1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 6/9/2010 17:59

    Quest’anno ancora Croazia… tanto per cambiare! A dire la verità i motivi sono due: uno, beh perché la Croazia ormai mi ha stregato e poi perché doveva essere una vacanza al risparmio…e così è stato! Innanzitutto quest’anno siamo in 4, due coppie: Sara (io) e Marco, Giulia e Ago. I posti visitati sono stati Makarska e Korčula, ovviamente in Dalmazia.

    Partiamo con la Fiesta stracarica della Giulia venerdì 6 agosto verso le 11 di sera per essere a Makarska il giorno dopo.

    Purtroppo il traffico è da bollino nero e alle 3 di notte siamo ancora a Trieste….riusciamo ad essere giù comunque ad un buon orario e dopo aver pranzato in un ristorantino sul porto ci danno l’appartamento che è davvero bello, e soprattutto a 5 minuti a piedi dal centro!!

    L’intenzione era quella di andare in spiaggia nel pomeriggio, ma come ci siamo rilassati un attimo siamo caduti in un sonno rigeneratore di qualche ora: ci voleva!!

    Verso le 7 di sera riusciamo comunque ad uscire e ci facciamo un giro per tutto il porto; il paese è piuttosto grandino e pieno di gente, ma soprattutto con un sacco di bancarelle!!! Una goduria per me e la Giù, un po’ meno per i morosi….Abbiamo poi trovato un ristorante in cui cenare davvero bello, nella spiaggia principale di Makarska quindi proprio sul mare! Siamo arrivati li durante il tramonto ed era davvero bellissimo!! Cosa volere di più? Il mare, il sole, l’amore, gli amici, il buon cibo e una bella Ozujsko fredda….non potevo desiderare di meglio!!!!

    Abbiamo cenato molto bene in questo posto, spendendo piuttosto poco…diciamo che qui a Makarska ho ritrovato i prezzi dell’Istria; si spende infatti meno rispetto a Dubrovnik, in cui eravamo nel 2009. Menomale.

    Dopo esserci fatti un mega giro per le bancarelle (individuando già gli acquisti da fare nei giorni successivi) torniamo in casa perché la stanchezza si fa sentire!

    Ci svegliamo domenica 8 agosto con una bella giornata di sole….ma questa mattina decidiamo di stare nella spiaggia di Makarska, per comodità.

    La spiaggia ad essere sinceri non è niente di speciale: mi ha però colpito l’acqua, molto molto trasparente e pulita! Per il resto però a me non piace, c’è una marea di gente e sembra di essere a Riccione: da vedere una volta e poi più secondo me! Infatti nel pomeriggio decidiamo di cambiare e andiamo verso il paese di Brela, senza una meta ben precisa però….ci inoltriamo in una stradina e per fortuna troviamo un italiano che ci dice che lasciando la macchina posteggiata si va giù a piedi e ci sono tante piccole calette….così è! Noi parcheggiamo la macchina e ci addentriamo in un sentiero che era a dir poco a strapiombo, infatti bisognava andarci piano….dall’alto vediamo però una spiaggia molto piccola che era spettacolare…ci mettiamo qui e rimaniamo per tutto il pomeriggio. Eravamo soltanto noi con una coppia di nudisti, e un piercing molto “particolare” del marito…

    Alla sera usciamo dopo aver cenato in casa e ci imbattiamo per la prima volta in un burattinaio sul porto: aveva 3 personaggi, uno suonava il piano, uno il violino e l’altro il sax….quello con il sax faceva morire dal ridere!!! Ogni sera ci fermavamo e ci facevamo due risate…

    Il giorno dopo è stato un po’ troppo avventuroso… volevamo trovare Nugal Beach, tra Makarska e Tucepi, ma siamo finiti ad avventurarci per un sentiero piuttosto difficile per più di un ora. In conclusione, abbiamo intravisto la spiaggia e abbiamo capito che non ci saremmo mai arrivati da quella parte, a meno che non avessimo fatto un bel tuffo in mare di 30 metri!! Abbiamo rimandato quindi la spiaggia al giorno dopo (perché chiedendo abbiamo capito…) e nel tornare indietro Ago è stato anche punto da una specie di vespa…meno male che non gli ha fatto niente!

    Per non buttare via la giornata siamo rimasti in una spiaggia a Tucepi, non male dai…

    Finalmente il martedì (10 agosto) siamo riusciti a raggiungere la famosa Nugal Beach, che si è rivelata a mio parere la spiaggia più bella (e più sofferta) della riviera di Makarska.

