1. Thailandia Puket. C'è pericolo attentati?

    di , il 19/10/2002 00:00

    Ho scoperto che in Thailandia i mussulmani sono una piccola minoranza ma tutti conc. A Puket dove devo andare io a Gennaio cosa mi consigliate di fare?

  2. Fabio Rota 1
    , 17/2/2003 00:00
    qualcuno potrebbe indicarmi hotel a bassissimo costo a bkk o pattaya?grazie
  3. Paolo Basso
    , 16/1/2003 00:00
    Saluti a tutti da Phuket.Anch'io sono pienamente d'accordo con quello che dice JACK.La tesi di Jack e' la stessa che penso anch'io,una manovra fatta per deviare la massa turistica in altre zone dove la crisi turistica e' molto piu' sentita di qui'ed una questione economica.Anch'io vivo a Phuket e vi dico le stesse cose,la tranquillita' che c'e' a Phuket e' sempre la solita che c'e' da sempre,anche in questo brutto momento di crisi mondiale.Saluti dall'isola Felice e dal Paese del Sorriso.Paolo
  4. Jack Burton 1
    , 14/12/2002 00:00
    Ciao,
    per prima cosa occorre precisare che a Phuket i mussulmani, pur numerosi, sono una minoranza (la vera anima dell'isola e' cinese...), mentre le zone dove la fede islamica e' preponderante sono le estreme province del sud (Yala, Pattani) dove da decenni si registrano problemi di convivenza e di separatismo.

    Per quanto riguarda Phuket posso dirti con certezza (ci abito) che problemi non ce ne sono. Da piu' parti si ha la sensazione che tutta questa campagna, pur basandosi su una situazione mondiale precaria e pericolosa, sia stata montata ad arte per meri fini economici (ad esempio grossi tour operators senza interessi in zona cercano di spostare il grosso flusso turistico verso i loro villaggi ed hotels in altre parti del mondo.
    Conferma di cio' e' il fatto che, all'indomani del triste attentato di Bali, le prenotazioni avevano cominciato ad affluire in maniera impressionante per poi venire in parte disdette a seguito degli "avvisi di sicurezza".

    Qui c'e' lo stesso pericolo di ogni altro luogo del mondo piu' o meno frequentato dai turisti.
    Pensa che l'Australia e' arrivata al punto di affermare che Phuket e' pericolosa per ... le meduse !!
    Personalmente vado al mare ogni giorno e non ne ho mai incontrata una (anche se sicuramente sono piu' facilmente individuabili dei terroristi ...).

    Vieni tranquillo e goditi la vacanza.

    Ciao.

    Jack Burton
    www.thaiweb.it
  5. Franco Bognetti 1
    , 11/12/2002 00:00
    Desidero stabilirmi in Tailandia, datemi tutte le informazioni in vs posseso.
    Partendo dalla rotta da seguire, costi trasferimenti, valuta,Visto Passaporto, lingua se si trovano interpreti ? ecc. ecc.
    Vorrei aprire una attività che mi permetta di vivere ?
    Leggi........insomma un po tutto.
    Grazie.
    Partirei in Gennaio solo.
  6. Turista Anonimo
    , 10/12/2002 00:00
    Sono stato in Thailandia proprio dopo la bomba di Bali. Il sud è a maggioranza islamica (vedi Phi-Phi o Phuket). Sono sempre tutti gentili ed accoglienti, inoltre molto aperti. L'estremista, il terrorista, l'attentatore è solo un pazzo (o più pazzi) solitamente non del luogo che non ha nulla da perdere, mentre la gente da queste parti apprezza molto il turismo come fonte di lavoro. Quindi ritengo che il rischio terrorismo è OVUNQUE o non esiste (dipende da noi) e la sfiga può giocare sempre brutti scherzi. In Italia sconsigliano zone densamente frequentate (tipo centri commerciali a BKK o Phi-Phi e Phuket), ma quando là la gente del posto è molto rassicurante e ti dimentichi anche del rischio più remoto.
  7. Mario Pistoi
    , 25/11/2002 00:00
    In gennaio transiterò anch'io a Phuket per poi raggiungere in macchina Khao Lak, circa 130 kilometri a nord.
    Sono anch'io molto preoccupato per questa minoranza islamica e perciò mi sono premunito e organizzato convenientemente.
    Come ?
    Così:
    * non girerò mai in pantaloncini corti.
    * il cappellino anti insolazione lo sostituirò con un "keffie" a quadri bianchi e neri o biancorossi (dipende se gli indigeni sono filopalestinesi o simpatizzanti giordani.
    * il barracano sarà la mia divisa e la barba incolta che mi stò già facendo crescere, mi maschererà da mussulmano credente ed osservante.
    * al ristorante berrò solamente the alla menta con tanto zucchero, possibilmente preparato in una tenda con vicino tante capre.
    * tre volte al giorno mi prosterò in direzione est verso la Mecca, sperando che le montagne indiane lascino passare il mio messaggio.
    * la mì moglie la lascerò a casa, per non caricarla di veli e mutandoni lunghi (io ci provo, ma temo che non mi lasci andare via da solo. Dovrei trovare un'altra scusa più digeribile).
    * per ultimo, mi nutrirò con kebab per tutto il soggiorno, dispezzando, gamberoni, aragostine, Tom Yam Kung,e red snapper.
    Mi sorge però un grandissimo dubbio !!
    Vuoi mica che in tal modo si incazzino i Buddisti (che sono la maggioranza, anzi lì sono quasi tutti)che si credono di essere presi pel culo, e mi requisiscono perchè i matti vanno ricoverati in un loro villaggio appositamente creato ?
    Vai tranquillo, goditi la loro ospitalità, la loro cucina, le loro spiagge, ma non dimenticarti delle loro tradizioni e rispettali con convenienza.
    Non ti tradiranno.
    Semmai, dì loro che sei amico di Canapino. Anzi, no, no!
    Forse è peggio.
    Se vuoi altri consigli più seri, scrivimi un e-mail.
    Buon viaggio.
    Canapino
  8. Marco Rubboli
    , 19/10/2002 00:00
    Ho scoperto che in Thailandia i mussulmani sono una piccola minoranza ma tutti conc. A Puket dove devo andare io a Gennaio cosa mi consigliate di fare?