1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 17/11/2010 17:05

    Hola a todos!! Io e il mio fidanzato siamo stati quasi 4 giorni a Siviglia, città bellissima e a misura d’uomo, si gira a piedi molto facilmente e in pochi giorni! Nel mio racconto non voglio dilungarmi in descrizioni che potete facilmente leggere in una guida o su internet, ma voglio darvi qualche utile info! Per prima cosa vi consiglio di non comprare guide o cartine perché se mandate una e-mail al sito del turismo spagnolo in Italia ( in fondo alla pagina del sito trovate la sezione :''Opuscoli'') ve le mandano gratis a casa entro una settimana, e sono fatte benissimo! La guida è dettagliata ed illustrata con foto, la cartina di Siviglia invece l’ho richiesta ma-credo per errore- me l’hanno spedita della provincia e non della città.. Allora appena arrivati a Siviglia l’abbiamo avuta gratuitamente all’ufficio informazioni turistiche( ci sono diversi uffici vicinissimi alla Cattedrale, uno è in Avenida de la Constitution), vi consiglio di usare quella per girare tra le varie calle!! Appena arrivate all’aeroporto di Siviglia uscite e sulla sinistra trovate la fermata del bus EA che vi porta in centro,il biglietto costa 2,30 euro a persona e si compra nel bus( vi consiglio di prepararvi i soldi spiccioli da prima) in una ventina di minuti siete al capolinea cioè a El Prado San Sebastian, da li per recarvi alla Cattedrale dovete prendere la tranvia e fare 2 fermate, dovete scendere all’ Archivio delle Indie, non potete sbagliare perché la Cattedrale è proprio davanti alla fermata!! Il nostro albergo era un 2 stelle scelto su Booking, a un minuto dalla Cattedrale,in una calla tranquilla e facilmente raggiungibile, si chiama YH Giralda e si trova in calle Abades; per 3 notti abbiamo speso 178 euro in tutto, per una camera matrimoniale con bagno privato. Se vi serve un posto per girare la città ve lo consiglio perché è molto pulito e i letti sono comodi ( importante: chiedete una camera ai piani alti) e la posizione è ottima!

    DA VEDERE

    Vi consiglio vivamente di visitare la Cattedrale e la Giralda, ( si entra da Plaza del Triunfo)il biglietto è unico e costa 8 euro a persona, l’altare maggiore è bellissimo, e la vista che si gode dalla Giralda ( niente scale per salire ,solo un percorso a piedi in salita! ) è stupenda! Abbiamo trovato la fila solo la Domenica, i giorni successivi abbiamo visto che non c’era coda. Non potete perdervi nemmeno i Reales Alcazares ( le fortezze reali), vi sembrerà di vivere l’atmosfera delle mille e una notte!!! Il biglietto costa 7,50 euro(ingresso) + 3 euro (audioguida) a testa ( ingresso sempre da Plaza del Triunfo,davanti alla Cattedrale). Il secondo giorno abbiamo visitato il quartiere della Macarena, che abbiamo raggiunto in autobus perché non è vicinissimo alla Cattedrale,siamo scesi davanti al Parlamento andaluso, basta attraversare la strada e vi trovate davanti all’arco e alla Basilica della Macarena : entrate assolutamente a vedere questa piccola e meravigliosa chiesa barocca, vi toglie il fiato!!! Affianco all’ingresso della chiesa c’è un negozio di souvenir,al cui interno c’è anche il museo della chiesa e un altro ufficio turistico per altre info o cartine! Seguendo le indicazioni della guida abbiamo girato il quartiere sino ad arrivare alla Chiesa di San Pietro, sulla facciata principale c’è una piastrella che rappresenta il Purgatorio, l’autore collocò al suo interno un uccellino e la tradizione vuole che colui che riesce a trovarlo si sposi entro l’anno!! Dalla Chiesa di San Pietro siete a 2 passi da Plaza Christo de Burgos, quindi a 10 minuti a piedi dalla Cattedrale! Andate a vedere anche la meravigliosa Plaza de Espana,a due passi dal Parco di Maria Luisa, costruita con mattoni e abbellita da un rivestimento di piastrelle tipiche;è caratteristica perché al suo interno c’è un lago a semicerchio che potete percorrere con le imbarcazioni oppure a piedi sopra i ponticelli, la parte più bella è quella interna dove ci sono grandi pannelli in ceramica dedicati alle città spagnole!! Il quartiere di Triana con la Torre dell’Oro l’abbiamo percorso di Lunedì sera e sinceramente ci ha deluso perché non abbiamo trovato quella movida di cui ci avevano tanto parlato, i locali erano semideserti.. Credo che Siviglia sia molto viva solo nel weekend.. Per lo shopping o per vedere i negozi con i meravigliosi abiti di flamenco, o di ventagli dovete girare tra le calle vicino alla Cattedrale, tra cui calle Sierpes e calle Tetuan, definite come le vie dello shopping.

