1. VORREI UN BAMBINO

    di , il 11/12/2001 00:00

    E' un argomento un pò strano, ma vorrei che mi deste una mano a capire.

    Mio marito non vuole un figlio da me, ma non fraintendetemi, Lui non ha il senso paterno. Sono delusa e demotivata. Aiuto!

  2. Marco Liberi
    , 4/1/2002 00:00
    Ciao a tutti,
    mi chiamo Marco e ho lo stesso problema di P., vorrei diventare padre, ma la mia compagna non vuole saperne.
    Tra i vari messaggi, uno parlava della differenza tra i sentimenti di una donna e quelli di un uomo. Bhè, cara amica, posso assicurarti che per un uomo, che come me, che vive sperando di riuscire a diventare padre, il rinunciarci per amore della propia compagna o per altri mille motivi, equivale ad un lutto esattamente come hai detto tu.
    Infine, volevo dire a Patrizia che la capisco e le auguro che suo marito possa capire qunto tutto cio' sia importante per te.

    Ciao
    M.
  3. Francesca Montanelli
    , 24/12/2001 00:00
    Ciao a tutti e soprattutto a Patrizia.
    Ho riletto tutto questo forum dall'inizio alla fine.
    Sprattutto ho letto quello che ha detto Patrizia,quando improvvisamente(o almeno così a me sembra)ha asserito di aver cambiato idea e di non voler più un figlio.
    Beh...mi chiedo,ma come hai fatto Patrizia a cambiare idea su una cosa così importante?Il desiderio di un figlio è una cosa così profonda e importante!
    Tuo marito deve essere ben fermo nelle sue convinzioni se adesso anche tu hai cambiato idea.
    Ma non hai paura che in futuro potresti avere grandissimi rimpianti?Rinunciare ad un figlio perchè il marito non ne vuole sapere mi sembra assurdo!Un figlio di dovrebbe fare in due.Un figlio dovrebbe essere il simbolo dell'unione fra due persone.Non stà certo a me dirlo....però forse fra voi due ci sono un pò di problemi alla base.Cerca di parlare con lui fino alla nausea...e continua a sperare.
    Buon Natale e tanti auguri!!
  4. Francesca Montanelli
    , 22/12/2001 00:00
    Ma non vi sembra di esagerare??
    Una parla di ingannare il marito, un'altra pazzoide esce fuori e dice di essere incinta senza un minimo di sensibilità..anzi passa proprio da pazza!
    Patrizia, Pamela ,P.C bo?? e chi ci capisce piu niente??
    ma non vi sembra che questi forum siano degenerati???

    Comunque quella F.M non sono io!

    tanti auguri a tutti :-)
  5. Moni V.
    , 22/12/2001 00:00
    Be' Patrizia o Pamela o chiunque tu sia credo tu abbia molti problemi...psicologici! Ha ragione F.M..
  6. kenya5872
    , 22/12/2001 00:00
    Grazie,Pamela,di aver chiarito l'equivoco!mi dispiace Patrizia,x cio'che ho scritto,ma credevo,e speravo,fossi tu.Ho frainteso le iniziali,ma sarebbe successo a chiunque!cmq mi dispiace......ciao,Ornella.
  7. Francesca Montanelli
    , 22/12/2001 00:00
    No,non è Patrizia ad essere incinta....sono Pamela e ho le iniziali uguali alle sue e non me ne sono resa conto.
    Scusate.
  8. kenya5872
    , 22/12/2001 00:00
    Ribadisco,cara patrizia,che non voglio iniziare una polemice con quella persona,tanto x me dice cose senza senso,e la vita...si sa,come va....ognuno ha cio'che semina!detto cio,cara patrizia,il mio secondo intervento non era 1 consiglio,ma una battuta(e mi scuso,solo con te,di averla fatta)sul fatto che trovo ridicolo che si dice che è difficile ingannare un uomo;tu stessa hai detto che prima di denise,molte persone ti avevano consigliato di"ingannarlo"ma tu,x onestà(giusto!)non l'hai mai fatto.cio'vuol dire che molte persone sanno come ingannare un uomo,x fortuna che non tutti lo fanno in pratica,ma lo dicono solo in teoria.il mio consiglio era quello di pazientare,ma cercare anche di capire..parlare parlare,sempre parlare!con tuo marito,ovvio!puo'essere una soluzione.Ma leggendo il tuo ultimo intervento,mi accorgo che tutto è bene cio'che finisce bene!hai visto?è arrivato il dono + bello!sono realmente felice x te,in bocca al lupo!permettimi solo 1 osservazione,forse schietta,ma fa parte del mio carattere:se le persone che ti hanno"scoperto"ti hanno aggredito o cmq hanno dissentito con te,vivi felice con tuo marito,e scegli,sii selettiva,le persone con cui stare.Se giudicano...non meritano!auguri x te e x il bimbo/a che verrà!ciao,Ornella.
  9. Francesca Montanelli
    , 21/12/2001 00:00
    SONO INCINTAAAAA!!!!!!!
  10. Patrizia La mantia
    , 21/12/2001 00:00
    Anzi aggiungo dei punti molto importanti e che siano chiari a tutti:

