1. Avventura/spedizione tra le tribù più interessanti d'Africa. Etiopia-Omo Valley - Urgente!

    di , il 19/4/2011 13:14

    Ciao a tutti i veri viaggiatori che amano l’avventura e che hanno buon spirito di adattamento,ma soprattutto che come me amino l’Africa dei safari e delle etnie tra le più interessanti che resistono al turismo perché isolate in luoghi dove il turismo non è ancora di massa fortunatamente,forse ancora per poco…

    Mi chiamo Vanni e quest’anno come ogni anno sto organizzando un viaggio in Africa,la mia passione/malattia,e precisamente in Etiopia nella valle dell’Omo alla scoperta delle molteplici tribù che popolano questa zona mistica;l’anno scorso abbiamo fatto un bel gruppetto di 11 persone ed abbiamo girato in lungo e in largo la straordinaria Namibia,e quest’anno qualcuno del mitico gruppo mi seguirà in Etiopia,però sto cercando URGENTEMENTE altri compagni di viaggio per riuscire a raggiungere un numero di persone sufficiente per sfruttare al massimo 3 veicoli,dando la possibilità di poter fare un itinerario di 2 settimane oppure di 3,in modo tale da avere più probabilità di trovare persone; faremo l'itinerario in modo tale che dopo 2 settimane ci sarà la possibilità di essere ad Addis Abeba dove prendere il volo di ritorno,mentre chi ne farà 3 continuerà con il gruppo.

    Dico URGENTEMENTE perchè dovremo acquistare entro pochissimo tempo i biglietti aerei prima che vadano alle stelle visto il periodo.

    SOLO se veramente siete interessati e non volete perdere tempo prezioso potete chiedermi info di qualsiasi genere,al massimo vi darò il mio cellulare così per fugare ogni dubbio o qualsiasi info perchè possiate decidere prima possibile senza dubbi senza passare dalle E-mail che sono una perdita inutile di tempo e non si arriva mai ad una conclusione,visto che non avrò molto tempo da dedicare alle email perché non ho ancora un PC a casa e sfrutterò quel poco tempo che mi rimarrà in pausa pranzo a lavoro,spero mi capirete.

    Ci sarà da divertirsi,sarà sicuramente un viaggio indimenticabile e un'esperienza che porterete in vita,ve lo assicuro;penso che chi ha già fatto il safari in Africa in campeggio possa capire benissimo quello che sto dicendo,gli altri lo capiranno.

    L’itinerario sarà diviso in due parti,le prime 2 settimane circa saranno dedicate alla parte ad est del grande fiume Omo alla scoperta di moltissime tribù tra le più interessanti dell’intero continente africano;visiteremo i loro villaggi, i loro mercati con molte genti di tribù miste vivendo tra loro nella normale vita quotidiana,dove possibile campeggeremo nei loro villaggi o nelle vicinanze;se saremo fortunati avremo la possibilità di partecipare ad alcune cerimonie vere,o di qualche matrimonio o di qualche altra cerimonia come il salto del toro,,il Donga,l’Evangadi nei loro villaggi,infatti è un buon periodo per alcune cerimonie tradizionali da quanto ho letto, e lungo la strada e nei loro mercati le guide ci aiuteranno ad informarci se in qualche villaggio ci sarà qualche cerimonia non organizzata per turisti,ma vera.

    Poi attraverseremo dei paesaggi magnifici tra i laghi più importanti della Rift Valley dove faremo anche un game boat nel lago Chamo alla ricerca dei giganteschi coccodrilli,ippopotami e numerosi uccelli che lo popolano.

    Faremo anche un game drive all’interno di una delle riserve più belle ma disertate dell’Africa orientale,nel Nechisar NP;entreremo nel Mago NP,dove oltre ad avvistare gli animali,andremo a visitare dei villaggi Mursi,famosi per le loro donne che portano il disco labiale e per questo si rompono i denti inferiori,e per i loro corpi con decorazioni rituali fatte di cicatrici e le loro acconciature strane.

    Visiteremo i Borana,i loro pozzi cantanti e il cratere Elsod,da dove vedremo estrarre a mano il pregiato sale nero(i Borana per questo entrano nudi nel lago del cratere e con le mani ne estraggono il sale).

