1. Il crollo della Fiat

    di , il 10/10/2002 00:00

    La più grossa azienda automobilistica nazionale è in crisi. Gli ultimi modelli, brutti, obsoleti e costosi, non si vendono; ad aggravare questa situazione si è messo pure Busch che vuole torcere il collo a Saddam e la situazione è diventata drammatica. Secondo il vostro giudizio, si poteva evitare questo disastro? e quanto questa crisi costerà ad ognuno di noi?

    Ciao a tutti ed evviva la festa di Pasqua....

    Giò

  2. De Giò
    , 18/10/2002 00:00
    Durante un intervista ad un operaio Fiat, costui,quasi timoroso, dopo aver nominato la FIAT ha subito chiarito che non intendeva parlare degli AGNELLI ma dell'azienda.
    E' incredibile come questa famiglia goda di un alone di intoccabilità, forse pari solo a quello che avvolge la figura del PAPA. Ha ragione da vendere MAU, io gli farei vendere tutto quello che hanno accumulato in questi decenni, forse proprio a scapito dei mancati investimenti FIAT e dei poveri operai che hanno consumato una vita a produrre auto costose e di pessima qualità, in cambio di uno stipendio da fame!
    Giò
  3. Mau F.
    , 18/10/2002 00:00
    sono un lavoratore autonomo.
    se ad un certo punto la mia ditta non può più fare fronte ai propri impegni, mi fanno fallire e mi fanno vendere le varie proprietà (capannoni e macchinari)
    perchè non facciamo vendere ai signori Agnelli la Ferrari, la Juve, i vari jet e panfili, la casa a St. Moritz ed il ricavato lo diamo agli operai di Arese e di Termini Imerese ?
    e perchè gli operai di Arese invece di bloccare l'autostrada ogni giorno mettendo in difficoltà altri lavoratori (il lavoro è un diritto sancito dalla costtituzione) non vanno fuori dalla villa Agnelli a Villar Perosa a bloccare l'ingresso dell'Avvocato ?
    perchè il governo deve mettere soldi nostri (quindi anche miei)per ripianare i debitidel grruppo fiat che è privato?
    quando la Fiat incassava gli utili li dava forse in parte al governo ?
    allora iniziamo a vendere i vari gioielli di famiglia e poi se ne può parlare.
    quanto poi ai vari interventi "crisi della fiat? la colpa e sempre di Berlusconi" mi sembrano molto fuori luogo e molto campati in aria.
    saluti
    Mau
  4. Turista Anonimo
    , 15/10/2002 00:00
    una FIAT è ...sempre cara.
    è tolla con un motore da 2cv....
    per ammissione stessa dei vertici fiat in una intervista al corriere dell'altro giorno, la fiat negli anni 80 e 90 mirò ai mercati DEL TERZO MONDO:
    est europa, sud america, cina ed india.
    tanto è vero che la maggiorparte degli impianti sono in quei paesi.
    le macchine che dovevano produrre per quei mercati dovevano necessariamente costare poco, quindi di BASSO PROFILO, E "MODESTE".
    peccato che la crisi asiatica, la crisi sud-americana, il non decollo dell'india e ...pare il rifiuto dei cinesi per la fiat (preferiscono anche loro ...chissà perchè, le tedesche e le francesi), hanno costretto la fiat a rifilare agli europei le auto da 3° mondo e l'ha fatta entrare in una crisi tremenda.
    che il geniale governo di centrosinistra ha pensato di risolvere con la ROTTAMAZIONE.
    che è consistita nel dare agli Agnelli un po' di denaro pubblico (come sempre) e di permettere agli italiani che possedevano una fiat....di rottamrla per prendersi una volkswagen o una renault.
  5. Marco Benfe
    , 15/10/2002 00:00
    be' caro marco, che la fiat faccia macchine di scarsa qualità è il classico luogo comune, mentre che negli ultimi anni abbia fatto prodotti che abbiano poco incontrato nel gusto è un dato di fatto, la stilo, infatti, è copiata dal gusto tedesco e comunque costa molto meno di una golf, non so come fai a dire che le fiat siano care??
  6. De Giò
    , 14/10/2002 00:00
    Cara Megane
    Io con la politica sono arrivato al capolinea. A mio avviso sono tutti uguali, ognuno pensa solo a se stesso e se ne frega degli elettori. Pertanto ho deciso di aborrire la politica e la guerra e di pensare solo all'amore.
    un caro saluto
    Giò
  7. Turista Anonimo
    , 14/10/2002 00:00
    ...e se alle prossime elezioni ci rifacessimo a quella mail e andassimo a mangiare quella roba...sempre della mail??? Non credi caro Giò che sarebbe molto, ma molto più costruttivo?
  8. De Giò
    , 14/10/2002 00:00
    Indubbiamente siamo un popolo di minchioni, sia per la Fiat, che per le pensioni. Parlare di responsabilità politiche di questo governo è azzardato, visto i rapporti equivoci che sono intercorsi tra il colosso di Torino e tutti i governi che si sono succeduti fino a mò. Se la Fiat non avesse goduto delle protezioni del centro-sinistra, forse avrebbe avuto la forza di procedere con i propri mezzi e superare questa crisi. In ogni caso sono d'accordo con Megane che questo governo non è migliore degli altri e alle aspettative di un anno fa sono succedute le delusioni. Alle prossime elezioni andrò a farmi una pescata al bolentino, almeno non avrò da rammaricarmi nulla.
    Giò
  9. Turista Anonimo
    , 14/10/2002 00:00
    Ci risiamo...

