1. Sfatiamo una leggenda

    di , il 25/10/2002 00:00

    Vogliamo sfatare la leggenda, per cui tutti coloro che vanno in vacanza in Thailandia, hanno solo l'obiettivo di andare a baldracche? E' la decima volta che ci vado con la mi' moglie e sempre, con compatimento, i conoscenti mi guardano divertiti e mi pontificano: " E' come andare al Ristorante e portare con sè una forma di cacio."

    Canapino

  2. Turista Anonimo
    , 3/2/2003 00:00
    X fragan

    Ti ringrazio per la precisazione e tengo comunque a precisare che a Pattaya non ci starei più di un giorno, anzi non più di mezza giornata!!!L' ho usata come esempio un po forte e mi scuso se posso aver solo vagamente giudicato il modo di vivere la vacanza di qualcuno.
    A parte questo spero di tornare presto in Thai e di visitare altri posti carini per esempio la parte Nord visto che non ci sono mai stato a causa della mia attrazione fatale per il mare!!!!!Deformazione infatile che mi porto da quando i miei mi lasciavano tre mesi in Liguria!!!! Temo mi siano spuntate le branchie nel frattempo.Un salutone a tutti !!!
  3. Turista Anonimo
    , 3/2/2003 00:00
    per Teo.
    ti rispiego o meglio ti spiego un po' meglio quello che ho scritto a proposito di chi passa 1 mese a Pattaya o Patpong.innanzitutto,mi guardo bene dall'avere la stoltezza e la presunzione di dire a qualcuno come e dove viaggiare,al massimo do'un consiglio.forse posso aver dato questa impressione,ma in realta'me ne frego abbastanza di quello che fanno gli altri a meno che non danneggi direttamente me o crei danni all'ambiente che mi circonda,allora se permetti ho il diritto di dire la mia.ho solo usato Pattaya all'interno di un determinato discorso.pero'e'indiscutibile,non me ne avere se sei tra quelli,che chi passa tutta la vacanza a Pattaya non ha certo tra i suoi obiettivi quello di visitare la Thailandia.e questo e'certamente un suo diritto.detto cio',la questione finisce qui.non sono tra quelli che denigra Pattaya,anzi mi e'capitato spesso di difenderla,nonostante gli argomenti a favore siano pochi,proprio perche'non mi piace che chi vi abita venga catalogato automaticamente in una determinata maniera.su una parte (quindi non per tutti) dei turisti che ci vanno,sinceramente ho molto da obiettare,ma come dici tu,nessuno puo'giudicare quello che un altro fa'.
  4. Turista Anonimo
    , 31/1/2003 00:00
    x Farang

