1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 31/12/2010 10:31

    Per festeggiare il 18esimo compleanno di mia sorella siamo partite durante le vacanze di Pasqua alla volta della meta dei suoi sogni: New York City. Avendo a disposizione una decina di giorni abbiamo deciso di uscire anche dalla Grande Mela per vedere due partite di basket, passione che ci accomuna: una in New Jersey e l’altra a Philadelphia (purtroppo i NY Knicks giocavano fuori casa in quei giorni!).

    Molto conveniente è l’abbonamento settimanale della metro ($27) con cui si può viaggiare 24/7. Noi non abbiamo avuto problemi a girare da sole neanche di notte, ci sono molte guardie in giro che controllano la situazione.

    Per i biglietti delle partite, un paio ne abbiamo avuti gratis grazie ad un nostro amico, gli altri due sono stati facilissimi da reperire partendo direttamente dal sito dell’NBA.

    29/03: Partenza da Roma Fiumicino con scalo a Madrid volando con Iberia. Ad ottobre avevo trovato un’offerta sul volo che non potevamo lasciarci scappare: €375 andata e ritorno! Arriviamo al JFK alle 21 ora locale e una volta sbrigate le operazioni di controllo passaporti (veramente velocissime) e ritirati i bagagli prendiamo una navetta per $15 a testa che ci lascia alla Central Station. Da qui prendiamo un taxi che ci porta al nostro hotel fra la terza e la 25esima.

    30/03: Oggi diluvia e decidiamo di visitare i luoghi al chiuso, quindi via verso il Guggenheim, il MET, il MOMA, tappa obbligata all’NBA store e il Rockfeller Center. Prima di partire avevamo acquistato su internet sul sito http://www.citypass.com/new-york al prezzo di $80 a testa un carnet di 6 ingressi che dura 9 giorni. Oltre a risparmiare il city pass aiuta ad evitare molte file!

    31/03: Da questo giorno in poi avremo sempre bel tempo, con 27-28C° di media e girare per le strade sarà molto più piacevole, qualche volta forse anche troppo caldo fra tutto quel cemento! Partiamo dal centro delle Nazioni Unite e passeggiamo fra gli imponenti grattacieli come il Chrysler Building e ci dirigiamo verso Times Square, Broadway e il Theatre District. Dopo pranzo invece visitiamo la Mecca del basket, il Madison Square Garden, ed iniziamo a visitare un altro genere di museo: gli shopping malls! Fra cui Macy’s.

    Ci prendiamo una pausa dallo shopping (è impossibile non comprare, la roba te la tirano veramente dietro ed anche a prezzi convenienti) e ci avviamo verso la Penn Station, dove prendiamo il treno per Meadowlands-East Rutherford. Basta scendere a Secaucus Junction, uscire dalla stazione e prendere la navetta che porta direttamente all’Izod Center: questa sera ci aspetta il match NJ Nets vs Phoenix Suns! Le partite sono proprio spettacolari nel vero senso della parola, durante il time out cercano in tutti i modi di divertitire lo spettatore con ballerine, mascottes, giochi e chi più ne ha più ne metta. Veramente emozionante!

    01/04: Si parte dalla Lower Manhattan questa mattina visitando Wall Street, Ground Zero, facendo tappa al Century 21 (immenso outlet proprio nel centro città!). Dopo pranzo proseguiamo verso le zone di Tribeca, SoHo, NoHo e il Greenwich Village per ritornare nuovamente su Broadway e poi la sesta. Decidiamo di tornare in hotel per lasciare tutti i nostri acquisti che iniziano a pesare e ripartiamo immediatamente per salire in cima all’Empire State Building. Qui purtroppo il city pass non aiuta molto (nel senso di saltare la fila) e se entriamo nell’atrio che è ancora giorno, arriviamo in cima dopo circa 3 ore che è già buio! Incantevole la vista della città illuminata dall’alto!

    Stanche per la lunghissima giornata ci mangiamo un hot dog e poi di nuovo in hotel.

    02/04: La sveglia suona presto per andare al Battery Park e prendere il traghetto per Liberty Island ed Ellis Island. Ci avevano tutti raccomandato di arrivare presto per evitare le code, ma grazie al pass abbiamo aspettato pochissimo in realtà! La visita delle due isole ci impegna tutta la mattinata e dopo pranzo ci dirigiamo verso l’American Museum of Natural History, museo bellissimo. Ci rituffiamo nuovamente nella quinta strada ed entriamo in praticamente tutti i negozi Apple store e NBA store compresi (sì, di nuovo!).

