1. Clonazione, crimine o progresso?

    di , il 10/1/2003 00:00

    Clonaid, società legata alla setta dei Raeliani, annuncia di avere clonato il primo essere umano, una bambina di nome Eva e informa di altre imminenti nascite di bambini-fotocopia. Forte perplessità del mondo scientifico che denuncia la mancanza di prove certe. Grandissimi i dilemmi etici, oltre che scientifici, che la clonazione umana solleva. Qual è la vostra opinione? Progresso o crimine contro l'umanità?

  2. Turista Anonimo
    , 23/1/2003 00:00
    Non sono di certo i raeliani le figure fondamentali riguardo la clonazione. Quelli secondo me sono solo dei cilindrati che stanno cavalcando la tigre. C'è tutto un movimento scientifico dietro di ben più grande portata. Secondo me non si può certo parlare di crimine contro l'umanità, ma semmai di crimine contro le "persone" che verranno clonate. In ogni caso, penso sia qualcosa di fortemente immorale, che se dovesse prendere piede, darebbe vita a una società ancora più ingiusta. Sono contrario alla clonazione di uomini e animali ma abbastanza favorevole a quella di organi o altre sostanze utili a curare malattie.
  3. frenci
    , 15/1/2003 00:00
    Mary Shelley è stata una grande scrittrice e donna "moderna", del resto i genitori erano persone speciali. Il tempo ci ha mostrato come molti limiti vengano facilmente superati, come la fantasia venga superata dalla realtà (vi siete dimenticati del trapianto di "testa"? Un paraplegico si è offerto per far trapiantare la sua testa in un corpo sano....). Ma forse si può anche fare uno stop per chiederci se è davvero giusto che certi scienziati e ricercatori del far west approfittino delle risorse viventi (dei deboli) per fama o follia. Siete convinti che non si possa far altro che stare a vedere? Non ne sono convintissimissima...vi pare?
  4. Turista Anonimo
    , 15/1/2003 00:00
    Bè, vedi Frenci, i cloni come pezzi di ricambio io li vedo bene.
    Adesso non sto scherzando: sono favorevole alla ricerca in questo senso. Attenzione però qui adesso parliamo di cellule staminali e non di persona clonata al 100%.
    E' un argomento che mi interessaa e nel poco tempo che mi rimane provo a saperne, ma soprattutto a capirne un pò di più.
    Però se la ricerca è finalizzata al miglioramento della vita, permettendo di avere "pezzi di ricambio" indenni da problemi di rigetto, allora ben venga, però come giustamente dice Giò, non sapremo tra una decina d'anni (MA PENSO ANCHE MENO), cosa sia veramente etico o no, o dove si possa mettere il confine tra sperimentazione per le malattie e creazione di mostri. E' qui dovremmo stare attenti, a non superare cioè quel confine, anche se, ultimamente par di capire che tutti stiano facendo le corse per vedere chi per primo riuscirà a passarlo, prima che venga messa la dogana con tanto di passaporto e visti per questa sperimentazione.

    ... ma sta bambina è poi stata clonata o no?
  5. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    Non è assolutamente prevedibile che cosa sarà eticamente accettabile fra 10 o 15 anni. L'etica è come il pudore, muta con i tempi e ciò che adesso fa accapponare la pelle, può darsi che sarà accettato dalle prossime generazioni. Del resto gli scenari che ci attendono non sono tanto tranquillizzanti, tra disastri ecologici dovuti al riscaldamento globale, l'esaurimento delle risorse petrolifere, la pressione dei popoli del 3° mondo, ormai stufi di fare la parte dei fratelli pezzenti, non c'è da stare tanto allegri. Quindi, io non mi meraviglierei più di tanto, se in un prossimo futuro si arriverà ai laboratori di Frankestain.
    Giò
  6. frenci
    , 14/1/2003 00:00
    A parte gli scherzi....perchè c'è chi la pensa così...Ma vi immaginate il clone come magazzino di pezzi di ricambio? Che fanno, gli strappano via l'anima in embrione? E come pensano di sopprimerlo..........ricompare il brivido da film dell'orrore! PAURA
  7. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    Pensate che bello avere un clone, va al lavoro al tuo posto, si sopporta le cazziate del capo, sta fuori di casa 10/12 ore al giorno solo per dedicarsi al lavoro e tu nel frattempo ti puoi divertire, andare al cinema, dormire, giocare, andare in viaggio....tanto ci pensa il tuo clone a la vorare e fare fatica. L'importante è farsi accreditare lo stipendio sul cc dell'originale, altrimenti il clone ti frega i soldi....
    poi un secondo clone lo vedrei bene in casa a fare le pulizie...

