1. Poveri ma belli

    di , il 10/1/2003 00:00

    Niente asfalto, niente luce elettrica, fili del telefono nascosti, tecnologia vietata, case in arte povera. Sono alcune delle caratteristiche che un borgo deve avere per entrare nella lista dei più belli d'Italia. Ma non è un fenomeno solo italiano. Tu cosa ne pensi di questa rinuncia dell'età moderna: è il mantenimento di uno stile o un anacronismo?

  2. Eleonora Bonalumi
    , 15/2/2003 00:00
    MI PIACE VISITARE UN POSTO "VECCHIO", HA IL SAPORE DI UN LUOGO DOVE IL TEMPO SI E' FERMATO, LONTANO DA TUTTO QUELLO CHE DI BRUTTO E DI BELLO C'E' NEL MODERNISMO SFRENATO.MI SA DI UN PASSATO TRANQUILLO, MI RICORDA LE MIE NONNE E MI FA SENTIRE TRANQUILLA.PERCHE' MAI IPOCRITA? BISOGNA ANCHE CONSIDERARE CHE MANTENERE BENE IL CUORE VECCHIO DELLE CITTA' SIGNIFICA MANTENERE UN PATRIMONIO ARTISTICO E ARCHITETTONICO SENZA EGUALI.ELLE
  3. Turista Anonimo
    , 23/1/2003 00:00
    L'attenzione nell'arredo urbano dei borghi italiani è doverosa (le città sono quasi tutte perse da questo punto di vista) e credo che tutti si siano accorti di quanto violento sia un fanale orrendo che illumina pietre levigate dal tempo o i cartelloni pubblicitari che coprono la campagna....ma rinunciare alla tecnologia completamente fa sorridere ed un pò arrabbiare, secondo me accettare di vivere senza luce e riscaldamento lo si fa solo perchè non è una strada senza ritorno, se la moda passa si cambia idea. Servirà a ritrovare sè stessi, schivando i bombardamenti di tv e tapparelle a comandi vocali? Comunque sia è un eccesso e personalmente mi dà fastidio come le vacanze tipo Rambo: due settimane nella giungla a sola acqua e con seimila euro in meno, o come la dieta per perdere due chili. Abbiamo desiderato tutto ed abbiamo tutto e siamo arrivati al punto di desiderare quello che non abbiamo , anche se quel qualcosa è l'assenza di beni e acquisite comodità.
    La bellezza di un borgo medievale dipende da un accorto connubio con la modernità (devo dire che in Francia ho fatto fatica a vedere un brutto paese), non da scelte anacronistiche. Ma i nuovi figli dei fiori ci arrivano a piedi nel rustico.....spero!
    Devo premettere che tecnologicamente sono piuttosto primitivo, malgrado questo, leggendo il bell'intervento di Andrea C, quando ha detto...dopo dieci minuti di black out ero stufo.... ho pensato:beh potevi stenderti sul divano alla luce delle candele e accendere lo stereo...ops!!!
  4. Turista Anonimo
    , 23/1/2003 00:00
    "Belli" di sicuro, "poveri" ho molti dubbi, bisognerebbe entrare nelle case per capirlo. Credo sia un modo per preservare architetture e arti antiche ma non certamente uno stile di vita, è impossibile, anacronistico e ipocrita.
  5. Turista Anonimo
    , 15/1/2003 00:00
    Amo i borghi antichi europei, mi affascinano, perchè ognuno è diverso dagli altri, Cambiano le vie, le case, la gente, i profumi, persino i gatti randagi. Ho dormito in vecchie case seicentesche del Baden-Wuttemberg o della Baviera,(quelle con i tronchi di legno a vista), mi sono perso nei dedali di Dublino mangiando patatine e pesce fritto, incantato da tutto. E poi ci sono i nostri centri storici, veri borghi medioevali, vere splendide gemme della storia.
    Ben venga la riscoperta di questo patrimonio storico-culturale, che appartiene a tutta l'umanità.
    Giò
  6. Turista Anonimo
    , 15/1/2003 00:00
    Io un mese in una foresta finlandese lo trascorrerei volentieri, facendo le seguenti cose: leggendo, studiando, riposando, passeggiando, fotografando la natura, raccogliendo piante (quelle non protette, eh!) e preparando fogli d'erbario. Vi pare poco? Ah, dimenticavo, aggiungerei pure la compagnia di un qualche interessante maschiotto di mia conoscenza: altro che morire di pizzichi per la noia, eh eh eh...
  7. Turista Anonimo
    , 15/1/2003 00:00
    Se va via l'energia elettrica ormai non mi spavento più, come ho scritto sotto siamo ben organizzati. L'unica cosa per cui mi preoccupo è il frigorifero ed il congelatore: caspita buttare via mesi di stipendio perchè i motori senza luce si fermano proprio non mi va....ecco nei lavori in programma per l'estate prossima devo prevedere la possibilità di un piccolo generatore, almeno per far andare i motori.