    LOCALI

    Un posto rinomato e frequentato da turisti e sivigliani è Los Coloniales in Plaza Cristo de Burgos( a 10 minuti a piedi dalla Cattedrale), le porzioni sono abbondanti ed è economico , si mangia benissimo!! Noi abbiamo mangiato la pechuca de pollo con salsa di mandorle e il solomillo alla castigliana ed erano buonissimi,li abbiamo accompagnati con una Cruzcampo, la birra di Siviglia!! Unico neo: la lunga attesa!! Appena arrivati dovete segnare i vostri nomi su una lavagnetta ed attendere il vostro turno, molti si prenotano già dalla mattina, noi siamo andati di Sabato sera e abbiamo aspettato per un’ora e mezza!! Un altro posto che vi consiglio per mangiare è La Sagrestia in calle Matteos Gago, davanti alla Cattedrale,avevano il menù in italiano, cosa strana per Siviglia(!), e all’interno c’è anche un gentile e disponibile cameriere italiano. Lì abbiamo mangiato il solomillo (= scaloppina) con salsa di Porto e il vitello alla Cruzcampo, abbiamo speso 20 euro in due e mangiato bene! Per quanto riguarda la colazione ci siamo trovati male con i locali più vicini alla Cattedrale, le paste facevano quasi schifo, così come i churros,le tanto decantate frittelle di Siviglia. Un posto dove si mangiano dolci buoni ( senza impazzire! ) è alla fine di calle Sierpes, '' La Campana'', la gentilezza non è il loro forte, ma almeno siamo riusciti a fare una buona colazione! Il locale ideale per poter apprezzare il vero e tradizionale flamenco, nonchè il meno turistico, è LA Carboneria in calle Levies 18, a 5 minuti a piedi dalla Cattedrale; il locale non ha insegne ma lo troverete comunque facilmente, è quello con il portone rosso. Vi consiglio di arrivare verso le 22 per prendere i posti davanti al palco, lo spettacolo inizia alle 23. E’ gratuito e, se volete, pagate solo la bevuta; non aspettatevi costumi meravigliosi o bellissimi ballerini/e , lo spettacolo infatti è tenuto da un trio composto da una sivigliana che balla , un signore che canta e uno che suona la chitarra, vi assicuro che è molto bello e suggestivo, avvertirete la vera alma sivigliana, non perdetevelo! Per quanto riguarda il rientro in aeroporto ricordatevi che il bus EA lo dovete riprendere alla stessa fermata da dove siete scesi quando siete arrivati, cioè in Prado San Sebastian, è importante che sappiate che spesso l’autobus salta le corse, noi l’abbiamo atteso per un’ora e mezza, per cui è fondamentale che arriviate alla fermata con un largo anticipo rispetto al vostro volo!! Spero che questi consigli vi possano essere utili, tutte le altre info e i vari itinerari li trovate nella guida che vi ho consigliato!! Buon viaggio!!

