1. Colombia

    di , il 18/11/2006 21:34

    La guida di quest'area è: Davide B.

    Si quieres conocer el Caribe, vayas a Cuba o a República Dominicana, si quieres conocer el Pacífico, visites a Chile, si quieres conocer los Andes, viajes al Ecuador, si quieres conocer la selva amazónica, pásate por Brasil, si quieres conocer las culturas precolombinas, vayas a México o Perú... Pero si quieres ver todas esas cosas reunidas, ¡vengas a COLOMBIA!

  2. woody54
    , 17/4/2014 11:25
    @arhuaco
    Ciao, premesso che non sono mai stato in Colombia (ma spero di sopperire presto a questa mancanza) sto leggendo qua e la, info sui luoghi e sulla fattibilità ti giro un link che credo faccia proprio al caso tuo http://passionecolombia.wordpress.com/2013/09/22/san-agustin-fra-giungla-e-civilta-precolombiane/
    Un salutone a davovad!!
  3. arhuaco
    , 16/4/2014 22:41
    muchas gracias companero, abbiamo circa 15 giorni e il giro che ci hai suggerito è un ottimo punto di partenza...mi hai rassicurato molto. Non vediamo l'ora di scoprire questi luoghi e la sua gente ciao a presto
  4. davovad
    , 16/4/2014 15:08
    Hola, ottima scelta. Il sud ovest e una delle zone che più mi sono piaciute.

    Innanzitutto la sicurezza: come saprai sono in corso i dialoghi di pace all'Avana tra il Governo e le FARC, e anche se non c'è un alto al fuoco, le azioni belliche sono diminuite molto.

    Nella regione comunque esisrtono da sempre tensioni tra le comunità indigene e le comunità afro, che ogni tanto sfociano in disturbi. Ma è una questione tra di loro, eventuali turisti in zona sono pressoché ignorati.

    A fine agosto IN TEORIA non dovrebbe piovere, ma quest'anno il clima è un po' strano, non ha quasi piovuto e sta spirando quasi sempre vento, aspetti non consueti del clima colombiano. Per cui non si sa che tempo fara ad agosto.

    Quanto tempo hai a disposizione?

    Potresti fare un circuito da Bogotá a San Agustín, magari con tappe nel deserto della Tatacoa. La zona di San Agustín merita almento 4 giorni. Poi puoi andare a Tierradentro e da lì passare per il Parco Puracé ed arrivare a Popayán. Poi lungo la Panamericana fino a Cali (eventuale deviazione a Buenaventura sul Pacifico e le splendide spiagge di Juanchaco y Ladrilleros), poi se hai ancora tempo c'è la regione cafetera, Medellín, ecc. e ritorno a Bogotá
  5. arhuaco
    , 16/4/2014 11:59
    ciao davide, a fine agosto dovrei partire per un viaggio in colombia , ho guardato migliai di siti ma non sono riuscito a trovare quello che volevo, in pratica vorrei visitare la colombia del sud san augustin popayan, tierradentro,vorrei sapere se la situazione è abbastanza tranquilla o c'è il rischio di qualche sequestro etc, purtroppo i media quando parlano di colombia creano il terrore psicologico..inoltre visto che vivi o hai vissuto in questo paese, mi sai dire che clima potrò trovare,? Grazie, e sai darmi qualsiasi consiglio accetto tutto hasta pronto
  6. davovad
    , 10/2/2014 17:45
    Dal prossimo giugno l'areolinea SATENA comincerà a volare due volte alla settimana (venerdì e domenica) tra Bogotá e Pitalito (Huila), a pochi Km da San Agustín.
    Sempre da giugno Avianca comincerà a volare tra Londra e Bogotá.
  7. Cadillac
    , 7/2/2014 16:13
    Ciao Davovad. Sono Andrea di Parma in visita qui a Bogota..purtroppo da solo. Mi piacerebbe incontrare un parmigiano qui in terra straniera! Se ti va e hai tempo... e riesci a metterti in contatto con me....mi farebbe piacere. Ciaoooooo
  8. davovad
    , 5/2/2014 14:56
    Alitalia: sì, un'alternativa non molto allettante...

    Sono di Parma, per cui mi servono gli aeroporti di Bologna o Linate
  9. Anné2012
    , 4/2/2014 20:49
    Grazie Davide


    come supponevo.
    Anche in Italia ti guardi in giro quando prelevi da Atm e se hai l'aria da turista ti inseguono rom e borseggiatori.
    Tutto il mondo è paese poi la sfiga ti può cadere addosso ovunque.


    Ciao ciao
  10. davovad
    , 4/2/2014 20:42
    Guarda, le percezioni sono completamente soggettive, i fatti meno. La Lonely Planet è famosa per fare terrorismo psicológico, dovuto in parte alla mentalità anglosassone e alla facilità di poter essere denunciati se non si spiegano correttamente tutti gli eventuali rischi.

