1. 1: Altri TamTam

    di , il 26/11/2010 12:04

    Il nostro sito è un crocevia molto trafficato... E ogni tanto ci piace fare da "tourist hunters" che -come i più noti cool hunters- intercettano e rilanciano le tendenze più interessanti in fatto di viaggi! Abbiamo intercettato ad esempio il sito di Chechi, una blogger che risiede a Madrid e che racconta agli amici italiani stralci di vita e costume madrileni. Ve la presentiamo assieme a due brani tratti dal suo diario web, invitandovi se sentite nostalgia della Spagna a seguire i suoi aggiornamenti!

    Chechi e il blog VIVEREAMADRID

    Sono Chechi, blogger di www.vivereamadrid.it e vivo a Madrid da quasi due anni. Madrid non è un agglomerato urbano ma è un luogo dell’anima, il centro geografico, economico e energetico di una nazione effervescente, quindi un posto che bisogna non “vedere” ma “vivere”. Madrid non è una città storica e non ha monumenti archeologici ma la sua bellezza e il suo mistero tolgono il fiato. Madrid ha carattere, ed è un luogo complesso e contraddittorio, dal clima difficile e gli orari sballati, ma chiunque qui può trovare una fetta di felicità, perché Madrid è un luogo libero da dogmi e rigori, e di infinita tolleranza. Gli abitanti di Madrid vengono chiamati “gatos”, e uno dei detti della città è “gato se hace, no se nace” cioè “gatto si diventa, non si nasce”... Per essere di Madrid devi solo amare Madrid: qui non esistono classismi né sette. A Madrid si mangia benissimo, si beve moltissimo, si esce qualsiasi giorno della settimana fino alle 7 del mattino, si entra (anche gratuitamente) nei musei più importanti della Penisola Iberica per ammirare cose dalla bellezza disorientante, si passeggia in giardini infiniti nel cuore della città, ci si rinnova il guardaroba con moda estrema… a Madrid tutto è possibile!

    Passioni a Madrid: las pipaS!

    Una cosa considerata de puta madre (cioè MAGNIFICA) a Madrid è il seme di girasole, conosciuto come pipa. Las pipas hanno differenti misure e sapori, si vendono praticamente ovunque in sacchetti di plastica (stile patatine) e costano davvero pochissimo, il che le rende lo spuntino più comune de La Signora. Las pipas si mangiano con una tecnica molto precisa, perché con una mano si tiene il sacchetto e con l’altra si mette la pipa in bocca, perpendicolare ai denti, si morde, quindi con la lingua si succhia il semino e si sputa la buccia a terra. È fondamentale utilizzare solo una mano e sputare la buccia a terra: se vieni meno a questo stile non potrai mai essere un gatos, ricordalo! Qui a Madrid las pipas pare abbiano anche un grande beneficio per la salute: sono consigliate alle donne in gravidanza perché contengono acido folico e vitamina B, sono indicate a vecchi e bambini perchè contengono calcio, raccomandate agli sportivi per il potassio ed il magnesio, perfette per gli studenti poiché pare aumentino il fosforo e indicatissime per i fumatori e gli stressati cronici poiché aiutano a liberare la tensione. Insomma queste pipas sono un toccasana, ed io personalmente me le compro spessissimo aspettando il trenino per andare a lavoro, e sono specializzata nel mangiarle con una sola mano, anche se tuttavia nutro delle riserve riguardo le proprietà benefiche, che secondo me tutto quel sale non fa bene per un cazzo! Comunque proprio da qualche giorno stanno trasmettendo una pubblicità meravigliosa, che dice MATUPIPA TIENE PODER (matupipa -la marca di questi semini- ha potere!) mi piaceeee!

    Una moda davvero particolare

    Una cosa che io amo esageratamente di Madrid, mio caro amico italiano, è la visione della moda che ha questa città. Qui le parole dominanti nella moda sono 2: libertà e colore! La gioia di girare per strada e non incontrare nessun paio di Hogan è talmente grande che questo costituisce di per sè un ottimo motivo per venire a vivere a Madrid! Insomma questa è la città degli eccessi e delle stranezze, ed i gusti borghesi (tanto cari a noi italiani) non piacciono! Io mi sono subito fatta travolgere da questa libertà estrema, ed ho abbracciato una moda molto particolare, mai vista in Italia: la moda del carrito! Cos’è il carrito? Il carrito è il típico carrello della nonna, che in Italia viene usato solo dalle vecchine (solitamente a quadroni, in due sole varianti: blu e verdone), qui è una delle cose più fashion che una ragazza possa avere per uscire! :)

  2. Turisti Per Caso.it
    , 26/11/2010 12:04
    Il nostro sito è un crocevia molto trafficato... E ogni tanto ci piace fare da <b><i>"tourist hunters"</i></b> che -come i più noti <i>cool hunters</i>- intercettano e rilanciano le tendenze più interessanti in fatto di viaggi! Abbiamo intercettato ad esempio il sito di <b>Chechi</b>, una blogger che risiede a Madrid e che racconta agli amici italiani stralci di vita e costume madrileni. Ve la presentiamo assieme a due brani tratti dal suo diario web, invitandovi se sentite nostalgia della Spagna a seguire i suoi aggiornamenti!

