.

  2. De Giò
    , 13/3/2002 00:00
    Un gruppo di Tanks ha circondato gli abitanti del ghetto. Dai carri un potente megafono ha intimato a tutti gli uomini dai 14 ai 70 anni di costituirsi, pena la morte. Il rastrellamento è continuato per tutta la giornata e ai prigionieri, sospinti a spintoni e calci, veniva marchiato sul braccio il numero di identificazione....
    Dove siamo? in quale anno? chi sono gli aguzzini? chi sono i reclusi del ghetto?

    Palestina 12 Marzo 2002
  3. Giò De nittis
    , 11/2/2002 00:00
    Quello che Lau. descrive è barbarie quotidiana in Palestina. Giorni fa una pattuglia di C.C. ha sparato ad una macchina che forzava un posto di blocco. A bordo c'erano dei ragazzi zingari che avevano rubato la macchina e chissà quant'altro avranno commesso in passato, in questo bengodì dei delinquenti che è la nostra bella e stupida nazione.
    E' successo un casino del diavolo! si sono mobilitati i giornalisti di centro, di centro-sinistra, di sinistra, di estrema sinistra, tanto estrema che se aprono le porte del parlamento, basta un soffio d'aria e cadono dagli scanni...e i carabinieri sono stati messi alla berlina, quasi che i delinquenti fossero loro, che rischiano la loro pelle, per difenderci da questa teppaglia, ogni minuto della loro giornata di lavoro.
    Intanto i ragazzini palestinesi armati di sassi continuano ad essere quotidianamente massacrati dai ragazzini israeliani, armati di mitra....alla faccia dell'ipocrisia e di alcuni politici di sinistra che escono in TV a difendere gli operai con salari da 750 euro al mese, quando solo la giacca che indossano vale il doppio!
  4. laulissima
    , 11/2/2002 00:00
    Questo è un comunicato che mi ha inviato la mia amica che spesso collabora con varie testate anche italiane.

    Ed ecco qui la grande minaccia allo Stato di Israele:
    un ragazzino che si e' gia' fatto la pipi' addosso per la paura e ben sei poliziotti in tenuta antisommossa per bloccarlo.
    Note:

    Il quotidiano israeliano Ha'aretz, in base alla testimonianza di un altrettanto israeliano soldato dell'Israeli Defence Force (IDF) rivela che l'ordine impartito ai soldati e' di colpire - ed eventualmente uccidere - palestinesi dai 12 anni in su. Al di la' dell'assurdita' in se' dell'ordine, stabilire l'eta' dei ragazzini che tirano pietre e' a totale discrezione del soldato che spara.

    Ancora un altro soldato racconta ad Ha'aretz come un bambino di 11 anni stia stato ucciso da un proiettile alla testa sparato da distanza ravvicinata. La dichiarazioni ufficiale dell'IDF liquidava l'affare con queste parole: "Durante disordini sono stati usati mezzi per disperdere la folla e contro un giovane identificato come il capo sommossa (Avendo il capo sommossa 11 anni non vogliamo immaginare l'eta' degli altri pericolosi sobillatori!!!!.) Il soldato ha pertanto agito correttamente."

    Altro episodio raccontato da un soldato reservista, testimone oculare del fatto ad Ha'ir, rivista di Tel Aviv : un soldato ha picchiato e poi ucciso sparandogli alla schiena un bambino di 9 anni. L'IDF dichiara: "un gruppo di palestinesi ha attaccato con pietre alcuni soldati. Nei disordini un ragazzo palestinese di 14 anni e' rimasto ucciso."

    Ad oggi, sono morti (ammazzati) 80 ragazzini palestinesi sotto i 15 anni e 197 sotto i 18.
  5. De Giò
    , 10/2/2002 00:00
    Domenica 10/02/2002
    Più di 5000 israeliani hanno manifestato a Tel Aviv per l'abbandono dei territori occupati dall'esercito israeliano e per la nascita di uno stato palestinese.

    Bravi!
  6. Giò De nittis
    , 6/2/2002 00:00
    X Locatelli...che sia quello del buon formaggio?

    Venni, vidi e...non capii!!!

