1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 20/9/2010 17:42

    Eccoci di nuovo a raccontare di una nuova avventura in Europa, in realtà quest'estate abbiamo fatto un viaggio di 13 giorni tra Germania, Belgio e Olanda, ma preferisco suddividerlo per paese essendo il racconto molto lungo e, non avendo molto tempo, lo pubblicherò a tappe. Siamo partiti da Bari in aereo fino a Colonia, poi ci siamo sempre spostati in treno, per poi tornare a Roma in aereo da Amsterdam. In tutto abbiamo speso 900 euro a testa. Partiamo da Bari con AirBerlin per Colonia =78euro a pers. Solo andataHotel a colonia= Gasthause zur eule am dom 30Euro a pers.per una notte+colazione abbondante e vicino alla stazioneArriviamo a Colonia e lasciati i bagagli subito cominciamo a visitarla. Prima tappa il DUOMO DI S.PIETRO E MARIA, mastodontica costruzione gotica ornata da altorilievi,guglie e pinnacoli, al cui interno è custodita la cassa con le reliquie dei Re Magi;la chiesa è molto bella e ricorda nelle grandi proporzioni e nelle alte colonne,le cattedrali di Reims e Parigi,peccato sia troppo inglobata e poi avrebbe bisogno di una ripulita.Incontriamo i primi artisti di strada, un delizioso e divertente trio jazz, e poi ci passano davanti tanti tipi stravaganti,vestiti in modo assai particolare.Visitiamo le varie chiese,ci mischiamo alla folla nelle lunghe strade pedonali che ospitano i grandi centri commerciali ed eccoci alla ALTER MARKT,piccola piazza circondata da colorati e tipici edifici tedeschi. Qui intorno è tutto un pullulare di birrerie ed i turisti si ingozzano di bicchieri di Kolsh, la birra amarognola che è prodotta solo a Colonia;l'atmosfera in questa zona è davvero inebriante e ci piace perderci in questi vicoli, entrare in una birreria e sbucare in un cortile con le caratteristiche case bianche con travi nere a vista. Cammina di qua e gira di là, arriviamo sul lungo Reno, quel fiume di cui tante volte abbiamo letto nei libri a scuola, quello che ha visto e vissuto gli avvenimenti più affascinanti della storia, ora è qui che scorre lento e inesorabile.Sostiamo nella bella FISH MARKT, e poi attraversiamo il lungo Hohenzollern brucke, il ponte di ferro e, con grande stupore,scopriamo che è completamente tappezzato dai famigerati "lucchetti dell'amore", ora la domanda è: i films di Moccia hanno invaso anche la Germania o Moccia ha copiato l'idea da qui?, e si, grande dilemma esistenziale! Scattiamo delle foto e vorremmo attendere che il sole tramonti per fotografare il ponte illuminato con il duomo sullo sfondo,ma sono le 21, siamo stanchi ed il sole è ancora alto in cielo,così torniamo in albergo per riposare un po'. Usciamo di nuovo e ci rituffiamo nella zona delle birrerie dove gruppi di turisti alquanto alticci,festeggiano con grande allegria, mentre io,morta di freddo,vorrei solo infilarmi sotto un caldo piumone.