    03/04: Oggi la sveglia suona prestissimo, si va a Philadelphia! Bus prenotato su www.megabus.com per circa $25 a testa andata e ritorno (se si è fortunati si trovano anche biglietti per $1 a tratta!). Visitiamo al mattino e dopo pranzo il centro città e i negozi. Certo, avendo già girato molto Manhattan Philly sembra veramente piccola! Nel tardo pomeriggio andiamo al Whachovia Center grazie a una delle 3 linee della metro, carichissime per il match Philadelphia 76ers vs Toronto Raptors (dove giocano due giocatori italiani e per cui faremo un tifo sfegatato). In serata rientriamo nella Big Apple e dopo un giro a Times Square andiamo distrutte a dormire.

    04/04: Buona Pasqua a tutti! Dopo aver recuperato le energie facciamo un giro nel quartiere di Harlem, alla Columbia University e alla St John the Divine Cathedral. Come festeggiare se non con un pic-nic a Central Park? Appena ci sdraiamo sul prato ci sembra di essere in un altro mondo, lasciando fuori lo smog e la frenesia new-yorkesi e rilassandoci al massimo, “disturbate” ogni tanto da qualche scoiattolo.

    Il pomeriggio torniamo sull’amata Fifth Avenue e entriamo per ulteriori acquisti all’NBA store dove stanno facendo vedere sugli schermi il match San Antonio Spurs vs Los Angeles Lakers. Potevamo non fermarci? Alle 6 chiudono tutti i negozi, non ci resta quindi che cenare e finire la serata a Times Square.

    05/04: Ancora tante strade da camminare e negozi da vedere! Raggiungiamo in metro il Gramercy and Flatiron District e da qui raggiungiamo a piedi l’East Village, Union Square, Little Italy, China Town, Seaport e il Civic Center per poi tornare al Century 21 per gli ultimi acquisti. Nel tardo pomeriggio ci aggiriamo fra i palazzi della NYU (New York University), poi per la Grand Central Station (vista solo da fuori all’arrivo) e poi di nuovo sulla quinta con giro obbligatori da Saks’.

    06/04: La nostra prima avventura americana sta per terminare ma non ci facciamo mancare gli ultimi giri fra i grattacieli e i parchi cittadini, vere oasi di pace fra tutto quel cemento. Torniamo poi alla Central Station per riprendere la navetta verso il JFK e da qui il volo verso casa.

    See you soon America!

  2. kiwitalian
    , 31/12/2010 10:31
    Per festeggiare il 18esimo compleanno di mia sorella siamo
    partite durante le vacanze di Pasqua alla volta della meta dei suoi sogni: New York City. Avendo a disposizione una decina di giorni abbiamo deciso di uscire anche dalla Grande Mela per vedere due partite di basket, passione che ci accomuna: una in New Jersey e l’altra a Philadelphia (purtroppo i NY Knicks
    giocavano fuori casa in quei giorni!).

    Molto conveniente è l’abbonamento settimanale della metro ($27) con cui si può viaggiare 24/7. Noi non abbiamo avuto problemi a girare da sole neanche di notte, ci sono molte guardie in giro che controllano la situazione.

    Per i biglietti delle partite, un paio ne abbiamo avuti gratis grazie ad un nostro amico, gli altri due sono stati facilissimi da
    reperire partendo direttamente dal sito dell’NBA.

    29/03: Partenza da Roma Fiumicino con scalo a Madrid volando
    con Iberia. Ad ottobre avevo trovato un’offerta sul volo che non potevamo lasciarci scappare: €375 andata e ritorno! Arriviamo al JFK alle 21 ora locale e una volta sbrigate le operazioni di controllo passaporti (veramente velocissime) e ritirati i bagagli prendiamo una navetta per $15 a testa che ci
    lascia alla Central Station. Da qui prendiamo un taxi che ci porta al nostro hotel fra la terza e la 25esima.

    30/03: Oggi diluvia e decidiamo di visitare i luoghi al chiuso, quindi via verso il Guggenheim, il MET, il MOMA, tappa obbligata all’NBA store e il Rockfeller Center. Prima di partire avevamo acquistato su internet sul sito http://www.citypass.com/new-york
    al prezzo di $80 a testa un carnet di 6 ingressi che dura 9 giorni. Oltre a risparmiare il city pass aiuta ad evitare molte file!

    31/03: Da questo giorno in poi avremo sempre bel tempo, con
    27-28C° di media e girare per le strade sarà molto più piacevole, qualche volta forse anche troppo caldo fra tutto quel cemento! Partiamo dal centro delle Nazioni Unite e passeggiamo fra gli imponenti grattacieli come il Chrysler Building e ci dirigiamo verso Times Square, Broadway e il Theatre District. Dopo pranzo invece visitiamo la Mecca del basket, il Madison Square Garden, ed iniziamo a visitare un altro genere di museo: gli shopping malls! Fra cui Macy’s.

