1. Viaggio come terapia...

    di , il 22/1/2012 22:37

    Voglio lanciare un appello a tutti coloro che stanno combattendo con un tumore o una malattia, come feci io a suo tempo, a tutti gli appassionati viaggiatori che stanno attraversando un momento difficile; fate un viaggio! Il viaggio è la migliore terapia e l'entusiasmo che accompagna il viaggiatore il migliore incentivo alla cura. Avevo appena iniziato un ciclo di chemioterapia e avevo programmato un viaggio in Malesia già da tempo. Il giorno prima della partenza ho iniziato a perdere i capelli, e durante il viaggio li ho perduti definitivamente: fortunatamente, prevedendo ciò, avevo portato con me un grazioso cappellino di paglia che mi è servito per nascondere il cranio spelacchiato, poco piacevole per chi guardava. Sapevo che i capelli sarebbero ricresciuti, perciò ho cercato di vivere il più intensamente possibile questa mia vacanza, gioiendo per ogni istante e cercando di ricaricare le batterie per ciò che mi avrebbe aspettato una volta a casa. Non dimenticherò mai quel viaggio, fatto insieme alle persone che amo e ai miei migliori amici, i quali hanno fatto di tutto per non farmi pesare la mia condizione un pò imbarazzante (perdevo capelli ovunque)! Ma anche se siete soli, aggregatevi a una comitiva di viaggiatori e partite! Non importa se andate vicino o in capo al mondo: svagatevi e appagate i vostri occhi e la vostra anima. Questa è la migliore terapia e la via più breve per la guarigione! Monica 61- Ferrara

  2. mamy.esse
    , 9/2/2012 15:27
    che bello il messaggio che hai lanciato, mi ha fatto commuovere.... penso che tu abbia ragione in pieno e sei stata molto coraggiosa... tantissimi in bocca al lupo per il tuo futuro
  3. gudrun61
    , 22/1/2012 22:37
    Voglio lanciare un appello a tutti coloro che stanno combattendo con un tumore o una malattia, come feci io a suo tempo, a tutti gli appassionati viaggiatori che stanno attraversando un momento difficile; fate un viaggio! Il viaggio è la migliore terapia e l'entusiasmo che accompagna il viaggiatore il migliore incentivo alla cura. Avevo appena iniziato un ciclo di chemioterapia e avevo programmato un viaggio in Malesia già da tempo. Il giorno prima della partenza ho iniziato a perdere i capelli, e durante il viaggio li ho perduti definitivamente:fortunatamente, prevedendo ciò, avevo portato con me un grazioso cappellino di paglia che mi è servito per nascondere il cranio spelacchiato, poco piacevole per chi guardava. Sapevo che i capelli sarebbero ricresciuti, perciò ho cercato di vivere il
    più intensamente possibile questa mia vacanza, gioiendo per ogni istante e cercando di ricaricare le batterie per ciò che mi avrebbe aspettato una volta a casa. Non dimenticherò mai quel viaggio, fatto insieme alle persone che amo e ai miei migliori amici, i quali hanno fatto di tutto per non farmi pesare la mia condizione un pò imbarazzante (perdevo capelli ovunque)! Ma anche se siete soli, aggregatevi a una comitiva di viaggiatori e partite! Non importa se andate vicino o in capo al mondo: svagatevi e appagate i vostri occhi e la vostra anima. Questa è la migliore terapia e la via più breve per la guarigione! Monica 61- Ferrara