1. La buggerata dell'euro

    di , il 20/9/2002 00:00

    Il costo della vita aumenta del 2,6%, un euro è stato di fatto declassato da molti commercianti disonesti alle vecchie 1000 lire, gli stipendi sono bloccati, tutto aumenta, come difendersi da questi marpioni? e mi riferisco a tutti "in toto", non solo i piccoli commercianti ma sopratutto alla grande catena di distribuzione, ai servizi pubblici, alle assicurazioni, ecc. Che con l'avvento dell'euro fanno affari d'oro, mentre per noi la nuova moneta si è rivelata una incredibile buggerata.

    Giò

    Giò

  2. Turista Anonimo
    , 4/10/2002 00:00
    26/09/02
    (Giò D.)

    Cara Megane, non si vive di sola poesia e romanticismo, occorre anche fare la spesa, pagare le bollette, l'assicurazione, i bolli auto, l'aereo, il treno e tutto ciò che è parte inscindibile del nostro sistema di vita.


    Ma guarda un pò, credi che non me ne sia accorta, specialmente negli ultimi tempi?
    Scusami Giò, ma questa volta non ti trovo particolarmente divertente.

    Buona continuazione.
  3. Turista Anonimo
    , 3/10/2002 00:00
    Marco, credi ad una che lavora in un ministero da quasi nove anni: non conosco nel dettaglio la composizione di quel paniere ma stai certo che è fatta ad arte, per dimostrare solo quel che si vuole dimostrare. Ricorda che nella pubblica amministrazione italiana nulla succede per caso, neanche i pasticci ... ohibò, vedo dappertutto complotti & orditi stile X-file: sarà paranoia o cosa?
  4. Turista Anonimo
    , 2/10/2002 00:00
    Hai ragione Lore, il mitico ISTAT, ma chi è quel "pensatore" del paniere?
    Quando lo sento nominare in Tv mi viene alla mente cappuccetto rosso con il cestino pieno di leccornie che si inoltra nel bosco verso la casa della nonna....
    Chissà con che valuta ha pagato Cappuccetto rosso quella volta e quanto costerebbe il tutto convertito in Euriiiii!
  5. Turista Anonimo
    , 2/10/2002 00:00
    ... perchè, della rappresentatività del fantomatico paniere di beni su cui viene calcolata l'inflazione, ne vogliamo parlare?
  6. Turista Anonimo
    , 2/10/2002 00:00
    Concordo nell'utilità della moneta unica europea, che ci permette di fare paragoni e stime immediate sullo stesso prodotto su vari mercati.

    Problema prezzi:
    la colpa degli aumenti indiscriminati è SOLO ED UNICAMENTE COLPA DEL GOVERNO E DEGLI ATTUALI MINISTRI: Nessuno di loro che abbia provveduto ad istituire controlli seri sulla corretta applicazione della conversione Lira/Euro - ormai siamo entrati in vortice difficile da fermare, ma non impossibile.
    NESSUNO DEI DOTTI POLITICI ha mai fatto campagne pubblicitarie per dire che 50 Centesimi corrispondono a 1.000 Lire -
    Proma si vedevano le offerte: Tutto a 1.000 Lire, e adesso nello stesso negozio: Tutto a 1 Euro -
    Come mai non comapre la scritta: Tutto a 0,50 Centesimi!!! (?)