    "ve lo" meritate.
  10. Turista Anonimo
    , 14/10/2002 00:00
    bel casino sta questione fiat..!! chiaramente gli operai e le loro famiglie ne faranno le spese. ma fino a quanto saremo vigliacchi come popolo??stiamo a guardare, ci rammarichiamo e poi? tira a campa'!!penso proprio che questo pres. del cons. sia proprio nostro degno rappresentate!!ce lo meritiamo!P.S. fuori tema: gio' nn mi hai piu' risposto come mai?
  11. Turista Anonimo
    , 14/10/2002 00:00
    Massììì, tanto, che ci frega! In Sicilia ci sono tante di quelle fabbriche, tanti di quei posti di lavoro...che possiamo permetterci di fare a meno dello stabilimento Fiat di Termini Imerese (PA)....TZE'

    Roba da matti!

    "Adoro le auto Giapponesi"
  12. Turista Anonimo
    , 14/10/2002 00:00
    marco hai ragione sulla matiz, ma se fosse stata prodotta dalla fiat, come sarebbe stata sul discorso qualità, affidabilità e prezzo di vendita?

    Non serve solo avere bravi disegnatori, ma anche una catena di acquisti (prodotti primi per la costruzione)valida e concorrenziale, una buona catena di assemblaggio (con controlli sulla qualità del prodotto sia in fase di montaggio che finito) ed una concorrenziale catena di vendita per dar battaglia alla concorrenza straniera -

    No, non ce l'avrebbero fatta e sarebbe usita un'auto esteticamente carina, ma terribilmente piena di difetti e costosa

    Buon per Giugiaro che ha trovato una casa straniera!
  13. De Giò
    , 11/10/2002 00:00
    E loro continueranno a veleggiare con i loro panfili, a parlare con la loro erre moscia e a..."vestire alla marinara", così come i loro nonni vestivano in orbace. Il tutto alla faccia della Repubblica che li ha foraggiati e dei poveri operai che li hanno fatti straricchi, con un salario mensile che è esattamente la metà del salario medio di un operaio mercedes o Wolkswagen.
    Ha quanto adoro la Pasqua...
    Giò
  14. Marco Benfe
    , 11/10/2002 00:00
    ciao fobio(cipputi) purtroppo ho sentito anch'io la notizia lunedì ed ho ammirato quella donna "collaudatrice di moto" che tornava dal raduno......
    mentre invece se la rabbia che hai dentro te lo permette puoi illuminarco come si lavora col "padrone" americano visto che la ducati da alcuni anni è passata a loro.