    Il sentiero si prende dietro l’Hotel Osejava, sulla sinistra del porto di Makarska ma si arriva alla spiaggia soltanto dopo 40 minuti di camminata….il sentiero è anche bello perché proprio sopra il mare, però è un po’ faticoso lo ammetto. Ma ne vale la pena perché la spiaggia è davvero bella, non troppo grande e non molto affollata, anche se la maggior parte sono nudisti.

    Alla sera siamo usciti per il dopo cena, sedendoci in uno dei tanti locali pieni di gente sul porto!

    Makarska è un paese piuttosto carino, ma anche molto incasinato. C’è davvero tanta gente fino a tardi, tanti locali e pub, gelaterie, ristoranti…insomma è molto viva!!

    Quindi, a meno che uno non cerchi esclusivamente il divertimento (ma a questo punto non ti fai 800 km di macchina, rimani a Riccione…..), credo che 3-4 giorni siano abbastanza per vedere Makarska.

    Il mercoledì volevamo andare in Bosnia a vedere le cascate di Kravice, ma arrivati al confine ci chiedono la carta verde della macchina e noi non l’avevamo!!!! Va beh, torniamo indietro un po’ demoralizzati….la giornata quindi è stata un po’ persa perché fino alle 5 non abbiamo più fatto niente. Alle 5 del pomeriggio apriva il museo delle conchiglie che noi abbiamo visitato….carino ma un po’ piccolo!

    Alla sera abbiamo cenato fuori finalmente! Volevamo andare in un ristorante-barca ma poi era una specie di buffet/self-service e mangiare del pesce così non ci sembrava molto igienico…Alla fine abbiamo fatto la scelta azzeccata: uno dei ristorantini sulle scalinate che circondano la piazza di Makarska! Buono tutto davvero, prezzi buoni e siamo riusciti a farci regalare dal cameriere un boccale di birra con scritto Ozujsko!!! Lo cercavo da anni, ma non si trova da nessuna parte!!

    Il giovedì (12 agosto) ci siamo diretti verso Drvenik (30 km a sud di Makarska) perché avevo visto da google earth alcune spiagge….infatti ne abbiamo scelta una carinissima, con un sentiero molto facile e corto. Anche qui l’acqua era molto limpida. Io la paragono tranquillamente alla Sardegna. Ad alcuni potrà sembrare esagerato, ma ricordo che il “colore” dell’acqua lo fa il fondale….essendoci sassi qui non potrà essere mai turchese come in Sardegna, ma la limpidezza e la pulizia è la stessa! Anzi, in Croazia c’è molto di più per gli appassionati di snorkeling….

    Per la sera decidiamo di fare un giro nel paesino di Tucepi, così per cambiare un po’…anche qui carino con alcuni ristoranti, locali e negozietti….

    L’ultimo giorno qui a Makarska lo passiamo in una spiaggia vista il giorno prima, sempre vicino Drvenik….molto simile all’altra ma ugualmente molto bella! Qui i maschietti hanno trovato un bambino di Napoli con cui giocare in acqua con la palla….beh devo dire che non sapevo più dire chi dei 3 fosse il bambino…ihihihih!

    L’ultima sera invece cambiamo di nuovo, andiamo a Baska Voda, poco a nord di Makarska. E’ un paesino carino, molto simile agli altri. Abbiamo cenato sulla terrazza di un ristorante un po’ fuori rispetto alla passeggiata serale ma abbiamo mangiato molto bene….qui abbiamo invece ottenuto il bicchiere della Karlovacko, l’altra birra croata! Cosi ho fatto l’en plain!!!!

    Come ultima sera i morosi sono tornati bambini, hanno fatto il gioco in acqua con la palla. Cioè ti mettono dentro a questa palla, la gonfiano e ti buttano in acqua. Tu galleggi e ti rotoli dentro la palla.

    Purtroppo però anche i calamari appena mangiati rotolavano….e c’è mancato poco perché Marco non stesse male davvero….

    Ah, il bottino da Makarska è stato: un braccialetto, un paio di orecchini, un quadro e 3 conchiglie, che hanno già abbellito la casina nuova!!!!!

    Sabato 14 agosto.

    Oggi ci siamo spostati sull’isola di Korcula. Ci sono un sacco di modi per arrivarci: noi abbiamo preso due traghetti, da Ploce a Trpanj sulla penisola di Peljesac e da Orebic a Korcula città.

    La bellezza del paese di Korcula ti salta subito agli occhi dal traghetto. Noi avevamo l’appartamento a Lumbarda; un paesino di 2 anime a 5 km da Korcula città. Devo dire che è una posizione piuttosto strategica perché è molto vicino al paese principale ma allo stesso tempo è tranquillo. Noi poi eravamo a 20 metri dal mare e alloggiando al secondo piano avevamo una vista incantevole sulla baia davanti.