    Sono il Teo di qualche giorno fa: scusami prima dici che ogniuno è libero di fare ciò che vuole e poi ti metti a decidere su chi può e chi non può viaggiare???non mi sembra molto coretto,non pensi????Il viaggio ed il concetto d viaggio sono un insieme di cose molto personali, io posso decidere di andare in Tahilandia e starci 3 mesi a Pattaya ma non per questo tu devi giudicarmi o sminuirmi se parlo della mia esperienza di viaggio .....pensavo questo sito fosse molto democratico ma mi sto rendendo conto che è esattamente come la vita di tutti i giorni dove lo sport più diffuso è giudicare,giudicare giudicare... Questa non è una polemica ma una semplice considerazione . un saluto a tutti e....buon viaggio.
  5. Turista Anonimo
    , 31/1/2003 00:00
    ah ... un'ultima considerazione... in base alla mia (anche se non notevole) esperienza in campo sessuale, devo dirti che le donne italiane in quanto a "prestazioni" sono quasi insuperabili,sicuramente hanno poco da imparare dalle donne di altri paesi,thailandesi incluse ...
  6. Turista Anonimo
    , 31/1/2003 00:00
    Stefano,non te la prendere ma chiudo qui il discorso.e'inutile continuare,non e'ho voglia,volevo dire la mia e l'ho fatto.il tuo ultimo post non fa che confermare il mio punto di vista su un certo tipo di turista,che io ho chiamato "buonista", perche' in effetti secondo me e' il termine piu'azzeccato.continui a parlare di "prestazioni" eccetera,e' evidente che non hai capito un tubo di tutta la questione,e' altrettanto evidente che per te le donne thailandesi(o cubane o brasilaine o che dir si voglia) in ambito diciamo "turistico", sono considerate merce sessuale ne' piu' ne meno di quanto le considerino merce sessuale la massa di depravati che passa 1 mese intero a Pattaya o a Patpong.solo che loro applicano i loro principi,tu no(magari solo perche' sei impossibilitato dal farlo,vedi fidanzata o meglio a fianco...sai quanti ne ho conosciuti di soggetti cosi?).quindi tu tieniti pure le tue convinzioni,anzi le tue deduzioni visto che si basano su zero esperienze,io mi tengo le mie che si basano su esperienze molto concrete e sul fatto,che sono stato in Thailandia sia da fidanzato con italiana,sia da single ed e' probabile che ci torni in un prossimo futuro di nuovo da fidanzato con italiana(se resiste ...).
  7. Stefano Piermaria
    , 31/1/2003 00:00
    Per Farang.
    Innanzi tutto questo forum non mi sembra il luogo adatto per giudicare o critiche chi vi partecipa ne' tantomeno una esclusiva di chi, come te, conosce in maniera così profonda e diretta la realtà thailandese. Anzi, potresti una volta per tutte spiegarci la "vera" situazione, e soprattutto perche' le prestazioni offerte dalle delicate, sorridenti, dolci, sottomesse ragazze Thai sarebbero così diverse?
  8. Turista Anonimo
    , 31/1/2003 00:00
    rispondo a Stefano.il concetto dell'incompatibilita' tra il mantenimento di luoghi idilliaci e lo sviluppo di un paese e dei suoi abitanti e' arcinoto (oltretutto avendoci vissuto conosco benissimo la questione) quindi non mi ci soffermo. invece sul fatto che ti ostini a voler dire la tua su di un argomento sul quale molto probabilmente non hai avuto la minima esperienza diretta, allora ti dico che le tue sono parole al vento.non ho neanche voglia di mettermi ancora a discuterne.dico solo che il tuo problema e quello di molti turisti "buonisti" e' che non riuscite a comprendere che una donna che si trova in una situazione particolare in un paese molto povero,possa essere ne' piu'ne meno di una qualsiasi donna italiana che lavora in ufficio o al supermercato,provare i suoi stessi sentimenti e le sue stesse ambizioni.questa e' una sgradevole forma di razzismo sociale ancora piu' grave se sostenuta da persone che (solo perche' ogni tanto viaggiano) si ritengono particolarmente evolute ed emancipate.forse se faresti lo sforzo di conoscere bene qualcuna di queste persone,riusciresti a capire un bel po' di cose in piu'.spero di non offendere nessuno,ma se viaggiate solo per fare foto a monumenti e spiagge bianche da mostrare agli amici o collezionare souvenir,state a casa che almeno risparmiate soldi.
  9. Stefano Piermaria
    , 30/1/2003 00:00
    Vorrei puntualizzare un concetto (sono il "buonista" superficiale): per noi isole o spiaggie incontaminate e lussureggianti sono il paradiso, mentre il bussines, il progresso, la cementificazione li consideriamo i maledetti distruttori del nostro amato e idilliaco sogno. Non mi sembra giusto! Troppo egoistico! Forse dovremmo capire anche la gente del luogo che si sta dando da fare (in maniera magari non ottimale) per MANGIARE o per stare un po' meglio o per sperare in un futuro migliore. E questo vale anche per le ragazze che si concedono con molta facilità ai turisti (che a Cuba vengono chiamate jineteras, e in Italia puttana, se è immigrata e batte x strada magari per mangiare, mentre "accompagnatrice" se è una stupenda top che vuol farsi la villa a Saint Tropez). Ho conoscito anche io ragazze Cubane, Marocchine, Thailandesi o Italiane, e devo dire che in loro ho trovato pari dignità ed umanità.
    Non siamo padroni ne' di luoghi ne' tantomeno di persone. Chiaro cmq che lo sfruttamento delle persone e la mancanza di salvaguardia dell'ambiente non è accettabile.

    PS: le prostitute thailandesi sarebbero tutta un'altra cosa perche' forse fanno innamorare di più, non ti mettono fretta, sono dolcissime, oppure vogliono meno soldi?
    Ma riuscite a capire perche' la gente si vende!?
    In ogni parte del mondo la sostanza è sempre la stessa.
  10. Turista Anonimo
    , 29/1/2003 00:00
    no, no, non mi sono affatto inbufalito. era solo una constatazione. cioè, contestavo solo il concetto "la Thailandia è bella ... siete mai stai al Full Moon Party ? fantastico ! etc ... etc ...". concordo sul fatto che ognuno possa fare quello che vuole, ci mancherebbe altro ...
  11. Turista Anonimo
    , 28/1/2003 00:00
    Concordo con jack sul fatto che non ti debba inbufalire così tanto per i full moon party,non ne vale la pene.Ci sono stato due anni fa per la curiosità di vedere come fossero,ho archiviato l'esperienza punto e basta.Certamnete non mi ci metto a fare una crociata contro i full moon ,non giuduco chi ci va semplicemente perchè nn me ne frega niente così come non me ne frega niente di chi va a Pattaye sud , a patong o a Pat phon, liberi di fare ciò che si vuole!confermo la bellezza della thai e confermo purtroppo la sua continua occidentalizzazione che parte dalle orde ddi italiani che aprono locali su locali forti della presa che tali strutture hamnno sui turisti!!!dio salvi la Thai, anzi...forse è meglio che ci pensi Buddha visto che è più di moda da quelle parti!!
    besos teo
  12. Jack Burton 1
    , 28/1/2003 00:00
    Dai, Farang, non ti arrabbiare ...
    Ormai i Full Moon Party stanno diventando una costante stagionale per la maggior parte delle localita' turistiche thailandesi (qui a Phuket li fanno a Nai Harn Beach, A Kamala e a Patong).
    Diventeranno solamente misere occasioni di business, come le Feste dell'Unita' italiane ...

