1. Diario di Viaggio Myanmar: Myanmar... se proprio volete andarci!

    di , il 24/3/2011 15:36

    Consigli e... sconsigli!

  2. Alessandro Feriotti
    , 10/5/2016 10:38
    Dispiace molto leggere un racconto di viaggio così negativo sulla Birmania... Io e mia moglie abbiamo passato due settimane del luglio 2014 in birmania con zaino e Lonely Planet tra ostelli e guesthouse e posso affermare che è stato uno dei più bei viaggi che abbiamo affrontato! La Birmania va apprezzata per quello che è in relazione al suo recente e sanguinoso passato e non si può che rimanere continuamente colpiti dalla disponibilità e gentilezza del suo popolo. Gli aiuti disinteressati sono sempre dietro l'angolo e anche nelle grandi metropoli come Yangon, caotiche, maleodoranti, non pervade mai, nemmeno a notte fonda, il senso di insicurezza e pericolo che potreste provare di alcune città americane...
    Muovetevi in autobus per assaporare l'essenza di un paese che si trova conteso tra passato e innovazione galoppante.
    Buon viaggio a chi deciderà di partire, non ve ne pentirete!
  3. photoale
    , 22/1/2012 00:49
    Rimango esterrefatto da questo diario.... Io sono stato in Myanmar nel 2007 e tuttora sono pronto a dichiarare che è stato di gran lunga il più bel viaggio che io abbia mai fatto e ne ho fatti molti viaggi soprattutto in Asia. Naturalmente se siete turisti in cerca di vacanze non vi consiglio di andare, se siete viaggiatori vi dico che andare in Myanmar sarà la più bella esperienza che potete fare in vita vostra. Io ho girato assolutamente in pullman, ci sono dei pulman turistici eccezionali che partono da Yangon e vanno in tutto il paese, sono al pari dei nostri e c'è il posto prenotato. Un viaggio in pulman stanca anche perchè dura 8-9 ore, ma mai ho avuto paura o altro. Andare in Myanmar èequivalente a fare un tuffo nel passato, in un mondo che non esiste più e solo chi ci andrà e che riuscirà ad apprezzarlo, potrà fare una esperienza di vita meravigliosa. Io non sono seguace di sette new age o fantomatici osho, amo solo viaggiare low cost e fai da te ma sempre in sicurezza e confort decenti. Il popolo birmano è spaventosamente ospitale ed eccezionale, vi aiuterà in tutti i vostri spostamenti. Andate, andate, andate....La Birmania vi commuoverà, io quest'anno ci tornerò, sperando di non trovarla già cambiata dal 2007. Nelle Isole della Tahilandia ci sono stato 3 giorni, dopo 3 gg ho fatto le valigie, erso la prenotazione dei giorni successivi e me ne sono andato via..... MA come si fa???
  4. dnl
    , 2/5/2011 21:39
    Ci sono stata nel novembre-dicembre 2008, appena è stato riaperto l'aeroporto di Bangkok dopo gli scontri avvenuti in quel periodo... leggendo il vostro resoconto mi sembra che non si sia stati nello stesso posto...
    Io non vedo l'ora di tornarci!
    Eravamo in due, abbiamo viaggiato in modo indipendente. Yangon una delizia arrivando dalla caotica Bangkok. Le persone gentili.
    Con un po' di spirito d'adattamento la Birmania/Myanmar è senz'altro il paese che ho preferito di quelli visitati nell'area (Thailandia, Cambogia, Vietnam e Laos).
    Certo le infrastrutture sono molto carenti e il cellulare non funziona... teniamo però conto che, purtroppo, si tratta di un paese dove vige una dittatura!
  5. z.davide
    , 30/3/2011 13:22
    Cari viaggiatori, sono un viaggiatore in solitaria, mi spiego prenoto solo il volo di a\r e dopo mi arrangio giorno per giorno, senza l'aiuto di nessuna guida locale, uso i mezzi di trasporto pubblici e cerco di stare a contatto con le persone del luogo.. ho avuto tantissimi aiuti disinteressati dai Birmani . Alcuni es..(la mattina presto aspettando il bus cittadino la gente mi chiedeva dove fossi diretto per poi indirizzarmi su quello giusto, visto che non hanno scritte in inglese, una volta sceso venivo accompagnato al prossimo. Durante un viaggio su un battello, "unico turista" una donnetta mi faceva sdraiare sul suo lenzuolino pulito, per farmi riposare un po, con un sorriso cosi' dolce da commuovere). La Birmania è dal mio punto di vista un paese meraviglioso, ci sono infatti già stato 3 volte.. Rispetto il vostro giudizio, ma non si può aspettare di trovare strade perfette, mezzi di trasporto puliti ed efficienti in ogni luogo del mondo. Un consiglio ai viaggiatori non abbiate paura di andare senza guida, magari non vedrete tutte le pagode del paese ma avrete la fortuna di interagire voi stessi con la popolazione e non con l'ausilio della guida pur brava e simpatica che sia.. buon viaggio
  6. kia ora
    , 25/3/2011 20:11
    Cari viaggiatori, ho letto con grande dispiacere il vostro racconto di viaggio sulla Birmania. Noi ci siamo stati nel novembre 2006 con "Avventure nel mondo" e la nostra esperienza è stata diametralmente opposta. Prendo atto che le difficoltà che avete incontrato organizzando un viaggio " fai-da-te" ve lo hanno esacerbato, del resto non dobbiamo dimenticare che la Birmania è tuttora sottoposta a un duro regime dittatoriale...forse non era così facile girare anche in Italia durante il fascismo. Per quanto riguarda i sorrisi, ne abbiamo ricevuti davvero tanti, forse non tutti sinceri, ma sicuramente i contatti umani che abbiamo avuto in questo paese ci hanno lasciato un segno. Cito un episodio: appena arrivati a yangoon, ancora frastornata dal viaggio e dallo sfavillio degli ori e specchi della Schwedagon Paya, mi sono seduta un po' in disparte e subito sono stata avvicinata da alcuni giovani monaci che avevano voglia di parlare un po' in inglese. Quando ci siamo salutati, un ragazzo mi ha donato un libriccino, un dizionario inglese-birmano. Imbarazzata, non sapendo come contraccambiare, gli ho offerto dei soldi, ma lui ha rifiutato spiegandomi che non aveva bisogno di nulla, se proprio volevo magari avrei potuto spedirgli un libro in inglese quando tornavo a casa... Come dimenticare poi la notte passata nel monastero durante il breve trek nei pressi di Kalaw, quando i bambini del villaggio dopo avere riso e ballato con noi tutta la sera, ci hanno invitato a guardare la televisione con loro, tutti stipati come sardine nella saletta del monastero? Mi dispiace che voi abbiate ricevuto impressioni così negative, ma a noi la Birmania è rimasta nel cuore e l'abbiamo caldamente consigliata a tutti i nostri amici.
  7. jiafal
    , 24/3/2011 15:36
    Consigli e... sconsigli!