    E' vero, senza energia elettrica non potremmo più stare! MA CHE INVENZIONE!!!!Sembra niente vero? Spingi un pulsante ed accendi, un altro e spegni.... tutto li?
  8. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    ecco Pepa hai reso bene cosa pensavo anche io! quando a casa va via la luce...mi sento un animale in gabbia.....
  9. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    ecco Pepa hai reso bene cosa pensavo anche io! quando a casa va via la luce...mi sento un animale in gabbia.....
  10. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    anche io sonon stata un mese in Africa senza corrente elettrica
    all'inizio è vero ci si sente un po' spaesati, ma poi, se non si è soli, è bellissimo, davvero
    non so però se lo vorrei per tutta la vita!
  11. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    Io penso che a volte si esagera un po'. La luce elettrica, se usata e "vestita" nel giusto modo, non rovina certo la bellezza di un paese...è anche vero che, per esempio in Toscana, ho visto una concentrazione altissima di borghi medioevali, tutti stra-curati, stra-restaurati, stra-puliti, stra-to-sfe-ri-ci: non c'era un filo fuori posto, un ciotolo sollevato e un fiore che non fosse bello. Ma arrivare addirittura a rinunciare all' elettricità, onestamente mi sembra eccessivo e , nella sua intenzionale genuinità, falso: non rischia di diventare un po' una buffonata?
  12. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    In mezzo alla foresta a fare cosa un mese?!
    Mamma mia, se ci penso, mi viene la depressione preventiva!
    Il fatto è che, teoricamente, anche a me piacerebbe ma poi che cavolo faccio tutto il giorno? Me moro de pizzichi!
    Inizio a parlare da solo. Mi faccio le domande e mi rispondo da me!
    Non credo che faccia per me in fin dei conti.
  13. Turista Anonimo
    , 14/1/2003 00:00
    Lore, un mese???? Magari in estate si, forse potrei farlo anch'io....ma solo in estate.
  14. Turista Anonimo
    , 13/1/2003 00:00
    io lo farei due settimane, max.
  15. Turista Anonimo
    , 13/1/2003 00:00
    Lena, una mia collega ed amica finlandese, mi raccontava della sua casetta di campagna, dove era solita passare un mese in estate: poco piú di una capanna di legno, ovviamente in mezzo ad una foresta ed in riva ad un lago, senza corrente, Tv, collegamenti ed altro, dove leggeva libri fino a tardi con la luce naturale. Deve essere un'esperienza bellissima ma un pò difficile, comunque io, per un mese l'anno lo farei: una bella ricaricata di verde e di semplicità per lo spirito.
  16. frenci
    , 13/1/2003 00:00
    Mi sta bene tutto, davvero! Anche questi poveri ma belli!
    Ma la corrente elettrica....SCHERZIAMO?????
    No, a certe comodità non rinuncerei a costo di essere "brutta" (sul "ricco" poi non riesco)