    Ci prendiamo una pausa dallo shopping (è impossibile non comprare, la roba te la tirano veramente dietro ed anche a prezzi convenienti) e ci avviamo verso la Penn Station, dove prendiamo il treno per Meadowlands-East Rutherford. Basta scendere a
    Secaucus Junction, uscire dalla stazione e prendere la navetta che porta direttamente all’Izod Center: questa sera ci aspetta il match NJ Nets vs Phoenix Suns! Le partite sono proprio spettacolari nel vero senso della parola, durante il time out cercano in tutti i modi di divertitire lo spettatore con ballerine, mascottes, giochi e chi più ne ha più ne metta. Veramente
    emozionante!

    01/04: Si parte dalla Lower Manhattan questa mattina visitando Wall Street, Ground Zero, facendo tappa al Century 21 (immenso outlet proprio nel centro città!). Dopo pranzo proseguiamo verso le zone di Tribeca, SoHo, NoHo e il Greenwich Village per ritornare nuovamente su Broadway e poi la sesta. Decidiamo di tornare in hotel per lasciare tutti i nostri acquisti che iniziano a pesare e ripartiamo immediatamente per salire in cima all’Empire State Building. Qui purtroppo il city pass non aiuta molto (nel senso di
    saltare la fila) e se entriamo nell’atrio che è ancora giorno, arriviamo in cima dopo circa 3 ore che è già buio! Incantevole la vista della città illuminata dall’alto!

    Stanche per la lunghissima giornata ci mangiamo un hot dog e
    poi di nuovo in hotel.

    02/04: La sveglia suona presto per andare al Battery Park e
    prendere il traghetto per Liberty Island ed Ellis Island. Ci avevano tutti raccomandato di arrivare presto per evitare le code, ma grazie al pass abbiamo aspettato pochissimo in realtà! La visita delle due isole ci impegna tutta la mattinata e dopo pranzo ci dirigiamo verso l’American Museum of Natural History, museo bellissimo. Ci rituffiamo nuovamente nella quinta strada ed
    entriamo in praticamente tutti i negozi Apple store e NBA store compresi (sì, di nuovo!).

    03/04: Oggi la sveglia suona prestissimo, si va a Philadelphia! Bus prenotato su www.megabus.com per circa $25 a testa andata e ritorno (se si è fortunati si trovano anche biglietti per $1 a tratta!). Visitiamo al mattino e dopo pranzo il centro città e i negozi. Certo, avendo già girato molto Manhattan Philly sembra veramente piccola! Nel tardo pomeriggio andiamo al Whachovia Center grazie a una delle 3 linee della metro, carichissime per il match Philadelphia 76ers vs Toronto Raptors (dove giocano due giocatori italiani e per cui faremo un tifo sfegatato). In serata rientriamo nella Big Apple e dopo un giro a Times Square
    andiamo distrutte a dormire.

    04/04: Buona Pasqua a tutti! Dopo aver recuperato le energie
    facciamo un giro nel quartiere di Harlem, alla Columbia University e alla St John the Divine Cathedral. Come festeggiare se non con un pic-nic a Central Park? Appena ci sdraiamo sul prato ci sembra di essere in un altro mondo,
    lasciando fuori lo smog e la frenesia new-yorkesi e rilassandoci al massimo, “disturbate” ogni tanto da qualche scoiattolo.

    Il pomeriggio torniamo sull’amata Fifth Avenue e entriamo
    per ulteriori acquisti all’NBA store dove stanno facendo vedere sugli schermi il match San Antonio Spurs vs Los Angeles Lakers. Potevamo non fermarci? Alle 6 chiudono tutti i negozi, non ci resta quindi che cenare e finire la serata a Times Square.

    05/04: Ancora tante strade da camminare e negozi da vedere!
    Raggiungiamo in metro il Gramercy and Flatiron District e da qui raggiungiamo a piedi l’East Village, Union Square, Little Italy, China Town, Seaport e il Civic Center per poi tornare al Century 21 per gli ultimi acquisti. Nel tardo pomeriggio ci aggiriamo fra i palazzi della NYU (New York University), poi per la Grand Central Station (vista solo da fuori all’arrivo) e poi di nuovo sulla quinta con giro obbligatori da Saks’.

    06/04: La nostra prima avventura americana sta per terminare
    ma non ci facciamo mancare gli ultimi giri fra i grattacieli e i parchi
    cittadini, vere oasi di pace fra tutto quel cemento. Torniamo poi alla Central Station per riprendere la navetta verso il JFK e da qui il volo verso casa.



    See you soon America!