  2. sagittaria
    , 17/11/2010 17:05
    Hola a todos!! Io e il mio fidanzato siamo stati quasi 4 giorni a Siviglia, città bellissima e a misura d’uomo, si gira a piedi molto facilmente e in pochi giorni! Nel mio racconto non voglio dilungarmi in descrizioni che potete facilmente leggere in una guida o su internet, ma voglio darvi qualche utile info!
    Per prima cosa vi consiglio di non comprare guide o cartine perché se mandate una e-mail al sito del turismo spagnolo in Italia ( in fondo alla pagina del sito trovate la sezione :''Opuscoli'') ve le mandano gratis a casa entro una settimana, e sono fatte benissimo!
    La guida è dettagliata ed illustrata con foto, la cartina di Siviglia invece l’ho richiesta ma-credo per errore- me l’hanno spedita della provincia e non della città.. Allora appena arrivati a Siviglia l’abbiamo avuta gratuitamente all’ufficio informazioni turistiche( ci sono diversi uffici vicinissimi alla Cattedrale, uno è in Avenida de la Constitution), vi consiglio di usare quella per girare tra le varie calle!!
    Appena arrivate all’aeroporto di Siviglia uscite e sulla sinistra trovate la fermata del bus EA che vi porta in centro,il biglietto costa 2,30 euro a persona e si compra nel bus( vi consiglio di prepararvi i soldi spiccioli da prima) in una ventina di minuti siete al capolinea cioè a El Prado San Sebastian, da li per recarvi alla Cattedrale dovete prendere la tranvia e fare 2 fermate, dovete scendere all’ Archivio delle Indie, non potete sbagliare perché la Cattedrale è proprio davanti alla fermata!!
    Il nostro albergo era un 2 stelle scelto su Booking, a un minuto dalla Cattedrale,in una calla tranquilla e facilmente raggiungibile, si chiama YH Giralda e si trova in calle Abades; per 3 notti abbiamo speso 178 euro in tutto, per una camera matrimoniale con bagno privato. Se vi serve un posto per girare la città ve lo consiglio perché è molto pulito e i letti sono comodi ( importante: chiedete una camera ai piani alti) e la posizione è ottima!

    <h3>
    DA VEDERE </h3>
    Vi consiglio vivamente di visitare la Cattedrale e la Giralda, ( si entra da Plaza del Triunfo)il biglietto è unico e costa 8 euro a persona, l’altare maggiore è bellissimo, e la vista che si gode dalla Giralda ( niente scale per salire ,solo un percorso a piedi in salita! ) è stupenda!
    Abbiamo trovato la fila solo la Domenica, i giorni successivi abbiamo visto che non c’era coda.
    Non potete perdervi nemmeno i Reales Alcazares ( le fortezze reali), vi sembrerà di vivere l’atmosfera delle mille e una notte!!! Il biglietto costa 7,50 euro(ingresso) + 3 euro (audioguida) a testa ( ingresso sempre da Plaza del Triunfo,davanti alla Cattedrale).
    Il secondo giorno abbiamo visitato il quartiere della Macarena, che abbiamo raggiunto in autobus perché non è vicinissimo alla Cattedrale,siamo scesi davanti al Parlamento andaluso, basta attraversare la strada e vi trovate davanti all’arco e alla Basilica della Macarena : entrate assolutamente a vedere questa piccola e meravigliosa chiesa barocca, vi toglie il fiato!!!
    Affianco all’ingresso della chiesa c’è un negozio di souvenir,al cui interno c’è anche il museo della chiesa e un altro ufficio turistico per altre info o cartine!
    Seguendo le indicazioni della guida abbiamo girato il quartiere sino ad arrivare alla Chiesa di San Pietro, sulla facciata principale c’è una piastrella che rappresenta il Purgatorio, l’autore collocò al suo interno un uccellino e la tradizione vuole che colui che riesce a trovarlo si sposi entro l’anno!!
    Dalla Chiesa di San Pietro siete a 2 passi da Plaza Christo de Burgos, quindi a 10 minuti a piedi dalla Cattedrale!
    Andate a vedere anche la meravigliosa Plaza de Espana,a due passi dal Parco di Maria Luisa, costruita con mattoni e abbellita da un rivestimento di piastrelle tipiche;è caratteristica perché al suo interno c’è un lago a semicerchio che potete percorrere con le imbarcazioni oppure a piedi sopra i ponticelli, la parte più bella è quella interna dove ci sono grandi pannelli in ceramica dedicati alle città spagnole!!
    Il quartiere di Triana con la Torre dell’Oro l’abbiamo percorso di Lunedì sera e sinceramente ci ha deluso perché non abbiamo trovato quella movida di cui ci avevano tanto parlato, i locali erano semideserti..
    Credo che Siviglia sia molto viva solo nel weekend..
    Per lo shopping o per vedere i negozi con i meravigliosi abiti di flamenco, o di ventagli dovete girare tra le calle vicino alla Cattedrale, tra cui calle Sierpes e calle Tetuan, definite come le vie dello shopping.