    p.s. ho dimenticato nel primo intervento:
    avete presente la daewoo matiz... un grande successo di vendite, pensate che giugiaro l'aveva disegnata per il lancio della nuova fiat 500 ma naturalmente la fiat rifiutò il progetto producendo la fotocopia in scala ridotta della autobianchi Y 10
  15. Turista Anonimo
    , 11/10/2002 00:00
    Chiedo scusa a tutti per l'intrusione nel forum con un'argomento che non centra niente.
    Alcuni di voi sanno già che io sono un dipendente della Ducati Motor di Bologna e ora lo sapete tutti, fa niente...tanto con il 31/12/02 vado in pensione.
    C'è una cosa che ho sullo stomaco e devo dirla, avrete sicuramente sentito parlare dell'ennesimo incidente occorso domeni scorsa ad una nostra collaudatrice; Lea... una cara amica e con lei nell'anno in corso sono già cinque i ragazzi che se ne sono andati a causa del troppo amore per le moto.
    Conoscevo Lea, che dopo i suoi figli, amava il lavoro che faceva più di ogni altra cosa, e le tante persone che erano presenti al suo funerale mi hanno dimostrato che non siamo solo qui a cercare di guadagnarci lo stipendio.
    Lea, domanica 6 Ottobre 2002 verso le 18,00 era sulla autostrada A1 in
    zona Montepulciano. Era in corsia di sorpasso per superare un TIR quando è
    stata costretta a frenare a causa delle manovre azzardate di una BMW
    familiare, di colore grigio metallizzato, che, a forte velocità, dopo
    avere effettuato uno slalom fra alcune auto, ha cercato a sua volta di
    superare l'autoarticolato.
    Lea è morta cadendo dalla sua moto. La polizia
    stradale sta ora dando la caccia al conducente della BMW. Gli agenti hanno
    messo a disposizione un numero telefonico
    (0575-36651) e chiedono la
    collaborazione di quanti domenica pomeriggio hanno assistito all'incidente.
    Vi chiedo cortesemente di comunicare a tutti quelli che conoscete questa notizia,
    sperando di fare in modo che il pirata della strada possa essere identificato.
    Sono certo che la sensibilita di voi tutti sarà scossa da questa notizia e vi ringrazio per tutto quello che farete
    Cip

