1. 1: Diario di Viaggio

    di , il 23/8/2010 11:43

    Dopo parecchie indecisioni su dove andarcene in ferie a fine Luglio, io e mio marito, finalmente decidiamo! Cosi il 22 Luglio ci imbarchiamo dall’aereoporto di Pisa alla volta della giovane e trasgressiva Amsterdam. Abbiamo scelto di volare con la compagnia low cost olandese, Transavia, poichè vola direttamente da Pisa su Schiphol, il principale aeroporto della città e concede una franchigia di bagaglio pari ai voli di linea (20 kg). Dopo circa 1h e 40 min atterriamo; Schiphol è un grande aeroporto, moderno e ben organizzato. Dopo aver preso tutti i nostri bagagli ci dirigiamo agli sportelli automatici x fare il biglietto per la metro (3,70€ cadauno solo andata) che ci condurrà alla Centraal Station di Amsterdam in soli 20 minuti. Il nostro hotel, prenotato con Booking.com, (Hotel CC) si trova a pochi mt dalla stazione, nel Nieuwe Zijde in una delle vie principali di coffee e sexy shop e proprio dietro l’inizio del Red Light, ovvero del quartiere a luci rosse. La sua posizione è davvero centrale ma allo stesso tempo la nostra camera,dando sul lato opposto è tranquilla ed ha una splendida vista sul canale del fiume Amstel . Il giorno successivo,dopo un bella dormita rigenerante iniziamo a scoprire un po’ questa bellissima città. Il bello di Amsterdam è che è una città a misura d’uomo, infatti noi l’abbiamo girata completamente a piedi……cmq se preferite potete anche noleggiare delle biciclette visto che la pista ciclabile arriva in tutte le zone della città. Luglio e Agosto insieme ad Aprile e Maggio risultano essere i migliori periodi per visitare questa città, infatti in ogni viuzza che percorriamo non mancano baretti lungo canale e pub all’aperto, dove sorseggiare magari una bella birra ghiacciata….ah a proposito….il consumo di birra in questa città è davvero Allucinante !! Passeggiando ci dirigiamo verso il Waag, antica porta d’ingresso alla città e luogo in cui si tenevano le esecuzioni pubbliche:ora è il In de Waag noto e carissimo ristorante della città. Accanto possiamo notare il Nieuwmarkt un curioso mercato di antiquariato. Proseguiamo sempre nel Oude Zijde ovvero nel quartiere “vecchio”fino ad arrivare al Montelbarstoren, un’antica torre di Amsterdam sede delle guardie militari che sorvegliavano la città . Piu’ tardi decidiamo di proseguire e dirigerci verso il Plantage ovvero il quartiere della scienza dove entriamo al monumentale Zoo Artis e visitiamo anche il meraviglioso acquario,secondo in grandezza solo a quello di Berlino. Dopodichè ci rechiamo al De Gooyer un mulino,che dei sei rimanenti in città è il più centrale; fu costruito nel 1725 per macinare il grano e fu il primo dei Paesi Bassi a utilizzare le pale aerodinamiche, allora di recente ideazione. Il secondo giorno, contrariamente a quanto ci avevano consigliato in tarda mattinata ce ne andiamo nel Jordaan, che si trova nella cerchia dei canali ovest, per visitare il 263 di Prinsengracht ovvero la casa di Anna Frank;qua abbiamo fatto circa una mezzora di fila per entrare anche se la visita, vale l’attesa infatti è stata davvero molto commovente;vi consiglio quindi di andarci la mattina presto,eviterete così il piu’ possibile l’attesa! A solo pochi mt dalla casa, c’è la Westkerk,la chiesa più grande e rinomata d’Olanda in cui fu seppellito anche l’artista Rembrandt. Questo è il quartiere che ci ha colpito e affascinato di più,è molto tranquillo e particolare con tanti canali che si incrociano tra loro e molte variopinte case galleggianti. Tornando verso l’hotel ci ritroviamo per caso a percorrere il Brouwersgracht così vengo a conoscenza tramite la ns guida che il canale è stato chiamato cosi (Canale dei birrai) poiché l'attività principale che aveva luogo su queste sponde aveva a che fare con la produzione e il commercio della Birra. La via principale per lo shopping è l’affollata e vivace Damrak dove possiamo trovare anche De Bijenkorf un bellissimo centro commerciale su vari piani;oltre