    <h3>
    LOCALI</h3>
    Un posto rinomato e frequentato da turisti e sivigliani è Los Coloniales in Plaza Cristo de Burgos( a 10 minuti a piedi dalla Cattedrale), le porzioni sono abbondanti ed è economico , si mangia benissimo!!
    Noi abbiamo mangiato la pechuca de pollo con salsa di mandorle e il solomillo alla castigliana ed erano buonissimi,li abbiamo accompagnati con una Cruzcampo, la birra di Siviglia!!
    Unico neo: la lunga attesa!! Appena arrivati dovete segnare i vostri nomi su una lavagnetta ed attendere il vostro turno, molti si prenotano già dalla mattina, noi siamo andati di Sabato sera e abbiamo aspettato per un’ora e mezza!!
    Un altro posto che vi consiglio per mangiare è La Sagrestia in calle Matteos Gago, davanti alla Cattedrale,avevano il menù in italiano, cosa strana per Siviglia(!), e all’interno c’è anche un gentile e disponibile cameriere italiano.
    Lì abbiamo mangiato il solomillo (= scaloppina) con salsa di Porto e il vitello alla Cruzcampo, abbiamo speso 20 euro in due e mangiato bene!
    Per quanto riguarda la colazione ci siamo trovati male con i locali più vicini alla Cattedrale, le paste facevano quasi schifo, così come i churros,le tanto decantate frittelle di Siviglia.
    Un posto dove si mangiano dolci buoni ( senza impazzire! ) è alla fine di calle Sierpes, '' La Campana'', la gentilezza non è il loro forte, ma almeno siamo riusciti a fare una buona colazione!
    Il locale ideale per poter apprezzare il vero e tradizionale flamenco, nonchè il meno turistico, è LA Carboneria in calle Levies 18, a 5 minuti a piedi dalla Cattedrale; il locale non ha insegne ma lo troverete comunque facilmente, è quello con il portone rosso.
    Vi consiglio di arrivare verso le 22 per prendere i posti davanti al palco, lo spettacolo inizia alle 23.
    E’ gratuito e, se volete, pagate solo la bevuta; non aspettatevi costumi meravigliosi o bellissimi ballerini/e , lo spettacolo infatti è tenuto da un trio composto da una sivigliana che balla , un signore che canta e uno che suona la chitarra, vi assicuro che è molto bello e suggestivo, avvertirete la vera alma sivigliana, non perdetevelo!

    Per quanto riguarda il rientro in aeroporto ricordatevi che il bus EA lo dovete riprendere alla stessa fermata da dove siete scesi quando siete arrivati, cioè in Prado San Sebastian, è importante che sappiate che spesso l’autobus salta le corse, noi l’abbiamo atteso per un’ora e mezza, per cui è fondamentale che arriviate alla fermata con un largo anticipo rispetto al vostro volo!!
    Spero che questi consigli vi possano essere utili, tutte le altre info e i vari itinerari li trovate nella guida che vi ho consigliato!!
    Buon viaggio!!