1. La nuova criminalità

    di , il 7/9/2001 00:00

    Ciao a tutti,

    Abito in Lombardia e, in questi ultimi giorni - come penso saprete, si sono verificate numerose rapine, spaventose per le loro caratteristiche da Arancia Meccanica. Sembrerebbe che il rubare non sia più l'obiettivo principale....

    Come la pensate, siete preoccupati? Quali sono secondo le voi le ragioni di questa nuova criminalità? La cultura di popoli lontani, la vendetta verso chi sta meglio?

    Ciao a tutti!

    Alessandra

  2. Roberto G
    , 20/11/2001 00:00
    Quando durante il giorno giro affannato per la città per arrivare in tempo ad un appuntamento di lavoro vedo dei gruppetti di albanesi che ciondolano agli angoli delle strade, giubbetto di pelle e catenazze d'oro, mi viene spontaneo chiedermi se sono coglione io a non aver ancora trovato il lavoro che mi permetta quello stile di vita oppure... In Italia il buonismo è uno sport nazionale.... se dai del delinquente ad un milanese o ad un romano, potresti aver ragione, se dai del delinquente ad un albanese o ad un senegalese sei razzista... Ho amici albanesi che sono arrivati in Italia nel 91, e adesso vogliono tornare a casa perchè ci sono moltissime opportunità di lavoro e di sviluppo ora dalle loro parti, un paese da ricostruire come lo era l'Italia nel dopoguerra... Che sia vero che quelli che scappano ora non abbiano tanta voglia di lavorare? Comunque sarebbe molto semplice fare una cosa del genere... Arresto, processo, se sei colpevole condanna, se sei italiano galera (e ci resti, non che ci ritroviamo i terroristi, del colore politico giusto naturalmente che fanno conferenze all'Università) se sei straniero te ne torni a casa tua!!! Prova ad entrare negli USA se hai avuto una condanna penale nel loro paese....
  3. Marco Benfe
    , 6/11/2001 00:00
    ci siamo forse dimenticati del la nuova ondata terroristica, non è forse anche questa CRIMINALITA'
  4. Paolo Motta 2
    , 16/10/2001 00:00
    per pagnot in risposta al messagio del 13/09


    Top News
    Cronaca italiana

    16-OTT 10:49 MODENA: Fermata madre 14/enne ucciso; Genitori denunciarono rapina in villa


    MODENA - E' stata fermata con l' accusa di omicidio volontario la madre di Matteo Nadalini, il ragazzo di quattordici anni ucciso (soffocato con un sacchetto di plastica) nella villetta di famiglia di Limidi di Soliera (Modena), durante quella che i genitori denunciarono come una rapina dall' esito drammatico.(ANSA).

    13/09/01
    (pagnot@exite.it)

    Ieri in una di queste rapine è stato ucciso un ragazzino di 14 anni colpevole solo di essere, con la madre, in casa SUA al momento sbagliato. Io sono stanca di avere paura. Lo so che bisogna essere tolleranti nella vita, ma non farsi mettere i piedi in testa da tutti quelli che arrivano qui. E' ora che lo stato tuteli di più gli italiani. (Ovviamente non generalizzo xchè non tutti sono delinquenti!)Ciao