troviamo piazza Dam con il suo Palazzo Reale e vicino c’è Kalverstraat e a sinistra Nieuwedijk due delle vie più affollate dai turisti, quasi un km di negozi … Domenica 25 Luglio ci dirigiamo alla volta dei musei,iniziando con il Van Gogh Museum per finire a quello dell’Heineken (15€ l’entrata) per visitare quella che fino a qualche anno fà era la fabbrica principale di questa rinomata birra. Là ti spiegano e ti fanno vedere tutti gli ingredienti ed i processi per avere un ‘ottima birra, fai un tour in 3d molto divertente e alla fine ti danno due/tre bevute offerte comprese nel biglietto. Usciti quasi ubriachi perché a stomaco vuoto decidiamo di andarcene a mangiare qualcosa in Leidesplein una delle piazze più vivaci della città;quà ci sono tanti localini all’aperto dove mangiare qualcosina al volo, fare un riposino e ripartire alla scoperta di questa pittoresca ed attraente città. Così, ci rimettiamo in cammino,passando per Rembrandtplein, andiamo al Bloemenmarkt ,il caratteristico Mercato dei fiori e quà acquistiamo i famosi bulbi di tulipani ad un prezzo davvero stracciato, tanto che ne acquisto due pacchi. Alla fine del mercato passiamo il Munttoren ovvero l’antica torre della zecca e andiamo verso il Magere. Il Magere Brug (ponte magro) è il più famoso ponte della città di Amsterdam: si tratta di un ponte levatoio in legno sul fiume Amstel costruito nel 1934. La sera la città prende ancor più vita,specialmente in quella che è la zona più trasgressiva, è cioè nel quartiere a luci rosse in cui ci sono numerosi vicoletti super-affollatissimi di turisti per vedere le tanto chiacchierate ragazze nelle vetrine e/o entrare nei tanti sexy-shop che tengono davvero di tutto. Il quartiere visto la sera è molto + caratteristico poiché oltre ad essere chiassoso e pieno di turisti è ricco di lumini e neon rossi a segnalare la presenza delle vetrine; ecco perché Red Light ! Per il ns ultimo gg,decidiamo di fare una gita fuori porta per andare a vedere l’ Ajax Arena; cosi prendiamo il treno che in circa 15 min ci porterà a destinazione. Lo stadio è davvero d’impatto e molto curato;la guida ci spiega che è stato il primo ad essere dotato di copertura in caso di intemperie anche se questo lo mettono i pratica molto di rado poiché costa molto. Ci hanno fatto vedere il campo la sala stampa,la sala controllo….ect E’ stato molto divertente inoltre fuori, hanno costruito tutta una serie di centri commerciali, ristoranti e fast food moderni e all’avanguardia. Altra esperienza molto carina che abbiamo fatto è stata la conoscenza del 4D Extra Cold Ice Cafè (15€ cadauno); all’apparenza si presenta come un bar come un altro ma, a determinati orari lo staff ti fa indossare piumini e muffole per farti entrare in un altro bar in cui la temperatura si aggira intorno ai -20 C° e tutto è fatto di ghiaccio,dagli sgabelli dove siedi, alle pareti, al bancone del bar ai bicchierini che servono con le bevute…e là inizia la proiezione di un filmato che tu guarderai con gli occhialetti appositi. E’ stato gioco molto divertente e vi assicuro che fa veramente freddo quindi anke se non state dentro molto, e decidete di andare,quel gg magari cercate di indossare delle scarpe chiuse ! Per concludere questa città ci è piaciuta davvero molto;particolare e unica nella sua architettura e fiabesca e romantica nei suoi mille canali ci ha lasciato un bellissimo ricordo di viaggio….arrivederci Amsterdam ! Daria&Matteo

    Consigli Pratici: *prestate molta e sottolineo molta attenzione alle biciclette e cercate di non camminare nella pista ciclabile….si arrabbiano moltissimo e vi buttano giù come nulla *molta molta attenzione anche ai tram che percorrono le vie del centro, passano proprio vicino ai pedoni *se vi piace camminare e avete tempo, la città puo’ essere visitata anche a piedi senza utilizzare i mezzi *molto particolare la gita in battello; da fare assolutamente ! *se volete,molte attrazioni potete prenotarle già su internet ed avere l’entrata prioritaria.

