1. Fiocco rosa, fiocco blu

    di , il 14/10/2002 00:00

    Frenci ci ha reso partecipi del suo annuncio di maternità. Questo vorrebbe essere non uno scontato contenitore di auguri e frasi di circostanza ma un elenco di virtù, pregi e difetti che un bambino del 2002 deve portare nel proprio zainetto per crescere sano e soprattutto sopravvivere al nostro mondo. Che ognuno riempia la cartella a suo modo, l’originalità è d’obbligo vista la rilevanza dell’evento!

  2. Turista Anonimo
    , 24/10/2002 00:00
    E' così difficile "Suocera" che davvero non lo sò...sicuramente tante, ma tante cose, ma principalmente la forza e il coraggio di vivere.

    Auguri a Frenci e Marco.
  3. Cousteau
    , 21/10/2002 00:00
    Quando nascerà mio figlio/a, se nascerà, dove quando chi lo sa...la prima cosa che gli regalerò sara un corno rosso, con corona d'argento. Uno di quelli che fanno a Napoli, sicuri garantiti per battere il malocchio e questo mondo di m.
    In ogni caso auguroni e figli maschi all'amica Frencis, a proposito se nasce maschio, chiammalu a Ciro, che è un bel nome(se femmina consiglio Nannarella).
    Ciao
  4. Luigi S.
    , 20/10/2002 00:00
    ... mannaggia... a proposito... che defaillance:

    AUGURI FRENCI!!!!!!

    E Auguri a tutte le neomamme del mondo!
  5. Luigi S.
    , 20/10/2002 00:00
    Per i futuri nascituri auguro di venire al modo ricchi, grazie ai genitori, di:
    - rispetto (...!?...)
    - altruismo, ma non troppo
    - curiosità
    - volontà
    - senso del dovere
    - e diciamolo... delle palle per affrontare quella specie di mondo che li circonda.

    Un suggerimento: non comprate il cellulare ai vostri ragazzuoli, soprattutto a quelli che vanno alle elementari. Che glielo comprate a fare... piccoli come sono... manco sanno cos'è e soprattutto che farsene...

