1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 2/11/2010 10:57

    Ho passato 5 mesi a Trondheim in Norvegia per motivi di studio nel 2009, così ho convinto i miei genitori a venirmi a trovare durante le vacanze di Pasqua, un periodo non consigliabile per una vacanza in Norvegia per il solo fatto che i norvegesi in questi giorni scompaiono dalla circolazione e la maggior parte dei supermercati, dei negozi e dei ristoranti (a patto che vogliate mangiare prima delle 6 di sera) chiudono le saracinesche il giovedì e il venerdì prima di Pasqua, riaprono il sabato e richiudono a Pasqua e Pasquetta. Gli unici posti dove poter acquistare cibo (si parla di panini e lo stretto necessario, come latte, bevande e snack) sono le stazioni di servizio per fare benzina, per fortuna piuttosto frequenti sulle strade principali e nei centri abitati. Quindi il consiglio, se volete risparmiare pernottando in campeggi e ostelli e non volete rischiare di rimanere a stomaco vuoto, è di arrivare giusto un giorno prima che inizino queste lunghe vacanze e fare scorta di cibo ( io, essendo già sul posto, ho comprato cibo in scatola prima di incontrare i miei genitori a Oslo).

  2. Silvia Avo
    , 2/11/2010 10:57
    Ho passato 5 mesi a Trondheim in Norvegia per motivi di studio nel 2009, così ho convinto i miei genitori a venirmi a trovare durante le vacanze di Pasqua, un periodo non consigliabile per una vacanza in Norvegia per il solo fatto che i norvegesi in questi giorni scompaiono dalla circolazione e la maggior parte dei supermercati, dei negozi e dei ristoranti (a patto che vogliate mangiare prima delle 6 di sera) chiudono le saracinesche il giovedì e il venerdì prima di Pasqua, riaprono il sabato e richiudono a Pasqua e Pasquetta. Gli unici posti dove poter acquistare cibo (si parla di panini e lo stretto necessario, come latte, bevande e snack) sono le stazioni di servizio per fare benzina, per fortuna piuttosto frequenti sulle strade principali e nei centri abitati. Quindi il consiglio, se volete risparmiare pernottando in campeggi e ostelli e non volete rischiare di rimanere a stomaco vuoto, è di arrivare giusto un giorno prima che inizino queste lunghe vacanze e fare scorta di cibo ( io, essendo già sul posto, ho comprato cibo in scatola prima di incontrare i miei genitori a Oslo).