1. 1: Martino

    di , il 15/12/2010 12:29

    Se per Natale vi verrà l’ottima idea di regalarvi un biglietto di aereo per Parigi, una volta a destinazione vi consiglio di comprare un biglietto del metrò con destinazione Place Madeleine. Prima tappa: Fauchon, la più grande e epicerie della città con un repertorio difficilmente immaginabile di salumi, preparazioni gastronomiche, vini, verdure e frutta di ogni tipo. Se è interessante da vedere tutto l’anno, a Natale Fauchon dà il meglio di sé proponendosi come meta obbligatoria per i golosi. Andateci anche solo per farci un giro, con lo spirito di chi entra in una fiera delle migliori specialità francesi e del mondo.

    Usciti con l’inevitabile shopper colmo delle tentazioni alle quali non avete saputo resistere, con uno spostamento di pochi metri potrete raggiungere "La Maison de la Truffe" (Place Madeleine, 19), il paradiso di chi ama il tartufo. Qui potete prenotare la cena o fare acquisti tenendo presente che vi troverete soprattutto il tartufo nero con prezzi non così proibitivi.

    Attaccato alla Maison de la truffe, al numero 17, si trova la Caviar et Conserves Kaspia, una boutique "vente et degustation", cioè un negozio con annesso un ristorante entrambi specializzati in caviale e salmone affumicato di gran pregio, come il Balik. Porta a porta, al numero 15 c’è la Caviar House Prunier che offre le medesime specialità ma in un locale super moderno arredato dall’architetto Jacques Grange. Vi consiglio di entrare in questi negozi anche se il vostro budget è ridotto, perché vale la pena visitarli e potete limitarvi ad assaggiare un blini o una tartina nella caffetteria. Infine, al numero 8 di Boulevard Madeleine, a pochi passi di distanza, sorge la Maison du Chocolat, dove le fantasie più audaci degli estimatori del cioccolato diventano realtà.

    Se per il Reveillon (la cena di Natale) non prenoterete in uno dei ristoranti della Madeleine e siete attratti da un cenone più tradizionale con ostriche, frutti di mare di ogni sorta e crostacei, vi consiglio Mollard, una delle più belle brasserie di Parigi posta al 115 di rue Saint-Lazare, di fronte alla Stazione. Risale al 1867 e vanta uno stupefacente arredo Art Nouveau trionfante di mosaici, affreschi, vetri policromi e ottoni tirati a lucido. Al momento della prenotazione ricordate di chiedere di cenare nella sala principale. In alternativa, vi consiglio il delizioso Le relais de l'isle. Piccolo ristorante con un ottimo menu, atmosfera familiare molto gradevole, buon rapporto qualità/prezzo e con il valore aggiunto della musica jazz dal vivo.

  2. Turisti Per Caso.it
    , 15/12/2010 12:29
    Se per Natale vi verrà l’ottima idea di regalarvi un biglietto di aereo per Parigi, una volta a destinazione vi consiglio di comprare un biglietto del metrò con destinazione <b>Place Madeleine</b>. Prima tappa: <b>Fauchon</b>, la più grande e epicerie della città con un repertorio difficilmente immaginabile di salumi, preparazioni gastronomiche, vini, verdure e frutta di ogni tipo. Se è interessante da vedere tutto l’anno, a Natale Fauchon dà il meglio di sé proponendosi come meta obbligatoria per i golosi. Andateci anche solo per farci un giro, con lo spirito di chi entra in una fiera delle migliori specialità francesi e del mondo.

    Usciti con l’inevitabile shopper colmo delle tentazioni alle quali non avete saputo resistere, con uno spostamento di pochi metri potrete raggiungere "<b>La Maison de la Truffe</b>" (Place Madeleine, 19), il paradiso di chi ama il tartufo. Qui potete prenotare la cena o fare acquisti tenendo presente che vi troverete soprattutto il tartufo nero con prezzi non così proibitivi.

    Attaccato alla Maison de la truffe, al numero 17, si trova la <b>Caviar et Conserves Kaspia</b>, una boutique "vente et degustation", cioè un negozio con annesso un ristorante entrambi specializzati in caviale e salmone affumicato di gran pregio, come il Balik. Porta a porta, al numero 15 c’è la <b>Caviar House Prunier</b> che offre le medesime specialità ma in un locale super moderno arredato dall’architetto Jacques Grange. Vi consiglio di entrare in questi negozi anche se il vostro budget è ridotto, perché vale la pena visitarli e potete limitarvi ad assaggiare un blini o una tartina nella caffetteria. Infine, al numero 8 di Boulevard Madeleine, a pochi passi di distanza, sorge la <b>Maison du Chocolat</b>, dove le fantasie più audaci degli estimatori del cioccolato diventano realtà.

    Se per il <i>Reveillon </i>(la cena di Natale) non prenoterete in uno dei ristoranti della Madeleine e siete attratti da un cenone più tradizionale con ostriche, frutti di mare di ogni sorta e crostacei, vi consiglio <b>Mollard</b>, una delle più belle brasserie di Parigi posta al 115 di rue Saint-Lazare, di fronte alla Stazione. Risale al 1867 e vanta uno stupefacente arredo Art Nouveau trionfante di mosaici, affreschi, vetri policromi e ottoni tirati a lucido. Al momento della prenotazione ricordate di chiedere di cenare nella sala principale. In alternativa, vi consiglio il delizioso <b>Le relais de l'isle</b>. Piccolo ristorante con un ottimo menu, atmosfera familiare molto gradevole, buon rapporto qualità/prezzo e con il valore aggiunto della musica jazz dal vivo.