    <h3>Chechi e il blog VIVEREAMADRID</h3>
    Sono Chechi, blogger di <a href="http://www.vivereamadrid.it/" target="_blank" rel="nofollow">www.vivereamadrid.it</a> e vivo a Madrid da quasi due anni.
    Madrid non è un agglomerato urbano ma è un luogo dell’anima, il centro geografico, economico e energetico di una nazione effervescente, quindi un posto che bisogna non “vedere” ma “vivere”.
    Madrid non è una città storica e non ha monumenti archeologici ma la sua bellezza e il suo mistero tolgono il fiato.
    Madrid ha carattere, ed è un luogo complesso e contraddittorio, dal clima difficile e gli orari sballati, ma chiunque qui può trovare una fetta di felicità, perché Madrid è un luogo libero da dogmi e rigori, e di infinita tolleranza.
    Gli abitanti di Madrid vengono chiamati “gatos”, e uno dei detti della città è <b><i>“gato se hace, no se nace”</i></b> cioè “gatto si diventa, non si nasce”... Per essere di Madrid devi solo amare Madrid: qui non esistono classismi né sette.
    A Madrid si mangia benissimo, si beve moltissimo, si esce qualsiasi giorno della settimana fino alle 7 del mattino, si entra (anche gratuitamente) nei musei più importanti della Penisola Iberica per ammirare cose dalla bellezza disorientante, si passeggia in giardini infiniti nel cuore della città, ci si rinnova il guardaroba con moda estrema… a Madrid tutto è possibile!

    <h3>Passioni a Madrid: las pipaS!</h3>
    Una cosa considerata <i>de puta madre</i> (cioè MAGNIFICA) a Madrid è il seme di girasole, conosciuto come <b>pipa</b>. <i>Las pipas</i> hanno differenti misure e sapori, si vendono praticamente ovunque in sacchetti di plastica (stile patatine) e costano davvero pochissimo, il che le rende lo spuntino più comune de La Signora. <i>Las pipas</i> si mangiano con una tecnica molto precisa, perché con una mano si tiene il sacchetto e con l’altra si mette la pipa in bocca, perpendicolare ai denti, si morde, quindi con la lingua si succhia il semino e si sputa la buccia a terra. È fondamentale utilizzare solo una mano e sputare la buccia a terra: se vieni meno a questo stile non potrai mai essere un <i>gatos</i>, ricordalo! Qui a Madrid <i>las pipas</i> pare abbiano anche un grande beneficio per la salute: sono consigliate alle donne in gravidanza perché contengono acido folico e vitamina B, sono indicate a vecchi e bambini perchè contengono calcio, raccomandate agli sportivi per il potassio ed il magnesio, perfette per gli studenti poiché pare aumentino il fosforo e indicatissime per i fumatori e gli stressati cronici poiché aiutano a liberare la tensione. Insomma queste <i>pipas</i> sono un toccasana, ed io personalmente me le compro spessissimo aspettando il trenino per andare a lavoro, e sono specializzata nel mangiarle con una sola mano, anche se tuttavia nutro delle riserve riguardo le proprietà benefiche, che secondo me tutto quel sale non fa bene per un cazzo! Comunque proprio da qualche giorno stanno trasmettendo una pubblicità meravigliosa, che dice <i>MATUPIPA TIENE PODER</i> (<i>matupipa</i> -la marca di questi semini- ha potere!) mi piaceeee!

    <h3>Una moda davvero particolare</h3>
    Una cosa che io amo esageratamente di Madrid, mio caro amico italiano, è la visione della moda che ha questa città. Qui le parole dominanti nella moda sono 2: <b>libertà e colore</b>! La gioia di girare per strada e non incontrare nessun paio di Hogan è talmente grande che questo costituisce di per sè un ottimo motivo per venire a vivere a Madrid! Insomma questa è la città degli eccessi e delle stranezze, ed i gusti borghesi (tanto cari a noi italiani) non piacciono! Io mi sono subito fatta travolgere da questa libertà estrema, ed ho abbracciato una moda molto particolare, mai vista in Italia: la moda del <b><i>carrito</i></b>! Cos’è il <i>carrito</i>? Il <i>carrito </i>è il típico carrello della nonna, che in Italia viene usato solo dalle vecchine (solitamente a quadroni, in due sole varianti: blu e verdone), qui è una delle cose più fashion che una ragazza possa avere per uscire! :)