    Attraverseremo il fiume Omo per visitare i villaggi dei Dassanech,poi visiteremo dei villaggi dei Bumi,dei Karo,degli Hammer famosi per la cerimonia del salto del toro a cui spero riusciremo ad assistere,sarà curioso vedere che mentre un ragazzo completamente nudo salterà una fila di tori davanti a tutto il villaggio,le donne si faranno frustare procurandosi molte cicatrici per dimostrare la loro stima nei confronti degli uomini;poi visiteremo i Dorzi e le loro fantastiche capanne,e ancora gli Oromo e i Wolayita.

    Dopo tutto ciò dovremo risalire perché non c’è più l’unico ponte della valle che attraversa l’Omo visto che è stato spazzato via dalle acque in piena e non è più ricostruito;vedremo se sarà possibile fare ancora qualche giorno con tutto il gruppo unito o se finirà qui il tempo per il mezzo che farà 2 settimane;infatti qui inizierà la seconda parte del viaggio che ci porterà alla scoperta dei guerrieri Surma,una delle tribù più isolate dell’intera zona visto il luogo dove vivono e il loro carattere bellicoso nei confronti delle tribù vicine per difendere il loro pascoli e i loro animali.

    Le donne portano come i Mursi il disco labiale,gli uomini vanno completamente nudi,”vestiti” da disegni corporali fatti con acqua e argilla bianca.Penso riusciremo a vedere il Donga,la lotta con i bastoni che fanno sia i Surma che i Mursi riunendo diversi villaggi appositamente per questi cruenti scontri fatti tradizionalmente per esorcizzare ed evitare le guerre e le lotte tra loro ,anche se ho letto che qualcuno ci lascia le penne qualche volta durante questi scontri,ma normalmente finiscono con delle cicatrici.

    Per poter visitare approfonditamente(per quello che potremo approfondire nel tempo che avremo) alcuni villaggi Surma e per poter assistere alle loro tradizioni e alla loro quotidianità ,faremo penso un paio di giorni di trek leggero(camminate di mezza giornata) per spostarci nei vari villaggi e visitare le fonti magiche a Magalogne,dove i Surma vanno per disegnare i loro corpi longilinei e per bere le acque ferrose della fonte per loro salutari.

    Cercheremo di campeggiare lungo il fiume Kibish nei pressi di qualche villaggio o meglio ancora in qualche loro villaggio e poi ritorneremo verso nord attraverso le famosi piantagioni di caffè etiope,si dice che il caffè sia nato qui e sia stato esportato in tutto il mondo visto che nasce spontaneamente in queste zone.

    Poi ritorno ad Addis Abeba dove visiteremo il più grande mercato sub-sahariano e qualche altra cosetta tipo il museo etnografico,oppure il museo nazionale dove è custodita LUCY,o qualcos’altro.

    Questo dovrebbe essere all’incirca l’itinerario di questa spedizione,una vera avventura,comunque tutto dipenderà dai giorni effettivi,infatti io ho calcolato all’incirca 14 giorni per la prima parte e 21 in totale per la seconda.

    Le notti le passeremo un po’ in campeggio e un po’ in alberghetti economici,non so con che frequenza di preciso,però penso metà e metà o forse qualche notte in più in albergo visto che l’itinerario dovrà essere finalizzato in base ai giorni esatti che avremo,anche se all’incirca dovrebbe essere quello descritto sopra.

    Purtroppo, al contrario di quanto è normalmente per altri viaggi, il viaggio in campeggio qui è più costoso,non per il campeggio in se ma perché servirà un mezzo per tutta l’attrezzatura;purtroppo, per me per fortuna visto che amo campeggiare,il campeggio è obbligatorio in alcune zone visto che non ci saranno hotel ovunque(anche se in molte zone ci saranno e li useremo), per questo motivo vorrei provare a fare 3 mezzi da 4 persone,tenendo conto che un mezzo(di cui farà parte anche la mia compagna) farà solo un paio di settimane e gli altri due anche la terza così da evitare che nell’ultima settimana ci sia un solo mezzo in zone dove ci potrebbe essere la necessità di aiutarsi magari per uscire da qualche pozza d’acqua profonda,eventualità da non scartare affatto in agosto.