    a proposito non clonate le suocere!!!!!!
  8. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    Clonare servirebbe, ad esempio, a rendere immortali quelli con piú grana, permettendo loro di usare i propri cloni come banche per i "pezzi di ricambio" o come donatori di corpo in toto ... che orrore! basta leggere "il mondo nuovo" di Huxley per capire la disumanità di azioni di tale genere, soprattutto quando vengono praticate su larga scala ... ma è forse umano un mondo che lascia morire di fame milioni di bambini per la pura logica del profitto o che sta per scatenare una nuova guerra giusto per liberare gli arsenali bellici americani di un pò di vecchiume? E allora aspettiamoci di tutto.
  9. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    Quindi clonare servirebbe solo per aiutare gli altri a vivere meglio? (a parte le Berluscocavolate)....no, non sono d'accordo!
  10. Turista Anonimo
    , 13/1/2003 00:00
    ATENZIONE ATTENZIONE
    Notizia battuta dalle agenzie di stampa Italiane.
    1° caso di clonazione umana in Italia, il BERLUSCA, ha deciso di omaggiare tutti gli italiani del continente, delle isole e dei territori d'oltremare(quali? i buonanima?)di un suo replicante. Alle ore 13,30, durante una delle pochissime pause del nostro grande presidente, un'equipe del "Non fate bene fratelli", ha prelevato un pezzo di unghia dell'alluce destro dell' esimio piede presidenziale, con il quale è stato avviato un processo di clonazione. Il Dr.Lupini, capo dello staff medico ha preannunciato che l'esperimento avverrà con macchinari completamente made in Italy e che al 90% e fra nove mesi si avrà una perfetta replica del nostro carissimo presidente. Per il resto 10% c'è il rischio che l'esperimento non funzioni e che si cloni solo un allucione presidenziale di tre kg. e rotti.(per via dei macchinari italiani sic.).
  11. Turista Anonimo
    , 13/1/2003 00:00
    Si parla tanto di "clonazione" perchè ormai la scienza ci sperimenta da anni e i mass media ne cavalcano l'evento. Se si analizza l'importanza scentifica, nn saprei dare un giudizio tecnico sulla clonazione, anche se credo che sia tremedamente pericoloso interagire sulle leggi della natura modificandone le regole. Ma la cosa peggiore, secondo me, è che nessuno pensa che si tratterebbe comunque di una riproduzione di tipo biologico e basta. Quando mai una persona, se pure geneticamente simile, sarà uguale alla sua "copia originale", come può maturare le stesse esperienze, avere le stesse opportunità, gli stessi sentimenti? In fondo credo che la corsa alla clonazione non sia altro che l'ennesima fuga da noi stessi, siamo talmente instabili e insicuri che arriviamo a copiarci con dei cloni pensando di migliorarci. SIAMO ALLA FINE!
  12. Turista Anonimo
    , 13/1/2003 00:00
    comunque secondo me quella della clonazione da parte della setta- che non mi ricordo come si chiama- è tutta na bufala, ne sono + che convinta.
  13. Turista Anonimo
    , 13/1/2003 00:00
    la risposta da dare è quella di Lore, pensate se clonassero il Berlusca...
    tragedia.....
    scherzi a parte sono favorevole fino al limite in cui il progresso serva a debellare dei problemi e guarire da alcune malattie; la clonazione tanto per farci tutti uguali, o "eterni" come dicono quelli della setta......mi fa un'immensa tristezza.
  14. frenci
    , 13/1/2003 00:00
    Paura...se soprattutto invecchierà precocemente come la pecora Dolly e avrà tutti i suoi problemi...poverina e poverini gli altri bimbi (e gli animali clonati). Vero è che la scienza per progredire chiede il suo tributo di cavie da sacrificare....ma che prezzo!!!! Nonso ragazzi, mi lascia molto ma molto perplessa, provo quel brivido che di solito ti trasmettono i film dell'orrore. Non sono in grado di dare un giudizio obiettivo, anzi, sereno.
  15. Markus Vaja
    , 13/1/2003 00:00
    CRIMINE!!!
  16. Turista Anonimo
    , 13/1/2003 00:00
    ... ma vi immaginate se ci clonano il Berlusca? Ohmammasantissima, poveretti voi rimasti in Italia, compresi i molti che l'hanno votato (ben gli sta!)