    Questa volta non ci siamo addormentati (vorrei anche vedere….) e siamo andati subito in spiaggia, diretti oltre il paese di Lumbarda. La spiaggia più conosciuta devo dire che non è un granchè: è di sabbia (udite udite) ma c’è tanta gente, a mio parere è bruttina.

    Se invece si prende la stradina opposta si arriva alla spiaggia esattamente dall’altra parte della baia e questa è molto più carina. Anche questa è di sabbia ma vi giuro che l’acqua ha un colore spettacolare, sembra il Salento. E poi strano a dirsi questa spiaggia digrada molto lentamente e arrivi a bagnarti dopo un bel po’….come le spiagge della riviera romagnola.

    Anche se non è il tipo di spiaggia che preferisco, questa mi è piaciuta comunque….e poi il ristorante che c’è li stava preparando il maialino per la cena…non vi dico il profumo!!!!!

    Alla sera siamo usciti dopo cena e io non vedevo l’ora di vedere Korcula, che definisco una Dubrovnik in piccolo. Ha le mura tutt’intorno e le tipiche viuzze strette e lastricate che si vedono spesso in Croazia. Ovviamente mi è piaciuta tantissimo! Come prima sera siamo poi andati in un locale molto carino e divertente: è su una delle torri (credo siano 2) ma per salire c’è una scaletta ripidissima di legno su cui ovviamente tutti fanno delle foto!

    La domenica ci siamo svegliati con il cielo tutto coperto dalle nuvole e abbiamo deciso di andare a vedere l’altro paese dell’isola: Vela Luka, che si trova esattamente dalla parte opposta. Sinceramente mi è piaciuto poco, non ha niente da vedere ed è un po’ smorto. Per pranzo finalmente è uscito un bellissimo sole e ci siamo messi alla ricerca di una spiaggia. Come primo tentativo abbiamo scelto Tri Luke, una baia all’estremo sud-ovest dell’isola, ma purtroppo per raggiungere le spiagge c’erano i sentieri e non sapendo quanto tempo ci voleva abbiamo lasciato stare. Abbiamo provato con un' altra baia a nord, precisamente Crna Luka, che pur non avendo una spiaggia per me era molto carina. Il mare era stupendo ed era tutto molto tranquillo e quando è così mi accontento anche di un pezzo di cemento, basta potermi buttare in acqua!! Però non ci siamo fermati neanche qui; siamo invece tornati a sud e ci siamo fermati a Prizba, più per disperazione che per convinzione. Infatti non era niente di che e per far passare il tempo abbiamo giocato a pallavolo, visto che c’era una rete….tra tutti e 4 non ne facevamo uno buono, io poi sono una vera schiappa!! Con la giulia ci sembrava di essere tornate alle superiori quando giocavamo in palestra….

    Comunque il pomeriggio passa e torniamo in fretta a Lumbarda perché ci dobbiamo preparare per la cena fuori, visto che è Ferragosto!

    Da buoni turisti ci fermiamo in uno dei tanti ristoranti sulle mura, che comunque sono molto belli, con vista Orebic e di sera con le luci è davvero bello e romantico!

    Ci sorprendono un po’ i prezzi, più alti rispetto a Makarska….va beh, siamo stati infatti più contenuti con il mangiare, che comunque era molto buono!!

    Un altro bel giro per il paese e io individuo il mio prossimo acquisto….una cosa che desideravo da qualche anno, come non prenderla???? Infatti due sere dopo sarà mia….

    Il lunedì (16 agosto) siamo andati a Pupnatska Luka, la più famosa spiaggia dell’isola e a detta di molti la più bella. La strada è semplicissima e ci sono i cartelli: è impossibile sbagliare!! In effetti la spiaggia è stupenda, l’acqua è di nuovo spettacolare….mi chiedo come faccia ad essere Adriatico….l’unica pecca, il vento!!! Infatti abbiamo rinunciato in fretta all’ombrellone ed ai più coraggiosi è andata male: un ombrellone è letteralmente annegato in acqua!!

    Beh comunque questa spiaggia me la sono proprio goduta, davvero bella. Li per li pensavo che fosse davvero la più bella dell’isola, ma martedì e mercoledì dovevano ancora venire….