    Ciaoooo!!!!!!!
  6. Andrea C. 1
    , 20/10/2002 00:00
    Uno zainetto troppo carico, a rischio scoliosi, quello che servirebbe; sarebbe un invito alla ricchezza interiore ma un insulto alla salute perché a voler augurare tutto a questo bambino finirei per sobbarcarlo di uno zaino da cui, per di più, qualcosa cadrebbe sempre fuori. Non gli regalerei innanzitutto uno di quegli zaini che hanno tutti i bambini perché vorrei che imparasse a sue spese che l’originalità è ricchezza anche se fa sentire differenti, gli donerei una cartella che fosse facile da aprire senza timore di mostrarne il contenuto ma che fosse anche chiusa saldamente perché sapesse conservare sempre in sé il gusto del segreto. Ci vorrebbe uno zaino pieno di tasche per tenere ben separate le contraddizioni che è indispensabile portarsi dietro in uno stesso contenitore. Lo riempirei con un diario pieno di pagine vuote con l’augurio di arricchirlo di pensieri carichi di significato giorno dopo giorno, invitandolo a saper riconoscere e sorridere delle ingenuità passate mentre si è intenti a rileggerlo; in quel diario vorrei che avesse ogni giorno un compito da poter scrivere e provare a realizzare con impegno anche senza poter dire di averlo portato a termine a fine giornata. Ogni 7 pagine vorrei che sul diario comparisse una nota, di quelle da far firmare a casa, perché la rettitudine, per natura, ha scadenza non più che settimanale. Aggiungerei un astuccio per saper fare ordine nei propri pensieri ed emozioni ed evitare gli errori dei disordinati, un bel temperino per arrotare ed appuntire con lama affilata le armi con cui difendersi quando necessario ed una grande gomma per poter cancellare le esperienze amare, lasciando certo che rimanga traccia di quanto è stato scritto ma in secondo piano, con l’illusione di poterci ripassare sopra in bella copia. Vorrei che avesse penne ricche d’inchiostro: una rossa per esercitare la critica ed una blu per scrivere di sé stesso lasciando che gli altri critichino. Aggiungerei un libro di problemi per seminare in lui il dubbio ed uno di massime per fornirgli qualche certezza spicciola. Lo inviterei a portare con sé un astuccio ricco di colori per poter caricare di tinte forti la propria esperienza, un righello per imparare la misura, ed un album da disegno per disimpararla, per allenare l’immaginazione e capire quanto può essere reale una fantasia. Non potrebbe mancare un ricco vocabolario per sapere chiamare le cose con il loro nome ed essere ricco di contenuti perché ricco nel linguaggio; vorrei che avesse un libro di storia semplice, senza troppe analisi perché potesse essere lui stesso a trarre le sue conclusioni, più libri che gli insegnassero differenti lingue per sapere comunicare con ognuno dei suoi fratelli ed avere così il mondo delle persone in una mano. Come dimenticare un quaderno a righe abbastanza larghe da contenere i suoi alti pensieri ed uno a quadretti sufficientemente piccoli per imparare gli spazi stretti che vuole la razionalità. Un libro di lettura da cambiare di tanto in tanto per conoscere i mille volti del sentire umano e fra i libri di lettura un Topolino, per evitare di crescere troppo in fretta. Vorrei poi che il suo zaino fosse ricoperto di firme di amici (la cattiva abitudine di quand’ero a scuola io, quella che faceva arrabbiare tutti i genitori dopo l’acquisto dello zaino nuovo), ma vorrei altrettanto che sapesse distinguere le firme che lasciano traccia profonda da quelle che scoloriscono col tempo. In cima metterei un ragno di gomma o uno di quegli scherzi da poco che hanno insegnato a generazioni intere a spaventare la maestra e dissacrare così l’autorità. Da ultimo vorrei che avesse un altro zaino perché ci vuole il coraggio di ricominciare sempre d’accapo e perché, se io ho sbagliato a riempirlo, lo zaino, non voglio assumermi tanta responsabilità; che sappia trovare chi lo sa fare meglio di me.
  7. Turista Anonimo
    , 19/10/2002 00:00
    In effetti la vita mi ha regalato molte cose belle, ma nessuna fra queste mi ha fornito una gioa comparabile a quella di diventare madre. Antiquato, anacronistico, banale ma vero.
  8. Rosalba Simenon de magistris
    , 17/10/2002 00:00
    La mia seconda suocera ha filmato il parto, all'inizio non avevo il coraggio di guardarlo ma quando l'ho fatto é stato bellissimo ed ogni volta che lo guardo mi vengono le lacrime agli occhi per la gioia. Dare la vita credo che sia il più bel miracolo che esista. Vi auguriamo che il vostro/a pupo sia in buona salute, pieno di vita, intelligente e sensibile. Che sia circondato sempre da persone amate che gli diano fiducia nella vita ed in se stesso.
  9. De Giò
    , 17/10/2002 00:00
    Al Figlio che verrà
    A mio figlio infante o giovinetto,
    oppur già uomo prode e virile,
    o bellissima ammaliatrice di cuori infranti.
    A te tendo la mano scrutando sul tuo volto un cruccio, un sorriso, il colore dei tuoi occhi.
    Tutto ciò che ti ho potuto dare in quel guazzabuglio irrinunciabile che è il patrimonio della vita.
    Sarai un abile conversatore, io lo sono;
    nei tuoi occhi si vedrà l'infinito come nei miei?
    sarai bella come tua madre a 15 anni, con il viso di pesca dorata e il sorriso negli occhi?
    o anche tu inchioderai la tua automobile, per rubare l'istante in cui il sole affonda dietro l'isola?
    Spero che tu sia felice, come io lo sono in questo momento.
    Spero che tu sia onesto, come io lo sono sempre stato.
    Spero che tu sia bello ma se non lo sei, non ti crucciare troppo, la vera beltà è quella dello spirito,
    mentre quella esteriore è caduca e menzognera.
    Fatti sempre coraggio e urla a te stesso la riscossa, quando rantolerai a terra nella polvere.
    Sii sempre saggio e paziente, quando durante l'erta china ti volterai ad aspettare chi si è fermato esausto.
    Ed infine rammenta che se vuoi avere il rispetto degli altri, devi per primo rispettar te stesso.

    Auguri Frenci...
    Giò
  10. Arianna Alessi
    , 17/10/2002 00:00
    *****BIBIDI**** BOBIDI***** ***BU'******
    e perche' no' , anche un po' di magia !!!
  11. Turista Anonimo
    , 17/10/2002 00:00
    E da parte mia l'augurio di essere una persona decisa, sicura di se', delle sue capacita', di essere in grado di farsi valere e di avere chiaro sia dall'inizio quale posto nella vita volere.
  12. Turista Anonimo
    , 17/10/2002 00:00
    simpatico e carino, che sia sempre di compagnia e che abbia il dono di capire quando gli altri cercheranno di pugnalarlo alle spalle....e gli auguro sinceramente che quando sarà grande ci sia una tv migliore da guardare....
  13. Turista Anonimo
    , 17/10/2002 00:00
    libero, e curioso, altruista, e con quel pizzico di sana cattiveria che serve nelle situazioni difficili.
  14. Turista Anonimo
    , 17/10/2002 00:00
    mi sto per commuovere! mi sto per commuovere! mi sto per commuovere! ho tempo solo per un augurio piccolo piccolo: che abbiate un buon rapporto!
  15. Miriam De bortoli
    , 17/10/2002 00:00
    Tanti auguri Frenci!! Goditi appieno ogni istante di questa attesa perchè credo sia la cosa più bella in assoluto che una donna possa provare! Al tuo cucciolo, bimbo o bimba che sia, auguro un mondo di amore da parte dei suoi genitori e di chi lo circonda; tanta allegria e vivacità ma sopra ogni cosa che possa nascere e crescere LIBERO dai troppi vincoli che la società impone. Soprattutto libero dentro.
  16. Turista Anonimo
    , 17/10/2002 00:00
    BOING! CRASH! PATAPUMPF! RICRACRASH! PIF-PAF! SCROK!

    (sto distruggendo casa e papà)