    Giò
  7. Massimo Locatelli
    , 6/2/2002 00:00
    C'e' bisogno di giovani rivoluzionari e non di vecchi generali.
  8. Giò De nittis
    , 1/2/2002 00:00
    Caro Gufo67, è più sopportabile il genocidio degli infedeli...e il comunismo è una fede o ideologia qualsivoglia, dal genocidio razziale? il comunismo è senza ombra di dubbio il movimento politico-ideologico che ha provocato più morti nella storia dell'umanità. Altro che culacchi e i 3 milioni di cambogiani ammazzati a bastonate dai Kmer Rossi per ordine di quel criminale di Pol Poth dove li mettiamo, senza contare le durissime repressioni staliniane con milioni di persone messe al muro e fucilate o le stragi di Budapest, o i morti della primavera di Praga. Tutto questo insudiciando il nome dei lavoratori portato ad emblema e giustificazione di queste orribili stragi.
    In questa nazione si sono fatti i processi e si sono liquidati dei partiti politici che hanno permesso all'Italia di entrare nel dopoguerra nell'era moderna. Non solo non si sono fatti i processi al comunismo, ma guai se si accenna pubblicamente a questi fantasmi. A proposito...sai dove si era rifugiato quel criminale di Pol Poth prima di fare la rivoluzione comunista in Cambogia? a Parigi, dove si sono pure rifugiati molti terroristi delle B.R. e dove si era rifugiato pure un certo Komeini, prima che trasformasse l'Iran nella centrale del terrorismo internazionale. Naturalmente i nostri "cari" cuginastri d'oltralpe non hanno mai concesso l'estradizione di questi loschi figuri per una loro insensata e incomprensibile tradizione diplomatica.
    saluti Giò