    come volevasi dimostrare...
  5. liciajacek
    , 1/10/2001 00:00
    ..il sonno della ragione genera mostri
  6. Marco Benfe 4
    , 1/10/2001 00:00
    clandestini che non commettano alcun reato non esistono in quanto l'entrare clandestinamente in un qualsiasi paese senza visto o documento valido non e' legale!
    il problema di criminalita' italiana o straniera sta nellepercentuali, se gli italiani sono 57 milioni e gli extracomunitri sono 2 milioni perche' le nostre prigioni hanno ugual numero di ospiti (stranieri e italiani, cio' vuol dire che lo straniero clandestino, e pochi regolari, e' statisticamente piu'propenso a delinquere, anche con le attenuanti della poverta', e poi perche' molte volte i loro paesi non li rivogliono quando vengono rimpatriati???? sara' micca perche sanno che sono criminali e preferiscono che delinquino da noi???!!!
  7. Gian luca Ghizzoni
    , 30/9/2001 00:00
    Sul punire i delinquenti penso che siamo tutti d'accordo,però continuo a non capire perchè si vuole criminalizzare gli extracomunitari,è vero che ci sono clandestini e non che commettono reati,ma l'italia non è mai stata l'isola felice che molti vorrebbero farci credere,la criminalità c'è sempre stata non raccontiamo balle,le rapine ,i furti, gli omicidi non sono commessi solo da immigrati,queste cose (purtroppo)c'erano già molto prima che si parlasse di immigrazione,il fatto è che purtroppo si tende sempre a colpevolizzare gli altri,ma questi problemi ce li avevamo già.Punire il criminale di qualsiasi nazionalità,questo è giusto.
  8. Walter Berton
    , 30/9/2001 00:00
    sulla nuova criminalità in italia ci sono già le statistiche.almeno nel nord italia 6 su 10 reati da gravi a meno gravi sono commessi da immigrati clandestini e anche (è già successo piu' di una volta) da immigrati regolari.vi voglio ricordare che in italia una percentuale molto alta del la prostituzione é in mano alla delinquenza albanese e nigeriana.lo spaccio di droga una buona fetta viene gestito da marocchini e tunisini.
    gli assalti alle ville sono compiuti da bande albanesi e slavi.questi sono i reati gravi.esaminiamo ora i reati meno gravi.qui vi racconto quello che succede nella mia città.
    a venezia ci sono circa 400 ambulanti abusivi che quotidianamente stendono per terra la loro mercanzia per venderla ai turisti.si va dalle borse griffate falsamente(reato penale) a oggettistica varia, compresi coltelli a serramanico vietati dalla legge.questi "poveri" ambulanti che per la maggior parte sono clandestini,incassano giornalmente dalle minimo 200.000 lire a in alcuni casi 2.000.000 di lire.capite bene che a questa gente non gli interessa regolarizzare la propria posizione e cercarsi un lavoro normale.anche perchè non rischiano niente.quante volte ho assistito a dei bliz di forze dell'ordine per contrastare il fenomeno di vendita abusiva e non risolvere nulla.il giorno dopo sono di nuovo con le loro lenzuola stese per terra a vendere la loro merce contrafatta.
    per non parlare poi dei borseggiatori. a venezia ci sono bande di abili borseggiatori provenienti in gran numero dalla romania,che agiscono ormai senza la paura di essere scoperti;anche se vengono pescati dalle forze dell'ordine in flagranza di reato rischiano solamente qualche ora di fermo ,danno un nome falso perchè privi di documenti e poi sono liberi di continuare il proprio lavoro.ci sono poi sempre a venezia bande di truffatori provenienti dall'est europeo.questi si organizzano in gruppi di 6/8 persone e abbindolano i passanti,quasi sempre turisti,con il gioco delle tre scattolette ,una vera truffa che a loro frutta sui 5/7 milioni giornalieri,rischiando appena una multa per intrattenimento su suolo pubblico.se poi qualche veneziano mal sopporta queste cose ,viene minacciato bruttalmente,è successo anche a me.quindi fatto un po' di conti ho scoperto che la percentuale di crimini commessi dagli immigrati rispetto al loro numero di abitanti in italia è piu' alto dei reati commessi dagli italiani.non è un caso che ormai nelle carceri italiane c'è una grande percentuale di stranieri.io ammiro moltissimo l'immigrato che lavora onestamente in un paese straniero lontano da casa sua dagli affetti personali e dalla sua cultura,penso sia da rispettare molto. sono invece furioso quando un immigrato è un delinquente di natura e viene in italia per commettere reati sapendo di rischiare poco .
    ora ,io sono stato sempre uomo di sinistra,ma quello che non mi va piu' della sinstra è la sua cecità di fronte a quello che sta succedendo nel nostro paese.al buonismo ipocrita
    io reagisco con realismo senza dovermi nascondermi dietro a ideologie esasperanti.ho sempre odiato qualsiasi forma di fanatismo,da quello politico a quello sportivo a quello religioso.il fanatismo cancella la capacità di ragionare con la propria testa
  9. Paola Gemelli
    , 26/9/2001 00:00
    La criminalità non piace a nessuno, ma non è giusto colpevolizzare, per partito preso, gli immigrati! Tra loro c'è tanta brava gente che lavora, ci sono famiglie e ci sono bambini che frequentano le nostre scuole...così come, tra gli italiani, c'è brava gente e ci sono delinquenti. I mass-media deformano la nostra percezione della realtà, perché al giorno d'oggi fa molta più notizia il crimine commesso da immigrati che il nostro vecchio crimine italiano! Quante volte, poi, agli immigrati si è data la colpa di reati non commessi! Siamo tutti della stessa razza, quella umana, e a quanto pare la violenza è parte della natura umana! Questo non è buonismo, questo è guardare in faccia alla realtà con mente aperta, priva di pregiudizi...è una cosa che il fatto di viaggiare avrebbe dovuto insegnarci...ma forse non tutti hanno capito ancora come gira il mondo...
  10. Berlinguer Aldo
    , 26/9/2001 00:00
    sarebbe il caso di mettersi nei panni di chi ha subito rapine o violenze e riflettere!!!!!!!111
  11. Gian luca Ghizzoni
    , 19/9/2001 00:00
    x Silvia,
    il mondo è bello perchè è vario,tu lo dici ma non mi sembra che lo pensi veramente,almeno dal tuo intervento io ho capito così e se ho frainteso ti chiedo scusa,io contrariamente accetto anche il parere degli altri.
  12. Silvia F
    , 19/9/2001 00:00
    hai ragione,ho capito!era fin troppo chiaro!complimenti!adesso,sei tu ad aver capito!
  13. Gian luca Ghizzoni
    , 18/9/2001 00:00
    Dai Silvia che hai capito benissimo....
  14. Silvia F
    , 18/9/2001 00:00
    tu compreso/a o escluso????
  15. Gian luca Ghizzoni
    , 16/9/2001 00:00
    Penso che gli avvenimenti di questi giorni siano serviti a smascherare il finto buonismo di molti italiani,che finalmente possono svelare il loro vero volto:razzista ed ignorante.
  16. Petra G.
    , 16/9/2001 00:00
    x pa:non mi sembra il caso di tirare fuori finti"buonismi"!non dico il tuo,che magari è sincero,ma molta gente dice e pensa come te,poi sono i primi,che sull'autobus,quando vedono salire un extracomunitario,si toccano il portafoglio o si tengono la borsetta!e poi,non voglio generalizzare,ma,in molti casi,si fa solo che bene a tenersi la borsetta ed il portafoglio!se è vero che gli extracomunitari di oggi,qui da noi,sono come gli italiani di ieri,è anche vero che i nostri italiani dell'epoca(quelli che emigrarono in usa,australia,etc)non furono qiutati come gli stranieri di oggi,che sono agevolati in molte cose.E non è vero che tutti si adeguano a fare i cosiddetti lavori"umili".se la xenofobia è un male(ammesso e concesso che lo sia)altrettanto male è dimostrarsi troppo tolleranti:in molti potrebbero approfittarsene,ed in molti lo hanno già fatto.comunque il mondo è bello perchè è vario,ed ognuno ha diritto di dire la sua.saluti,