1. Il Guatemala è pericoloso?

    di , il 25/9/2002 00:00

    Siamo Marco e Monja e a giorni partiremo per un lungo viaggio che ci porterà in giro per il Guatemala. Entreremo dal nord a La Mesilla per poi andare sul lago Atitlan, poi in Honduras, poi a Flores e di lì a Palenque attraverso il fiume.

    C'è nessuno che ha già fatto tanti km. Di autobus in Guatemala? E soprattutto è così pericoloso come qualcuno racconta? E come è la situazione per le donne?

    Per piacere rispondeteci. Grazie e ciaaaooo!!!

  2. Turista Anonimo
    , 27/9/2002 00:00
    DIMENTICAVO...per le donne non c'è NESSUN PROBLEMA IN GUATEMALA.
    in honduras la situazione è un po' diversa.
    dove ci sono gli Indios la situazione è tranquillissima.
    bisogna invece tenere gli occhi aperti nelle città dove la popolazione è BIANCA ed ISPANICA.
    in 45 giorni NON abbiamo avuto alcun problema.
    ciao paolo
  3. Turista Anonimo
    , 27/9/2002 00:00
    ciao.
    nel 1995 ho fatto da panama city sino a guatemala city con gli autobus locali via Costa Rica, Nicaragua e Honduras.
    quasi tutti gli autobus sono vecchi modelli di BLUEBIRDS, gli autobus delle università americane negli anni 40 e 50; sono spartanissimi, scomodi, con sedili tremendamente piccoli, affollati, economici, in ritardo, si rompono ogni tanto, vengono guidati da folli...MA SONO UNA ESPERIENZA MERAVIGLIOSA.
    sempre più turisti per spostarsi in centro america usano i mini-van da 8/10 posti. viggiando così comodamente e nell'aria condizionata, ma perdendo la possibilità di conoscere una moltitudine di persone locali, di assistere a scene incredibili (8 ore di viaggio tra san pedro sula e tegucigalpa in honduras con 2 bambini in braccio!, oppure un mio amico beccato da una gallina...in autobus! assistere a liti, discussioni, assistere ai loro pranzi nelle foglie di banano che colano cibo e olio ovunque sui sedili, stare fermi 1 ora nella foresta perchè l'autista aveva fame e si mise a mangiare un pollo azado!).
    l'unica cosa realmente pericolosa è il modo di guidare...abbastanza...sportivo.
    se non l'hanno cambiata, la strada in discesa per andare a Panajachel sul lago Atitlan...toglie il fiato...è un muro verticale di diversi km. per il resto non abbiamo avuto alcun problema in Guatemala. gente tranquilla e simpatica.
    nel 95 sconsigliavano di allontanarsi troppo sui monti intorno al lago Atitlan, per la presenza di rivoluzionari comunisti. oggi...non ne ho idea.
    l'Honduras è un po' diverso. quasi tutta la popolazione è armata, nelle città più grosse si avverte sempre molta tensione, ci sono ovunque militari e poliziotti e avvengono attentati, rapine e omicidi in continuazione...per fortuna quasi mai verso i turisti. quasi ogni albergo in honduras ha delle guardie armate che lo controllano tutta notte. ma è anche quello un paese meraviglioso, sopratutto le isole della baia, roatan, utila e guanaja, molto turistiche ma molto belle.
    vi consiglio di vedere in Guatemala: ANTIGUA (ottime le pensioni Santa Lucia) per me una delle cittadine più belle del mondo, CHICHICASTENANGO (il mercato mi sembra ci sia solo 2 giorni alla settimana, sbagliare giorno vuol dire trovarsi in un paesino anonimo e noioso! la chiesa nel centro del mercato è ASSOLUTAMENTE da visitare: ai piedi dell'altare c'è MAXIMON, una divinità pagana che i maya locali adorano insieme a gesù. le offerte dei suoi fedeli consistono in lattine di birra, sigari, rhum, marlboro, accendini zippo, dollari! la chiesa e l'atmosfera tutta intorno è meravigliosa. se volete rendervene vagamente conto vi hanno anche girato un film un paio di anni fa con Gabriel Byrne e Patricia Arquette "STIGMATA")e tutta l'area di ATITLAN ed ovviamente TIKAL (vista Tikal...tutte le altre città maya dello Yucatan....paiono brutte!!!).
    brutta la capitale.
    in Honduras: ROATAN, COPAN, LA CEIBA, SAN PEDRO SULA, TELA, LA COSTA DEI MISKITOS SULL'ATLANTICO. brutta e pericolosetta Tegucigalpa.
    per il messico...mi spiace...non ho alcuna informazione.
    se volete invece fare un po' di mare...il posto migliore insieme a Roatan è il Belize e i suoi cayos lungo la barriera corallina.
    per gli acquisti il mercato più conveniente era quello di Chichicastenango.
    sono ottime le coperte patchwork , ne ho 1 matrimoniale che dopo 7 anni è ancora perfetta.
    mentre i capi di abbigliamente in stile maya, sono molto belli...ma si corre il rischio di comprarne una marea visti i prezzi bassi....per poi non mmetterli praticamente mai in italia.
    le amache non sono un granchè. meglio quelle messicane o orientali.
    se andate a COPAN, dormirete per forza nell'unico paese vicino, a SANTA ROSA DE COPAN.
    lì avevamo trovato una pensioncina pulita, spoglia ed economica: POPOL VUH.
    per la sera il posto migliore è il TUNKUL BAR (nel 1995 era anche l'unico bar di tutto il paese!).
    evitate invece un ristorante nelle vicinanze del tunkul bar gestito da un simpaticissimo Uruguaiano. abbindola chiunque a parole (parla una infinità di lingue), vi porta a mangiare al suo ristorante, dove mangerete nulla di eccezionale e pagherete il conto più salato della vacanza! purtroppo non mi ricordo il nome.
    nelle vicinanze oltre a vedere la meravigliosa COPAN ci sono anche delle stupende cascate a un paio di ore di camminata nella valle. nel 95 si poteva girare con i cavalli dentro il sito di Copan. la visita allora era meravigliosa, in una giornata nel periodo estivo più turistico non c'erano mai più di 40/50 turisti, causa la lontanaza da ogni grossa città e la strada infame, sopratutto quella che arriva dalla vicina frontiera con il guatemala (2 ore abbondanti di pick up su piste fangose e non asfaltate).
    ...vi invidio.
    buon viaggio.
    ciao paolo-milano
  4. Marco Ravagli
    , 25/9/2002 00:00
    Siamo Marco e Monja e a giorni partiremo per un lungo viaggio che ci porterà in giro per il Guatemala. Entreremo dal nord a La Mesilla per poi andare sul lago Atitlan, poi in Honduras, poi a Flores e di lì a Palenque attraverso il fiume.
    C'è nessuno che ha già fatto tanti km. Di autobus in Guatemala? E soprattutto è così pericoloso come qualcuno racconta? E come è la situazione per le donne?
    Per piacere rispondeteci. Grazie e ciaaaooo!!!