  2. dariap
    , 23/8/2010 11:43
    Dopo parecchie indecisioni su dove andarcene in ferie a fine Luglio, io e mio marito, finalmente decidiamo! Cosi il 22 Luglio ci imbarchiamo dall’aereoporto di Pisa alla volta della giovane e trasgressiva Amsterdam. Abbiamo scelto di volare con la compagnia low cost olandese, Transavia, poichè vola direttamente da Pisa su Schiphol, il principale aeroporto della città e concede una franchigia di bagaglio pari ai voli di linea (20 kg).
    Dopo circa 1h e 40 min atterriamo; Schiphol è un grande aeroporto, moderno e ben organizzato. Dopo aver preso tutti i nostri bagagli ci dirigiamo agli sportelli automatici x fare il biglietto per la metro (3,70€ cadauno solo andata) che ci condurrà alla Centraal Station di Amsterdam in soli 20 minuti.
    Il nostro hotel, prenotato con Booking.com, (Hotel CC) si trova a pochi mt dalla stazione, nel Nieuwe Zijde in una delle vie principali di coffee e sexy shop e proprio dietro l’inizio del Red Light, ovvero del quartiere a luci rosse.
    La sua posizione è davvero centrale ma allo stesso tempo la nostra camera,dando sul lato opposto è tranquilla ed ha una splendida vista sul canale del fiume Amstel .
    Il giorno successivo,dopo un bella dormita rigenerante iniziamo a scoprire un po’ questa bellissima città.
    Il bello di Amsterdam è che è una città a misura d’uomo, infatti noi l’abbiamo girata completamente a piedi……cmq se preferite potete anche noleggiare delle biciclette
    visto che la pista ciclabile arriva in tutte le zone della città.
    Luglio e Agosto insieme ad Aprile e Maggio risultano essere i migliori periodi per visitare questa città, infatti in ogni viuzza che percorriamo non mancano baretti lungo canale e pub all’aperto, dove sorseggiare magari una bella birra ghiacciata….ah a proposito….il consumo di birra in questa città è davvero Allucinante !!
    Passeggiando ci dirigiamo verso il Waag, antica porta d’ingresso alla città e luogo in cui si tenevano le esecuzioni pubbliche:ora è il In de Waag noto e carissimo ristorante della città.
    Accanto possiamo notare il Nieuwmarkt un curioso mercato di antiquariato.
    Proseguiamo sempre nel Oude Zijde ovvero nel quartiere “vecchio”fino ad arrivare al Montelbarstoren, un’antica torre di Amsterdam sede delle guardie militari che sorvegliavano la città .
    Piu’ tardi decidiamo di proseguire e dirigerci verso il Plantage ovvero il quartiere della scienza dove entriamo al monumentale Zoo Artis e visitiamo anche il meraviglioso acquario,secondo in grandezza solo a quello di Berlino.
    Dopodichè ci rechiamo al De Gooyer un mulino,che dei sei rimanenti in città è il più centrale; fu costruito nel 1725 per macinare il grano e fu il primo dei Paesi Bassi a utilizzare le pale aerodinamiche, allora di recente ideazione.
    Il secondo giorno, contrariamente a quanto ci avevano consigliato in tarda mattinata ce ne andiamo nel Jordaan, che si trova nella cerchia dei canali ovest, per visitare il 263 di Prinsengracht ovvero la casa di Anna Frank;qua abbiamo fatto circa una mezzora di fila per entrare anche se la visita, vale l’attesa infatti è stata davvero molto commovente;vi consiglio quindi di andarci la mattina presto,eviterete così il piu’ possibile l’attesa! A solo pochi mt dalla casa, c’è la Westkerk,la chiesa più grande e rinomata d’Olanda in cui fu seppellito anche l’artista Rembrandt. Questo è il quartiere che ci ha colpito e affascinato di più,è molto tranquillo e particolare con tanti canali che si incrociano tra loro e molte variopinte case galleggianti. Tornando verso l’hotel ci ritroviamo per caso a percorrere il Brouwersgracht così vengo a conoscenza tramite la ns guida che il canale è stato chiamato cosi (Canale dei birrai) poiché l'attività principale che aveva luogo su queste sponde aveva a che fare con la produzione e il commercio della Birra.