    25 LUGLIO= DUSSELDORF FRIZZANTE VITALITà

    Treno colonia-dusseldorf 30 min.Arriviamo a D. Verso le 10 quando il freddo è ancora pungente e per strada non c'è anima viva,sarà perchè è domenica. Attraversiamo l'esclusiva KONIGSALLEE, il viale delle boutique e dei centri commerciali ma ,presi per la gola, i nostri occhi si fermano spalancati davanti al bancone di una pasticceria che mostra enormi torte coloratissime. Facciamo poi una passeggiata nell'HOFGARTEN, per vedere il casino di caccia (oggi museo), e finalmente arriviamo nell'ALTSTADT,l'antico quartiere di 1km quadrato che ospita, nei vicoli acciottolati, centinaia di ristoranti,osterie e birrerie che producono l'Altbier, birra che è in competizione con la Kolsh.Il centro storico è davvero caratteristico con l'antica torre del castello, il campanile di S.Lambertus, la stuccatissima chiesa di S.Andreas, le facciate delle vecchie case borghesi e la Markt platz con il pittoresco municipio ricoperto di edera. Ci fermiamo per uno spuntino sul lungofiume ma grandi nuvoloni neri incombono su di noi preannunciando pioggia, così ci rimettiamo in cammino per raggiungere il PORTO MEDIATICO,dove architetti di fama internazionale hanno trasformato l'antica zona zona portuale con uno sky line molto particolare; abbiamo infatti scattato decine di foto ai 3 edifici danzanti dell'architetto O.Gehry e senza dubbio il più originale è il Silver office,di un argento scintillante. Attraversiamo il Rheinkniebrucke per visitare l'altra sponda del fiume e d'improvviso siamo colpiti da vento e pioggia, ma per fortuna è una nuvola passeggera così, chiusi gli ombrelli, ci aggiriamo per il quartiere chic di OBERKASSEL, zona dagli elegantissimi e colorati edifici. Ad attirare maggiormente la nostra attenzione è però l'enorme luna park ,posto lungo le rive del fiume, per la mega festa dell'estate che proprio oggi si conclude. È divertente notare come nonostante la pioggia la gente continui a passeggiare senza ombrello o a divertirsi sulle giostre come se niente fosse,da noi invece ci sarebbe stato un fuggi fuggi generale alle prime goccioline.Ci sono tantissime giostre,un'enorme ruota panoramica, chioschi che vendono patate cotte in ogni modo e vere e proprie casette in stile bavarese,che ospitano enormi barbecue,sale ristorazione e palchi per i più disparati concerti, dal rock duro al pop alla musica folk, ed è proprio in uno di questi posti sbalorditivi che ci ripariamo dal diluvio, bevendo birra e ascoltando musica. Quando smette di piovere, continuiamo a girare e rigirare per ore qui, mangiando cinese e crepes finchè ricomincia a piovere e,alquanto infreddoliti, torniamo a Colonia.Devo dire che tra le due città Dusseldorf ci è piaciuta tantissimo mentre Colonia un po' meno, forse perchè le bombe della 2 guerra mondiale l'hanno distrutta per il 90% per cui ha perso molto del suo fascino.

    26 LUGLIO Il tempo di rivedere il duomo per fotografare il sarcofago dei Re Magi, e dritti sul treno che in 2 ore ci porterà a Bruxelles...

  2. sciusketta
    , 20/9/2010 17:42
    Eccoci di nuovo a raccontare di una nuova avventura in Europa, in realtà quest'estate abbiamo fatto un viaggio di 13 giorni tra Germania, Belgio e Olanda, ma preferisco suddividerlo per paese essendo il racconto molto lungo e, non avendo molto tempo, lo pubblicherò a tappe. Siamo partiti da Bari in aereo fino a Colonia, poi ci siamo sempre spostati in treno, per poi tornare a Roma in aereo da Amsterdam. In tutto abbiamo speso 900 euro a testa.
    Partiamo da Bari con AirBerlin per Colonia =78euro a pers. Solo andataHotel a colonia= Gasthause zur eule am dom 30Euro a pers.per una notte+colazione abbondante e vicino alla stazioneArriviamo a Colonia e lasciati i bagagli subito cominciamo a visitarla. Prima tappa il DUOMO DI S.PIETRO E MARIA, mastodontica costruzione gotica ornata da altorilievi,guglie e pinnacoli, al cui interno è custodita la cassa con le reliquie dei Re Magi;la chiesa è molto bella e ricorda nelle grandi proporzioni e nelle alte colonne,le cattedrali di Reims e Parigi,peccato sia troppo inglobata e poi avrebbe bisogno di una ripulita.Incontriamo i primi artisti di strada, un delizioso e divertente trio jazz, e poi ci passano davanti tanti tipi stravaganti,vestiti in modo assai particolare.Visitiamo le varie chiese,ci mischiamo alla folla nelle lunghe strade pedonali che ospitano i grandi centri commerciali ed eccoci alla ALTER MARKT,piccola piazza circondata da colorati e tipici edifici tedeschi. Qui intorno è tutto un pullulare di birrerie ed i turisti si ingozzano di bicchieri di Kolsh, la birra amarognola che è prodotta solo a Colonia;l'atmosfera in questa zona è davvero inebriante e ci piace perderci in questi vicoli, entrare in una birreria e sbucare in un cortile con le caratteristiche case bianche con travi nere a vista. Cammina di qua e gira di là, arriviamo sul lungo Reno, quel fiume di cui tante volte abbiamo letto nei libri a scuola, quello che ha visto e vissuto gli avvenimenti più affascinanti della storia, ora è qui che scorre lento e inesorabile.Sostiamo nella bella FISH MARKT, e poi attraversiamo il lungo Hohenzollern brucke, il ponte di ferro e, con grande stupore,scopriamo che è completamente tappezzato dai famigerati "lucchetti dell'amore", ora la domanda è: i films di Moccia hanno invaso anche la Germania o Moccia ha copiato l'idea da qui?, e si, grande dilemma esistenziale! Scattiamo delle foto e vorremmo attendere che il sole tramonti per fotografare il ponte illuminato con il duomo sullo sfondo,ma sono le 21, siamo stanchi ed il sole è ancora alto in cielo,così torniamo in albergo per riposare un po'. Usciamo di nuovo e ci rituffiamo nella zona delle birrerie dove gruppi di turisti alquanto alticci,festeggiano con grande allegria, mentre io,morta di freddo,vorrei solo infilarmi sotto un caldo piumone.