    Ci svegliamo martedì diretti a Zavalatica, precisamente alla baia di Zitna. Anche qui è semplicissimo raggiungerla: una volta arrivati a Zavalatica bisogna seguire sempre le strade sulla sinistra fino a che si parcheggia. Intravediamo la spiaggia già da su e rimaniamo tutti a bocca aperta. Io dimentico in un secondo Pupnatska luka….sapevo che qui sarebbe stato molto bello ma non pensavo così. La spiaggia è piccolina ma non è eccessivamente affollata…il fondale è particolare: al centro c’è la sabbiolina bianca e l’acqua è turchese (come dice Pino…..ihihihih), mentre ai lati ci sono i sassi ed è più scura…..veramente bello!!!! Ma nulla è perfetto, questa spiaggia è invasa dalle api ma soprattutto l’acqua è gelida….ma non gelida come in generale in Croazia…è davvero gelata!!!! Basta vederlo dalle facce delle persone che entrano in acqua….però è talmente bella che vinci il freddo e ti butti! E ti viene voglia di spingerti al largo per vedere dove finisce il turchese dell’acqua e comincia il blu profondo…un piccolo paradiso!!

    Alla sera andiamo a mangiare fuori per la felicità mia e della giugi….ma decidiamo di mangiare carne e andiamo in un posto sulla strada, fuori da Korcula. Abbiamo preso 4 ottime grigliate di carne….da leccarsi i baffi!!!

    Il mercoledì invece avevamo la “gita” nell’isoletta di Proizd. Gita si fa per dire perché la barchina ti porta e ti torna a prendere….per 60 kune va benissimo!

    Andiamo quindi a Vela Luka e alle 10.30 la barchina parte, stracolma!! Dopo un buona mezz’ora arriviamo a Proizd e già l’acqua mi emoziona!

    Andiamo subito nella spiaggia più vicina anche se forse è la più bruttina, ma dovevamo rimanere vicino al ristorante visto che non avevamo fatto in tempo a prendere da mangiare…

    Dopo un oretta infatti andiamo a mangiare! Poi ci incamminiamo verso la parte opposta dell’isola, attraverso un sentiero molto bello in mezzo alla tipica pineta croata.

    Proizd ha 4 spiagge principali, infatti si può dire che ci sono 4 sentieri. Noi abbiamo cominciato con quella più lontana, che è anche FKK.

    Sarò ripetitiva ma anche qui è stupendo, anzi per me è il posto più bello….di quelli che piacciono a me: sperduti, con le rocce e i sassi bianchi, l’acqua che ha 3 colori….un paradiso! Peccato che c’era il mare molto mosso da quella parte dell’isola e quindi la trasparenza dell’acqua non era al massimo, ma si capiva comunque benissimo…Poi ci siamo spostati in un altro posto, il più piccolino dell’isola. La spiaggia di sassi infatti sarà 2 metri quadrati, ma c’è un enorme sassone su cui ci si può stendere….inutile dire che anche qui è stupendo! Purtroppo alle 18 la barchina ripartiva e non siamo riusciti a vedere l’ultima spiaggia di Proizd, forse la più grande….nessun problema: so già dove andare la prossima volta che torno a Korcula!

    Giovedì direzione Racisce, 12 km a nord di Korcula. Sapevo già che c’era una baia oltre il paese, si chiama Vaja e si raggiunge con un sentiero corto ma un po’ ripido…comunque fattibilissimo!

    E quando si vede da un po’ in alto….a bocca aperta anche qui. Il mare ha 4 colori, trasparente a riva, verde, azzurro e poi blu….per me è uno spettacolo! Ci buttiamo infatti subito in acqua e ci godiamo il penultimo giorno a Korcula.

    Il venerdì invece torniamo a Zavalatica per andare sul sicuro; di nuovo con stupore per la bellezza di questo posto.

    Alla sera usciamo ovviamente fuori per l’ultima cena, ma purtroppo ci è andata male….siamo arrivati con una fame da lupi, ordinando 4 fritti di calamari. Bellissimi da vedere, da mangiare sembravano gomma da masticare…va beh, una volta ci può stare. Facciamo poi un ultimo giro per Korcula e poi andiamo a nanna perché il sabato partiamo presto!

    Beh insomma, non si capisce che sono innamorata della Croazia vero?? Comunque per quanto riguarda Makarska è carina, da vedere sicuramente ma non più di 3-4 giorni ed è imperdibile Nugal Beach, nonostante il sentiero.

    Korcula invece è tutta un'altra cosa, ci tornerei subito. Bello il paese, le spiagge e il mare stupendi. Imperdibili secondo me sono Pupnatska, Zitna, Racisce e Proizd, praticamente tutto!!

    Al prossimo anno: destinazione Capo Nord, con la nostra Punto, la tenda e le scatolette di tonno!!!

