1. Diario di Viaggio Sardegna: la Sardegna che non c'è

    di , il 18/4/2011 10:50

    Si tratta di un itinerario su terre sconosciute anche a sè stesse (vedi caso scajola), lungo le quali si celano scorci di una bellezza inenarrabile, caratterizzati da un ambiente ancora incontaminato, selvaggio, di grande fascino, che porta dalle trasparenze di un mare cristallino, ad un'entroterra straordinario, che alterna il verde intenso della macchia, al giallo dell'elicriso, ai colori dei fiori dell'agrifoglio, rosso quelli maschi, bianchi le femmine...

  2. robyrossi
    , 18/4/2011 10:50
    Si tratta di un itinerario su terre sconosciute anche a sè stesse (vedi caso scajola), lungo le quali si celano scorci di una bellezza inenarrabile, caratterizzati da un ambiente ancora incontaminato, selvaggio, di grande fascino, che porta dalle trasparenze di un mare cristallino, ad un'entroterra straordinario, che alterna il verde intenso della macchia, al giallo dell'elicriso, ai colori dei fiori dell'agrifoglio, rosso quelli maschi, bianchi le femmine...