1. Rimpianti si Rimpianti no

    di , il 31/10/2002 00:00

    Quante vite ci occorrerebbero per veder realizzati tutti i nostri sogni?.il detto "CHI SI CONTENTA GODE" (così così canta liga) è giusto o sbagliato ?oppure al termine dei nostri giorni ci aspettano inevitabilmente frasi del tipo "SE AVESSI FATTO COSI'" oppure " QUANTO VORREI TORNARE INDIETRO PER CAMBIARE TANTE COSE"..insomma i rimpianti fanno comunque parte della vita di ognuno di noi? e se no, come fare per nn averne..DA GRANDI!

  2. Turista Anonimo
    , 5/12/2002 00:00
    L'importante é che i rimpianti non siano rimorsi...
  3. Turista Anonimo
    , 10/11/2002 00:00
    concordo a pieno con te Markus.......a questo mondo non mancano le meraviglie, ma la meraviglia.......
    mi auto censuro e me ne vo' cosi' non parlo più come un foglietto dei baci perugina.
  4. Turista Anonimo
    , 8/11/2002 00:00
    Io di casini ne combino in continuazione perchè ho un terrore pazzesco dei rimpianti. Non so se è giusto ma è l'unico modo in cui riesco a vivere: agendo sempre di impulso e dicendo sempre quello che mi passa per la testa. Inutile dire che un sacco di amicizie sono finite per questo motivo.

    Nica
  5. Turista Anonimo
    , 8/11/2002 00:00
    Sono un uomo ancora giovane, pur avendo accumulato alle spalle una discreta esperienza di vita, che mi permette di affrontare la stessa vita con più saggezza e attenzione di quanto avveniva quando avevo vent'anni. In sostanza, adesso, i miei sistemi di preallarme, ossia le classiche lucette gialle e rosse, sono così numerose ed efficaci che quasi sempre riescono a cavarmi dagli impacci impedendomi di commettere delle cazzate, o di infilarmi nei casini. Nonostante questo, e con il senno di poi, mi capita spesso di pormi la classica domanda: "e se avessi osato?...."
    Giò
  6. Markus Vaja
    , 7/11/2002 00:00
    Hai ragione anche tu ... Sonia, i rimpianti possono nascere con l'accontentarsi. Come in tutte le cose ci vuole comunque il giusto equilibrio. Bisogna quindi accontentarsi, cercando sempre di crescere e volere sempre di più, nel giusto equilibrio delle proprie capacità e possibilità. Infatti credo che a tante persone manca proprio la voglia di continua crescita, ad un certo punto tanti si credono "arrivati". Quante volte sento:"mi piacerebbe ...", e io rispondo:"perchè non lo fai?" Poche cose sono irrealizzabili, basta volere. E lì si bloccano tanti, troppi. L'entusiasmo, dov'è finito l'entusiasmo? Per forza che poi troppa gente ha rimpianti.
  7. Turista Anonimo
    , 6/11/2002 00:00
    che a dirla tutta il liga non si sofferma al "chi si contenta gode" ma prosegue con un "Così così".
    E messa giù così mi trovo concorde, forse i rimpianti nascono più quando ci si contenta e non si rischia piuttosto che il contrario.
  8. Turista Anonimo
    , 5/11/2002 00:00
    Tutte le volte che la vita mi sta stretta penso:
    se avessi continuato gli studi? se avessi seguito il mio istinto di partire? se non avessi sempre fatto il contrario di quello che mi diceva mia madre? se avessi avuto la forza di allontanarmi prima da lui?
    FORSE NON SAREI COSI', NON COSI' COME SONO ORA.