  2. saruccia-87
    , 6/9/2010 17:59
    Quest’anno ancora Croazia… tanto per cambiare! A dire la verità i motivi sono due: uno, beh perché la Croazia ormai mi ha stregato e poi perché doveva essere una vacanza al risparmio…e così è stato! Innanzitutto quest’anno siamo in 4, due coppie: Sara (io) e Marco, Giulia e Ago. I posti visitati sono stati Makarska e Korčula, ovviamente in Dalmazia.
    Partiamo con la Fiesta stracarica della Giulia venerdì 6 agosto verso le 11 di sera per essere a Makarska il giorno dopo.
    Purtroppo il traffico è da bollino nero e alle 3 di notte siamo ancora a Trieste….riusciamo ad essere giù comunque ad un buon orario e dopo aver pranzato in un ristorantino sul porto ci danno l’appartamento che è davvero bello, e soprattutto a 5 minuti a piedi dal centro!!
    L’intenzione era quella di andare in spiaggia nel pomeriggio, ma come ci siamo rilassati un attimo siamo caduti in un sonno rigeneratore di qualche ora: ci voleva!!
    Verso le 7 di sera riusciamo comunque ad uscire e ci facciamo un giro per tutto il porto; il paese è piuttosto grandino e pieno di gente, ma soprattutto con un sacco di bancarelle!!! Una goduria per me e la Giù, un po’ meno per i morosi….Abbiamo poi trovato un ristorante in cui cenare davvero bello, nella spiaggia principale di Makarska quindi proprio sul mare! Siamo arrivati li durante il tramonto ed era davvero bellissimo!! Cosa volere di più? Il mare, il sole, l’amore, gli amici, il buon cibo e una bella Ozujsko fredda….non potevo desiderare di meglio!!!!
    Abbiamo cenato molto bene in questo posto, spendendo piuttosto poco…diciamo che qui a Makarska ho ritrovato i prezzi dell’Istria; si spende infatti meno rispetto a Dubrovnik, in cui eravamo nel 2009. Menomale.
    Dopo esserci fatti un mega giro per le bancarelle (individuando già gli acquisti da fare nei giorni successivi) torniamo in casa perché la stanchezza si fa sentire!
    Ci svegliamo domenica 8 agosto con una bella giornata di sole….ma questa mattina decidiamo di stare nella spiaggia di Makarska, per comodità.
    La spiaggia ad essere sinceri non è niente di speciale: mi ha però colpito l’acqua, molto molto trasparente e pulita! Per il resto però a me non piace, c’è una marea di gente e sembra di essere a Riccione: da vedere una volta e poi più secondo me! Infatti nel pomeriggio decidiamo di cambiare e andiamo verso il paese di Brela, senza una meta ben precisa però….ci inoltriamo in una stradina e per fortuna troviamo un italiano che ci dice che lasciando la macchina posteggiata si va giù a piedi e ci sono tante piccole calette….così è! Noi parcheggiamo la macchina e ci addentriamo in un sentiero che era a dir poco a strapiombo, infatti bisognava andarci piano….dall’alto vediamo però una spiaggia molto piccola che era spettacolare…ci mettiamo qui e rimaniamo per tutto il pomeriggio. Eravamo soltanto noi con una coppia di nudisti, e un piercing molto “particolare” del marito…
    Alla sera usciamo dopo aver cenato in casa e ci imbattiamo per la prima volta in un burattinaio sul porto: aveva 3 personaggi, uno suonava il piano, uno il violino e l’altro il sax….quello con il sax faceva morire dal ridere!!! Ogni sera ci fermavamo e ci facevamo due risate…
    Il giorno dopo è stato un po’ troppo avventuroso… volevamo trovare Nugal Beach, tra Makarska e Tucepi, ma siamo finiti ad avventurarci per un sentiero piuttosto difficile per più di un ora. In conclusione, abbiamo intravisto la spiaggia e abbiamo capito che non ci saremmo mai arrivati da quella parte, a meno che non avessimo fatto un bel tuffo in mare di 30 metri!! Abbiamo rimandato quindi la spiaggia al giorno dopo (perché chiedendo abbiamo capito…) e nel tornare indietro Ago è stato anche punto da una specie di vespa…meno male che non gli ha fatto niente!
    Per non buttare via la giornata siamo rimasti in una spiaggia a Tucepi, non male dai…