    La via principale per lo shopping è l’affollata e vivace Damrak dove possiamo trovare anche De Bijenkorf un bellissimo centro commerciale su vari piani;oltre troviamo piazza Dam con il suo Palazzo Reale e vicino c’è Kalverstraat e a sinistra Nieuwedijk
    due delle vie più affollate dai turisti, quasi un km di negozi …
    Domenica 25 Luglio ci dirigiamo alla volta dei musei,iniziando con il Van Gogh Museum per finire a quello dell’Heineken (15€ l’entrata) per visitare quella che fino a qualche anno fà era la fabbrica principale di questa rinomata birra.
    Là ti spiegano e ti fanno vedere tutti gli ingredienti ed i processi per avere un ‘ottima birra, fai un tour in 3d molto divertente e alla fine ti danno due/tre bevute offerte comprese nel biglietto.
    Usciti quasi ubriachi perché a stomaco vuoto decidiamo di andarcene a mangiare qualcosa in Leidesplein una delle piazze più vivaci della città;quà ci sono tanti localini all’aperto dove mangiare qualcosina al volo, fare un riposino e ripartire alla scoperta di questa pittoresca ed attraente città.
    Così, ci rimettiamo in cammino,passando per Rembrandtplein, andiamo al Bloemenmarkt ,il caratteristico Mercato dei fiori e quà acquistiamo i famosi bulbi di tulipani ad un prezzo davvero stracciato, tanto che ne acquisto due pacchi.
    Alla fine del mercato passiamo il Munttoren ovvero l’antica torre della zecca e andiamo verso il Magere.
    Il Magere Brug (ponte magro) è il più famoso ponte della città di Amsterdam: si tratta di un ponte levatoio in legno sul fiume Amstel costruito nel 1934.
    La sera la città prende ancor più vita,specialmente in quella che è la zona più trasgressiva, è cioè nel quartiere a luci rosse in cui ci sono numerosi vicoletti super-affollatissimi di turisti per vedere le tanto chiacchierate ragazze nelle vetrine e/o entrare nei tanti sexy-shop che tengono davvero di tutto.
    Il quartiere visto la sera è molto + caratteristico poiché oltre ad essere chiassoso e pieno di turisti è ricco di lumini e neon rossi a segnalare la presenza delle vetrine; ecco perché Red Light !
    Per il ns ultimo gg,decidiamo di fare una gita fuori porta per andare a vedere l’ Ajax Arena; cosi prendiamo il treno che in circa 15 min ci porterà a destinazione.
    Lo stadio è davvero d’impatto e molto curato;la guida ci spiega che è stato il primo ad essere dotato di copertura in caso di intemperie anche se questo lo mettono i pratica molto di rado poiché costa molto. Ci hanno fatto vedere il campo la sala stampa,la sala controllo….ect E’ stato molto divertente inoltre fuori, hanno costruito tutta una serie di centri commerciali, ristoranti e fast food moderni e all’avanguardia.
    Altra esperienza molto carina che abbiamo fatto è stata la conoscenza del 4D Extra Cold Ice Cafè (15€ cadauno); all’apparenza si presenta come un bar come un altro ma, a determinati orari lo staff ti fa indossare piumini e muffole per farti entrare in un altro bar in cui la temperatura si aggira intorno ai -20 C° e tutto è fatto di ghiaccio,dagli sgabelli dove siedi, alle pareti, al bancone del bar ai bicchierini che servono con le bevute…e là inizia la proiezione di un filmato che tu guarderai con gli occhialetti appositi. E’ stato gioco molto divertente e vi assicuro che fa veramente freddo quindi anke se non state dentro molto, e decidete di andare,quel gg magari cercate di indossare delle scarpe chiuse !
    Per concludere questa città ci è piaciuta davvero molto;particolare e unica nella sua architettura e fiabesca e romantica nei suoi mille canali ci ha lasciato un bellissimo ricordo di viaggio….arrivederci Amsterdam !
    Daria&Matteo

    Consigli Pratici:
    *prestate molta e sottolineo molta attenzione alle biciclette e cercate di non camminare nella pista ciclabile….si arrabbiano moltissimo e vi buttano giù come nulla
    *molta molta attenzione anche ai tram che percorrono le vie del centro, passano proprio vicino ai pedoni
    *se vi piace camminare e avete tempo, la città puo’ essere visitata anche a piedi senza utilizzare i mezzi
    *molto particolare la gita in battello; da fare assolutamente !
    *se volete,molte attrazioni potete prenotarle già su internet ed avere l’entrata prioritaria.