    p.s. Pol Poth scrisse e pubblicò a Parigi un trattato sulla realizzazione di uno stato comunista cambogiano, che prevedeva il "ricambio" del popolo....come? semplicemente con l'eliminazione fisica di tutta la classe intellettuale e borghese(a bastonate come cani rognosi), cosa che mise in atto appena conquistato il potere.
  9. Antonio Baccagli
    , 1/2/2002 00:00
    Per gio.Volevo solo fare alcune considerazioni su gli stermini fatti dai comunisti; per quanto ne so io i kulaki erano uccisi in quanto contrari al comunismo non perchè di razza diversa, inoltre mi pare di avere letto un libro sui gulag, di un matematico russo, che erano campi di lavoro forzati, dove si moriva come mosche, se si sopravviveva al viaggio, qui c'era anche un tragico aneddotto, quando vanno a fare degli scavi presso un fiume e trovano il permafrost vedono dentro il ghiaccio un pesce fossile congelato e..... lo mangiano, sarà stato un pezzo di roccia ormai!Ma apparte questo i gulag non erano campi di sterminio e le persone non erano uccise perchè di raza diversa.Comunque se ti scandalizza il fatto che non siano ricordati è perchè nessun loro discendente occupa importanti posizioni nella società, pensa che poi nei campi di sterminio di Hitler c'erano anche zingari omosessuali e storpi, ed erano circa la metà del totale, però sono ricordati solo gli ebrei.
  10. Giò De nittis
    , 31/1/2002 00:00
    Per Lau. che stà per Laura? Sono un maschietto, con tante primavere, quindi grande, ma ancora in gran forma. E' verissimo che non ci vuole molto sforzo per dare ragione ai Palestinesi. Per una serie di motivi grandi quanto la torre Eiffel. Perchè gli USA danno ragione a Israele? perchè è una loro creazione e come tale la difendono, indipendentemente dalle ragioni o dai torti. Non riesco invece a comprendere il comportamento dei governi europei, che, tranne quello inglese, non hanno grandi colpe per il disastro mediorientale. La cosa più strana è che gli USA e gli Inglesi affermano che i palestinesi fomentano il terrorismo e dimenticano che i primi casi di azioni terroristiche in Palestina sono stati opera dell'AGANA', che era un movimento terroristico israeliano.
    Ma gli americani sono soliti a queste sviste; basti pensare che tutt'ora continuano a rifilarci la "favola" delle due bombe atomiche sul Giappone, dicendo che ridussero i tempi della guerra, riducendo il numero dei morti! avrebbero ottenuto lo stesso identico risultato se avessero sganciato la bomba atomica su qualche sperduto atollo corallino, dopo aver invitato lo stato maggiore giapponese ad assistere al risultato, invece le sganciarono su decine di migliaia di civili innocenti....solo che questo viene passato come un atto eroico, mentre il resto era tutto da processare a Norimberga. In realtà per me sono pari e patta!!
    Giò
  11. laulissima
    , 31/1/2002 00:00
    caro brut io ammetto la mia ignoranza in materia. certo seguo i telegiornali ma, ormai faccio persino fatica a capire quello che succede.
    gli americani promettono di risolvere il problema palestinese da tanto tempo ed in realtà nn fanno nulla.
    io sono anti-americana, certo da mcdonald ogni tanto ci vado e i film hollywoodiani li guardo ma, riguardo qualunque iniziativa politica sono contraria.
    come già dissi in un altro forum gli usa agiscono solo quando vengono toccati i loro interessi.
    e nn mi riferisco solo all'11/9 per carità quell'attentato ha colpito noi tutti ma, ad altri loro interventi alquanto discutibili.
    chissà cosa c'è sotto.
    sicuramente anche loro sono consapevoli del terrorismo che c'è (nn posso credere al contrario) ma, hanno una loro convenienza nel non voler agire.
    ceu
  12. Brutfort .
    , 31/1/2002 00:00
    Cara Lau, la risposta al tema da te proposto sta nel comportamento che gli Usa (alias Onu, alias Nato)
    stanno tenendo in questo momento. Evidentemente per gli Usa, il governo israeliano non è affatto terrorista, anzi hanno deciso bene di schierarsi dalla parte di Israele ancora più di quanto non lo fossero già prima ! Purtroppo, tutte le belle parole spese dal governo americano dopo l'11 settembre, sulla necessità di risolvere la questione palestinese per il bene comune mondiale, sono andate completamente perse.
    Credo che non ci sia più nulla da aggiungere, ed è inutile aspettarsi qualche svolta da parte della comunità internazionale.
  13. Antonio Baccagli
    , 31/1/2002 00:00
    Aggiungo un'ultima cosa, la memoria dell'olocausto dovrebbe servire a ricordarci l'insensatezza di volere espropriare le case a gente di razza diversa, dell'odio razziale, ecc, infatti tutti quanti vedono nell'olocausto questo messaggio, eccetto gli israeliani che invece ci vedono il loro diritto di rifarsi sugli inermi senza avere critiche di razzismo.
  14. Antonio Baccagli
    , 31/1/2002 00:00
    Io credevo invece che nessuno dicesse nulla perchè tutti erano d'accordo.Voglio dire obbiettivamenìte non si può che dare ragione ai pelestinesi, tutte le persone che conosco (eccetto quelle ebree) dicono che è scandaloso il comportamento di israele, siano esse di destra o di sinistra, filoamericani o antiamericani, tutti sono riuniti sotto questa causa.Non posso credere che qualcuno la pensi diversamente.
  15. laulissima
    , 31/1/2002 00:00
    in effetti caro/a giò ho avuto la sensazione (vedendo il forum bloccato) che in merito all'argomento di discussione nessuno avesse qualcosa da dire...
    per il semplice fatto che probabilmente a nessuno frega nulla.
    lo dico perchè anche i miei amici sono stati subito pronti ad aiutare safya mentre per questa causa se ne sono completamente disinteressati liquidando con "quelli meriterebbero una bomba, fuori tutti e basta".
    boh!!!!
    ciriciao gente!!!
  16. Giò De nittis
    , 30/1/2002 00:00
    Il Forum sulle case Palestinesi si è bloccato....non si è bloccata, invece, la violenza in Palestina. Intanto la RAI ha mandato in onda un ottimo sceneggiato sulle vicende dell'olocausto che ha provocato la morte di oltre sei milioni di ebrei.....ed è cosa giusta non dimenticare questi orrori....pur tuttavia la stessa RAI parla poco o niente delle decine di milioni....qualche storico parla addirittura di 80 milioni di morti che il comunismo ha provocato nel mondo. Chissà perchè!!!
    Intanto in Palestina la gente muore dilaniata o facendosi dilaniare come in un folle zabrisky point.
    Giò