    E ORA MI PIACCIO.
  9. Miriam De bortoli
    , 5/11/2002 00:00
    Quante vite avrei voluto..quante vite avrei vissuto..quante alternative per chi vive in una vita sola... perchè c'è sempre un'altra vita possibile..nella vita!!! Mi ricorda proprio una canzone di Enrico Ruggeri che stavo ascoltando questa mattina arrivando al lavoro. Già, quante vite dovrei vivere per non avere rimpianti, per non dire sempre SE. E quando si arriva a 44 anni come nel mio caso si inizia a fare un bilancio della vita e allora si parte e non si finisce più di dire "che stupida sono stata! Se..facevo cosi'..se non facevo questo..se potessi ritornare indietro". Ma poi inizio ad esaminare bene il bilancio: quali grossi rimpianti mi porto dentro? Di non avere continuato gli studi. Ma c'era bisogno di soldi in casa e poi sinceramente non ne avevo proprio una voglia sfrenata..e poi mi sono creata comunque un "posto al sole" da sola, con tante e troppo umiliazioni forse, ma anche con tante soddisfazioni e le persone che mi circondano e che mi danno fiducia me lo dimostrano. Rimpiango di non avere avuto altri figli dopo Ylenia. Ma come contropartita ho una bella figlia con la quale mantengo un rapporto bellissimo e non serve aggiungere altro. Certo, tanti SE, tante caz..te se tornassi indietro preferirei cancellarli con un bel colpo di spugna e dimenticarli ma forse dovevo proprio farli, viverli ed accettarli per rendermi conto che nonostante tutto sono una persona che ha tanto. E non credo ci siano consigli per evitare di sbagliare e poter dire DA GRANDI: non ho rimpianti! Sarebbe una vita piatta senza bagaglio. L'importante è sbagliare e non perserverare no???
  10. Turista Anonimo
    , 5/11/2002 00:00
    Althea, capisco le tue buone intenzioni, ma ti ci metti pure tu? Tu dirai "mica sei obbligato a rispondere"? Mi è bastato leggere il titolo del forum per incominciare a tormentarmi...a vivisezionarmi a mettere in ordine alfabetico i miei rimpianti e maledirmi, poi però freno e..... cito anch'io qualcuno: me stesso "c'è solo un buon motivo per prendersi a calci nel culo, la ginnastica". E' anche l'unico possibile, vorrà pur dire qualcosa...
    Dato che non mi sono capito neanch'io mi spiego meglio: la vita è un lampo, uno schizzo, cogli l'attimo ogni lasciata è persa.. tutto vero ma per gli stessi motivi una bella alzata di spalle a volte è salutare.
  11. Turista Anonimo
    , 5/11/2002 00:00
    Rimpianti?
    boh, non so, forse aver lasciato le montagne, quello si, ma tanto poi ci torno, anche sper qualche giorno o settimana ci torno ...

    Cosa rifarei? Rifarei le scuole superiori e mi ridivertirei tantissimo, ma nessun rimpianto, solo così per il gusto di rivivere alcune di quelle giornate e per il resto....si chi si contenta gode.
    Alla fine della giornata guardiamo quello che abbiamo fatto e qualunque cosa fatta, poca o tanta, giusta o sbagliata, era sicuramente il massimo che oggi potevamo fare!

    ....domani è un altro giorno e si vedrà... (Ornella Vanoni)
  12. Markus Vaja
    , 5/11/2002 00:00
    Il detto "chi si accontenta gode" è validissimo, anche di questi tempi, almeno per me. Certo che ci sono momenti e situazioni che si vorrebbero cambiare, ma bisogna sapersi accontentare. Siamo in un mondo di viziati e tutti i giorni si nota subito chi si accontenta e chi ... si lamenta. Purtroppo si lamentano in troppi e se si guarda attentamente, le lamentele sono quasi sempre per piccolezze inutili e insignificanti.
  13. Turista Anonimo
    , 5/11/2002 00:00
    p.s. e poi, come diceva Milan Kundera, "einmal ist keinmal", una sola volta è mai. La vita è uno schizzo senza quadro e non c'è modo di tornare indietro per correggere gli errori: è insostenibilmente leggera.
  14. Turista Anonimo
    , 5/11/2002 00:00
    Ricordo un racconto di fantascienza in cui si diceva che tutti gli universi possibili esistono. Io non ho grossi rimpianti, la maggior parte delle occasioni che la vita mi ha dato le ho colte al volo, vuoi per scelta vuoi per fortuna: ma quando ogni tanto le cose vanno davvero male chiudo gli occhi e mi immagino in un universo parallelo dove la causa della mia sofferenza di quel momento non esiste. Chissà: "ci sono più cose in cielo ed in terra..."
  15. Turista Anonimo
    , 4/11/2002 00:00
    Cito i TIROMANCINO:
    "...Non ci sono percorsi più brevi da cercare
    c’è la strada in cui credi
    e il coraggio di andare"

    Per quanto mi riguarda i miei rimpianti sono strettamente legati alla mia paura di affrontare il presente e il mio futuro. Continuo a pensare e pensare e finisco per logorarmi..
  16. Paola C. 2
    , 31/10/2002 00:00
    Quante vite ci occorrerebbero per veder realizzati tutti i nostri sogni?.il detto "CHI SI CONTENTA GODE" (così così canta liga) è giusto o sbagliato ?oppure al termine dei nostri giorni ci aspettano inevitabilmente frasi del tipo "SE AVESSI FATTO COSI'" oppure " QUANTO VORREI TORNARE INDIETRO PER CAMBIARE TANTE COSE"..insomma i rimpianti fanno comunque parte della vita di ognuno di noi? e se no, come fare per nn averne..DA GRANDI!