    <h3>
    25 LUGLIO= DUSSELDORF FRIZZANTE VITALITà</h3>
    Treno colonia-dusseldorf 30 min.Arriviamo a D. Verso le 10 quando il freddo è ancora pungente e per strada non c'è anima viva,sarà perchè è domenica. Attraversiamo l'esclusiva KONIGSALLEE, il viale delle boutique e dei centri commerciali ma ,presi per la gola, i nostri occhi si fermano spalancati davanti al bancone di una pasticceria che mostra enormi torte coloratissime. Facciamo poi una passeggiata nell'HOFGARTEN, per vedere il casino di caccia (oggi museo), e finalmente arriviamo nell'ALTSTADT,l'antico quartiere di 1km quadrato che ospita, nei vicoli acciottolati, centinaia di ristoranti,osterie e birrerie che producono l'Altbier, birra che è in competizione con la Kolsh.Il centro storico è davvero caratteristico con l'antica torre del castello, il campanile di S.Lambertus, la stuccatissima chiesa di S.Andreas, le facciate delle vecchie case borghesi e la Markt platz con il pittoresco municipio ricoperto di edera. Ci fermiamo per uno spuntino sul lungofiume ma grandi nuvoloni neri incombono su di noi preannunciando pioggia, così ci rimettiamo in cammino per raggiungere il PORTO MEDIATICO,dove architetti di fama internazionale hanno trasformato l'antica zona zona portuale con uno sky line molto particolare; abbiamo infatti scattato decine di foto ai 3 edifici danzanti dell'architetto O.Gehry e senza dubbio il più originale è il Silver office,di un argento scintillante. Attraversiamo il Rheinkniebrucke per visitare l'altra sponda del fiume e d'improvviso siamo colpiti da vento e pioggia, ma per fortuna è una nuvola passeggera così, chiusi gli ombrelli, ci aggiriamo per il quartiere chic di OBERKASSEL, zona dagli elegantissimi e colorati edifici. Ad attirare maggiormente la nostra attenzione è però l'enorme luna park ,posto lungo le rive del fiume, per la mega festa dell'estate che proprio oggi si conclude. È divertente notare come nonostante la pioggia la gente continui a passeggiare senza ombrello o a divertirsi sulle giostre come se niente fosse,da noi invece ci sarebbe stato un fuggi fuggi generale alle prime goccioline.Ci sono tantissime giostre,un'enorme ruota panoramica, chioschi che vendono patate cotte in ogni modo e vere e proprie casette in stile bavarese,che ospitano enormi barbecue,sale ristorazione e palchi per i più disparati concerti, dal rock duro al pop alla musica folk, ed è proprio in uno di questi posti sbalorditivi che ci ripariamo dal diluvio, bevendo birra e ascoltando musica. Quando smette di piovere, continuiamo a girare e rigirare per ore qui, mangiando cinese e crepes finchè ricomincia a piovere e,alquanto infreddoliti, torniamo a Colonia.Devo dire che tra le due città Dusseldorf ci è piaciuta tantissimo mentre Colonia un po' meno, forse perchè le bombe della 2 guerra mondiale l'hanno distrutta per il 90% per cui ha perso molto del suo fascino.

    26 LUGLIO
    Il tempo di rivedere il duomo per fotografare il sarcofago dei Re Magi, e dritti sul treno che in 2 ore ci porterà a Bruxelles...