    Finalmente il martedì (10 agosto) siamo riusciti a raggiungere la famosa Nugal Beach, che si è rivelata a mio parere la spiaggia più bella (e più sofferta) della riviera di Makarska.
    Il sentiero si prende dietro l’Hotel Osejava, sulla sinistra del porto di Makarska ma si arriva alla spiaggia soltanto dopo 40 minuti di camminata….il sentiero è anche bello perché proprio sopra il mare, però è un po’ faticoso lo ammetto. Ma ne vale la pena perché la spiaggia è davvero bella, non troppo grande e non molto affollata, anche se la maggior parte sono nudisti.
    Alla sera siamo usciti per il dopo cena, sedendoci in uno dei tanti locali pieni di gente sul porto!
    Makarska è un paese piuttosto carino, ma anche molto incasinato. C’è davvero tanta gente fino a tardi, tanti locali e pub, gelaterie, ristoranti…insomma è molto viva!!
    Quindi, a meno che uno non cerchi esclusivamente il divertimento (ma a questo punto non ti fai 800 km di macchina, rimani a Riccione…..), credo che 3-4 giorni siano abbastanza per vedere Makarska.

    Il mercoledì volevamo andare in Bosnia a vedere le cascate di Kravice, ma arrivati al confine ci chiedono la carta verde della macchina e noi non l’avevamo!!!! Va beh, torniamo indietro un po’ demoralizzati….la giornata quindi è stata un po’ persa perché fino alle 5 non abbiamo più fatto niente. Alle 5 del pomeriggio apriva il museo delle conchiglie che noi abbiamo visitato….carino ma un po’ piccolo!
    Alla sera abbiamo cenato fuori finalmente! Volevamo andare in un ristorante-barca ma poi era una specie di buffet/self-service e mangiare del pesce così non ci sembrava molto igienico…Alla fine abbiamo fatto la scelta azzeccata: uno dei ristorantini sulle scalinate che circondano la piazza di Makarska! Buono tutto davvero, prezzi buoni e siamo riusciti a farci regalare dal cameriere un boccale di birra con scritto Ozujsko!!! Lo cercavo da anni, ma non si trova da nessuna parte!!

    Il giovedì (12 agosto) ci siamo diretti verso Drvenik (30 km a sud di Makarska) perché avevo visto da google earth alcune spiagge….infatti ne abbiamo scelta una carinissima, con un sentiero molto facile e corto. Anche qui l’acqua era molto limpida. Io la paragono tranquillamente alla Sardegna. Ad alcuni potrà sembrare esagerato, ma ricordo che il “colore” dell’acqua lo fa il fondale….essendoci sassi qui non potrà essere mai turchese come in Sardegna, ma la limpidezza e la pulizia è la stessa! Anzi, in Croazia c’è molto di più per gli appassionati di snorkeling….
    Per la sera decidiamo di fare un giro nel paesino di Tucepi, così per cambiare un po’…anche qui carino con alcuni ristoranti, locali e negozietti….

    L’ultimo giorno qui a Makarska lo passiamo in una spiaggia vista il giorno prima, sempre vicino Drvenik….molto simile all’altra ma ugualmente molto bella! Qui i maschietti hanno trovato un bambino di Napoli con cui giocare in acqua con la palla….beh devo dire che non sapevo più dire chi dei 3 fosse il bambino…ihihihih!
    L’ultima sera invece cambiamo di nuovo, andiamo a Baska Voda, poco a nord di Makarska. E’ un paesino carino, molto simile agli altri. Abbiamo cenato sulla terrazza di un ristorante un po’ fuori rispetto alla passeggiata serale ma abbiamo mangiato molto bene….qui abbiamo invece ottenuto il bicchiere della Karlovacko, l’altra birra croata! Cosi ho fatto l’en plain!!!!
    Come ultima sera i morosi sono tornati bambini, hanno fatto il gioco in acqua con la palla. Cioè ti mettono dentro a questa palla, la gonfiano e ti buttano in acqua. Tu galleggi e ti rotoli dentro la palla.
    Purtroppo però anche i calamari appena mangiati rotolavano….e c’è mancato poco perché Marco non stesse male davvero….

    Ah, il bottino da Makarska è stato: un braccialetto, un paio di orecchini, un quadro e 3 conchiglie, che hanno già abbellito la casina nuova!!!!!