    1) Io sono sposata
    2) Ho un casino di cose da fare e non passo il tempo a scrivere cazz...
    3) Sono una persona molto sincera.
    4) Sono anche molto sensibile
  11. Patrizia La mantia
    , 21/12/2001 00:00
    Caro o cara F.M. come mai non ti identifichi?

    Non importa, ho solo 2 parole da dirti: Sei disgustosa/o
  12. Moon Moon
    , 21/12/2001 00:00
    Sapete cosa vi dico amici, la nostra cara Patrizia secondo me ha voluto lanciare un forum cosi' tanto per fare qualcosa. Sono sicura che non e' nemmeno sposata e tantomeno vorrebbe avere un bambino. Sinceramente mi sento un po' presa in giro anche perche' non riesco a capire come i suoi amici abbiano potuto scoprire la sua identita' soltanto attraverso un semplice nome. Inoltre vi dico con franchezza che non si cambia idea cosi' facilmete su un argomento cosi' importante ... a meno che non sia una banderuola al vento!!!!!
    Scusate ma non sopporto le persone false!!
  13. Patrizia La mantia
    , 21/12/2001 00:00
    Prima di tutto vorrei ringraziare Ornella per il suo intervento anche se non ho capito bene il consiglio del secondo. Poi vorrei dirti cara Sarah che forse è meglio continuare a comunicare attraverso il forum. Molti di voi forse non hanno capito quanto sia delicato il mio problema, forse non dovevo aprire il forum, ma mi è sembrato giusto sapere un pò cosa ne pensa la gente del mio problema, inoltre ho svelato il mio nome e questo mi è costato tanto, purtroppo qualcuno dei miei amici mi ha riconosciuta e mi ha inviato (privatamente) un casino di mail di disapprovazione, ma comunque mi sono presa le mie responsabilità e purtroppo ho dovuto cambiare mail.

