1. Diario di Viaggio Argentina: Argentina: aria, ghiaccio, acqua, terra

    di , il 20/4/2011 11:33

    Un punto di arrivo nella vita di un viaggiatore!

  2. scarbo
    , 6/5/2011 22:11
    Maravilloso!!!!!!!
    Gracias por haber descripto mi paìs de esa manera,tenès razòn es realmente estupendo, me has hecho divertir muchisimo!!
    Una pregunta sos escritor?
    Me alegro que te halla hecho una buena impresiòn, lo mismo digo yo , de tu bellima ITALIA!!!!!!!!!!!!!!!!
    Estupendo tu diario de viajes!!!!!!!!!!!!!
    Espero que sepas un poquito de castellano, jajajajaja!!!!!!!!
  3. Matusca
    , 2/5/2011 13:44
    Una sola notazione per un bel resoconto: Messi é piú amato di quanto appaia a prima vista, salutano come un successo nazionale ogni gol che fa col Barcellona. Non mi risulta che la quantitá di soldi da ritirare sia limitata o se lo é la soglia é alta (lo so per esperienza). L'Argentina non é piú in crisi: molti problemi rimangono ma il PIL é alto e si sta ridistribuendo la ricchezza. Che possono fare i santiagueños? E' una delle cittá piú calde che ho provato. Sono contenta che ti sia piaciuta Rosario, non é bellissima ma molto accogliente e culturalmente vivacissima. Bel diario di viaggio, mi é piaciuto molto.
  4. aindamar
    , 29/4/2011 22:44
    Ciao, ho letto il tuo diario, e mi fa piacere che tu abbia avuto un bel viaggio.Mi hai fatto sorridere tanto. Sono argentina, ma vivo in Italia da alcuni anni.
    Non sono mai stata in Santiago del Estero, ma sai, los santiaguenos hanno la fama di essere le persone che vivono facendo la "siesta", così che invece di pensare che è la città che non dorme, forse dovresti immaginare che tutti dormivano!
    E poi...coincido con la difficoltà dei bancomat. Succede pure a me ogni volta che torno. La spiegazione per le lunghe file è che le persone hanno il conto dello stipendio nelle banche con più succursali, non è come in Italia che ognuno ha il suo conto, in Argentina il datore di lavoro (privato e statale) crea il conto dove mettere il tuo stipendio. La gente deve per forza far la fila per avere i suoi sudati soldi. E poi...da fine d'anno scorso, le banche hanno limitato la quantità di soldi da prelevare per una teorica mancanza di banconote, cosa che per tutti è una retenzione dei soldi della gente....tutto ciò si traduce nella poca praticità per il turista che deve prelevare, ma soprattutto in gente che non sà come andare avanti se non possiede contanti e nemmeno può pagare col bancomat nei negozi...
    Vaaa bene...comunque è un paese bellissimo...ha le sue "cose" ma se così non fosse, non sarebbe più Argentina, no?
    Tanti saluti!
  5. AlbyUD
    , 20/4/2011 16:00
    Che dire....non avrei saputo descrivere meglio il mio viaggio in Argentina...e rileggendo queste pagine mi sono scoperto sognare ad occhi aperti...nonché a morire dal ridere in alcuni passaggi...
    Tanti complimenti al turista 63xpot!
  6. 63xpot
    , 20/4/2011 11:33
    Un punto di arrivo nella vita di un viaggiatore!