1. Myanmar: libertà per tutti gli artisti

    di , il 15/1/2001 00:00

    Sono un clown e stato in Birmania (Myanmar). Lì ho incontrato i Moustache Brothers o meglio ciò che resta della loro compagnia di attori.

    Alcuni di loro sono stati infatti imprigionati per aver fatto della satira sul Governo.

    Il mio obiettivo sarebbe quello di costruire una rete in Italia per richiedere al nostro Governo di intervenire su quello birmano per organizzare una tournè in Italia e in Europa dei Moustache Brothers.

    Senza troppo clamore (i militari sono suscettibili) e senza considerare a priori il Governo birmano come una feroce dittatura così come altri fanno (è facile da qui insultare senza pensare alle conseguenze per chi è nelle loro mani)!

    Tra l'altro pare che oggi le cose stiano migliorando e si è aperto un dialogo con l'opposizione: Aung San Suu Kyi

    Grazie per l'attenzione

    Giovanni Foresti di Torino

  2. Lucia Bricca
    , 23/6/2001 00:00
    Ciao a tutti!!
    Anche io sono stata in Myanmar, nell' ottobre del '99!!
    Ho lasciato il mio cuore negli occhi di quella gente, nella spiritualità di quei luoghi.... la Birmania è un posto unico al mondo!!!
    Se posso darti una mano dimmi quello che devo fare, la situazione è veramente grave in questo paese, e se è possibile aiutare queste persone dobbiamo farlo!!
    Per quanto riguarda Aung San Suu Kyi, bhe' lei è ancora agli arresti domiciliari ( così li chiamano loro, ma è una vera e propria prigionia, non può ricevere visite, una giornalista che ha provato ad intervistarla ha quasi creato un incidente di stato tra Myanmar e Stati Uniti!!!
    Pensare che se non fosse x il regime che la governa io mi sarei già stabilita lì, dove ho molti amici cari!!
    Aiutiamo il Myanmar !!
  3. Gian alberto Soardi
    , 7/5/2001 00:00
    ciao.
    Non posso aiutarti per i tuoi amici artisti; anch'io sono stato in Myamnar nel novembre 1996 e allora Aung San Suu Kyi era agli arresti domiciliari e la polizia piantonava la strada della sua casa. Ora sto leggendo il suo libro:Libera dalla paura, della Sperling Kupfer.
    Avete notizie recenti della situazione politica interna del paese? Aung San Suu Kyi ora è libera?
    ciao
    Gian Alberto
  4. Giovanni Foresti
    , 15/1/2001 00:00
    Sono un clown e stato in Birmania (Myanmar). Lì ho incontrato i Moustache Brothers o meglio ciò che resta della loro compagnia di attori.
    Alcuni di loro sono stati infatti imprigionati per aver fatto della satira sul Governo.
    Il mio obiettivo sarebbe quello di costruire una rete in Italia per richiedere al nostro Governo di intervenire su quello birmano per organizzare una tournè in Italia e in Europa dei Moustache Brothers.
    Senza troppo clamore (i militari sono suscettibili) e senza considerare a priori il Governo birmano come una feroce dittatura così come altri fanno (è facile da qui insultare senza pensare alle conseguenze per chi è nelle loro mani)!
    Tra l'altro pare che oggi le cose stiano migliorando e si è aperto un dialogo con l'opposizione: Aung San Suu Kyi
    Grazie per l'attenzione
    Giovanni Foresti di Torino