    Momentaneamente ho preso la decisione di non avere figli o quantomeno di non chiedere più, sperando che un giorno qualcosa accada
  14. Mao Pao
    , 21/12/2001 00:00
    Una piccola aggiunta: è vero che la scienza ci aiuta, ma sappiate che è molto frustrante dare ingenuamente x scontato che il bel giorno che si decide di avere un figlio, il figlio arriverà, e vederselo puntualmente smentire mese dopo mese, e poi iniziare a parlare con i medici, sentirsi dire "ma stia tranquilla, prima poi arriva", iniziare a fare analisi, prendere appuntamenti, aspettare, sperare, ricominciare, e poi fare altri esami, e intanto veder passare il tempo, (magari, nel frattempo, vedere amiche/ conoscenti avere gravidanze "al volo" e senza problemi!)e veder sfumare tutti i propri progetti ecc. ecc. Poi magari scopri che il "problema" non è tuo ma del tuo uomo, per esempio, o di tutti e due (ancora peggio!) e doversi affidare in toto ai medici, non avere più il controllo nè sulle cose nè sul tuo corpo. Le variabili sono moltissime! Ma nessuno te lo dice, nessuno ti prepara, ovviamente, se hai la sfiga di avere qualche difficoltà nella procreazione del sospirato pargolo te ne accorgi solo quando ci provi sul serio! Queste cose manco si considerano quando hai 20 anni: se un figlio lo vuoi dai x scontato che lo avrai, al momento giusto, ...e come ha detto giustamente un mio amico: una vita intera a cercare di non mettere incinta le donne, e poi scopri di essere sterile! Dal punto di vista femminile si potrebbe dire: una vita intera ad aspettare la persona giusta con cui fare una famiglia e poi scopri che non sai se ci riuscirai mai! Certe volte la vita è proprio una beffa. Ma avete una vaga idea di cosa deve essere x una donna sapere con certezza che non potrà mai avere un figlio suo? (Adesso me le vedo le polemiche scatenate dagli adottivi... tranquilli, non ho niente contro le adozioni). Si fa presto a dire: e vabbè, pazienza, l'importante è l'amore. Certo che l'importante è avere qualcuno che ti ama, accanto, però... Insomma, secondo me se si possono fare i figli è meglio farli, e farli da giovane o semi-giovane. A maggior ragione se si desiderano molto! Credetemi, passare dai centri sterilità (che comunque non fanno i miracoli) non è una bella prospettiva.
    Auguri e Buon Natale, spero di non avervi depresso troppo.
  15. Pao Mao
    , 21/12/2001 00:00
    Vedo che non ci siamo capiti.. Ornella scrive: "mi ha dato solo fastidio leggere che il problema sarà l'"inizio" della fine di un amore".... Ma chi l'ha mai detto?!! Ma io auguro a Patrizia una lunga e felice vita d'amore, con o senza figli. Ma com'è che la gente capisce solo quello che vuol capire? Ho anche scritto
    "personalmente", il che significa "x quanto mi riguarda". Se P. vuole restare col suo uomo che ci resti! Se rinuncia a fare un figlio perchè lui ha cambiato idea e non se la sente, questo, scusate, ma è pacifico che è solo e soltanto una scelta sua, ha 34 anni, non è mica deficiente. Ma se lo fa, e tra 10 anni se ne pente amaramente, che le sia chiaro (a mio parere) che questa rinuncia l'avrà fatta sulla sua di pelle, per suo marito sarà comunque un "dolore" diverso, che non è detto che capisca... perchè, checché se ne dica, purtroppo siamo sole in queste scelte, siamo noi che le viviamo in modo viscerale. Per un uomo un figlio "mancato", per scelta o per forza, è... non so come dire, una cosa con cui riesce a fare meglio i conti, nella maggioranza dei casi.. e mi vien da dire: beati loro. non li fanno loro, non li tengono in grembo, non li "sentono" come possiamo sentirli noi. Se una donna per esempio fa un'interruzione di gravidanza, o perde un bimbo desiderato, o decide di non averne x fatti contingenti, deve in un certo senso elaborare un lutto. Il che non ha niente a che vedere con la razionalità. Quindi va benissimo che Patrizia dica "a questo punto non ho più voglia di avere un figlio", basta che alla scelta razionale segua anche la scelta "di cuore"... il fatto che poi aggiunga "spero solo di non pentirmene un giorno e di non portargli mai rancore" ... beh... come dire: auguri, perchè se così non fosse, sarà da sola a gestire questo "lutto", giustamente per suo marito la gestione di questo "nodo" si è risolta nel momento in cui lei ha detto: ok, x amor tuo rinuncio al mio sogno. Sempre che le cose andranno poi così davvero... io spero di no, ma perchè mi piacerebbe che un grande amore si coronasse sempre con un figlio, ovviamente parlo x me, eh? Veramente, lo dico perchè sto vivendo sulla pelle cosa vuol dire volere un figlio e non vederlo arrivare, anche x questo dico di non sottovalutare il discorso dell'età, per favore piantiamola con queste cazzate stile girl power per cui l'età non conta perchè possiamo diventare madri quando lo vogliamo, tanto c'è la scienza che ci aiuta... ma siamo fuori? Magari fosse così! I numeri parlano chiaro, insisto. Chiedete ad un qualsiasi (bravo) ginecologo. Detto questo, i figli si fanno anche a 40 anni, e chi l'ha mai negato, con tutti gli annessi e connessi (rischio malformazioni ecc), e ammesso che si abbia voglia di sobbarcarsi la fatica, l'impegno e le varie paure che, magari -dico magari-, si affronterebbero meglio con 10 o 15 anni di meno. Tanto non lo si sa finchè non ci si prova. Anyway: auguri a Patrizia, qualunque decisione prenda. Cosa farei io non lo dico tanto s'è capito... Baci
  16. utente_deiscritto_93872
    , 21/12/2001 00:00
    Ciao Patrizia...xchè non hai risposto alla mia e-mail?!
    Comunque mi sembra che qui piu' o menodiciamo tutti la stessa cosa!
    Hai fatto chiarezza nei tuoi pensieri?
    Un bacio
    Sarah