    Sabato 14 agosto.
    Oggi ci siamo spostati sull’isola di Korcula. Ci sono un sacco di modi per arrivarci: noi abbiamo preso due traghetti, da Ploce a Trpanj sulla penisola di Peljesac e da Orebic a Korcula città.
    La bellezza del paese di Korcula ti salta subito agli occhi dal traghetto. Noi avevamo l’appartamento a Lumbarda; un paesino di 2 anime a 5 km da Korcula città. Devo dire che è una posizione piuttosto strategica perché è molto vicino al paese principale ma allo stesso tempo è tranquillo. Noi poi eravamo a 20 metri dal mare e alloggiando al secondo piano avevamo una vista incantevole sulla baia davanti.
    Questa volta non ci siamo addormentati (vorrei anche vedere….) e siamo andati subito in spiaggia, diretti oltre il paese di Lumbarda. La spiaggia più conosciuta devo dire che non è un granchè: è di sabbia (udite udite) ma c’è tanta gente, a mio parere è bruttina.
    Se invece si prende la stradina opposta si arriva alla spiaggia esattamente dall’altra parte della baia e questa è molto più carina. Anche questa è di sabbia ma vi giuro che l’acqua ha un colore spettacolare, sembra il Salento. E poi strano a dirsi questa spiaggia digrada molto lentamente e arrivi a bagnarti dopo un bel po’….come le spiagge della riviera romagnola.
    Anche se non è il tipo di spiaggia che preferisco, questa mi è piaciuta comunque….e poi il ristorante che c’è li stava preparando il maialino per la cena…non vi dico il profumo!!!!!
    Alla sera siamo usciti dopo cena e io non vedevo l’ora di vedere Korcula, che definisco una Dubrovnik in piccolo. Ha le mura tutt’intorno e le tipiche viuzze strette e lastricate che si vedono spesso in Croazia. Ovviamente mi è piaciuta tantissimo! Come prima sera siamo poi andati in un locale molto carino e divertente: è su una delle torri (credo siano 2) ma per salire c’è una scaletta ripidissima di legno su cui ovviamente tutti fanno delle foto!

    La domenica ci siamo svegliati con il cielo tutto coperto dalle nuvole e abbiamo deciso di andare a vedere l’altro paese dell’isola: Vela Luka, che si trova esattamente dalla parte opposta. Sinceramente mi è piaciuto poco, non ha niente da vedere ed è un po’ smorto. Per pranzo finalmente è uscito un bellissimo sole e ci siamo messi alla ricerca di una spiaggia. Come primo tentativo abbiamo scelto Tri Luke, una baia all’estremo sud-ovest dell’isola, ma purtroppo per raggiungere le spiagge c’erano i sentieri e non sapendo quanto tempo ci voleva abbiamo lasciato stare. Abbiamo provato con un' altra baia a nord, precisamente Crna Luka, che pur non avendo una spiaggia per me era molto carina. Il mare era stupendo ed era tutto molto tranquillo e quando è così mi accontento anche di un pezzo di cemento, basta potermi buttare in acqua!! Però non ci siamo fermati neanche qui; siamo invece tornati a sud e ci siamo fermati a Prizba, più per disperazione che per convinzione. Infatti non era niente di che e per far passare il tempo abbiamo giocato a pallavolo, visto che c’era una rete….tra tutti e 4 non ne facevamo uno buono, io poi sono una vera schiappa!! Con la giulia ci sembrava di essere tornate alle superiori quando giocavamo in palestra….
    Comunque il pomeriggio passa e torniamo in fretta a Lumbarda perché ci dobbiamo preparare per la cena fuori, visto che è Ferragosto!
    Da buoni turisti ci fermiamo in uno dei tanti ristoranti sulle mura, che comunque sono molto belli, con vista Orebic e di sera con le luci è davvero bello e romantico!
    Ci sorprendono un po’ i prezzi, più alti rispetto a Makarska….va beh, siamo stati infatti più contenuti con il mangiare, che comunque era molto buono!!
    Un altro bel giro per il paese e io individuo il mio prossimo acquisto….una cosa che desideravo da qualche anno, come non prenderla???? Infatti due sere dopo sarà mia….

    Il lunedì (16 agosto) siamo andati a Pupnatska Luka, la più famosa spiaggia dell’isola e a detta di molti la più bella. La strada è semplicissima e ci sono i cartelli: è impossibile sbagliare!! In effetti la spiaggia è stupenda, l’acqua è di nuovo spettacolare….mi chiedo come faccia ad essere Adriatico….l’unica pecca, il vento!!! Infatti abbiamo rinunciato in fretta all’ombrellone ed ai più coraggiosi è andata male: un ombrellone è letteralmente annegato in acqua!!
    Beh comunque questa spiaggia me la sono proprio goduta, davvero bella. Li per li pensavo che fosse davvero la più bella dell’isola, ma martedì e mercoledì dovevano ancora venire….