    ps: scusate ancora per l'intrusione
  16. Turista Anonimo
    , 11/10/2002 00:00
    la FIAT ha enormi problemi che derivano da decenni di malgestione.
    negli anni 50 e 60 la FIAT produceva modelli popolari ma di un certo livello, poi ha lentamente abbandonato questo settore per costruire auto POPOLARI.
    ritenendo che il POPOLO BOVE ITALIANO avrebbe comprato comunque auto che si arrugginivano con la prima pioggia, che consumavano l'ira di dio e che esteticamente sembravano dei ferri da stiro.
    lentamente le auto straniere hanno mangiato fette di mercato.
    sino a vendere più del 50% delle auto in italia.
    in più 50 anni governi CONNIVENTI E SUPINI hanno regalato alla FIAT di TUTTO.
    la D.C. ha dato sgravi fiscali enormi, ha fatto chiudere fabbriche obsolete al nord, licenziando migliaia di dipendenti per REGALARE ALLA FIAT FABBRICHE NUOVISSIME AL SUD. (lo stato intelligentemente non si è posto il problema di costruire infrastrutture per portare le auto dal sud al nord dove vengono vendute la maggiorparte delle auto.
    i costi del trasporto su gomma e raramente su rotaia da Menfi o dalla Sicilia...gravano e non poco sul costo finale dell'autovettura!).
    i SOCIALISTI fcero lo stesso.
    I D.S. fecero il dannosissimo atto della ROTTAMAZIONE, berlusconi si sta preparando a qualcosa di simile.
    insomma la FIAT vive esclusivamente grazie allo stato.
    nelle sue fabbriche la PRODUTTIVITA' E' BASSISSIMA RIPSETTO A QUALSIASI FABBRICA STRANIERA.
    I MODELLI FANNO VOMITARE (diciamo che ne azzeccano 1 ogni 10).
    oltre alle solite prebende e regalie statali la famiglia Agnelli ha anche avuto l'ALFA ROMEO a metà del prezzo dallo stato.
    l'ALFA ROMEO, divenne di proprietà statale, decisero di venderla e la FORD fece una offerta ottima.
    la FIAT propose metà della cifra...e lo stato, per tutelare l'italia (!!!) e per fare un favore a sua ALTEZZA GIANNI AGNELLI...vendette l'alfa.
    dopodichè i geni di torino partorirono l'ARNA, ALFA 90 e la ALFA 6!!!3 auto mostruose.
    gli impianti di arese, ottimi ed enormi, furono liquidati licenziando quasi 4.000 persone con la connivenza sindacale, lasciando una piccola parte dei dipendenti a girarsi i pollici e con i soliti aiuti statali aprirono nuove fabbriche al sud.
    la FIAT comprò anche l'AUTOBIANCHI e L'INNOCENTI, entrambe con giganteschi stabilimenti a Milano. la cura della fiat è consistita....NEL FARLE LENTAMENTE FALLIRE. gli stabilimenti di DESIO sono chiusi da anni e al posto dell'enorme fabbrica di Milano a Lambrate dell'Innocenti (dove venne inventata e costrutita per 60 anni la mitica LAMBRETTA) ci sonbo 8 condomini da 20 piani con 3.500 famiglie...un alveare, con vista tangenziale est, di proprietà...AGNELLI.
    la LANCIA ...sta anche lei fallendo inesorabilmente.
    oltretutto la FIAT non riesce nemmeno più a fornire le AUTO BLU al governo e allo stato!
    vai in germania e le auto statali sono MERCEDES e BMW.
    in francia sono CITROEN, PEUGEOT o RENAULT...in italia sono...MERCEDES e BMW!
    dimostrazione palese di come la FIAT faccia schifo.
    in pratica sono risuciti a sopravvivere grazie allo stato italiano. ma i signori Agnelli mentre ricevevano contributi dello stato...pensavo a come usarli per altre cose.
    si sono comprati la RINASCENTE, le 2 aziende leader a livello mondiale di trattori, benne e macchine agricole, IL CLUB MEDITERRANEE', L'ALPITOUR, 4 FABBRICHE CHE PRODUCAONO ANCHE ARMI: SNIA, BPD, la IVECO e la VALSELLA, IL CORRIERE DELLA SERA E LA GAZZETTA, LA STAMPA, LA SUPERGA, UPIM, PIAGGIO, TORO ASSICURAZIONI, enormi partecipazioni in DANONE, PIRELLI, SAINT LOUIS, BURGO....certo ...la diversificazione...ma la FIAT?
    abbandonata.
    un po' di soldi dello stato per mantenerla a galla, ora i licenziamenti e una volta raggiunto l'obbiettivo...LA VENDITA ALLA G.M.
    ma la G.M. è pazza?
    no!
    prima di comprarla avranno ottenuto il loro scopo.
    la CHIUSURA DELLA GRAN PARTE DELLE POCO PRODUTTIVE FABBRICHE ITALIANE.
    tanto la FIAT PRODUCE ORMAI IL 60% DELLE SUE AUTO IN PAESI DEL 3° MONDO, DOVE IL COSTO DEL LAVORO E' BASSISSIMO E DOVE I SINDACATI NON ROMPONO LE PALLE.
    e gli Agnelli cadranno in piedi. la FIAT ormai è un ingombro per loro, le diversificazioni sono talmente ampie che non rischiano alcun tracollo nonostante la FIAT abbia un debito di 33 MILIARDI DI EURO (QUASI 70.000 MILIARDI DI VECCHIE LIRE!!!!).
    soluzioni.
    forse quella proposta da BERTINOTTI!
    NAZIONALIZZARE LA FIAT.
    lo fecero i francesi con DE GAULLE. renault e citroen stavano fallendo. soluzione: NAZIONALIZZAZIONE.
    oggi vivacchiano abbastanza decentemente. sfornano discrete auto, belle esteticamente e ne vendono una marea anche in italia.
    oppure ce ne fottiamo. CHIUSURA O VENDITA AGLI STRANIERI.
    GLI INGLESI, GLI OLANDESI, GLI SVIZZERI, I PORTOGHESI, I DANESI, I NORVEGESI, I BELGI...non hanno auto nazionali....e allora? non mi sembrano stiano male!
    anche la SEAT SPAGNOLA è in realtà tedesca.
    ROLLS, BENTLEY, ASTON MARTIN, VAUXALL...sono tutte o tedesche o americano...non inglesi!
    vendiamo agli americani...FARE PEGGIO DEGLI AGNELLI E' IMPOSSIBILE!