    Detto questo, io vivo in Colombia da 12 anni, ho viaggiato anche di notte ovunque e in zone non frequentate da turisti, e non mi è mai successo NIENTE. Fortuna? Forse, ma soprattutto conoscere l'ambiente e - come dicono da queste parti - no dar papaya, ossia non cercartela.

    Un furto o scippo può succedere ovunque. Ma con i dovuti accorgimenti si può evitare.

    A Bogotá e facile passare inosservati, a meno che uno non sia alto 2 metri e abbia una chioma bionda, o che vesta il típico abbigliamento da turista: scarpe da trekking, pantaloni con cerniera a mezza gamba, pile Patagonia, occhiali da ghiacciaio, macchina fotográfica e guida in mano, il tutto con colori fosforescenti... A meno che uno vada in giro di notte in certe zone, è difficile essere scippati. Bisogna prestare atenzione quando si esce da una casa de cambio o un bancomat, ma senza paranoie. Quando si prende un taxi, sempre meglio chiamarlo per teléfono (non fermarlo in strada) e annotarsi il numero di targa

    Io vado in giro sempre con fede d'oro al dito, portafogli e telefoninio, prelevo soldi dai bancomat, ecc.

    Il tragitto tra San Gil e Santa Marta è monótono e afoso, ma non pericoloso.
  11. Anné2012
    , 4/2/2014 20:21
    Ciao Davide

    rompo ancora, la partenza è vicina.
    A proposito della richiesta di Cristiana Dionisi sulla sicurezza: non ho dubbi che viaggiando in un paese extra_europeo bisogna stare un attimo attenti. Io vivo a Milano, città molto europea, e consiglio a chiunque di stare ben attento in giro per la città, di giorno e soprattutto di notte.
    Ma la Lonley Planet (che ormai compro solo per le mappe e per avere un'idea delle località, non ha prezzi aggiornati, hotel aggiornati etc. ) consiglia di tenere sempre a portata di mano 50.000/100.000 pesos in caso di aggressione, ed anche di prestare attenzione nel viaggiare in bus di notte tra San Gil/Bucaramanga e Santa Marta, consiglio che io interpreto come "non fatelo", quindi tornate a Bogotà e prendetevi un aereo.
    Gli stessi suggerimenti su aggressioni li davano anche per Argentina e Peru, non per in viaggi notturni, quindi per gli anglosassoni tutti i paesi non anglofoni sono un pochino pericolosi? A me sembra un che forse non sono tanto aggiornati anche in questo. Tu che ne dici?
    Viaggio da sola e non ho fatto arti marziali, ma pensavo che se non vado in giro con un rolex al polso e gioielli sarò poco appetibile per aggressioni anche in Colombia.
    Tu che ne dici?
    Grazie mille
  12. davovad
    , 4/2/2014 17:46
    Quando vado in Italia arrivo a Bologna: ci sono Air France, Lufthansa, Iberia e Avianca (arriva in Spagna). Devo dire che sono tutte piuttosto care.

    Ho saputo che da giugno Avianca volerà senza scali da Londra a Bogotá.


    Si potrebbero cercare voli Alitalia da Caracas o compagnie statunitensi, ma far scalo negli Usa omai è uno stress
  13. Cristiana Dionisi
    , 4/2/2014 16:39
    grazie mille Davide
  14. davovad
    , 4/2/2014 15:48
    Vivo qui da 12 anni e ti posso assicurare che la Colombia è molto più tranquilla di altri Stati della regione. E se viaggiano con un locale ancor meglio. Non si può comparare ad uno Stato europeo, ma con le normali accortezze non succede nulla.
    Più che altro dovrebbero rivedere l'itinerario, perché rimanere molto tempo a Bogotá mi sembra uno spreco. E' una metropoli di 8 milioni di abitanti senza attrazioni di rilievo.
  15. Cristiana Dionisi
    , 4/2/2014 15:08
    Ciao Davide,
    mio figlio sta organizzando un viaggio in Colombia con degli amici, tra cui un colombiano.
    La loro idea di stare una settimana a Bogotà per poi andare sulla costa e di nuovo verso Bogotà dove, nella campagnia adiacene, il suo amico ha la famiglia.


    Non per fare la classica mamma stressata, ma vorrei sapere se oggi come oggi, un viaggio in Colombia non riporta più i rischi che si correvano anni fa (FARC e via discorrendo). Immagino di no, ma eventualmente ci sono delle particolari accortezze nel fare un viaggio in Colombia o e come andarsene in un qualsiasi stato europeo?
    Grazie per il tuo consiglio,
    Cristiana
  16. Anné2012
    , 9/1/2014 08:34
    Grazie mille e ciao