    Così ho interrogato abbastanza agenzie specializzate in queste zone e naturalmente riconosciute dal ministero del turismo etiope(che ho contattato direttamente per chiedere info sull’affidabilità delle agenzie contattate) e alla fine il preventivo migliore, tenendo conto che sarà un viaggio tailor-made e cioè con itinerario studiato personalmente dopo qualche mese di ricerche e studio su guide ed internet, è stato di circa 1500 euro per le 4 persone che faranno un paio di settimane e di circa 2000 euro per le altre 8 persone che si faranno anche la terza;dico circa perché i prezzi sono in Dollari americani che corrispondono a queste cifre pressapoco.

    Nel prezzo sarà tutto compreso o quasi;infatti saranno compresi tutti gli alberghetti economici in pensione completa,e così anche tutti i campeggi,avremo un cuoco da campo(…non sarà Gianfranco Vissani ma sicuramente cucinerà qualcosa di buono…) che cucinerà nei campeggi così ci sarà più tempo per tutte le nostre visite e giri vari,tutta l’attrezzatura da campeggio,una visita guidata ad Addis Abeba con alcune entrate comprese,la gita in barca nel lago Chamo,tutte le tasse governative,tutte le tasse di entrata ai parchi,trasferimenti da e per l’aeroporto,mezzi Land Cruiser 4WD con benzina inclusa per tutto il tour,tutte le guide locali di cui avremo bisogno lungo la strada,tutti gli scout armati per entrare nei vari villaggi,le tasse di entrata ai villaggi,e infine quest’anno per non sapere ne leggere e ne scrivere,e soprattutto per non sapere bene l’inglese o l’amarico(la lingua etiope) o i vari dialetti,ci sarà una guida che parlerà italiano in modo da poter apprezzare al massimo tutto ciò che ci sarà spiegato durante le numerose visite nei vari luoghi.

    Ah dimenticavo, per le date ho messo in preventivo saranno con partenza fine luglio (28/29/30) e ritorno dopo 2 settimane circa per il primo gruppo(13/14/15) e dopo 3 per il secondo gruppo (20/21/22).

    Ciao a tutti e SBRIGATEVI!!!

    Vanni

  2. Vanni77
    , 19/4/2011 13:14
    Ciao a tutti i veri viaggiatori che amano l’avventura e che hanno buon spirito di adattamento,ma soprattutto che come me amino l’Africa dei safari e delle etnie tra le più interessanti che resistono al turismo perché isolate in luoghi dove il turismo non è ancora di massa fortunatamente,forse ancora per poco…


    Mi chiamo Vanni e quest’anno come ogni anno sto organizzando un viaggio in Africa,la mia passione/malattia,e precisamente in Etiopia nella valle dell’Omo alla scoperta delle molteplici tribù che popolano questa zona mistica;l’anno scorso abbiamo fatto un bel gruppetto di 11 persone ed abbiamo girato in lungo e in largo la straordinaria Namibia,e quest’anno qualcuno del mitico gruppo mi seguirà in Etiopia,però sto cercando URGENTEMENTE altri compagni di viaggio per riuscire a raggiungere un numero di persone sufficiente per sfruttare al massimo 3 veicoli,dando la possibilità di poter fare un itinerario di 2 settimane oppure di 3,in modo tale da avere più probabilità di trovare persone; faremo l'itinerario in modo tale che dopo 2 settimane ci sarà la possibilità di essere ad Addis Abeba dove prendere il volo di ritorno,mentre chi ne farà 3 continuerà con il gruppo.


    Dico URGENTEMENTE perchè dovremo acquistare entro pochissimo tempo i biglietti aerei prima che vadano alle stelle visto il periodo.


    SOLO se veramente siete interessati e non volete perdere tempo prezioso potete chiedermi info di qualsiasi genere,al massimo vi darò il mio cellulare così per fugare ogni dubbio o qualsiasi info perchè possiate decidere prima possibile senza dubbi senza passare dalle E-mail che sono una perdita inutile di tempo e non si arriva mai ad una conclusione,visto che non avrò molto tempo da dedicare alle email perché non ho ancora un PC a casa e sfrutterò quel poco tempo che mi rimarrà in pausa pranzo a lavoro,spero mi capirete.


