1. 1: Cucina

    di , il 27/12/2010 11:41

    L'insalata di rinforzo una volta durava da Natale all'Epifania. Era cioè sempre la stessa insalata arricchita ogni giorno di qualche ingrediente. La parola "rinforzo" ha dunque un possibile doppio significato: da una parte suggerisce il rinforzo dell'insalata tramite l'aggiunta quotidiana di qualche ingrediente (olive, cavolfiore lesso, acciughe, capperi); dall'altra indicherebbe la funzione di rinforzo, cioè di contorno sostanzioso, del pasto. Non so quale sia il significato originario e unico di questo termine, ma di sicuro è simpatico e azzeccato, sia nell'uno che nell'altro senso, perciò ho smesso di lambiccarmi il cervello e lo considero un attributo double-face.

    Ingredienti per 4 persone

    1 cavolfiore di 800 g 4 acciughe dissalate e spezzettate Qualche acciuga sott'olio 1 etto di olive bianche in salamoia 1 etto di olive nere di Gaeta Un cucchiaio di capperi dissalati Olio Aceto sale pepe nero

    Preparazione

    Pulite i cavolfiori eliminando la parte più dura del torsolo, le foglie esterne e tenendo le foglioline chiare e tenere. Dopo il solito accurato lavaggio calate il cavolfiore in acqua bollente e salata col torsolo in giù, facendo in modo che sia coperto di acqua. Fatelo bollire per 25-30 minuti. Lasciatelelo raffreddare e aggiungete tutti gli altri ingredienti. Condite con olio, aceto, pepe e aggiustate di sale.

  2. Turisti Per Caso.it
    , 27/12/2010 11:41
    L'insalata di rinforzo una volta durava da Natale all'Epifania. Era cioè sempre la stessa insalata arricchita ogni giorno di qualche ingrediente. La parola "rinforzo" ha dunque un possibile doppio significato: da una parte suggerisce il rinforzo dell'insalata tramite l'aggiunta quotidiana di qualche ingrediente (olive, cavolfiore lesso, acciughe, capperi); dall'altra indicherebbe la funzione di rinforzo, cioè di contorno sostanzioso, del pasto. Non so quale sia il significato originario e unico di questo termine, ma di sicuro è simpatico e azzeccato, sia nell'uno che nell'altro senso, perciò ho smesso di lambiccarmi il cervello e lo considero un attributo <i>double-face</i>.

    <h3>Ingredienti per 4 persone</h3>
    1 cavolfiore di 800 g
    4 acciughe dissalate e spezzettate
    Qualche acciuga sott'olio
    1 etto di olive bianche in salamoia
    1 etto di olive nere di Gaeta
    Un cucchiaio di capperi dissalati
    Olio
    Aceto
    sale
    pepe nero

    <h3>Preparazione</h3>
    Pulite i cavolfiori eliminando la parte più dura del torsolo, le foglie esterne e tenendo le foglioline chiare e tenere. Dopo il solito accurato lavaggio calate il cavolfiore in acqua bollente e salata col torsolo in giù, facendo in modo che sia coperto di acqua. Fatelo bollire per 25-30 minuti. Lasciatelelo raffreddare e aggiungete tutti gli altri ingredienti. Condite con olio, aceto, pepe e aggiustate di sale.