1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 13/10/2010 16:00

    Questa volta siamo io (Jessica) e mia mamma che andiamo a Londra solamente ed unicamente per vedere una mostra fotografica di una nostra amica.

    SABATO 2 OTTOBRE 2010

    La partenza è prevista da Bergamo per le 17:20 ed arriviamo all’aeroporto di Londra Stansted alle ore 18:20 .

    Il volo con Ryanair lo paghiamo (purtroppo) 116,00 Euro a testa, dato che ci siamo mosse parecchio in ritardo nel prenotare.

    Dopo aver superato il controllo documenti ci dirigiamo alla pensilina degli autobus nr. 14 e ci mettiamo in coda per salire sul bus di “Terravision” che fa la spola tra Stansted Airport e Victoria Station (e viceversa); i biglietti li abbiamo acquistati all’aeroporto di Bergamo ad Euro 18,00 a testa.

    Il viaggio sul bus dura circa settantacinque minuti, quando arriviamo a destinazione siamo costretti ad aprire le nostre ombrelle ed incamminarci all’hotel: piove di brutto!

    L’alloggio che ho scelto e che consiglio vivamente è il “Victor Hotel” in 51 Belgrave Road, Victoria, London (sito web: www.victorhotel.co.uk), stando solo una notte paghiamo GBP 120,00 per una camera doppia con bagno privato.

    Abbiamo appuntamento per le 21:00 con la nostra amica Francesca e due suoi amici (Ilaria e Sergio) fuori dalla stazione della metropolitana di “South Kensington” per cenare (due fermate da Victoria Station, linea verde “district” o gialla “circle”); compriamo due biglietti semplici dato che ci servono solamente per una corsa e paghiamo GBP 4,00 a testa (carissimo!!!).

    Il posto dove ci portano a mangiare si chiama “The Admiral Codrington” in 17 Mossop Street, London (sito web: www.theadmiralcodrington.co.uk), io sono di gusti un po’ difficili e prendo un hamburger con patatine, mentre mia mamma assaggia l’anatra.

    La cena si protrae a lungo, siamo molto stanchi e decidiamo che per il ritorno prendiamo un taxi, e noi arriviamo in hotel che sono le due di notte.

    DOMENICA 3 OTTOBRE 2010

    Stamattina abbiamo appuntamento a Victoria Station con Francesca per portarci alla sua mostra e mentre l’aspettiamo facciamo un salto da “Starbucks”, non sarà l’unica colazione che faremo dato che lei ci porta in un piccolo localino con prodotti tipici italiani dove fanno anche cappuccio e brioche. Il posto si chiama “Mimi’s Deli Caffè e food shop” in 2 Brixton Road (sito web: www.mimisdeli.co.uk).

    Ma veniamo alla mostra che si trova a questo recapito: “Zoom In”, 301 Lincoln House, Kennington Park Business Centre, 1-3 Brixton Road (sito web: www.zoom-in.org), noi per arrivarci prendiamo l’autobus ma è facilmente raggiungibile con la metropolitana scendendo alla fermata “Oval” (linea grigia “Northern”); La mostra fotografica si chiama “Little Drama of Dreams” pinhole photographs by Francesca Lazzarini.

    Dopo averci spiegato la tecnica molto curiosa, storia e luoghi delle fotografie, la salutiamo e prendiamo un taxi con destinazione Harrod’s (di domenica è aperto dalle 11:30 alle 18:00), al secondo piano c’è l’esposizione di Natale e non possiamo proprio perdercelo infatti qui spendiamo GBP 53,50 mentre al piano delle borse ed accessori spendiamo circa GBP 66,80. Siamo talmente tirate con gli orari che riprendiamo un taxi (comincia a piovere di nuovo…) ed andiamo a vedere un negozio per bambini che interessa alla mamma, chiamato “Mothercare” in 526 Oxford Sreet.

    Ha smesso di nuovo di piovere quindi piccola passeggiata per la via piena di gente e tappa da “Starbucks Coffee” a comprare due tazze da cappuccio per la mia piccola collezione (paghiamo in totale GBP 8,00).

    È ora di tornare in albergo a prendere i trolley e dirigerci alla stazione dei bus.

    Questa volta decidiamo di prendere la metropolitana (solito biglietto da GBP 4,00 a testa) da “Bond Street” per “Victoria” ma quando scendiamo alla fermata “Green Park” per effettuare il cambio di linea,s copriamo che la tratta proprio da “Green Park-Victoria” in quel weekend è chiusa per lavori.

    Non ci voleva, ma niente panico, da “Green Park” andiamo a “South Kensington” e due fermate dopo siamo a “Victoria”, recuperiamo i bagagli e di corsa andiamo a Victoria Coach Station.

    Nonostante abbiamo il volo da Stansted alle 19:05, dobbiamo prendere il bus Terravision verso le 16:00 (i tre bus precedenti li abbiamo persi).

    A Stansted facciamo subito i controlli di rito e andiamo a fare un giro per i negozi, fermandoci soprattutto da “Amleys” comprando un pensierino di GBP 7,60.

    Il gate del nostro volo decide di uscire sul display proprio mentre abbiamo ordinato del cibo (hamburger e patatine), ce lo facciamo incartare e di corsa ci dirigiamo al gate nr. 50.