    Ci sarà da divertirsi,sarà sicuramente un viaggio indimenticabile e un'esperienza che porterete in vita,ve lo assicuro;penso che chi ha già fatto il safari in Africa in campeggio possa capire benissimo quello che sto dicendo,gli altri lo capiranno.


    <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?>


    L’itinerario sarà diviso in due parti,le prime 2 settimane circa saranno dedicate alla parte ad est del grande fiume Omo alla scoperta di moltissime tribù tra le più interessanti dell’intero continente africano;visiteremo i loro villaggi, i loro mercati con molte genti di tribù miste vivendo tra loro nella normale vita quotidiana,dove possibile campeggeremo nei loro villaggi o nelle vicinanze;se saremo fortunati avremo la possibilità di partecipare ad alcune cerimonie vere,o di qualche matrimonio o di qualche altra cerimonia come il salto del toro,,il Donga,l’Evangadi nei loro villaggi,infatti è un buon periodo per alcune cerimonie tradizionali da quanto ho letto, e lungo la strada e nei loro mercati le guide ci aiuteranno ad informarci se in qualche villaggio ci sarà qualche cerimonia non organizzata per turisti,ma vera.


    Poi attraverseremo dei paesaggi magnifici tra i laghi più importanti della Rift Valley dove faremo anche un game boat nel lago Chamo alla ricerca dei giganteschi coccodrilli,ippopotami e numerosi uccelli che lo popolano.


    Faremo anche un game drive all’interno di una delle riserve più belle ma disertate dell’Africa orientale,nel Nechisar NP;entreremo nel Mago NP,dove oltre ad avvistare gli animali,andremo a visitare dei villaggi Mursi,famosi per le loro donne che portano il disco labiale e per questo si rompono i denti inferiori,e per i loro corpi con decorazioni rituali fatte di cicatrici e le loro acconciature strane.


    Visiteremo i Borana,i loro pozzi cantanti e il cratere Elsod,da dove vedremo estrarre a mano il pregiato sale nero(i Borana per questo entrano nudi nel lago del cratere e con le mani ne estraggono il sale).


    Attraverseremo il fiume Omo per<span> </span>visitare i villaggi dei Dassanech,poi visiteremo dei villaggi dei Bumi,dei Karo,degli Hammer famosi per la cerimonia del salto del toro a cui spero riusciremo ad assistere,sarà curioso vedere che mentre un ragazzo completamente nudo salterà una fila di tori davanti a tutto il villaggio,le donne si faranno frustare procurandosi molte cicatrici per dimostrare la loro stima nei confronti degli uomini;poi visiteremo i Dorzi e le loro fantastiche capanne,e ancora gli Oromo e i Wolayita.


    Dopo tutto ciò dovremo risalire perché non c’è più l’unico ponte della valle che attraversa l’Omo visto che è stato spazzato via dalle acque in piena e non è più ricostruito;vedremo se sarà possibile fare ancora qualche giorno con tutto il gruppo unito o se finirà qui il tempo per il mezzo che farà 2 settimane;infatti qui inizierà la seconda parte del viaggio che ci porterà alla scoperta dei guerrieri Surma,una delle tribù più isolate dell’intera zona visto il luogo dove vivono e il loro carattere bellicoso nei confronti delle tribù vicine per difendere il loro pascoli e<span> </span>i loro animali.


    Le donne portano come i Mursi il disco labiale,gli uomini vanno completamente nudi,”vestiti” da disegni corporali fatti con acqua e argilla bianca.Penso riusciremo a vedere il Donga,la lotta con i bastoni che fanno sia i Surma che i Mursi riunendo diversi villaggi appositamente per questi cruenti scontri fatti tradizionalmente per esorcizzare ed evitare le guerre e le lotte tra loro ,anche se ho letto che qualcuno ci lascia le penne qualche volta durante questi scontri,ma normalmente finiscono con delle cicatrici.


    Per poter visitare approfonditamente(per quello che potremo approfondire nel tempo che avremo) alcuni villaggi Surma e per poter assistere alle loro tradizioni e alla loro quotidianità ,faremo penso un paio di giorni di trek leggero(camminate di mezza giornata) per spostarci nei vari villaggi e visitare le fonti magiche a Magalogne,dove i Surma vanno per disegnare i loro corpi longilinei e per bere le acque ferrose della fonte per loro salutari.