    BRANCO DI POLITICI INCOMPETENTI E DISONESTI (purtroppo siete stati votati da noi, e mi rivolgo anche agli ulivisti, ormai trasformati nel peggior olio di colza estraeibile da quel frutto) DATEVI DA FARE - ASSOCIAZIONI CONSUMATORI, CHE CAVOLO SERVE LO SCIOPERO DELLA SPESA????????
  7. Turista Anonimo
    , 1/10/2002 00:00
    ... azzarola, ecco dov'era la fregatura! Speriamo bene ...
  8. De Giò
    , 29/9/2002 00:00
    Cara Lorecoll
    Non abbiamo avuto gli stessi effetti sugli stipendi e salari perchè
    tra i lavoratori dipendenti e i commercianti c'è la stessa differenza che passa tra uno "sciopero" e una "serrata". In sostanza loro hanno il coltello dalla parte del manico.....
    Giò
  9. Turista Anonimo
    , 28/9/2002 00:00
    Mumble mumble... interessante la tua teoria, Giò, tanto che necessiterebbe di essere ulteriormente approfondita ... ma perchè con gli stipendi non ha funzionato così? Io a spese raddoppiate e stipendio pure ci sarei pure stata...
  10. De Giò
    , 27/9/2002 00:00
    Dimenticavo di dire una cosa fondamentale: questo "ladrocinio" è un fenomeno prettamente italiano. Non mi risulta che nelle altre nazioni della UE sia successo qualcosa di lontanamente paragonabile al "fotti fotti" italiano. Aveva ragione un vecchio "Ascaro" somalo che quando doveva esprimersi su di noi diceva: "Italiano, bono ma ladro!)
  11. De Giò
    , 27/9/2002 00:00
    Riguardo al generale "ladrocinio" io ho sviluppato una mia teoria. Secondo me, qualche mese prima dell'avvento dell'euro la "nuova società dei carbonai d'Italia" costituita da tutti i commercianti disonesti, istituzione che si rifà alla nobile carboneria, ma che in realtà si prefigge il compito di "fottere" noi consumatori, ha diramato un comunicato segreto nel quale invitava tutti i suoi iscritti, a stabilire una nuova parità dell'euro corrispondente non a 1936,27, ma bensì a 1000 lire tonde tonde. Il tutto alla faccia della banca centrale europea, dei governi liberali e di noi minchioni, alias "parco buoi". La cosa ha funzionato alla perfezione e l'accettazione di questa regola è stata quasi unanime, perchè dove caz.o vai ti rendi conto che 1 Euro vale 1000 delle nostre scassatissime vecchie lire che, MIRACOLO, grazie ai ladroni hanno esalato l'ultimo respiro raddoppiando il loro valore.
    La mia è una favola ma potrebbe essere successo qualche cosa di molto simile!
    Giò
  12. Turista Anonimo
    , 27/9/2002 00:00
    Secondo me l'Euro rappresenta una comodità incredibile, ad esempio per chi lavora e si sposta frequentemente in giro per l'Europa e non deve più fare cambi continui di valuta, col borsellino pieno di lire italiane, franchi francesi e scellini austriaci... una comodità che però ci è costata davvero cara, un lusso che non sono certa ci potevamo permettere. Ci sono mercati dove la verdura costava 1000 lire al chilo, prezzo ora portato al fatidico 1 Euro (a quello del mio Paese invece costa ancora di più, poveri noi).
    Per farla breve, 'sta storia dell'Euro mi ricorda tanto "1984" di Orwell e la sua tecnica del bispensiero, secondo cui la televisione annunciava "Ringraziamo il Governo che oggi ha alzato la razione giornaliera di cioccolata a 40 grammi "(il giorno prima era a sessanta).
  13. Turista Anonimo
    , 26/9/2002 00:00
    A me la cosa che fa più rodere è che la distanza tra il Paese reale e le istituzioni o i media (spesso complici delle istituzioni) è grandissima. Non so voi, ma io i primi tempi della circolazione dell'Euro sentivo tutta gente incazzata che si trovava malissimo; poi in TV vedevo le interviste e il 90% degli intervistati diceva che l'Euro era bello, erano tutti contenti e meglio di coisì si moriva. Cacchio, possibile che solo io conosco gente che 'sto euro l'ha preso male? mi dicevo. E pure nei negozi, per strada, ovunque la gente si lamentava: bah! Sentivi i politici e tutti erano orgogliosi del fatto che gli Italiani erano contenti della nuova moneta. Mi ricordo di un'intevista a una tizia che diceva che era felicissima che ci fossero i centesimi perché erano più pratici rispetto alla Lira di carta (!) Se non è questa una presa per il c..o!! Ora è palese che i prezzi sono aumentati, lo sono ovunque. Ma i politici dicono che non è vero.
    Stamattina sentivo in una trasmissione che parlava del problema, un tizio che diceva "Lo stato non può intervenire, siamo in un'economia di mercato, basta non comprare dove costa troppo." Il problema è che gli aumenti sono generalizzati, cosa fai, non compri più? In un'altra trasmissione si diceva che la circolazione monetaria è ad un record dall'introduzione dell'euro, e ciò è dovuto al fatto che la gente ora va continuamente a ritirare denaro per spenderlo e la zecca deve continuamente immettere sul mercato grandi quantità di contanti: se ciò prima non accadeva significa che ora si spende di più, o no?
    Ma ai governati non gliene frega niente: dicono che siamo noi gli isterici. Forse sì, dovremmo andare a fare un po' di shopping per farci passare le paturmie, così l'economia non si blocca. Ma vaff....!
  14. De Giò
    , 26/9/2002 00:00
    Cara Megane, non si vive di sola poesia e romanticismo, occorre anche fare la spesa, pagare le bollette, l'assicurazione, i bolli auto, l'aereo, il treno e tutto ciò che è parte inscindibile del nostro sistema di vita. Quello che è successo in Italia con l'Euro è uno scandalo, un furto legalizzato, perpetrato ai danni di tutti noi con il tacito consenso delle autorità, TUTTE E DI OGNI COLORE, perchè anche nelle cosidette Città rosse gli uffici annonari hanno fatto "pippe". Nessuno ha fatto vedere una "coppola" in giro per mercati e ipermercati e questi hanno fatto quello che hanno voluto. E se esce fuori un solo rappresentante di costoro per affermare che non è vero, quant'è vero Iddio lo sputo in un occhio! Ha ragione Pepa quando dice che sono mancati i controlli e non è vero che non si potevano fare perchè siamo in un regime liberistico...liberistico un corno, perchè quando vogliono ci controllano anche quanta aria rerspiriamo.
    Giò
  15. Turista Anonimo
    , 26/9/2002 00:00
    se non altro un forum intelligente..
  16. frenci
    , 26/9/2002 00:00
    Il carrello per la spesa in un noto supermercato costa 2 euri (cito Coss). Se, a qualche massaia e non, la moneta si incastra viene sbudellato il carrello.
    Ti difendi solo facendo i conti, nessuna altra persona può difenderti ormai.
    "in edicola il N.1 a soli 2 euro"....solo? Prima non era a solo mille lire?
    e così via...