    Ci svegliamo martedì diretti a Zavalatica, precisamente alla baia di Zitna. Anche qui è semplicissimo raggiungerla: una volta arrivati a Zavalatica bisogna seguire sempre le strade sulla sinistra fino a che si parcheggia. Intravediamo la spiaggia già da su e rimaniamo tutti a bocca aperta. Io dimentico in un secondo Pupnatska luka….sapevo che qui sarebbe stato molto bello ma non pensavo così. La spiaggia è piccolina ma non è eccessivamente affollata…il fondale è particolare: al centro c’è la sabbiolina bianca e l’acqua è turchese (come dice Pino…..ihihihih), mentre ai lati ci sono i sassi ed è più scura…..veramente bello!!!! Ma nulla è perfetto, questa spiaggia è invasa dalle api ma soprattutto l’acqua è gelida….ma non gelida come in generale in Croazia…è davvero gelata!!!! Basta vederlo dalle facce delle persone che entrano in acqua….però è talmente bella che vinci il freddo e ti butti! E ti viene voglia di spingerti al largo per vedere dove finisce il turchese dell’acqua e comincia il blu profondo…un piccolo paradiso!!
    Alla sera andiamo a mangiare fuori per la felicità mia e della giugi….ma decidiamo di mangiare carne e andiamo in un posto sulla strada, fuori da Korcula. Abbiamo preso 4 ottime grigliate di carne….da leccarsi i baffi!!!

    Il mercoledì invece avevamo la “gita” nell’isoletta di Proizd. Gita si fa per dire perché la barchina ti porta e ti torna a prendere….per 60 kune va benissimo!
    Andiamo quindi a Vela Luka e alle 10.30 la barchina parte, stracolma!! Dopo un buona mezz’ora arriviamo a Proizd e già l’acqua mi emoziona!
    Andiamo subito nella spiaggia più vicina anche se forse è la più bruttina, ma dovevamo rimanere vicino al ristorante visto che non avevamo fatto in tempo a prendere da mangiare…
    Dopo un oretta infatti andiamo a mangiare! Poi ci incamminiamo verso la parte opposta dell’isola, attraverso un sentiero molto bello in mezzo alla tipica pineta croata.
    Proizd ha 4 spiagge principali, infatti si può dire che ci sono 4 sentieri. Noi abbiamo cominciato con quella più lontana, che è anche FKK.
    Sarò ripetitiva ma anche qui è stupendo, anzi per me è il posto più bello….di quelli che piacciono a me: sperduti, con le rocce e i sassi bianchi, l’acqua che ha 3 colori….un paradiso! Peccato che c’era il mare molto mosso da quella parte dell’isola e quindi la trasparenza dell’acqua non era al massimo, ma si capiva comunque benissimo…Poi ci siamo spostati in un altro posto, il più piccolino dell’isola. La spiaggia di sassi infatti sarà 2 metri quadrati, ma c’è un enorme sassone su cui ci si può stendere….inutile dire che anche qui è stupendo! Purtroppo alle 18 la barchina ripartiva e non siamo riusciti a vedere l’ultima spiaggia di Proizd, forse la più grande….nessun problema: so già dove andare la prossima volta che torno a Korcula!

    Giovedì direzione Racisce, 12 km a nord di Korcula. Sapevo già che c’era una baia oltre il paese, si chiama Vaja e si raggiunge con un sentiero corto ma un po’ ripido…comunque fattibilissimo!
    E quando si vede da un po’ in alto….a bocca aperta anche qui. Il mare ha 4 colori, trasparente a riva, verde, azzurro e poi blu….per me è uno spettacolo! Ci buttiamo infatti subito in acqua e ci godiamo il penultimo giorno a Korcula.

    Il venerdì invece torniamo a Zavalatica per andare sul sicuro; di nuovo con stupore per la bellezza di questo posto.
    Alla sera usciamo ovviamente fuori per l’ultima cena, ma purtroppo ci è andata male….siamo arrivati con una fame da lupi, ordinando 4 fritti di calamari. Bellissimi da vedere, da mangiare sembravano gomma da masticare…va beh, una volta ci può stare. Facciamo poi un ultimo giro per Korcula e poi andiamo a nanna perché il sabato partiamo presto!

    Beh insomma, non si capisce che sono innamorata della Croazia vero?? Comunque per quanto riguarda Makarska è carina, da vedere sicuramente ma non più di 3-4 giorni ed è imperdibile Nugal Beach, nonostante il sentiero.
    Korcula invece è tutta un'altra cosa, ci tornerei subito. Bello il paese, le spiagge e il mare stupendi. Imperdibili secondo me sono Pupnatska, Zitna, Racisce e Proizd, praticamente tutto!!

    Al prossimo anno: destinazione Capo Nord, con la nostra Punto, la tenda e le scatolette di tonno!!!