1. Diario di Viaggio Lione: In the mood for Lyon. Un viaggio nel viaggio

    di , il 1/12/2010 17:26

    Guida alla lettura: il racconto è ricco di contaminazioni di termini provenienti dalla cucina ed è strutturato sullo sviluppo dei cinque sensi e sul loro effetto. L’idea è di far sì che ci sia un’immersione totale da parte del lettore, tanto d’avere l’illusione, attraverso la lettura, di vivere il viaggio in anteprima, con la mente e con il cuore. Per questo nel racconto c’é una bilancia invisibile, in cui, ho cercato, di pesare le parole e di utilizzare un lessico che potesse quanto più possibile avvicinarsi alla terminologia che si usa in cucina. Sorpresa, coinvolgimento, entusiasmo, scoperta, sono i temi salienti e s’intrecciano ad alcuni verbi che sono stati accuratamente scelti per meglio richiamare: gusto, vista, olfatto, tatto, udito, e per fare della tappa a Lyon un’esperienza totalizzante e viva.

  2. luca8kobe
    , 18/12/2010 15:54
    Un coinvolgente cammino di sapori, sensazioni e stimolanti suggestiioni..tres chic!
  3. Piero G.
    , 10/12/2010 18:40
    un racconto d-e-l-i-z-i-o-s-o!

    fa venir voglia di andare a camminare nei profumi di quei vicoletti.
    e poi... mette appetito:

    ... formaggi, miele e marmellate agli agrumi...

    Anzi ora corro subito a prendermi una saint honoree, e a provare com'e' il foie gras.
  4. ftorelli
    , 7/12/2010 11:35
    Un racconto seducente...
  5. Sergio Racanati
    , 2/12/2010 00:25
    l'africanista Wilhelm von Humboldt ....

    grandioso ...antropoloo ed etnologo di grande rilievo......ho dato un esame su un suo saggio...per l'esame di etnografia moderna....storia delle civilta' tribali ....un esame molto interessante......dove mi sono "perso" con una comparazione di un'altro saggio di estetica delle civita' tribali in epoca post-moderna.........

    ricordi!!!!!

    notte...
  6. Sergio Racanati
    , 2/12/2010 00:21
    curiosissimo....
    molto dolce.......
    mi e' venuta voglia di una saint onorè......
    mmmmmmmmmmm buonissima non vedo l'ora del 13 gennaio di andare al palais de tokyo a parigi ....dove ci sono dei sublimi dolci.....

    il racconto è molto poetico....romantico.........
    Lyon effervescente come le mousse allo champagne.....
  7. GdM
    , 1/12/2010 17:26
    Guida alla lettura: il racconto è ricco di contaminazioni di termini provenienti dalla cucina ed è strutturato sullo sviluppo dei cinque sensi e sul loro effetto. L’idea è di far sì che ci sia un’immersione totale da parte del lettore, tanto d’avere l’illusione, attraverso la lettura, di vivere il viaggio in anteprima, con la mente e con il cuore. Per questo nel racconto c’é una bilancia invisibile, in cui, ho cercato, di pesare le parole e di utilizzare un lessico che potesse quanto più possibile avvicinarsi alla terminologia che si usa in cucina. Sorpresa, coinvolgimento, entusiasmo, scoperta, sono i temi salienti e s’intrecciano ad alcuni verbi che sono stati accuratamente scelti per meglio richiamare: gusto, vista, olfatto, tatto, udito, e per fare della tappa a Lyon un’esperienza totalizzante e viva.