1. I nostri Animali come medicina.

    di , il 26/11/2002 00:00

    La Pet-Therapy, e cioè l'utilizzo di animali domestici come aiuto terapeutico per alcune malattie, sta prendendo piede anche in Italia. Se torni a casa dopo una giornata grigia e il tuo cucciolo ti accoglie facendo le feste, ti senti più leggero?

    La capacità di comunicare e la spontaneità del tuo animale potrebbero curare qualsiasi malattia o malumore?

    Cosa ne pensi?

  2. Arianna Alessi
    , 12/12/2002 00:00
    ho avuto un'intensa convivenza
    con una gatta di nome gulasch
    (sì come lo spezzatino speziato ungherese o di quelle parti) 13 indimenticabili anni insieme!
    ricordo una sera che mi sono addormentata particolamente
    triste e malata, ho iniziato un sogno molto faticoso,ero consapevole di un forte mal di testa anche in stato onirico, quando (sempre in sogno) ho sentito un calore di benefico amore invadermi e guarirmi, tramutando così il mio disagio in uno stato di
    serenita'. mi sono svegliata
    guarita e sorpresa, la mia gatta si era accocolata sopra la mia testa! donadomi quel calore utile a scioglire i cattivi pensieri!
  3. Turista Anonimo
    , 6/12/2002 00:00
    niente sostituirà mai le coccole, le attenzioni e le affettuosità del mio gatto noè.
    è stato il compagnio insostituibile di tanti momenti e tra noi c'era tantissimo feeling. è strano, molti forse non riescono a capirlo, tanto più che non si parla di un cane ma di un gatto... ma viassicuro che ogni gatto ha un suo carattere e una personalità.
    ad esempio l'altra mia gatta è molto più indipendente e poco incline alle affettuosità.
    certe volte mi scopro a pensare quanto mi manchi il ronfare dolce di noè, sdraiato accanto a me.
  4. Turista Anonimo
    , 6/12/2002 00:00
    ... eheh .... Ubaldo e ormai ben conosciuto dalla banda tpc che popola il BLA BLA ... se non lo vedo per qualche giorno sto male .... e lui anche .... siamo in simbiosi ... non lo definrei il mio cane piuttosto il mio socio,compagno e coinquilino ... !!!
  5. Miriam De bortoli
    , 6/12/2002 00:00
    Ho sempre avuto un gatto o più di un gatto fin da piccola. Dopo sposata ho continuato ad averne e sono arrivata anche a tre assieme. La mia famiglia ed io siamo quasi convinti di avere l'anima gatta. Purtroppo anche se abbiamo un bel prato grande attorno a casa, abitiamo vicino a troppe strade e per un gatto la vita non è facile. Da tredici anni viviamo assieme a Pallaura, siamese a pelo nero e occhi verdi come la giada. Anche lei ha avuto un paio di incidenti, di cui uno grave ma per fortuna siamo riusciti a salvarla ed ora sta mooolto attenta... In casa siamo noi i suoi ospiti e non il contrario. Lei ci ha rubato il cuore e la nostra vita gira tutta intorno a lei. Lei è la prima che vedo al mattino perchè viene a chiamarci a letto e si infila sotto al piumone e miagola in tutte le lingue. Pallaura è una chiacchierona di prima categoria. Un miagolio per la richiesta di pappa, uno per uscire, uno per le coccole ecc.. Quando torno a casa dal lavoro me la trovo pronta davanti a casa oppure appena dietro alla porta. Per Pallaura tutto, perchè lei da tutto. Se l'accarezzi preme il musino sul palmo della mano, si affida totalmente a noi, ci guarda con quei suoi occhioni splendidi, sente se sei triste e ti sta vicino. Soffre quando non ci siamo sebbene resti con Ylenia che l'adora. Pallaura non è solo un gatto è un dono che abbiamo ricevuto e niente è troppo per lei. Anche se litighiamo non possiamo restare immuni al suo esistere perchè ti viene vicino e insiste e miagola per essere coccolata. E alla fine ci ritroviamo a parlare di lei...e svaniscono le liti, i musi duri e le tristezze e ci rotoliamo sul tappeto a giocare.
  6. Turista Anonimo
    , 5/12/2002 00:00
    i miei genitori, che ormai si rompono tutto il giorno, si romperebbero molto ma molto di più se non avessimo regalato loro tre gattoni. Che oramai hanno soppiantato noi figli, ma meglio così.

    Quanto a me, mi hanno parlato molto bene delle caviette.
  7. Megane P. 1
    , 26/11/2002 00:00
    La Pet-Therapy, e cioè l'utilizzo di animali domestici come aiuto terapeutico per alcune malattie, sta prendendo piede anche in Italia. Se torni a casa dopo una giornata grigia e il tuo cucciolo ti accoglie facendo le feste, ti senti più leggero?
    La capacità di comunicare e la spontaneità del tuo animale potrebbero curare qualsiasi malattia o malumore?
    Cosa ne pensi?