    Cercheremo di campeggiare lungo il fiume Kibish nei pressi di qualche villaggio o meglio ancora in qualche loro villaggio e poi ritorneremo verso nord attraverso le famosi piantagioni di caffè etiope,si dice che il caffè sia nato qui e sia stato esportato in tutto il mondo visto che nasce spontaneamente in queste zone.


    Poi ritorno ad Addis Abeba dove visiteremo il più grande mercato sub-sahariano e qualche altra cosetta tipo il museo etnografico,oppure il museo nazionale dove è custodita LUCY,o qualcos’altro.


    Questo dovrebbe essere all’incirca l’itinerario di questa spedizione,una vera avventura,comunque tutto dipenderà dai giorni effettivi,infatti io ho calcolato all’incirca 14 giorni per la prima parte e <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?>21 in totale per la seconda.


    Le notti le passeremo un po’ in campeggio e un po’ in alberghetti economici,non so con che frequenza di preciso,però penso metà e metà o forse qualche notte in più in albergo visto che l’itinerario dovrà essere finalizzato in base ai giorni esatti che avremo,anche se all’incirca dovrebbe essere quello descritto sopra.


    Purtroppo, al contrario di quanto è normalmente per altri viaggi, il viaggio in campeggio qui è più costoso,non per il campeggio in se ma perché servirà un mezzo per tutta l’attrezzatura;purtroppo, per me per fortuna visto che amo campeggiare,il campeggio è obbligatorio in alcune zone visto che non ci saranno hotel ovunque(anche se in molte zone ci saranno e li useremo), per questo motivo vorrei provare a fare 3 mezzi da 4 persone,tenendo conto che un mezzo(di cui farà parte anche la mia compagna) farà solo un paio di settimane e gli altri due anche la terza così da evitare che nell’ultima settimana ci sia un solo mezzo in zone dove ci potrebbe essere la necessità di aiutarsi magari per uscire da qualche pozza d’acqua profonda,eventualità da non scartare affatto in agosto.


    Così ho interrogato abbastanza agenzie specializzate in queste zone e naturalmente riconosciute dal ministero del turismo etiope(che ho contattato direttamente per chiedere info sull’affidabilità delle agenzie contattate) e alla fine il preventivo migliore, tenendo conto che sarà un viaggio tailor-made e cioè con itinerario studiato personalmente dopo qualche mese di ricerche e studio su guide ed internet, è stato di circa 1500 euro per le 4 persone che faranno un paio di settimane e di circa 2000 euro per le altre 8 persone che si faranno anche la terza;dico circa perché i prezzi sono in Dollari americani che corrispondono a queste cifre pressapoco.


    Nel prezzo sarà tutto compreso o quasi;infatti saranno compresi tutti gli alberghetti economici in pensione completa,e così anche tutti i campeggi,avremo un cuoco da campo(…non sarà Gianfranco Vissani ma sicuramente cucinerà qualcosa di buono…) che cucinerà nei campeggi così ci sarà più tempo per tutte le nostre visite e giri vari,tutta l’attrezzatura da campeggio,una visita guidata ad Addis Abeba con alcune entrate comprese,la gita in barca nel lago Chamo,tutte le tasse governative,tutte le tasse di entrata ai parchi,trasferimenti da e per l’aeroporto,mezzi Land Cruiser 4WD con benzina inclusa per tutto il tour,tutte le guide locali di cui avremo bisogno lungo la strada,tutti gli scout armati per entrare nei vari villaggi,le tasse di entrata ai villaggi,e infine quest’anno per non sapere ne leggere e ne scrivere,e soprattutto per non sapere bene l’inglese o l’amarico(la lingua etiope) o i vari dialetti,ci sarà una guida che parlerà italiano in modo da poter apprezzare al massimo tutto ciò che ci sarà spiegato durante le numerose visite nei vari luoghi.


    Ah dimenticavo, per le date<span> </span>ho messo in preventivo saranno con partenza fine luglio (28/29/30) e ritorno dopo 2 settimane circa per il primo gruppo(13/14/15)<span> </span>e dopo 3 per il secondo gruppo (20/21/22).








    <span>Ciao a tutti e SBRIGATEVI!!!

    Vanni

    </span>