1. Cosa vi portate a casa dopo un viaggio?

    di , il 26/8/2002 00:00

    A parte l'esperienza fatta, da un bel viaggio, cosa vi portate a casa? Io, ad esempio, compro tele o disegni che mi ricordano il posto in cui sono stata per appenderli in casa mia. Mi piace osservarli mantenendo sempre vivo il ricordo di quei luoghi.E voi? PAINA

  2. Francesco F. 1
    , 5/9/2002 00:00
    Io riporto di solito oltre ai miei numerosi rullini e cassette vhs-c, quadri tipici del posto, acquarelli, oggetti tipici oltre che spezie o cibi tipici, vino o liquori del posto, e sabbia se è un posto di mare, ....
    carico come un mulo ma ne vale la pena.
  3. Turista Anonimo
    , 30/8/2002 00:00
    di tutto e di più! (di solito torno a casa carica come un asino e ho una casa arredata in modo molto etnico...) Oltre ai miei consueti circa 20 rullini, porto oggetti di artigianato, statuette di Buddha e altre divinità, maschere di legno, scatolette di legno, regalini per le amiche, oggetti di rame (in Marocco), magneti, pareo, magliette, un pochino di sabbia, nocce di cocco (si mi è capitato l'anno scorso.. stava quasi per uccidermi cadendo dall'albero allora per vendicarmi me la sono portata a casa!), Cd se costano di meno (Usa, Singapore), portiamo anche alcuni cibi se possiamo... dalla Germania pane (è ottimo), wurstel, birra Alt (anche noi facciamo la cena dopo), marzapane a forma di maialini rosa (vero!), dall'aeroporto di Heathrow tutte le "schifezze" che fanno in Inghilterra tipo barre al cioccolato con mousse di caramello croccante dentro...mmmm....
    beh, direi che porto tanta roba! :) Oltre ovviamente ai ricordi, che non se ne vanno mai!
  4. anelim
    , 29/8/2002 00:00
    Io porto a casa un piatto (possibilmente blu e con il disegno di un uccello, un'ochetta per la mia collezione, un gatto per la collezione di mia figlia e poi foto...
    Raccolgo foto, depliant, cartoline, biglietti in un album grande grande, il tutto accompagnato dal racconto del viaggio
    Ciao!
  5. Turista Anonimo
    , 29/8/2002 00:00
    28/08/02
    (Maddalena )

    ....
    Poi a casa faccio una cena "tipica" del posto dove sono stata.