    Il volo è puntuale e con i miei hamburger nascosti sotto la giacca salgo sull’aereo… ahahha

  2. Jessy_P_Bg
    , 13/10/2010 16:00
    Questa volta siamo io (Jessica) e mia mamma che andiamo a Londra solamente ed unicamente per vedere una mostra fotografica di una nostra amica.

    <u>SABATO 2 OTTOBRE 2010</u>
    La partenza è prevista da Bergamo per le 17:20 ed arriviamo all’aeroporto di Londra Stansted alle ore 18:20 .
    Il volo con Ryanair lo paghiamo (purtroppo) 116,00 Euro a testa, dato che ci siamo mosse parecchio in ritardo nel prenotare.
    Dopo aver superato il controllo documenti ci dirigiamo alla pensilina degli autobus nr. 14 e ci mettiamo in coda per salire sul bus di “Terravision” che fa la spola tra Stansted Airport e Victoria Station (e viceversa); i biglietti li abbiamo acquistati all’aeroporto di Bergamo ad Euro 18,00 a testa.
    Il viaggio sul bus dura circa settantacinque minuti, quando arriviamo a destinazione siamo costretti ad aprire le nostre ombrelle ed incamminarci all’hotel: piove di brutto!
    L’alloggio che ho scelto e che consiglio vivamente è il “Victor Hotel” in 51 Belgrave Road, Victoria, London (sito web: www.victorhotel.co.uk), stando solo una notte paghiamo GBP 120,00 per una camera doppia con bagno privato.
    Abbiamo appuntamento per le 21:00 con la nostra amica Francesca e due suoi amici (Ilaria e Sergio) fuori dalla stazione della metropolitana di “South Kensington” per cenare (due fermate da Victoria Station, linea verde “district” o gialla “circle”); compriamo due biglietti semplici dato che ci servono solamente per una corsa e paghiamo GBP 4,00 a testa (carissimo!!!).
    Il posto dove ci portano a mangiare si chiama “The Admiral Codrington” in 17 Mossop Street, London (sito web: www.theadmiralcodrington.co.uk), io sono di gusti un po’ difficili e prendo un hamburger con patatine, mentre mia mamma assaggia l’anatra.
    La cena si protrae a lungo, siamo molto stanchi e decidiamo che per il ritorno prendiamo un taxi, e noi arriviamo in hotel che sono le due di notte.

    <u>DOMENICA 3 OTTOBRE 2010</u>
    Stamattina abbiamo appuntamento a Victoria Station con Francesca per portarci alla sua mostra e mentre l’aspettiamo facciamo un salto da “Starbucks”, non sarà l’unica colazione che faremo dato che lei ci porta in un piccolo localino con prodotti tipici italiani dove fanno anche cappuccio e brioche. Il posto si chiama “Mimi’s Deli Caffè e food shop” in 2 Brixton Road (sito web: <u>www.mimisdeli.co.uk</u>).
    Ma veniamo alla mostra che si trova a questo recapito: “Zoom In”, 301 Lincoln House, Kennington Park Business Centre, 1-3 Brixton Road (sito web: <u>www.zoom-in.org</u>), noi per arrivarci prendiamo l’autobus ma è facilmente raggiungibile con la metropolitana scendendo alla fermata “Oval” (linea grigia “Northern”); La mostra fotografica si chiama “Little Drama of Dreams” pinhole photographs by Francesca Lazzarini.
    Dopo averci spiegato la tecnica molto curiosa, storia e luoghi delle fotografie, la salutiamo e prendiamo un taxi con destinazione Harrod’s (di domenica è aperto dalle 11:30 alle 18:00), al secondo piano c’è l’esposizione di Natale e non possiamo proprio perdercelo infatti qui spendiamo GBP 53,50 mentre al piano delle borse ed accessori spendiamo circa GBP 66,80. Siamo talmente tirate con gli orari che riprendiamo un taxi (comincia a piovere di nuovo…) ed andiamo a vedere un negozio per bambini che interessa alla mamma, chiamato “Mothercare” in 526 Oxford Sreet.
    Ha smesso di nuovo di piovere quindi piccola passeggiata per la via piena di gente e tappa da “Starbucks Coffee” a comprare due tazze da cappuccio per la mia piccola collezione (paghiamo in totale GBP 8,00).
    È ora di tornare in albergo a prendere i trolley e dirigerci alla stazione dei bus.
    Questa volta decidiamo di prendere la metropolitana (solito biglietto da GBP 4,00 a testa) da “Bond Street” per “Victoria” ma quando scendiamo alla fermata “Green Park” per effettuare il cambio di linea,s copriamo che la tratta proprio da “Green Park-Victoria” in quel weekend è chiusa per lavori.
    Non ci voleva, ma niente panico, da “Green Park” andiamo a “South Kensington” e due fermate dopo siamo a “Victoria”, recuperiamo i bagagli e di corsa andiamo a Victoria Coach Station.
    Nonostante abbiamo il volo da Stansted alle 19:05, dobbiamo prendere il bus Terravision verso le 16:00 (i tre bus precedenti li abbiamo persi).
    A Stansted facciamo subito i controlli di rito e andiamo a fare un giro per i negozi, fermandoci soprattutto da “Amleys” comprando un pensierino di GBP 7,60.
    Il gate del nostro volo decide di uscire sul display proprio mentre abbiamo ordinato del cibo (hamburger e patatine), ce lo facciamo incartare e di corsa ci dirigiamo al gate nr. 50.
    Il volo è puntuale e con i miei hamburger nascosti sotto la giacca salgo sull’aereo… ahahha