    Bye

    Jack
  13. Turista Anonimo
    , 24/1/2003 00:00
    Bleahhh !!!
    Sono sempre io, ossia () quello dei 2 messaggi precedenti a didax@vizzavi.it. Bella merda i Full Moon Party !!! Stanno rovinando Koh Phangan !!! Che merda ! E c'è anche gente che ha il coraggio di pubblicizzarli come qualcosa di entusiasmante (vedi didax@vizzavi.it). Mi spieghi cosa c'entrano i rave party, la droga e tutta la merda di contorno con i villaggi di pescatori di Koh Phangan ?!?!?!?
    Consiglio alle persone che vogliono bene alla Thailandia di tenersi lontano dai full moon party e da manifestazioni analoghe, nè più ne meno di come si terrebbero lontani da Patpong o da Pattaya sud ! Sono due facce della stessa medaglia: stili di vita occidentali che rischiano di rovinare la bellezza di un posto e sicuramente creano gravi problemi sociali. Quando io vado in zona Koh Samui, se so che c'è un Full Moon Party me ne sto a Samui, poi appena finisce e tutta la feccia magari torna a Koh Samui me ne vado a Koh Phangan !
  14. Matteo 1
    , 23/1/2003 00:00
    Nel 2001-2002 sono stato in thai 4 volte: bkk,puket,krabi,samui.E' un paese eccezionale i paesaggi incredibili e l' atmosfera che si respira è davvero surreale.Altro che turismo sessuale, leviamoci da questi luoghi comyni Thailandia=sesso e basta!!Non è vero!!!!!Thailandia= divertimento,cultura,nuove amicizie!!!!Onestamente ci tornerei altre 100 volte!!! Mai sentito parlare dei moon party!!??Da vedere!!!Da vivere!!!Sono in partenza x Cuba : 11 gg L'Havana+non so, se qualcuno ha dei consigli da darmi.....! grazie!!!
  15. Turista Anonimo
    , 23/1/2003 00:00
    Sono quello del precedente post. Credo che la divinità alla quale ti riferisci sia Kuan Yin, dea della misericordia del pantheon religioso cinese. E' molto venerata anche dai buddhisti thailandesi.
  16. Turista Anonimo
    , 23/1/2003 00:00
    Mi reco in Thailandia e Asia in generale da 12 anni, anche 2-3 volte l'anno.
    Innanzitutto ci tengo a difendere la Thailandia e i suoi abitanti. Il fatto che ci siano persone che ci vanno solo per fare sesso è innegabile, ma ciò non vuol dire che si debba andare lì solo per quello. Sarebbe come dire che chi va al pub lo fà esclusivamente per ubriacarsi. Ci sono molte attrazioni in quel paese e ormai è finita l'epoca in cui a Don Muang arrivavano solo frotte di uomini single, ciccioni e arrapati. Ormai il turismo è variegato: coppie, anziani, donne, di tutto. Però vorrei porre anche l'accento su un errore che commettono quasi tutti coloro che nell'intento di sfatare il luogo comune della "Thailandia bordello" continuano a paragonare la situazione che c'è con quanto accade nei viali delle nostre città o a proporre la riapertura delle case chiuse in modo tale da far sì che non ci siano uomini che fanno 10.000 km per fare sesso. Questo è un errore dovuto a superficialità e all'assenza di esperienza sul campo. E' ovvio che chi va in Thailandia in coppia non potrà esprimere pareri obiettivi sull'argomento non avendo avuto esperienza. Io ci sono stato sia in coppia che dà single, ho avuto esperienze con "lavoratrici" del settore e posso garantire che non può esserci alcun paragone con la situazione nostrana. Credo che solo chi ha provato può capire e non mi sto riferendo all'entità o alla qualità delle prestazioni sessuali. Siccome ho alcuni amici e conoscenti che sono arrivati a sposarsi felicemente con ragazze thailandesi conosciute proprio in quel contesto, inviterei i "buonisti" a essere un pò meno superficiali su questo delicato argomento.