    Beh, Maddalena, questa è un'idea bellissima: il fatto che sia una consuetudine intendo. Bella, credo che ti copierò!
  6. Turista Anonimo
    , 29/8/2002 00:00
    Vorrei sempre portarmi a casa qualche nuovo interesse, la voglia di imparare qualcosa di nuovo perchè mi ha incuriosita un museo, una persona con cui ho parlato o un luogo che ho visto. Fortunatamente ciò accade molto spesso.
  7. Miriam De bortoli
    , 29/8/2002 00:00
    Foto, foto e ancora foto. E non butto nemmeno quelle sfocate! E depliant e biglietti e le liste dei cocktail del bar ecc. ecc. una lattina di birra Cristal (ahimè, vuota) da Cuba. Mi vergogno a dirlo, ma a volte anche un pizzico di sabbia....per toccarla a casa e pensare di essere ancora alle Maldive, o in Mesico o a Playa Sirena o.....Lo so che è sbagliato e chiedo umilmente venia.
  8. Turista Anonimo
    , 28/8/2002 00:00
    Anche io riporto fotografie, biglietti di ingresso ai musei e qualche scontrino, poi libri d'arte
    (recentemente sul Louvre e sul Musée d'Orsay) e di cucina, non dimentico mai di comprare specialità gastronomiche locali per ritrovare a casa i profumi ed i sapori del paese che ho appena lasciato, spesso compro anche qualche vestito particolare o qualche oggetto di artigianato e poi candele di tutti i tipi e forme per la mia piccola collezione. L'elenco forse potrebbe essere infinito, ma mi fermo qui per non annoiarvi!!
  9. Maddalena 1
    , 28/8/2002 00:00
    Anche io fotografie (a colori e b/n) e poi... vado sempre nei negozi di alimentari locali e mi porto a casa scatolette, bottigliette di salse strane, spezie, e chi più ne ha più ne metta!!!!
    Poi a casa faccio una cena "tipica" del posto dove sono stata.
  10. Turista Anonimo
    , 28/8/2002 00:00
    Fotografie e dischi di musica locale, sono la rovina economica di ogni mio viaggio!!!
  11. Turista Anonimo
    , 28/8/2002 00:00
    Sostanzialmente fotografie, cassette di musica locale e magneti per frigo, con l'aggiunta di oggetti utili che mi piacciono (abiti e parei dalla Tailandia, coperta imbottita da Bali, boccale refrigerante per birra da Cipro, cioccolata da Vienna, ecc).
  12. Turista Anonimo
    , 27/8/2002 00:00
    UUUUUUUUUUUFFF, dipende. Dipende dal luogo, dall'umore, da quello che offre un paese......l'unica certezza sono i miei rullini. E le mie impressioni di viaggio scritte in aramaico (la mia grafia, per lo più incomprensibile agli esseri umani....).
    Per il resto, ogni volta è diversa.
  13. frenci
    , 27/8/2002 00:00
    Dipende anche per me. Le foto sono fondamentali a cui aggiungo cartoline particolarmente belle e vari biglietti da visita e ingressi che andranno ad arricchire l'album dei viaggi, con scritte e disegni di mio pugno. Poi chiaramente qualche oggetto che attira la mia attenzione, che sia davvero rappresentativo di una cultura e non amo contrattare, specie se il paese è già povero di per se, di solito acquisto presso gli artigiani che producono personalmente quell'oggetto che mi interessa. Poi...il cibo... e il vino, se c'è ed è degno di essere provato, locali. Dall'europa mi sbizzarrisco di più per zero problemi di frontiera, altrimenti ripiego in spezie, thè, tisane, oggetti da cucina, cibi confezionati trasportabili senza troppi guai. Libri, come Elo dice qua sotto, anche io dove posso compro un libro, se la lingua locale mi è sconosciuta prendo qualcosa in inglese, spesso riporto dei giornali però....anche se alla lunga li butto perchè occupano spazio e raccolgono polvere, ma mai prima di aver "estrapolato" immagini o scritte che mi piacciono. A volte riporto un'altra valigia o borsone....per trasportare tutto sto' ben di Dio!
  14. Turista Anonimo
    , 27/8/2002 00:00
    anch'io un vagone di dia e in più qualche rullino in bianco e nero poi semi di piante che mi piacciono (non si potrebbe per la diffusione delle malattie), sabbia,sassi , indumenti e altre cose varie comprate nei mercati, di solito piccole che stiano nello zaino. Quando giro in macchina per l'Europa torno a casa con olio, olive, formaggi....Sono stato in Irlanda con una fiat uno in due persone per cui i posti dietro erano liberi e reclinando i sedili siamo riusciti a farci stare una decina di piante acquistate all'inizio della vacanza che ogni sera andavano innaffiate..... e poi , stavo dimenticando:pappagalli, borse di coccodrillo, animali in via d'estinzione, conchiglie vive e reperti archeologici.
  15. Lella A
    , 27/8/2002 00:00
    direi soprattutto fari: fari piccoli, fari grandi, fari a righe bianche rosse o bianche e blu, dipinti a mano, di plastica, di cera....e se il posto non è di mare, qualche altra cianfrusaglia che mi ricordi la vacanza!!!
  16. Turista Anonimo
    , 27/8/2002 00:00
    Solitamente dipende molto dal posto dove sono stata .... sicuramente un "valigio di DIA", e poi vado sempre alla ricerca di oggetti perticolari, ovvero collane, create con i materiali più impensati, le più particolari ed artigianali, insolite .... ma per me stupende